Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia centrale > Lazio > Lazio orientale > Sabina > Lago del Turano

Lago del Turano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Lago del Turano
Lago del Turano
Tipo area
Stato
Regione
Provincia
Superficie

Lago del Turano è situato nel Lazio.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Si distende ai piedi del Monte Navegna (1506 m), una riserva naturale coperta di boschi, ed è caratterizzato dalla presenza sulle sue rive di antichi paesi e castelli che si specchiano nelle limpide acque.

Flora e fauna[modifica]

Il lago ospita una grande varietà di pesci, sia erbivori che predatori. Fra i ciprinidi le breme sono il pesce più numeroso, con esemplari che raggiungono anche taglie eccezionali intorno ai 2,5 kg. Anche le carpe regine raggiungono grandi dimensioni: ne sono state pescate intorno ai 20 kg. Carpe a specchi e amur sono meno comuni, ma comunque di grossa taglia. Ci sono inoltre cavedani, carassi, scardole, savette, tinche e anguille.

Fra i predatori: il luccio (tutte le taglie, compresi esemplari da 10-15 kg) i persici reali. Fra i salmonidi il coregone. Le trote fario e iridee sono state segnalate anche con esemplari di 9-10 kg.

Quando andare[modifica]

Il periodo migliore è la primavera ma anche l’autunno è altrettanto buono. In estate fa molto caldo; tuttavia il clima è solito cambiare repentinamente, quindi si devono mettere in conto acquazzoni improvvisi che altrettanto velocemente finiscono. Nei fine settimana i bagnanti affollano le rive del lago.

Cenni storici[modifica]

Il lago, situato a 536 m sul livello del mare, è un grande bacino idroelettrico realizzato nel 1939 sul fiume omonimo con la costruzione della Diga del Turano, nei pressi dell'abitato di Posticciola e di Stipes. Lungo una decina di chilometri e con un perimetro di circa 36 km, è collegato al Lago del Salto da una galleria lunga 9 km e insieme a questo alimenta la centrale idroelettrica di Cotilia, parte del Nucleo Idroelettrico di Terni di E.ON, che rilascia poi le acque nel Velino a monte sia della città di Rieti che della confluenza dei fiumi Salto e Turano che nel loro corso naturale si immettono nel Velino, il primo subito prima dell'abitato di Rieti e il secondo a valle di Rieti nella Piana Reatina. A metà del lago si fronteggiano, il primo su una penisola e l'altro su un cocuzzolo roccioso, i due centri abitati di Colle di Tora e di Castel di Tora, i cui nomi furono cambiati nel 1864 a ricordo dell'antica città sabina di Tora. Gli altri paesi che si affacciano sul lago sono Ascrea e Paganico Sabino.

Territori e mete turistiche[modifica]

La diga di Posticciola che forma il lago di Turano

Centri urbani[modifica]

  • Castel di Tora — Il suo borgo antico gli è valsa l'appartenenza alla associazione dei Borghi più belli d'Italia
  • Posticciola — Un ponte romano, un fortilizio medievale, reimpieghi di materiale romano dell'antica città di Trebula Mutuesca di cui secondo alcuni costituisce l'antico nucleo preromano, narrano della vetustà di questo piccolo centro che un tempo dava il nome al Lago di Posticciola, divenuto solo più tardi il lago del Turano.

Altre destinazioni[modifica]

  • Riserva naturale Monte Navegna e Monte Cervia — Situata tra il Lago del Salto e il Lago del Turano, la Riserva è caratterizzata da un basso livello di antropizzazione e dall'ampia diffusione dei boschi, presenti in oltre il 70% della sua superficie, con paesaggi montani, collinari e di fondovalle, numerosi torrenti e corsi d'acqua.


Come arrivare[modifica]

Dall’entroterra abruzzese o dalla costa si arrivare facilmente al lago percorrendo prima l’autostrada A24 Roma-L'Aquila-Teramo fino a Carsoli, dove si esce per dirigersi verso le rive del lago tramite la strada provinciale 34 turanense segnalata già all'uscita del casello.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

A metà del lago si fronteggiano, il primo su una penisola e l'altro su un cocuzzolo roccioso, i due centri abitati di Colle di Tora e di Castel di Tora, i cui nomi furono cambiati nel 1864 a ricordo dell'antica città sabina di Tora. Gli altri paesi che si affacciano sul lago sono Ascrea e Paganico Sabino. Al centro del lago si erge il borgo medievale di Antuni, risalente al XII secolo.

Cosa fare[modifica]

Le dimensioni del lago, per profondità ed estensione, consentono lo sviluppo di una grande varietà di pesci. Pertanto le sue rive sono assiduamente frequentate dai pescatori. Per poter pescare nel lago di Turano oltre all’indispensabile licenza tipo “B” per la pesca nelle acque interne occorre l’apposito tesserino per la pesca nella provincia di Rieti, reperibile in alcuni negozi di pesca, al prezzo di 20 euro.

Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

  • 1 Hotel Turano, Via Turanense, 50 (a Monte di Tora - Castel di Tora), +39 0765 716300.
  • 2 B&B La Casetta sul Lago, Piazza Borghese, 8 (a Colle di Tora), +39 0765 7090323.
  • 3 Agriturismo Stella del Turano, via San Martino, 6 (a Castel di Tora), +39 331 7467845.


Sicurezza[modifica]

  • 1 Farmacia Caramagno, Via Turanense, 104 (a Castel di Tora), +39 0765 716283.


Come restare in contatto[modifica]

  • 2 Poste italiane, Via Colle della Madonna, 3 (a Colle di Tora), +39 0765 716147.


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare e sulle principali attrazioni o attività da svolgere.