Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Costa orientale nordcoreana
Isola di P'ip'a-sŏm vicino la città di Rasŏn
Stato

Costa orientale nordcoreana (동해 연안) è una regione della Corea del Nord.

Da sapere[modifica]

Donghae è il nome coreano per il "Mare Orientale" (generalmente noto a livello internazionale come il "Mar del Giappone").

Nella parte settentrionale della regione è presente il sito di alcuni dei test nucleari della Corea del Nord (vicino Kimch'aek), quindi non sorprenderà che aggirarsi in queste zone sarà tutt'altro che facile.

Rasŏn a nord e Wŏnsan al sud sono entrambe possibili destinazioni per gite di gruppo, così come la "montagna di diamanti" (Kŭmgangsan) tipica destinazione turistica.

Cenni geografici[modifica]

Quest'area si estende lungo tutta la costa orientale del Paese per circa 800 km nord-ovest dal confine con la Corea del Sud (Tumangang) al confine russo (Chasan).


Territori e mete turistiche[modifica]

Il territorio comprende le province di:

  • Nord Hamgyong
  • Sud Hamgyong
  • Kangwon
  • Kŭmgang-san

Centri urbani[modifica]

  • Chongjin — Città portuale sul mar del Giappone.
  • Hamhŭng — È la seconda città del Paese per popolazione.
  • Hoeryong — Luogo di nascita della madre di Kim Il Sung e della sua prima moglie.
  • Kimch'aek — Deve il suo nome al generale Kim Chaek che si distinse nella Guerra di Corea.
  • Munchon — Città portuale sul mar del Giappone.
  • Namyang — Porto fluviale al confine con la Cina.
  • Rasŏn — Città autonoma della Corea del Nord.
  • Sinpo — Città portuale di fronte all'isola militare di Mayang.
  • Tanch'ŏn — Sorge sul delta del fiume Pukdae ed è uno dei maggiori porti della costa est della penisola coreana.
  • Wŏnsan — Città portuale.

Altre destinazioni[modifica]

  • Chilbo Mountain — Monte dai suggestivi panorami innevati il cui nome significa "sette tesori".
  • Monte Kumgang (Kŭmgangsan) — Monte dai bei panorami, il cui nome tradotto significa "montagna di diamanti".


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Ci sono voli occasionali a Wŏnsan e Chongjin con Air Koryo utilizzando una vetusta flotta di aerei dell'era sovietica. Solo i funzionari nordcoreani di alto rango possono prenotare un posto su quei voli, quindi per chi sceglie di volare, c'è il rischio di essere in balia dei capricci dell'agente di viaggio.

In treno[modifica]

Prendere un treno è leggermente più semplice. C'è una ferrovia che corre lungo tutta la costa che collega la stazione russa alla città di confine di Chasan. Da Chasan è possibile prenotare gite fino a Rasŏn attraverso agenzie viaggi russe, poiché si tratta di una zona economica speciale. Non è consentito agli stranieri l'utilizzo di un servizio di attraversamento dalla costa orientale verso Pyongyang, sebbene c'è chi ha già intrapreso uno di questi viaggi non autorizzati (assumendosi gli eventuali rischi di tale scelta).


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Kaesim — Tempio buddista, che oltre alla campana del 1764 e il famoso castagno bicentenario, si compone dei seguenti edifici:
    • Taeungchŏn (Tae-ung, 대웅전/大雄殿) — Ingresso.
    • Kwanŭmchŏn (Kwan-ŭm, 관음전/觀音殿) — Ingresso.
    • Simgŏmtang (Sim-gŏm, 심검당/尋劍堂) — Ingresso.
    • Ŭmhyanggak (Ŭm-hyang, 음향각/音響閣) — Cappella.
    • Sansingak (San-sin, 산신각/山神閣) — Cappella.
    • Manseru (Man-se, 만세루/萬歲樓) — Padiglione.
  • Cascate Donghae —


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.