Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Castelnovo del Friuli
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Castelnovo del Friuli
Sito istituzionale

Castelnovo del Friuli è un centro del Friuli-Venezia Giulia.

Da sapere[modifica]

Castelnovo è un comune sparso la cui sede comunale è collocata nella frazione di Paludea.

Cenni geografici[modifica]

Il territorio è prevalentemente collinare e si presenta ricco di vegetazione dove trovano un habitat particolarmente favorevole svariate specie animali; da non escludere la presenza di cervi, cinghiali, lupi ed altri animali selvatici di rilievo.

Cenni storici[modifica]

Nel 1976 il comune fu devastato dal terremoto del Friuli, che provocò enormi crolli e danni.

Come orientarsi[modifica]

Di fatto non esiste un paese dal nome Castelnovo, ma il comune è un insieme di molte borgate sparse sulle alture della Val Cosa, di cui la più grande è Paludea, sede comunale. Esse sono: Almadis, Belus, Braida, Castello, Celante, Ceschies, Costa, Cruz, Davour la Mont, Faviz, Forca, Franz, Ghet, Graves, Gris, Madonna dello Zucco, Marons, Martiners, Menis, Michei, Michelins, Mierlis, Mocenigo, Molevana, Molino, Mont, Mostacins, Nanis, Oltrerugo, Paludea (sede comunale), Praforte, Rez, Rizzos, Romagnoi, Sottocolli, Sottoforca, Spessa, Tisins, Vidunza e Vigna.

Come arrivare[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Chiesa di San Nicolò (Chiesa di Borc). Costruita alla fine del XIX secolo su progetto di Girolamo D'Aronco, il suo campanile è il risultato della trasformazione della precedente torre medievale dell'antico castello.
  • 2 Chiesa di San Carlo Borromeo (in località Paludea). Nel 1886 fu demolita una cappella, edificata tra la fine del XV e l'inizio del XVI, per costruire una nuova chiesa che ben presto non fu più capace di contenere la popolazione. Pertanyo nel 1933 fu elaborato dall'arch. Chiaradia di Caneva il progetto di una nuova chiesa, successivamente integrato dall'arch. Giacomo Della Mea. La posa della prima pietra avvenne nel 1934 e i lavori si protrassero fino al 1960. Presenta due altari lignei ed una statua di G.A. Pilacorte risalente al 1514.
  • 3 Chiesetta di Colle Monaco (nella frazione di Celante).
  • 4 Villa Sulis. Residenza signorile del XVII secolo
  • 5 Ponte "Puntic (in località Belus).
  • 6 Mostra permanente “Scodelle. La ceramica di Castelnovo del Friuli” (sita presso la Villa Sulis, in borgata Costa).


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]




Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Casolare Nanis, Località Nanis, 3, +39 339 2751523.
  • 2 Hacienda A La Purisima, Località Martiners, 1/5, +39 334 8985331.


Sicurezza[modifica]

  • 4 Carabinieri - Comando stazione, Strada provinciale 62 n. 10, +39 0427 90580.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 5 Poste italiane, Località Paludea 35, +39 0427 908188.


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Castelnovo del Friuli
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Castelnovo del Friuli
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.