Scarica il file GPX di questo articolo

Asia > Medio Oriente > Giordania > Giordania settentrionale > Betania oltre il Giordano

Betania oltre il Giordano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Betania oltre il Giordano
Al-Maghtas
Il sito del Battesimo di Cristo con la chiesa di San Giovanni
Stato
Regione
Sito istituzionale

Betania oltre il Giordano, sito del Battesimo o Al-Maghtas sono nomi del sito dove si dice che Giovanni Battista abbia battezzato sulla riva orientale del Giordano Gesù Cristo, esso è situato nella Giordania settentrionale.

Da sapere[modifica]

Secondo la tradizione biblica in Giovanni 1:28, il luogo in cui Giovanni Battista battezzava si trovava sulla riva orientale del del fiume Giordano a "Betania oltre il Giordano".

« Queste cose si sono svolte a Betania al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando. »

Varie autorità spirituali presumono che Gesù abbia ricevuto il battesimo qui e che lo Spirito Santo gli sia venuto nella forma di una colomba.

Cenni geografici[modifica]

Il sito si trova in una zona delicata essendo anche parte del confine tra la Giordania e la Cisgiordania la cui separazione è lo stesso fiume Giordano. L'area si trova poco a nord rispetto al Mar Morto dove il fiume sfocia e si trova sotto il livello del mare.

Quando andare[modifica]

La posizione sotto il livello del mare, nonché le caratteristiche geografiche rendono la zona particolarmente calda e afosa. Nel periodo estivo la visita può essere particolarmente estenuante per la presenza di un sole molto forte.

Cenni storici[modifica]

Il fiume Giordano

Sin dal II secolo il sito è meta di molti pellegrini, e per questo sono state erette molte chiese e eremi. In epoca islamica il luogo fu in gran parte abbandonato, solo nel Mandato britannico vennero costruite nuove chiese e sul luogo battesimale iniziarono a venire sempre più pellegrini cristiani.

Poiché il Giordano costituì la prima linea nella Guerra dei Sei Giorni e il luogo minato, dal 1967 divenne un'area militare ristretta completamente inaccessibile. Dopo la firma dell'accordo di pace israelo-giordano nel 1994, le barriere sono state rimosse e sono state condotte ampie ricerche archeologiche. Il luogo può essere visitato dai pellegrini dal 2002 ed è stato incluso nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2015, tanto che oggi vengono conteggiati circa 100.000 visitatori all'anno.

Nel 2000, Giovanni Paolo II divenne il primo papa a visitare il centro battesimale, Papa Benedetto XVI vi giunse nel 2009 e Papa Francesco nel maggio 2014.

Come arrivare[modifica]

Un gruppo di turisti presso il sito

In aereo[modifica]

L'aeroporto più vicino è l'Aeroporto Internazionale di Amman.

In auto[modifica]

Lo si può raggiungere tramite l'autostrada 65 da Amman, poi prendendo la diramazione 40 per il Giordano.

In nave[modifica]

Il Giordano costituisce il confine tra Israele e Giordania e non può essere superato al di fuori dei valichi ufficiali di confine tra i due stati.

In autobus[modifica]

Sono presenti alcuni collegamenti bus da Amman.

Permessi/Tariffe[modifica]

  • Ingresso al sito, +962 77 784 2300 (in inglese), +962 5 35 90360, @ . Ecb copyright.svg 12 JD, riduzioni per i giordani e per chi proviene da uno dei paesi della Lega araba o con opzione del Jordan Pass. Simple icon time.svg Inverno (1 Novembre – 1 Aprile) 8:30-16:00 (ultimo ingresso alle 15:00). Estate (2 Aprile – 31 Ottobre) 8:30-18:00 (ultimo ingresso alle 17:00). Nel mese del Ramadan l'ultimo ingresso è alle 15:00. È prevista una visita guidata tramite bus che concede del tempo necessario per scattare foto.


Come spostarsi[modifica]

La chiesa di San Giovanni Battista

All'ingresso del sito è presente un 1 parcheggio per auto e bus.

Cosa vedere[modifica]

Il sito del Battesimo sul Giordano
  • 1 Chiesa di San Giovanni Battista.
  • 2 Sito battesimale nel Giordano. Durante le campagne di scavo gli archeologi hanno ritrovato gli antichi gradini di marmo che conducono all'acqua.
  • 3 Tomba di Santa Maria d'Egitto. Maria d'Egitto era una 'peccatrice ravveduta' che visse e morì in una casa di due stanze nel IV secolo, ora in rovina.
  • 4 Eremo. Rovine di diverse celle eremitiche che formavano un unico complesso.
  • 5 Fonte di Giovanni Battista. L'acqua della fonte serviva come acqua potabile e veniva anche usata il battesimo.
  • 6 Alloggio dei pelleggrini. Le rovine sono del periodo bizantino V/VI secolo.
  • 7 Collina di Elia. Il luogo, noto anche come saphsaphasâ o Wadi al-Kharrar , era già conosciuto nell'antichità come il luogo in cui Elia salì al cielo. Successivamente, Giovanni Battista eresse un eremo in una grotta vicino al sito e fu visitato dai credenti per essere battezzato nel fiume Giordano.


Cosa fare[modifica]

Pellegrini che si battesimano sul Giordano dal lato palestinese

Alcuni di coloro che visitano il sito richiedono di immergersi nelle acque effettuando una sorta do secondo battesimo. Per fare ciò viene dato una veste bianca con cui immergersi durante la sosta sul fiume.

Potete raccogliere l'acqua del Giordano in una bottiglia e portarla ai vostri cari come una reliquia preziosa essendo le acque comsiderate sacre.

Acquisti[modifica]

Poco prima di accedere al vero e proprio punto del battesimo di Cristo, scendendo dal bus si trova un negozio di souvenir.

Dove mangiare[modifica]

All'ingresso del sito c'è un piccolo bar che vende bibite e snack.

Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]

Le alte temperature, specie nelle prime ore dopo pranzo, possono mettere in difficoltà il visitatore.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.