Scarica il file GPX di questo articolo

Bardolino

Da Wikivoyage.
Bardolino
Bardolino Promenade.JPG
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Italia
Bardolino
Bardolino
Sito istituzionale

Bardolino (Bardolìn in veneto) è una città della Provincia di Verona in Veneto.

Da sapere[modifica]

Il nome di Bardolino potrebbe derivare da un termine latino di derivazione gaelica: Bardus, cantore oppure, altra ipotesi da patronimico germanico, Pardali o Bardali, figlia del re Aulete fondatore di Mantova.

Cenni geografici[modifica]

Bardolino sorge sulla riviera orientale del lago di Garda, a 30 km da Verona, su di un territorio collinoso stretto tra il lago, ad ovest, e la collina morenica, ad est, che separa il lago stesso dalla valle dell'Adige, nel punto in cui questo sfocia nella Pianura Padana.


Come orientarsi[modifica]

Piazza Matteotti
Porta San Giovanni


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Chiese[modifica]

  • Chiesa di San Zeno. Della seconda metà del IX secolo, presenta una pianta a croce latina con le volte a botte sui bracci laterali e a crociera sul tiburio. Nei bracci laterali sono conservate decorazioni originali. Fu fra le poche chiese del veronese lasciate intatte dal terremoto del 1117.
  • Chiesa di San Severo. Dell'XI secolo e XII secolo, in stile romanico. Ha una facciata divisa in tre settori con protiro. Il campanile ha una cuspide. Ci sono affreschi del XII, XIII e XIV secolo. La cripta è altomedievale.
  • Monastero di San Colombano. Del XI secolo, dipendente dall'abbazia di San Colombano di Bobbio.
  • Pieve di Santa Maria. Costruita a Cisano nel XII secolo su una precedente chiesa del tardo VII secolo a sua volta costruita su un tempio pagano. L'interno fu rifatto danneggiando irreparabilmente la struttura nel XIX secolo.
  • Chiesetta di San Vito (Località Cortelline). Chieda del XVIII secolo.
  • Chiesa di San Nicolò. Edificata su progetto dell'architetto Bartolomeo Giuliari fra il 1830 e il 1847, sostituì San Severo come parrocchia.

Ville[modifica]

Qui di seguito una serie di interessanti ville del XIX secolo.

  • Villa Bottagisio. Con un bel parco che occupa tutta la parte nord della baia di Bardolino.
  • Villa Guerrieri. È in via San Martino, ha un parco notevole fronte lago, ha resti di un antico fortilizio.
  • Villa Bassani Raimondi. In via Fosse, aveva un bel parco danneggiato nel dopoguerra.
  • Villa Marzan. A Cisano, è stata ristrutturata dall'architetto Ettore Fagiuoli. Ha il parco con pagoda e uccelliera.
  • Villa Giuliari-Gianfilippi. Ha un parco lungo il lago, a sud di Bardolino.
  • Villa Betteloni.
  • Casa Ottolenghi. Progettata dall'architetto Carlo Scarpa.

Musei[modifica]

  • Museo Sisàn. Dedicato alle tradizioni ornitologiche ittiche e venatorie del comprensorio gardesano. Lo scopo principale del museo è la diffusione della conoscenza ornitologica e delle tradizioni storico-artigianali legate alle attività della caccia e della pesca diffusamente praticate in passato nel Basso Garda.
  • 1 Museo Del Vino, Via Costabella, 9 – 37011 Bardolino (VR) (Per raggiungere il Museo si segue la strada panoramica parallela alla strada statale 249 Gardesana Orientale (SS 249) , che permette una visuale integrale del Lago di Garda.), +39 045 6228331, @ museodelvino@zeni.it. Ecb copyright.svg Fino ad un massimo di 10 persone l'entrata è libera.€. Simple icon time.svg Lun - Sab 08.30-12.30 14.30-18.30 Chiuso la domenica. Il Museo del Vino nasce nel 1991 per volere di Gaetano Zeni.La struttura è stata realizzata all'interno della stessa Cantina F.lli Zeni (anno di fondazione 1870), a testimonianza del forte legame che unisce questa famiglia da cinque generazioni alla cultura vitivinicola. Il museo è suddiviso in aree tematiche, ognuna dedicata ad un aspetto diverso dei processi della filiera vitivinicola, dalla coltivazione in vigna fino alla fase di imbottigliamento. Gli oggetti esposti sono per la maggior parte originali e quindi effettivamente utilizzati nel corso degli anni dai membri della famiglia. In questo senso tale Museo si distingue per essere unico nel suo genere. Dei pannelli espositivi plurilingue descrivono gli oggetti di maggior interesse per poi terminare il percorso con un video narrante la storia della Famiglia Zeni in relazione al territorio e alla relativa produzione. I gruppi possono essere accolti su prenotazione e godono di un percorso guidato in lingua (a pagamento) non solo all'interno del Museo ma anche lungo le altre aree tematiche dell'intera Cantina, compresa la Sala Barricaia nella quale vengono organizzate degustazioni guidate. Adiacente il Museo si trovano la Vinoteca e il Punto Vendita, dove degustare ed acquistare tutti i vini prodotti da Cantina F.lli Zeni. Disponibili anche grappe, olio e aceto balsamico.


Altro[modifica]

  • Mura di cinta di Bardolino. Le mura di cinta nella versione rimasta oggi sono ridotte. Fu più volte ampliato dal nucleo originario.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa dell'Uva e del Vino. Simple icon time.svg A ottobre. Si svolge ogni anno alla fine della vendemmia.
  • Festa del Novello. Simple icon time.svg A novembre. Si svolge ogni anno alla fine della vendemmia.
  • Sagra dei Osei di Cisano.
  • Regata delle Bisse. Regata remiera organizzata dalla Lega Bisse del Garda. Tappa del campionato delle bisse, tradizionali imbarcazioni da voga alla veneta, che si tiene tra giugno ed agosto.Il trofeo è la bandiera del lago.
  • Concorso Pianistico Nazionale "Città di Bardolino". Organizzato dalla Filarmonica Bardolino (è un'antica e prestigiosa associazione musicale da molto tempo presente sul territorio di Bardolino). Il Concorso Pianistico Nazionale "Città di Bardolino" è un prestigioso trampolino di lancio per giovani e talentuosi artisti, che si confrontano con altri candidati di tutta Italia. In maggio a Bardolino.
  • Festa del Chiaretto. Simple icon time.svg A maggio.
  • Rassegna campanaria. Simple icon time.svg A primavera.
  • Regata di Cisano. Gara remiera di voga veneta.
  • 1,2 TLE' - Arti Figurative. Mostra di opere di pittori, scultori, ceramisti e fotografi, fine agosto.
  • Festival Internazionale della Geografia di Bardolino. Simple icon time.svg A ottobre.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Itinerari[modifica]

Colline moreniche del lago di Garda
  • Colline moreniche del lago di Garda — Sui primi corrugamenti della pianura padana che si fa collina, là dove ha inizio il grande bacino lacuale del Lago di Garda, il percorso tocca paesi e città che furono dominio gonzaghesco, veneziano, scaligero, e divennero poi teatro delle sanguinose battaglie risorgimentali che furono il preludio dell'Unità d'Italia. All'importanza turistica, storica e naturalistica la zona unisce un interesse enologico in quanto area di produzione dei vini dei colli, tokai, merlot e chiaretto.
  • Città murate del Veneto. Un itinerario alla scoperta delle roccaforti e della storia del Veneto.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.