Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Aurangabad
Makai gate.jpg
Stato
Stato federato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'India
Reddot.svg
Aurangabad
Sito istituzionale

Aurangabad è una città dello Stato di Maharashtra.

Da sapere[modifica]

Aurangabad vede un importante flusso truristico grazie alla sua vicinanza con le grotte di Ajanta e Ellora, due siti dichiarati Patrimoni mondiali dell'umanità in India.

La storia di Aurangabad ha inizio intorno al II secolo a.C., quando i sovrani Satavahana stabilirono la loro capitale a Pratishtanapura, oggi conosciuta come Paithan. In questo periodo i viharas (monasteri) vennero scavati nelle grotte in quella che ora è Ajanta, e vennero create le pitture rupestri prima di andare perdute per poi essere riscoperte nel XIX secolo. Le incisioni nelle grotte di Ellora tracciano le alterne fortune di tre grandi religioni, buddismo, induismo e giainismo, tra il V e il X secolo d.C.

I re Yadava stabilirono la loro capitale a Devagiri (o Deogiri) e costruirono un forte che esiste ancora oggi. Il forte era considerato inespugnabile, ma Ala-ud-din Khilji di Delhi lo catturò assediandolo e lo ribattezzò in Daulatabad. Malik Kafur, il suo generale consolidò il controllo della regione. Mentre il sultanato di Delhi venne catturato da Mohammad bin Tughluq, il forte passò a lui. Aurangabad cadde poi nelle mani dei governanti musulmani locali del Deccan che si ribellarono contro il sultano di Delhi. La città di Aurangabad fu fondata da Malik Ambar, il primo ministro di uno di questi governanti, anche se il nome della città allora era Fatehpura. La regione continuò a cambiare mano fino a quando l'imperatore Mughal Shah Jahan consolidò la sua presa e nominò suo figlio Aurangzeb come governatore.

Il distretto è ora anche un polo produttivo, dato che molte aziende indiane hanno qui i loro stabilimenti. Ospita anche la sede centrale di Videocon, una multinazionale indiana piuttosto grande.

Grotte Ajanta


Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

"Bibi Ka Maqbara", una replica del più famoso "Taj Mahal"

Aurangabad è ben connessa al resto del paese.

In aereo[modifica]

Possiede un aeroporto con voli diretti per Mumbai operati dalla Air Deccan.

In treno[modifica]

La città si trova lungo la la linea ferroviaria che va da Manmad a Nanded, sezione della cosiddettà "South Central Railway". I treni più noti che effettuano una fermata ad Aurangabad sono il Tapovan express e il Devgiri express da Mumbai, il Sachkhand Express da Amritsar a Nanded, con sosta a Delhi e infine il Manmad express proveniente da Hyderabad.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

La città di Aurangabad ha diversi mezzi di trasporto pubblico come autobus, auto-rickshaw con tassametro e taxi con autista. Intra-city Bus service è di proprietà della Municipal Corporation, ma gestito privatamente. Gli autobus AMT (Aurangabad Municipal Transport) percorrono tutta la città e la periferia e migliaia di cittadini li utilizzano per raggiungere i loro uffici, scuole, college in modo efficiente ed economico. Gli autobus MSRTC (Maharashtra State Road Transport Corporation) collegano Aurangabad alle località turistiche vicine, alle periferie e ai villaggi circostanti.


Cosa vedere[modifica]

Grotte di Aurangabad
Bibi ka Maqbara
Daulatabad
  • Grotte di Ajanta. Raffigurano le storie del buddismo dal 200 a.C. e 650 d.C. Queste grotte sono state scoperte nel XIX secolo da alcuni ufficiali britannici che erano stati a caccia di tigri. Queste 29 grotte sono state costruite dai monaci buddisti utilizzando strumenti semplici come martello e scalpello. Queste grotte erano i luoghi di ritiro dei monaci buddisti che insegnavano ed eseguivano rituali nelle Chaityas e Viharas, le antiche sedi di apprendimento. Le elaborate e squisite sculture e i dipinti raffigurano storie tratte dai racconti di Jataka. Le grotte ospitano anche immagini di ninfe e principesse. Le grotte di Ajanta e i tesori che ospitano sono un punto di riferimento per lo sviluppo generale del buddismo.
  • Grotte di Ellora (Verul). Sono state scolpite tra il 350 e il 700 d.C. Queste strutture rappresentano le tre fedi dell'induismo, del buddismo e del giainismo. Queste 34 grotte si trovano a 29 km da Aurangabad. Sono affascinanti e il miglior esempio di architettura di tempio rupestre con facciate elaborate e interni splendidi. Le 12 grotte a sud sono buddiste, le 17 nel centro sono dedicate all'induismo, e le 5 grotte a nord sono giainiste.
  • Tempio di Ghrishneshwar. Si trova a mezzo chilometro dalle Grotte di Ellora e a 30 km da Aurangabad. Si tratta di un tempio del XVIII secolo che presenta un'architettura e un intaglio eccezionali. Questo luogo forma uno dei cinque siti Jyotirlinga in Maharashtra dove si venera il Signore Shiva. Il tempio Holkar nelle vicinanze è da non perdere.
  • Lonar. Questo è il sito di impatto di una meteora che si è schiantata sulla terra circa 50.000 anni fa e ha formato un grande cratere (1,2 km circa di diametro) nel terreno. Oggi è un lago salato che si trova a oltre cento metri di profondità dal bordo del cratere.
  • Paithan. Paithan è famosa per i sari tessuti a mano, una diga in muratura sul tranquillo fiume Godavari e un grande giardino simile al giardino Brindavan a Mysore.
  • Daulatabad. Forte su una collina e la vista dall'alto è mozzafiato. Concedetevi tutto il tempo per salire e scendere, in modo da poter apprezzare la vista sul forte in rovina. Potete anche ingaggiare una guida che vi porterà in giro per gli angoli importanti del forte.
  • Bibi ka Maqbara. Fu costruito dal figlio di Aurangzeb per sua madre ed è un'imitazione del Taj Mahal, merita una visita.
  • Panchakki. Mulino ad acqua del XVII secolo. Il nome deriva dal mulino che frantumava il grano per i pellegrini. Qui c'è un pittoresco giardino che ospita diverse bellissime vasche per il pesce e dove si trova il monumento commemorativo di un santo sufi.
  • Grotte di Aurangabad. Si trovano appena fuori dalla città e si ritiene che siano state scavate tra il II e il VI secolo. Ospitano le sculture più intricate. Ci sono nove grotte in tutto, la maggior parte delle quali sono le viharas. La quarta e la settima grotta valgono la pena di essere visitate. La 4a grotta è ben sostenuta da 12 colonne scolpite con scene raffiguranti le storie dei racconti di Jataka, mentre la 7a grotta è incastonata con incisioni di donne, ornata di gioielli. L'attrazione principale è la scultura di un "Bodhisatva" che prega per la liberazione. Inoltre, la vista di Aurangabad dalle grotte rende il viaggio degno di nota. Si può vedere il Bibi-ka-Maqbara quasi dall'alto.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Oggetti tipici da acquistare sono Himroo (abiti di seta) e Paithani (sari).

  • Gol Mandi. Bazaar.
  • Nirala Bazaar. Bazaar.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Aurangabad ha ottimi ristoranti e punti di ristoro sparsi in tutta la città. Oltre a quelli degli hotel, ci sono molti ristoranti in città che offrono cucina indiana e regionale per vegetariani e non.


Dove alloggiare[modifica]

Ci sono molti hotel per tutti i tipi di budget, da alcuni degli hotel meno costosi sulla strada della stazione agli hotel stellati di lusso come Taj, Rama International, President Park, Ashoka Hotel. MTDC ha anche un resort turistico sulla strada della stazione. Ci sono diversi hotel di diverse categorie nei pressi dell'aeroporto.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Aurangabad (Maharashtra)
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Aurangabad (Maharashtra)
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).