Scarica il file GPX di questo articolo

Agathonisi

Da Wikivoyage.
Agathonisi
P9147967 Agathonisi.jpg
Stato
Regione
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Agathonisi (in greco: Αγαθονήσι) è la più settentrionale delle isole che compongono il Dodecaneso.

Da sapere[modifica]

Agathonissi è posta a sud di Samo tra le coste turche ad est e le isolette di Arki e Lipsi ad ovest. Al suo meridione sta l'isolotto di Farmakonissi con appena 50 abitanti. L'isola ha un'altitudine media di 209 m.

Pur avendo una superficie ridotta, Agathonissi presenta una costa molto frastagliata, incisa da baie profonde e al riparo dai meltemi. È un'isola rocciosa, collinosa e brulla. Le poche sorgenti presenti sono di acqua salmastra naturalmente non potabile per cui gli abitanti sono costretti a raccogliere l'acqua piovana in pozzi che in periodi di siccità vengono riempiti da navi cisterna. Nell'antichità era chiamata Yetousa e alcuni scavi archeologici fanno pensare che sia stata abitata in tempi remoti. L'isola rimase comunque a lungo disabitata finché, verso la fine del XIX secolo, fu colonizzata da gruppi di famiglie provenienti dalle vicine isole di Furni (Fournoi) e Patmo (Patmos). Secondo alcuni il nome odierno le fu dato da un sacerdote di Furni con riferimento al carattere amabile dei suoi abitanti (agathòs significa amabile in greco). Secondo altri invece il toponimo deriverebbe dalla parola greca "angàthi" che significa "spina" con riferimento ai cespugli spinosi che ne ricoprono la superficie. L'isola conta poco più di 100 abitanti. Il turismo vi è poco sviluppato soprattutto a causa degli alti costi del trasporto di materiali edili, una remora alla costruzione di nuove case. Inoltre è solo dal 1980 che vi ha fatto la comparsa la luce elettrica. Numerose le imbarcazioni private che vi fanno scalo, soprattutto quelle di piccolo cabotaggio.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Megálo Chorió — L'unico centro abitato, se si vuol escludere il minuscolo villaggio di Mikró Chorió con appena 14 abitanti.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini sono a Samo, Patmo (Patmos) e a Lero (Leros). Da lì occorrerà poi imbarcarsi su un traghetto.

In nave[modifica]

Agathonisi è scalo intermedio dei traghetti della compagnia "A.N.E. Kalymnou" che di solito compiono la seguente rotta: Pythagorio | Agathonisi | Arkì | Patmo (Patmos) | Lipsi | Lero (Leros) | Calimno (Kalymnos).

Da Pythagorio occorre un'ora o poco più. Da Patmo invece occorrono due ore circa.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • George Kamitsis, +30 22470 29064. Nota a skipper, yachtsmen e allegre combriccole di Italiani che si divertono a scorrazzare in barca tra le isolette del Dodecaneso settentrionale.


Dove alloggiare[modifica]

  • Agathonissi Guest House - Tel: +30 22470 29003. Fax: +30 22470 29004. Cellulare: +30 6932 575121. Piccola pensione (10 stanze in tutto) aperta tutto l'anno.
  • Kamitsis Georgios Rooms - Tel: +30 22470 29064, 29101. Fax: +30 22470 29101. Stanze in affitto da giugno a settembre.
  • Theologia Rooms - Vicino al molo dove attraccano le navi da Pythagorio e da Patmo (Patmos). Tel: +30 22470 29005. +30 22470 29006. Quattro, semplici camere dotate di aria condizionata e frigorifero.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.