Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Grecia > Isole greche > Isole egee > Egeo Meridionale > Cicladi > Serifo

Serifo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Serifo
Città di Serifo vista dal mare
Localizzazione
Serifo - Localizzazione
Stato
Regione
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Serifo (o Serifos) è un'isola greca dell'arcipelago delle Cicladi.

Da sapere[modifica]

La foca Monaca fotografata su un isolotto vicino a Serifo

Serifo è situata tra Citno e Sifanto e dista 73 miglia nautiche dal Pireo. Copre una superficie di 73 km² e il suo territorio è collinare e roccioso con pochi alberi. Tourlos è il suo monte più alto (alt. 585 m). Nelle sue minuscole vallate si coltiva la vite e qualche albero da frutta.

Il suo sottosuolo è ricco di ferro ed il minerale era estratto fin dall'antichità. Le sue coste, incise da piccole baie, si sviluppano per un totale di 82 km.


Territori e mete turistiche[modifica]

Chora
Il golfo di Livadi visto da Chora

Centri urbani[modifica]

  • Galani e Kèntarchos — Due villaggi semi-abbandonati nel nord dell'isola in posizione panoramica sul Mare Egeo.
  • Koutalàs — Minuscolo villaggio in una baia della costa meridionale sorto al tempo in cui erano in funzione le miniere di ferro.
  • Livadi — Lo scalo di Chora e oggi anche centro balneare grazie alle vicine spiagge di Livadakia, Karavi e Avlomonas dove si trovano molte "rooms to let".
  • Megalo Livadi — Un centro su una baia della costa occidentale sorto nel XIX secolo, all'epoca in cui l'industria mineraria era fiorente (1880 - 1963). Oggi è costituito da case abbandonate e in rovina eccezion fatta per alcune che vengono ancora usate come case per vacanze.
  • Pirgos — Un altro dei molti paesetti-fantasma di Serifo, abitato al tempo in cui erano in funzione le miniere. Si trova nel nord dell'isola vicino a Panagià, un villaggio che conserva ancora un pugno di abitanti. Sulla piazza di Panagià si trova una chiesetta bizantina dell'XI secolo.
  • Serifo (Chora) — Il piccolo capoluogo costruito su una collina in posizione panoramica sul golfo di Livadi dove attraccano navi e traghetti. Un tipico villaggio cicladico con un pugno di case bianche a forma di cubo che si affacciano su vicoli con numerosi archi. Vi si distingue una sezione alta più antica e una sezione bassa. La piazza di Serifo alta accoglie un modesto edificio di stile neoclassico dove oggi hanno sede gli uffici comunali e la chiesa di S. Athanasio con una bella iconostasi al suo interno. La sezione inferiore fa perno sulla Piazza dei Mulini dove si affacciano negozietti e locali notturni.

Altre destinazioni[modifica]

Altre spiagge note e meno note di Serifo sono:

  • Ai Gianni (Αϊ-Γιάννη) — Sulla costa orientale, poco più a nord delle precedenti è una spiaggia solitaria tra le più belle di Serifo.
  • Avessalòs (Αβεσσαλός) — Un arenile sulla costa occidentale tra paesaggio brulli non allettanti.
  • Kalò Ampeli, Gànema e Kutalà (Καλό Αμπέλι, Γάνεμα e Κουταλά) — Situate tutte sulla costa meridionale. La prima è oltre Ramos dove è dislocato il campeggio e si raggiunge da Livadi. La seconda e la terza, situate sulla stessa baia, si possono raggiungere anche tramite una strada asfaltata che passa da "Megalo Choriò".
  • Psilì Ammo e Agio Sosti (Ψιλή Αμμο e Αγιο Σώστη) — Entrambe sono situate sulle omonime baie della costa sud-orientale e si raggiungono facilmente da Livadi tramite strade asfaltate. Psilì Ammos è, come suggerisce il nome, un piccolo arenile a forma di mezzaluna. D'estate vi funzionano due taverne. Agios Sostis è ancora più isolata. È costituita da due spiagge su un breve istmo di terra che unisce un promontorio alla terra ferma. La spiaggia a sud ha acque più tranquille di quella sul versante nord ove è quasi sempre presente un certo moto ondoso.
  • Sykamià e Platì Yalò (Συκαμιά e Πλατύ Γιαλό) — Sulla costa settentrionale, ambo le spiagge sono raggiungibili dal villaggio di Panayà tramite strade solo in parte asfaltate. Il mare è piuttosto mosso rendendo pericolosa la balneazione. Platy Gialò è più facilmente accessibile. È vicina a un minuscolo villaggio con una taverna e dispone di un parcheggio per auto. Nelle vicinanze sono state trovate tracce di un centro del periodo proto elladico.
  • Vayà (Βαγιά) — Situata anch'essa sulla costa meridionale a breve distanza da Kalò Ampeli, è una spiaggia di ciottoli colorati ed è considerata la più bella dell'isola ma non ha la benché minima struttura turistica.


Come arrivare[modifica]

In nave[modifica]

  • Dal Pireo:
    • Con gli aliscafi veloci della Hellenic Seaways (Due ore e 40 minuti di viaggio)
    • Con gli aliscafi della Aegean Speed Lines. I biglietti si acquistano presso l'agenzia "Sea Lines" sul lungomare Aktì Poseidonos nº 30a al Pireo. Tel.: +30 210 4274009-10, 4112152, 4113855. Fax: +30 210 4112269
    • Con i traghetti della Ventouris (in 4 ore e mezza)
  • Apiliotis Travel, +30 22810 51115, +30 22810 52352, fax: +30 22810 51115. Agenzia marittima.
  • Kondilis Shipping & Tourism, +30 22810 51241, fax: +30 22810 52135. Agenzia marittima.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Moni Taxiarchon. Bianco monastero fortificato del XVII secolo dedicato agli arcangeli Michele e Gabriele. Si trova vicino al villaggio di Galani e dista 8 km da Chora. Nella sacrestia sono custoditi libri antichi e manoscritti.
  • Rovine del Castello veneziano. Solo tratti di mura rimangono del castello veneziano costruito sul sito di un antico tempio dedicato alla dea Atena che un tempo dominava l'abitato di Chora.
  • Torre bianca (Aspropyrgos). Un rudere di epoca ellenistica di forma circolare, vicino al villaggio di Koutalas.
  • Villaggio di Panagia. Prende il nome dalla Madonna e cui è dedicata una chiesa del X secolo. Offre un panorama di tutta l'isola.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Serifo: Panorama della baia di Livadi, punto di attracco dei traghetti provenienti dal Pireo e dalle altre isole del Mar Egeo. In alto si distinguono le case di Chora, il piccolo capoluogo di Serifo

Altri progetti