Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Britannia e Irlanda > Regno Unito > Scozia > Scozia nordorientale

Scozia nordorientale

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Scozia nordorientale
Aberdeen from Torry - geograph.org.uk - 1454885.jpg
Stato
Regione

Scozia nordorientale è una regione turistica sul Mare del Nord compresa tra i golfi a sud e a nord.

Da sapere[modifica]

Terra di magnifici castelli, di distillerie di whisky di antica tradizione, di valli percorse da fiumi ove si pratica la pesca del salmone, la Scozia nordorientale non deluderà quanti si propongono di visitarlo. Sulla costa sta la sua città maggiore, il porto di Aberdeen, che ha ricevuto un grosso impulso industriale dopo la scoperta di giacimenti di petrolio nel prospiciente mare del Nord. Da Aberdeen risalendo le strade per l'entroterra occupato in gran parte dai monti Grampiani si potrà visitare il castello di Balmoral, facente parte dei beni della corona e quelli delle valli vicine, Craigievar, Kildrummy e Corgarff, tanto per citarne alcuni. Una volta compiuto il giro dei castelli si potrà far rotta per la valle del fiume Spey le cui acque garantiscono la migliore qualità di whisky.


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Contea di Moray — Nel territorio dell'antica contea di Moray rientra la valle del fiume Spey.
      Aberdeenshire
      Angus
      Perth e Kinross — Proseguendo sul tratto autostradale della A90 incontreremo il centro di Kinross con un castello medievale sulla riva del vicino Loch Leven e quindi Perth, antica capitale della Scozia ove un tempo si trovava la pietra del destino (oggi ad Edimburgo) sulla quale giuravano i re scozzesi. A una 30 di km da Perth seguendo la A-85 in direzione ovest sta Crieff, un centro di villeggiatura con campi da golf e buone opportunità di pesca alla lenza nella vicina valle del fiume Earn (Strathearn). La strada da Crieff ad Aberfeldy passa per Sma’ Glen, un passo montano tra verdi pascoli.
      Fife — Il territorio di Fife è il primo che si incontra da Edimburgo dopo aver superato il Forth Road Bridge, il ponte che scavalca il golfo di Forth (Firth of Forth) e tratto della A-90 per Aberdeen. Il centro più interessante della contea è St Andrews, città universitaria dalle notti vivaci, famosa anche per aver dato i natali al gioco del golf.
Cartina Scozia Nord Est.png

Contee di Perth e Kinross[modifica]

Sulla strada per Inverness (A-9) posti dive sostare sono Dunkeld con una interessante cattedrale e Pitlochry, un centro di villeggiatura estivo con numerose possibilità di escursioni ai monti e ai laghi circostanti.

Se invece da Perth imbocchiamo la A93 per Aberdeen, passeremo per Blairgowrie e la stazione sciistica di Glenshee. Entreremo quindi nella regione dei monti Grampiani descritta di seguito.

I centri del Moray[modifica]

Centri sulla costa dell'Aberdeenshire[modifica]

Contea di Dundee[modifica]

  • Dundee — Città universitaria nei cui pressi si trova un famoso castello, quello di Glamis. Il Tay Railway Bridge è un ponte ferroviario e stradale del 1888 che scavalca il golfo di Tay accorciando di parecchio il viaggio per Edimburgo
  • Montrose — Porto industriale
  • Arbroath
  • Carnoustie

Tayside[modifica]

  • Tayside — Il territorio lungo il corso del fiume Tay e dei suoi affluenti.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Itinerari[modifica]

Malt Whisky Trail[modifica]

Per fare il giro delle distillerie è stato coniato un percorso turistico specifico, il "Malt Whisky Trail" [1] di 113 km. L'itinerario del whisky in puro malto scozzese (unblendend = non miscelato) si svolge lungo la valle del fiume Spey (Speyside) e quelle dei suoi affluenti, le cui acque sono le uniche in grado di garantire l'ottima qualità del prodotto. Il fiume ha le sue sorgenti nel Loch Laggan, nelle Highlands, una sessantina di km a sud di Inverness. Poco più che un rigagnolo nel suo tratto iniziale, acquista irruenza grazie all'apporto di numerosi affluenti. Lo Spey è anche molto rinomato per la pesca al salmone. Tra le molte distillerie che si incontrano lungo il percorso ci limitiamo ad elencare le quattro più rinomate:

  • Distilleria Glenlivet — Lungo la strada tra Tomintoul e Grantown-on-Spey, la distilleria è forse la più famosa del percorso.
  • Distilleria Glenfarclas www.glenfarclas.co.uk — Vicino a Ballindalloch, la Glenfarclas è una delle poche distillerie che lavora il malto ancora con metodi tradizionali. Fu istituita nel 1836.
  • Distilleria Glenfiddich — A conduzione familiare, la Glenfiddich è la più rinomata delle molte distillerie di Dufftown
  • Distilleria Strathisla — Fondata nel 1784, Strathisla è la più antica distilleria del percorso. È ubicata a Keith
  • Distilleria Tamdhu
  • Distilleria Dalwhinnie

I monti Grampiani[modifica]

La A93 tocca Braemar e Ballater, due luoghi dove pernottano i turisti che intendono visitare il Castello di Balmoral, residenza estiva della famiglia reale. Ballater è in posizione più adatta per visitare castelli descritti nell'itinerario seguente. Una trentina di km prima di raggiungere Aberdeen si incontra Crathes Castle del XVI secolo e circondato da magnifici giardini.

Da Aberdeen a Grantown-on-Spey (A 944 & A939) Questo itinerario che segue in parte il corso del fiume Don permette di vedere un altro gruppo di magnifici castelli.

Usciti da Aberdeen il primo castello che si incontra è quello di Fraset degli inizi del '700 e con lussuosi interni di epoca vittoriana. Si arriva quindi ad Alford nei cui paraggi sta il castello di Craigievar del XVII secolo. Procedendo in direzione del villaggio di Mossat stanno le rovine di un castello del XIII secolo, quello di Kildrummy. Superata Strathdon la A-944 confluisce nella A-939. Svoltando a destra incontreremo il castello di Corgarff. Oltre sta la piccola stazione sciistica di Leht e il villaggio di Tomintoul, un pugno di case in pietra ai limiti orientali del parco nazionale Cairngorms che d'inverno rimane spesso bloccato. La tappa successiva è Grantown-on-Spey, il maggior centro sull'itinerario del whisky descritto di seguito.

Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]