Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Santa Croce
(Venezia)
Ca' Pesaro
Localizzazione
Santa Croce - Localizzazione
Stato
Regione

Santa Croce è un sestiere di Venezia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il sestiere di Santa Croce confina a sud e ad est con il sestiere di San Polo, avendo come limiti il Rio di San Stae, il Rio Marin e la prima parte di Rio della Frescada, fino alla parrocchia di San Pantalon. A sud confina con il sestiere di Dorsoduro a Corte Gallo e Corte Barbo. A nord è delimitato dal Canal Grande ed è collegato a Cannaregio tramite il Ponte degli Scalzi e il Ponte della Costituzione. Se si esclude l'area del Tronchetto, di origini recenti, il sestiere risulta essere il meno esteso della città.

Cenni storici[modifica]

Il sestiere deve il suo nome alla chiesa di Santa Croce, importante luogo di culto demolito dopo le soppressioni di Napoleone. Come parte di San Polo, questo sestiere apparteneva anticamente alla zona detta Luprio, dove avevano sede numerose saline. È il sestiere che nel corso del XX secolo più degli altri ha subito l'impatto del collegamento viario tra Venezia e la terraferma, prima con la realizzazione della Stazione Marittima e poi con la creazione dell'area di Piazzale Roma, l'apertura del Rio Novo e la costruzione del parcheggio-isola artificiale del Tronchetto, tutte conseguenze dirette della costruzione del Ponte automobilistico della Libertà nel 1933, che hanno trasformato la parte nord del sestiere nel terminal automobilistico e dei bus nella città lagunare. Questo è l'unico sestiere della città lagunare in cui esiste una piccola zona dove poter circolare con degli automezzi, sia pure in modo molto limitato.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In nave[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Venezia#Vaporetti e Aeroporto di Venezia-Marco Polo#In vaporetto.
  • 45.44174312.3307921 San Stae. 1 A N Arancio.
  • 45.44182612.3250792 Riva de Biasio. 1 5.1 5.2N
  • 45.43881912.3190513 P.le Roma "G". 2 N
  • 45.43891812.3188264 P.le Roma "F". 1 2 2 / N.
  • 45.43939812.3184545 P.le Roma "E". 4.1
  • 45.43955512.3183326 P.le Roma "D". 3 4.2 5.2
  • 45.43889312.3160077 P.le Roma "B". 5.1 6
  • 45.44138312.3094278 Tronchetto Mercato. 2 N
  • 45.44031212.3065179 Tronchetto. 2 N Arancio Blu.
  • 45.43801212.30398310 Tronchetto Ferry. 17


Come spostarsi[modifica]

In treno[modifica]

People mover

Il People mover di Venezia è in funzione dal 2010, ha una lunghezza di 0,857 km con partenze ogni 7 minuti. Il percorso va da Piazzale Roma (nei pressi della Stazione Santa Lucia) attraverso la fermata Marittima (porto) fino all'isola del Tronchetto.

Periodo Feriale Festivo
Estivo (aprile-ottobre) 07:00 - 23:00 08:00 - 22:00
Invernale (novembre-marzo) 07:00 - 23:00 08:30 - 21:00
  • 45.4378312.3190211 Piazzale Roma.
  • 45.44010612.31273312 Stazione marittima.
  • 45.44202912.30835513 Stazione Tronchetto.


Cosa vedere[modifica]

Chiese[modifica]

Chiesa di San Giacomo dell'Orio
  • 45.44013312.3274031 Chiesa di San Giacomo dall'Orio, Campo S. Giacomo dall'Orio, 1587 (Stazione Riva De Biasio). Ecb copyright.svg € 3, gratuito con Chorus Pass. Simple icon time.svg Lun-Sab 10:30-16:30.. Costruita nel IX secolo, è una delle chiese più antiche di Venezia. Il fascino di questa chiesa consiste in un esterno e un interno cupi e arcaici, dominato dalla calda presenza del legno. La sua forma attuale - la croce lettone con una navata centrale, due passaggi e un transetto - è il risultato di un progetto di ricostruzione iniziato nel 1225, nonché di successive modifiche avvenute nei secoli XV e XVI. Sono presenti anche una serie di dipinti come l'altare maggiore di Lorenzo Lotto "La Vergine Maria e il Bambino con gli Apostoli e i Santi" (1546), che è una delle poche opere dell'artista che si possono ancora trovare a Venezia. Nella sagrestia vecchia sono conservate alcune delle migliori opere di Jacopo Palma il Giovane, tra cui l'altare Tiziano con "Padre da Ponte" (1580-81); mentre la sacrestia nuova ha il soffitto a cassettoni. Chiesa di San Giacomo da l'Orio su Wikipedia chiesa di San Giacomo da l'Orio (Q1150698) su Wikidata
San Simeone Piccolo
  • 45.440212.32242 Chiesa di San Simeone Piccolo (chiesa dei Santi Simeone e Giuda) (a destra di palazzo Adoldo e di fronte alla stazione ferroviaria di Venezia). L'ultima chiesa costruita a Venezia venne eretta all'inizio del XVIII secolo e doveva essere una copia del Pantheon di Roma. Ecco perché ha una grande cupola con in cima una statua del San Salvatore. Una delle chiese in cui celebrano la Messa tridentina la domenica. È anche riconosciuta per la sua cupola perché viene utilizzata per far sembrare la chiesa più alta di quanto non sia e la cupola stessa è interamente ricoperta di lastre di piombo. L'edificio è da tempo utilizzato come auditorium per concerti. Chiesa di San Simeon Piccolo su Wikipedia chiesa di San Simeon Piccolo (Q185910) su Wikidata
Chiesa di San Stae
  • 45.44138912.3305563 Chiesa di San Stae (chiesa di Sant'Eustachio e Compagni martiri), Campo San Stae (Stazione di San Stae). Ecb copyright.svg € 3, con Chorus Pass - gratuito. Simple icon time.svg Lun-Sab 13:45-16:30. La chiesa fu costruita su richiesta del Doge Alvise Mocenigo intorno al 1709 per fungere da cripta di famiglia ed era decorato in stile tardo barocco ed è dedicata a San Eustachio. La facciata è ricca di decorazioni marmoree e all'interno sono presenti numerosi dipinti. Gli scultori che hanno realizzato queste decorazioni sono stati Tarsia, Torretto, Baratta e Groppelli. L'architetto e costruttore degli interni della chiesa fu Giovanni Grassi. La chiesa ha un settore centrale, un soffitto a volta e tre cappelle per lato. Il soffitto sopra l'area del coro è una delle caratteristiche più belle della chiesa, con un bel quadro che aggiunge colore e luminosità all'edificio. Chiesa di San Stae su Wikipedia chiesa di San Stae (Q2220127) su Wikidata
Chiesa di San Nicola da Tolentino
  • 45.437412.32214 Chiesa di San Nicola da Tolentino (I Tolentini). Fu costruito nel 1591-1602 dall'architetto Scamozzi. L'austera facciata neoclassica è ornata da un portico colonnato dell'architetto Andrea Tirali. L'ex cattedrale custodisce magnifiche opere di Palma il Giovane (Madonna col Bambino tra i Santi, S. Cecilia), Padovanino (Episodi della vita di S. Nicola), Bernardo Strozzi (S. Antonio da Padova e S. Lorenzo, distribuendo oro ai poveri”). Nella chiesa è sepolto il doge Francesco Morosini, il baldacchino marmoreo sopra la lapide è stato realizzato da Filippo Parodi, su insegnamento del Bernini. Ora la chiesa ospita la facoltà di architettura dell'università. Chiesa di San Nicola da Tolentino (Venezia) su Wikipedia chiesa di San Nicola da Tolentino (Q2219891) su Wikidata
  • 45.43833312.3161115 Chiesa di Sant'Andrea della Zirada. Chiesa di Sant'Andrea della Zirada su Wikipedia chiesa di Sant'Andrea della Zirada (Q3672485) su Wikidata
  • 45.4350112.316936 Chiesa di Santa Maria Maggiore. Chiesa di Santa Maria Maggiore (Venezia) su Wikipedia chiesa di Santa Maria Maggiore (Q3673484) su Wikidata
  • 45.43972212.3302787 Chiesa di Santa Maria Mater Domini. Chiesa di Santa Maria Mater Domini su Wikipedia chiesa di Santa Maria Mater Domini (Q520477) su Wikidata
  • 45.43909612.3167338 Chiesa del Nome di Gesù. Chiesa del Nome di Gesù su Wikipedia chiesa del Nome di Gesù (Q3580188) su Wikidata
  • 45.440712.32459 Chiesa di San Simeone Profeta (San Simeone Grande o San Simeon Grando). Chiesa di San Simeone Profeta (Venezia) su Wikipedia chiesa di San Simeone profeta (Q3585385) su Wikidata
  • 45.4415812.3278710 Chiesa di San Zan Degolà (chiesa di San Giovanni Battista Decollato). Chiesa di San Zan Degolà su Wikipedia chiesa di San Zan Degolà (Q1080619) su Wikidata

Palazzi[modifica]

  • 45.44076312.32255611 Palazzo Adoldo, Santa Croce, 711-712. Palazzo Adoldo su Wikipedia Palazzo Adoldo (Q3889497) su Wikidata
Palazzo Belloni Battagia
  • 45.44194412.32944412 Palazzo Belloni Battagia (Palazzo Belloni Battaglia). Il magnifico edificio barocco fu costruito a metà del XVII secolo dall'architetto Baldassarre Longhena per la famiglia Belloni. Il primo ordine è rifinito in marmo bianco, il portale principale è coronato da un timpano e inquadrato da colonne ioniche ai lati. Il secondo ordine del palazzo è decorato con stemmi con ornamenti floreali, le finestre ad arco della loggia sono coronate da teste femminili. Archi strappati, insoliti per Venezia, sono costruiti sopra le finestre. Il soppalco presenta sei finestre disposte irregolarmente, una cornice smerlata e un fregio decorativo. Il palazzo è coronato da due bellissime torrette appuntite a forma di obelischi, si ritiene che il palazzo sia stato costruito per l'ammiraglio, ma molto probabilmente non è così: gli obelischi sono spesso usati per decorare i palazzi di Venezia. Palazzo Belloni Battagia su Wikipedia Palazzo Belloni Battagia (Q3889638) su Wikidata
  • 45.441312.331313 Palazzo Coccina Giunti Foscarini Giovannelli. Palazzo Coccina Giunti Foscarini Giovannelli su Wikipedia Palazzo Coccina Giunti Foscarini Giovannelli (Q17637969) su Wikidata
  • 45.44083612.33199214 Palazzo Correggio. Palazzo Correggio su Wikipedia Palazzo Correggio (Q17637984) su Wikidata
  • 45.440912.332115 Palazzo Donà (Palazzetto Sangiantoffetti Donà). Palazzo Donà (Santa Croce) su Wikipedia Palazzo Donà (Q17638025) su Wikidata
  • 45.44176612.32555516 Palazzo Donà Balbi. Palazzo Donà Balbi su Wikipedia Palazzo Donà Balbi (Q17638028) su Wikidata
  • 45.44178912.33008917 Palazzo Duodo. Palazzo Duodo (Santa Croce) su Wikipedia Palazzo Duodo (Q3890056) su Wikidata
  • 45.43959912.32138618 Palazzo Emo Diedo. Palazzo Emo Diedo su Wikipedia Palazzo Emo Diedo (Q3890069) su Wikidata
  • 45.44057412.33240219 Ca' Favretto. Ca' Favretto su Wikipedia Ca' Favretto (Q17623143) su Wikidata
Fontego del megio
  • 45.44188912.3292420 Fondaco del Megio (Fondaco del Miglio o Depositi del Megio). L'edificio con i leoni di San Marco sulla facciata fu costruito nel XV secolo. Fondaco del Megio su Wikipedia Fondaco del Megio (Q1323468) su Wikidata
  • 45.44074712.32280321 Palazzo Foscari Contarini. Palazzo Foscari Contarini su Wikipedia Palazzo Foscari Contarini (Q3890130) su Wikidata
  • 45.4404112.32393222 Palazzo Gradenigo. Palazzo Gradenigo su Wikipedia Palazzo Gradenigo (Q3890247) su Wikidata
  • 45.44209712.32758323 Palazzo Giovanelli. Palazzo Giovanelli (Santa Croce) su Wikipedia Palazzo Foscarini Giovanelli (Q17638047) su Wikidata
  • 45.43661712.32288524 Scuola dei Laneri. Scuola dei Laneri su Wikipedia Scuola dei Laneri (Q3953249) su Wikidata
  • 45.4367212.32259325 Palazzo Marcello. Palazzo Marcello (Santa Croce) su Wikipedia Palazzo Marcello (Q3890417) su Wikidata
  • 45.44196612.32639726 Palazzo Marcello Toderini. Palazzo Marcello Toderini su Wikipedia Palazzo Marcello Toderini (Q17024664) su Wikidata
  • 45.43770112.3209127 Palazzo Foresti Papadopoli (Palazzo Poerio Papadopoli). Palazzo Foresti Papadopoli su Wikipedia Palazzo Foresti Papadopoli (Q48808021) su Wikidata
  • 45.44165712.33053328 Palazzo Priuli Bon. Palazzo Priuli Bon su Wikipedia Palazzo Priuli Bon (Q17638081) su Wikidata
  • 45.441212.328729 Palazzo Priuli Stazio. Palazzo Priuli Stazio su Wikipedia Palazzo Priuli Stazio (Q17638084) su Wikidata
  • 45.43998412.32444230 Palazzo Soranzo Cappello. Palazzo Soranzo Cappello su Wikipedia Palazzo Soranzo Cappello (Q3890911) su Wikidata
  • 45.4418212.32986231 Ca' Tron. Ca' Tron (palazzo) su Wikipedia Ca' Tron (Q3649094) su Wikidata

Musei[modifica]

Ca' Pesaro
  • 45.44094512.33163332 Galleria Internazionale d'Arte Moderna (palazzo Ca' Pesaro) (vaporetto 1 per San Stae), +39 041 524695, . Ecb copyright.svg Adulti € 14, ridotto € 11,50 (valido per entrambi i musei della Ca 'Pesaro). Simple icon time.svg Nov-Mar: 10: 00-17: 00, Apr-Ott: 10: 00-18: 00, chiuso 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio. L'esterno maestoso di questo palazzo costruito nel 1710, nasconde due interessanti musei d'arte. I soffitti favolosamente dipinti di Ca 'Pesaro, che alludono alla forza e al prestigio del clan pesarese, competono anche con le opere d'arte. La Galleria Internazionale d'Arte Moderna comprende le opere esposte alla Biennale di Venezia e copre numerosi movimenti artistici del XIX e XX secolo, tra cui McKyalio, gli espressionisti e i surrealisti e sculture di Rodin e Wildt, spesso frutto di acquisizioni mirate alle varie edizioni della Biennale. Al piano intermedio si tengono regolarmente mostre temporanee che mostrano artisti modernisti e contemporanei; l'ingresso è compreso nel prezzo del biglietto. Galleria internazionale d'arte moderna (Venezia) su Wikipedia Galleria internazionale d'arte moderna (Q3940563) su Wikidata
Sala del Museo d'arte orientale
  • 45.44090712.33126833 Museo d'arte orientale (palazzo Ca' Pesaro), +39 041 5241173, . Ecb copyright.svg Adulti € 14, ridotto € 11,50 (valido per entrambi i musei della Ca 'Pesaro). Simple icon time.svg Mar-Dom da novembre a marzo: dalle 10:00 alle 17:00, da aprile a ottobre: ​​dalle 10:00 alle 18:00, chiuso M, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio. Conserva i tesori del viaggio del principe Enrico di Borbone, avvenuto nel 1887-89 in tutta l'Asia. Il principe Enrico raggiunse il Giappone in un momento in cui l'arte Edo stava diventando più economica a favore della moderna Meiji e acquistò 30.000 oggetti, tra cui reti dell'era Edo (sculture in miniatura), armi, paraventi e utensili. Circa tre quarti della collezione è giapponese; il quarto rimanente comprende una piccola collezione di ceramiche islamiche dal XII al XV secolo e pezzi di scacchi cinesi finemente intagliati del XVIII secolo. Museo d'arte orientale (Venezia) su Wikipedia Museo d'arte orientale (Q1403370) su Wikidata
Fondaco (o Fontego) dei Turchi
  • 45.44198612.32791834 Museo di Storia Naturale di Venezia Giancarlo Ligabue (Fontego dei Turchi), Santa Croce 1730 (vaporetto linea 1 per Riva di Biasio), +39 041 2750206, . Ecb copyright.svg Adulti € 8, ridotto € 5,50. Simple icon time.svg Giugno-ottobre: ​​10:00-18:00; Nov-Mar: Mar, Ven 09:00-17:00, Sab-Dom 10:00-18:00. Costruito nel XIII secolo come palazzo della famiglia Pesaro. Con la sua imponente facciata affacciata sul Canal Grande, è uno degli edifici secolari più famosi di Venezia. La sua doppia loggia in stile veneziano-bizantino riflette lo scopo per cui l'edificio è stato eretto: come magazzino per il commercio di merci provenienti dall'Oriente. Nel 1381 l'edificio fu ceduto a Niccolò d'Este, Lord Ferrari, e poi (nel 1621) divenne una fontana per i mercanti turchi del luogo (cioè il luogo dove dovevano vivere e svolgere i loro affari). Il Palazzo fu adibito a questo scopo fino al 1838, poi dal 1865 fu coinvolto in importanti lavori di restauro. Successivamente qui si trovava il Museo Correr e poi, dal 1923, il Museo di Storia Naturale. Nasce per ospitare diverse collezioni scientifiche locali: dal Museo Correr all'Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti e altri. Nel tempo, questo materiale è stato aggiunto a seguito di acquisizioni e donazioni per creare l'attuale collezione ricca, diversificata e vecchia di 700 milioni di anni, con 2 milioni di reperti, collezioni zoologiche, entomologiche e botaniche, fossili e preparati anatomici e collezioni etnografiche . Museo di storia naturale di Venezia Giancarlo Ligabue su Wikipedia Museo di storia naturale di Venezia Giancarlo Ligabue (Q3867834) su Wikidata
Palazzo Corner della Regina
  • 45.44055612.3335 Palazzo Mocenigo (Museo di Palazzo Mocenigo - Centro Studi di Storia del Tessuto, del Costume e del Profumo), Salizada di San Stae (vaporetto 1 per San Stae), +39 041 721798, . Ecb copyright.svg Adulti € 5, ridotto € 3,50. Simple icon time.svg Mer-Lun, aprile-ottobre: ​​10:00-17:00, novembre-marzo: 10:00-16:00; 26 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio. Venezia ricevette una meravigliosa aggiunta al suo portafoglio immobiliare nel 1945, quando il conte Alvise Niccolò Mochenigo lasciò in eredità alla città il palazzo del XVII secolo, che apparteneva alla sua famiglia. Mentre le mostre temporanee si tengono al piano terra, al piano principale troverete una splendida collezione di moda storica, compresi gilet di seta da uomo squisitamente ricamati. A completare il fascino e l'intrigo c'è una mostra dedicata all'arte dei profumi, un'ode alla Venezia del XVI secolo come capitale europea della profumeria. Le lussuose sale decorate con lampadari di Palazzo Mochenigo sembrano quasi identiche a quelle delle feste del XVIII secolo. Tuttavia, anche nel flusso di intrattenimento nel Green Living Room, i saggi ospiti erano attenti. La famiglia Mochenigo denunciò il filosofo e ospite Giordano Bruno per eresia all'Inquisizione. Palazzo Mocenigo (Santa Croce) su Wikipedia Palazzo Mocenigo (Q3890502) su Wikidata
  • 45.44068712.33223336 Ca' Corner della Regina (Fondazione Prada) (Stazione di San Stae). Ecb copyright.svg €10. Simple icon time.svg Mer-Lun 10:00 - 18:00. Ca'Corner, costruito tra il 1724 e il 1728 da Domenico Rossi per la famiglia San Cassiano Corner, è un palazzo veneziano affacciato sul Canal Grande. Fu costruito sulle rovine di un edificio gotico in cui nacque nel 1454 Catherine Corner, la futura regina di Cipro. L'architettura ricorda lo stile della vicina Ca Pesaro, progettata da Baldassare Longhen. Gli affreschi del piano terra rappresentano una serie di episodi della vita di Caterina Cornaro. Nel 1800 il palazzo divenne proprietà di Papa Pio VII. Dal 1975 al 2010 è diventata sede dell'ASAC, l'Archivio Storico d'Arte Contemporanea della Biennale di Venezia. Dal 2011 la sede della Fondazione Prada si trova a Venezia, e ad oggi ha avviato 8 progetti temporanei nel sito, insieme a un programma di conservazione e riparazione del palazzo. Ca' Corner della Regina su Wikipedia Ca' Corner della Regina (Q1052142) su Wikidata

Altro[modifica]

Ponte della Costituzione
Ponte degli Scalzi
  • 45.43888912.31944437 Ponte della Costituzione (Ponte di Calatrava). Nel 1999 è stato commissionato il moderno ponte dell'architetto spagnolo Santiago Calatrava (del valore di 4 milioni di euro), che collega la stazione degli autobus Piazzale Roma e la stazione ferroviaria principale Santa Lucia. Di anno in anno viene accusato d'essere inutile, scomodo, inaccessibile alle persone in sedia a rotelle o a chiunque abbia dei bagagli. Ponte della Costituzione su Wikipedia ponte della Costituzione (Q52501) su Wikidata
  • 45.4410412.3227838 Ponte degli Scalzi. È uno dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande. È detto anche "ponte della ferrovia", per la vicinanza alla stazione ferroviaria di Santa Lucia. Ponte degli Scalzi su Wikipedia ponte degli Scalzi (Q52508) su Wikidata
  • 45.4384812.32065239 Giardini Papadopoli. Piccolo parco pubblico nel centro di Venezia. Giardini Papadopoli su Wikipedia giardini Papadopoli (Q3105321) su Wikidata
Ponte delle Tette
  • 45.43884512.33094640 Ponte delle Tette, Fondamenta de le Tette (al confine tra i sestieri di San Polo e Santa Croce). Ai tempi della Repubblica di Venezia, tutta la zona costituiva un vero e proprio quartiere a luci rosse, in cui abbondavano le case di tolleranza e una di queste si trovava proprio sopra al ponte delle Tette. Le prostitute, affacciandosi alle finestre in direzione del ponte sottostante, erano solite adescare i passanti mostrando loro i seni scoperti. Da qui ha origine questa singolare toponomastica. Secondo lo storico Tassini, tale costumanza potrebbe essere stata imposta alle meretrici da una legge della Serenissima per limitare il diffondersi dell'omosessualità, ovvero con lo scopo di "distogliere con siffatto incentivo gli uomini dal peccare contro natura". Ponte delle Tette su Wikipedia ponte delle Tette (Q2717392) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 45.4408312.329862 Osteria Mocenigo, Salizada San Stae 1919, +39 041 5231703.
  • 45.4397412.324843 Trefanti, Rio Marin, 888 (Dalla stazione percorrere il ponte degli Scalzi, proseguire imboccando la calle di fronte, svolta obbligata a sinistra, fatto il primo ponte proseguire a destra sul rio. L'osteria si trova al numero 888 sulla sinistra), +39 0415201789, . Simple icon time.svg Mar-Sab 12:00-14.30, 19:00-22.30; Dom 19:00-22.30. Piccola osteria con cucina tipica veneziana. I prodotti variano sulla base dell'offerta ittica. Prenotazione consigliata.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

DistrettoBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.