Scarica il file GPX di questo articolo
Asia > Sud-est asiatico > Birmania > Birmania centrale > Regione di Mandalay > Pyin U Lwin

Pyin U Lwin

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Pyin U Lwin
Centro città con la Torre Purcell
Stato
Altitudine
Abitanti
Fuso orario
Posizione
Mappa della Birmania
Pyin U Lwin
Pyin U Lwin

Pyin U Lwin (o Pyin Oo Lwin, ပြင်ဦးလွင်‌ ) è una città della Divisione di Mandalay nella Birmania centrale.

Da sapere[modifica]

Pyin U Lwin, in precedenza conosciuta come Maymyo (မေမြို့), è una città di montagna molto scenografica della Regione di Mandalay situata sugli altopiani Shan, circa 67 km a est di Mandalay.

Pyin U Lwin ha cinque nomi: Pyin Oo Lwin ( ပြင်ဦးလွင်‌ ), Maymyo ( မေမြို့ ) (Città di May), Taung Lay Khar (ေတာင္ေလွခါး ) (Scale del pendio della collina) Taung Sa Kan (ေတာင္စခန္း ) (Stazione della collina) e Pan Myo Taw (Città dei fiori).

Quella che una volta fu la capitale dell'Impero Anglo Indiano, conserva la parvenza di stazioni collinari che città come Darjeeling e Simla in India avevano negli anni '60 e '70 del secolo scorso. Grazie alla sua storia come capitale estiva e centro militare dell'esercito Indiano durante il dominio Inglese, vi risiedono grandi comunità Anglo-Birmane, Anglo-Indiane e anche molti cinesi.

Il mercato centrale è un importante mercato alimentare di prodotti provenienti dallo stato Shan e dai territori Kachin.

Vi si trova anche l'Accademia della Difesa ed è un'importante base dell'esercito Birmano.

All'altitudine di 1.070 m si trovano in abbondanza fiori, (la città è disseminata di vivai) fragole e caffè. Pyin U Lwin essendo ricca di piantagioni, è infatti il centro della produzione di caffè in Birmania.

I cittadini non sono abituati a vedere molti occidentali in questa città e passeggiare tra le strade è un esperienza umana più che turistica. Aspettatevi di salutare tutti con grossi sorrisi e di essere approcciati spesso da curiosi che chiederanno da che paese si sta visitando cercando di intavolare una conversazione amichevole, anche solo per praticare il loro inglese. Con buona probabilità si proporranno di aiutarvi se non addirittura di accompagnarvi all'albergo, se ci state andando. Se non serve basta solo ringraziare e sorridere, loro saranno contenti lo stesso di aver passato del trmpo assieme.

Cenni storici[modifica]

Gli inglesi vennero a conoscenza di Pyin U Lwin dopo la conquista del Mandalay alla fine della Terza Guerra Birmana. Uno dei primi inglesi che vi mise piede scrisse: "Pyin U Lwin, villaggio affascinante con circa venti case, un mercato e una bisca che ha conquistato i nostri cuori." (Herbert White, impiegato del settore pubblico in Birmania).

Nel 1896 vi fu stabilita una postazione militare e il villaggio fu rinominato Maymyo, (Città di May) omaggio al Colonnello May della 5ª divisione del Reggimento Bengalese, veterano della sommossa indiana del 1857 che stazionò nel villaggio nel 1887. Dopo la costruzione della ferrovia da Mandalay, divenne la capitale estiva per l'Amministrazione Coloniale Inglese, progettata per fuggire al caldo di Manadalay, ruolo che tenne fino alla termine del dominio Inglese nel 1948.

Poco più tardi si stabilì pure il Quartier Generale della Divisione Birmana, una divisione Indiana e Gurka.

Durante il domino Inglese fino agli anni '70 del secolo scorso, la città aveva una grande popolazione anglo-birmana. Durante l'occupazione Giapponese, molti furono imprigionati per paura dalla loro fedeltà alla corona Inglese.

Il nome fu cambiato dopo la partenza degli inglesi che lasciarono molte ville coloniali e chiese. Rimangono anche i discendenti dei lavoratori Indiani e Nepalesi che si trasferirono per costruire la linea ferroviaria e discendenti della Divisone Birmana che formano il fulcro della popolazione Nepalese presente oggi.

Recentemente Pin U Lwin è diventata famosa per la produzione di frutta, marmellate e vini. Con l'aumento dell'alta borghesia birmana, la città è di nuovo una località di villeggiatura per il fine settimana e la stagione calda.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Una pista d'atterraggio è in costruzione nelle vicinanze.

In auto[modifica]

Sono disponibili taxi condivisi da e per Mandaly (da 5.000 kyat, il viaggio dura meno di due ore) e da/per Hsipaw (10.000) e vi lasceranno/prenderanno all'albergo dove si soggiorna. La direzione Mandalay sta opposta alla Torre dell'Orologio, mentre la direzione Hsipaw/Lashio è opposta al mercato Shan. È consigliabile organizzare il taxi condiviso la sera precedente alla partenza. Si può anche chiedere all'albergo dove si soggiorna di prenotarne uno.

Taxi privati da/per Mandalay dovrebbero costare 30.000 kyat o 35.000 per l'aeroporto e si può negoziare.

In treno[modifica]

Le stazione è a nord della città, un po' lontana dal centro e dalle strutture ricettive, ma ci sono servizi taxi e calessi che aspettano i treni in arrivo. Ci sono treni da/per Mandalay, Hsipaw, e Lashio. I treni da Mandalay partono alle 04:00 e arrivano alle 07:52 con frequenti ritardi. I prezzi sono 550 kyat per la classe standard e 1.200 kyat per la classe superiore. Quattro curve a gomito e una salita ripida rendono interessante questo lungo viaggio. Si può scendere e camminare in vari punti mentre il treno cambia direzione o sale lentamente. C'è un treno al giorno per Hsipaw e Lashio (08:34), e il viaggio dura 6 e 10 ore e passa sopra il famoso viadotto Gokteik. Per Hsipaw la classe ordinaria è 1.200 kyat mentre la classe superiore è 2.750 kyat. Il treno da Hsipaw e Lashio arriva alle 16:05 e riparte per Mandalay alle 17:40.

In autobus[modifica]

Non c'è servizio autobus da e per Pyin U Lwin. Gli autobus per e da Hsipaw vi possono far scendere, ma dovrete pagare comunque per tutto il tragitto. Tendono ad essere pieni quindi sarà improbabile che troverete da sedere lasciando la città.

Ci sono due stazioni per i pickup. La stazione da/per Mandalay ha corse frequenti durante il giorno e costa 1.500/2.000 kyat. Si trova vicino la grande insegna della Highway Asia AH14, sulla strada Mandalay-Lashio, a circa 600 m a sud-est della Torre dell'Orologio. La corsa per Hsipaw e Lashio parte presto la mattina dal mercato Shan a ovest della Torre dell'Orologio.

Come spostarsi[modifica]

Un gharry, tipica carrozza del posto

È molto facile spostarsi a piedi o in bicicletta nel centro città. Si può anche noleggiare un "gharry", una carrozza vittoriana a colori sgargianti tipica del posto. È più costoso delle altre opzioni, in quanto più turistico, ma è un buon modo per vedere a passo lento la città. Si può contrattare sul prezzo. Chi scrive ha ottenuto un giro per la città senza una meta ben precisa per 6.000 kyat (dalle 8.000 kyat della richiesta iniziale) per poco meno di un ora di viaggio.

In taxi[modifica]

Per spostamenti più lunghi ci sono taxi disponibili al mercato o si possono noleggiare motociclette.

In motocicletta[modifica]

Si può noleggiare uno scooter da 1 Andrew (Vicino al check point del traffico e al tea shop Pin Se), +95 9 43167181, +95 798931719. Ecb copyright.svg 7.000 kyat al giorno. un signore dalla fisionomia indiana con un bel sorriso rosso betel che possiede anche un Tea Shop di fronte al noleggio. Offre servizi anche di taxi in auto, in tuk tuk, e moto. Organizza anche visite in moto nei villaggi Shan.

Cosa vedere[modifica]

Pressoché libera dalle onnipresenti pagode, si trovano ancora, anche se in cattive condizioni, delle case coloniali in stile Tudor, soprattutto attorno al giardino botanico. Camminando in giro è interessante vedere come i raj vivevano. Vi si trovano anche molte chiese, la più antica delle quali è del 1910.

I giardini botanici
  • 1 Candacraig (Hotel Thiri Myaing). Villa coloniale costruita nel 1904 come casa di accoglienza della "The Bombay Burmah Trading Corporation". Resa famosa da Paul Theroux nel libro "Bazar express: in treno attraverso l'Asia", è un posto per fermasi a vedere come il coloniali vivevano. Fu usato anche come ospedale durante la II Guerra mondiale e per questo motivo molti locali pensano sia stregata. Attualmente la casa e l'hotel sono di proprietà del governo.
  • 2 Tempio Cinese (A sud della città vicino al Candacraig). Un grande tempio colorato costruito dalla comunità Yunanese.
  • Cimitero Europeo (Dall'altra parte della città, oltre la stazione ferroviaria). In condizioni decadenti dopo essere stato "nazionalizzato" dalla giunta. Molte lapidi sono rotte e illeggibili e nonostante ciò ne sopravvivono alcune e vale la pena una visita se si ha un debole per la storia. La chiesa di St. James, una volta Anglicana e oggi Cattolica, è situata dall'altra parte della strada. Entrando si potranno vedere le placche coi nomi degli Inglesi che hanno perso la vita nelle varie guerre.
  • 3 Giardini nazionali Kandawgyi (Circa a 1.5 km a sud della città raggiungibile con mezzi propri). Ecb copyright.svg 5 USD o 6.000 kyat. Aperti nel 1915 da Alex Rodger col nome Giardini Botanici Maymyo, contengono una ricca collezione di piante e anche se molto bello e curato per gli standard birmani, sembra adesso lasciato un po' decadere. Da sottolineare il giardino delle rose, le foreste di bambù, una stupa in mezzo allo stagno e il giardino delle orchidee. Ci sono semi disponibili se si vogliono portare via come souvenir. frequentato molto dai locali.

Un buon posto dove passare mezza giornata se si sta più di un giorno o se si è dei botanici. Se invece si ha meno tempo è consigliabile saltare la visita e concentrarsi su altro in città e dedicare un viaggio specifico in un altro momento ai giardini botanici di Palermo.

Torre Purcell
  • 4 Torre Purcell (All'incrocio principale della città, dall'altra parte dello stand dei taxi e pickup per Mandalay). Si reputa che l'orologio della torre scimmiotti le campane del Big Ben.
  • 5 Tempio Shiva (Sulla strada dietro la torre Purcell). Tempio indu dedicato al dio Shiva.
  • 6 Giardino dei Monumenti Nazionali (Accanto al giardino botanico). Una grandiosa collezione di grandi modelli di monumenti birmani.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Cascate Anisakan
  • 1 Cascate Anisakan. In una gola ricca di vegetazione e con alla base un tempio Buddhista, le cascate sono una buona escursione di mezza giornata. I pick-up dalla parte della direzione di Mandalay, con 300 kyat portano fino al villaggio Anisakan. Basta dire al conducente che si è diretti alle cascate per essere lasciati sulla strada d'inizio percorso invece che al villaggio vero e proprio. Da lì si segue il percorso per circa 2 km attraversando il villaggio, una ferrovia, un monastero e campi fino all'inizio del sentiero. In alternativa si prende un taxi da Pin U Lwin fino all'inizio del sentiero (circa 15 USD). È anche possibile andarci in bicicletta, visto che sono solo 12 km dal centro città, ma non è un bel percorso e la strada è ripida con un sacco di traffico. Le bancarelle sul sentiero vendono acqua, bibite e snack. Il percorso è molto ripido ma corto, 35-45 minuti dall'inizio del percorso alla base delle cascate. Si può tornare indietro facendo la stessa strada oppure salire fino in cima e fare il percorso che le costeggia. Salendo si nota che le cascate sono costituite da tre cadute e la vista salendo diventa sempre più bella. Una volta in cima, la camminata verso l'inizio del percorso è corta. Se si vuole tornare in taxi basta tornare sulla strada principale e segnalare ad un taxi in direzione Pin U Lwin.
Famiglie Birmane alle cascate Pwe Kauk
  • 2 Cascate Pwe Kauk. Durante il periodo del dominio Inglese erano conosciute come le cascate Hampshire. Non sono niente di particolare ma sono molto frequentate per fare picnic ed assistere a famiglie Birmane che si godono il tempo libero. Un ponte precario passa sopra il fiume scomparendo dentro un albero di fico. Le cascate sono sulla strada per Lashio e ci sarà bisogno di noleggiare un taxi, altrimenti un taxi condiviso se si vogliono risparmiare dei soldi (i taxi per le cascate vi aspetteranno per riportarvi indietro). Ad un'ora di cammino dalle cascate si arriva alle grotte U Naung Gu dove si trovano vari Buddha, ma è consigliabile prendere una guida per non perdersi.
  • 3 Pyeik Chin Miang. Sulla strada per Lashio ci sono queste caverne profonde piene di Buddha. C'è anche una grande piscina un po' più giù, molto frequentata. Spesso i taxi condivisi per le cascate Pwe Kauk spesso fanno il tragitto anche qui.
  • Villaggi Shan. Sulla via per le cascate Pwe Kauk ci si può fermare ai villaggi Mogyopit, Yechando e Ye Negye.
Il viadotto Gokteik
  • 4 Viadotto Gokteik. Molte persone usano Pin U Lwin come base per passare sul ponte e proseguire poi per Lashio e Hsipaw per evitare la levataccia per prendere l'unico treno che parte da Mandalay alle 04:00, mentre da qui lo stesso parte ad un orario più umano. In questo caso assicuratevi di prenotare il biglietto da Mandalay per assicurarsi un posto sul treno. Non è una perdita economica grossa e salva da un enorme stress. Se invece in città non si è solo di passaggio si può attraversare il viadotto e tornare nello stesso giorno. Si prende il treno per Naung Paing (la prima fermata dopo il viadotto) alle 8:22, sul lato della direzione Lashio: 700 kyat classe ordinaria, 1.600 kyat classe superiore. Si arriva attorno alle 11:50 e si scende prendendo il treno delle 12:30 sul lato per Mandalay. Attorno le 10:30 il treno si ferma a Naung Che (Naung Hkio) per circa 10 minuti, la fermata prima di Gokteik ed è l'occasione per prendere qualcosa da mangiare: riso e pollo in foglia di banana viene venduto sul binario da un paio di signore. Assicurasi di dire al conducente che si vuole attraversare il viadotto e prendere il treno di ritorno per Pin U Lwin. A volte a causa dei ritardi il treno deve aspettare alla stazione di Gokteik, il treno da Lashio, prima di attraversare il viadotto. Questo significa che non si potrà attraversare il ponte senza perdere la coincidenza per tornare e vi diranno di prenderla lí alla stazione di Gokteik. Se non si attraversa il viadotto si può sempre vedere gli altri treni e meglio ancora si può camminarci sopra e godersi lo scenario. Gli ufficiali di zona vi porteranno prendendosi cura della sicurezza. Viadotto_di_Gokteik su Wikipedia


Acquisti[modifica]

cestino di fragole tipico di Pyin U Lwin

Con l'attuale produzione di frutta e vino si potrebbe provare a comprare le marmellate locali. Molto famosa è quella alla fragola, specialmente la marca "Pop Pop" e ci sono anche vari gusti e marche più locali, con le informazioni sull'etichetta solo in birmano, come ad esempio la marca "Wai". La selezione di vini è ampia; hanno tutti un valore alcolemico attorno al 12% e vengono prodotti con vari, frutti: fragola, ciliegia, ananas, lychees, zenzero, ah sì anche uva. Se girovagando anche nelle strade più periferiche di incontrare signore che vendono fragole, potreste prenderne un po' per provarne. Sono buone e per 1000kyat se ne prendono tre cestini piccoli. Una gustosa azione per aiutare l'economia locale.

  • 1 Mercato Centrale. Un tranquillo mercato di generi vari e alimentari. Molto interessante da visitare, curiosare tra le cose in vendita e gli ingredienti in esposizione. Abbandonarsi tra questi colori e odori è un buon modo per dare uno sguardo alla vita locale. Non sono abituati molto ai visitatori occidentali quindi non passerete inosservati. Siate pronti a tonnellate di sorrisi e a salutare ogni persona del posto che passa.


Come divertirsi[modifica]

  • 1 Tea shop. Ecb copyright.svg 400 kyat per il tè. Entrare a far parte della vita quotidiana in Birmania significa anche passare del tempo al "tea shop". Non appena ci si siede una signora gentilissima arriva chiedendo se si vuole del tè o del caffè. E vi indicherà la presenza sul tavolo del thermos del tè a consumo che va bevuto assieme a quello che porteranno allungato col latte condensato. Una bancarella vende anche foglie preparate per provare il betel se si ha la curiosità di indossare un bel sorriso rosso sangue tanto in voga da queste parti.

Se si ha fame preparano anche del cibo con influenze indiane.

Dove mangiare[modifica]

Anche in questa città sicuramente non si muore di fame. Ci sono molti ristoranti, Tea Shop disseminati da per tutto, negozi di dolci indiani (barfi, laddoo, gulab jamun, ecc.) dove dar sfogo alla passione culinaria. In aggiunta c'è il mercato e a sera oltre al mercato centrale ogni marciapiede, soprattutto alla stazione dei treni e degli autobus, si riempie di gente spuntata da ogni dove con dei fornellini portatili che lasceranno solo l'imbarazzo della scelta sulle cose da provare. C'è anche un vino locale da provare oltre alle varie birre. Un po' dolce per palati occidentali ma pur sempre da provare.

Prezzi medi[modifica]

  • 1 San Francisco Restaurant, 91-B, Club Road, Quartiere 5 (Dalla rotatoria su Mandalay-Lashio Road prendere Ziwaka Road e girare alla terza a destra.), +95 9 797488622, +95 09 253450399, @ suze.sf@gmail.com. Ecb copyright.svg da 4.500 kyat per piatto. Ristorante cinese.
  • Ristorante Aung Padamya (Lontano dalla Purcell Tower, dietro il mercato Shan). Simple icon time.svg Chiude alle 19:00. Apparentemente il miglior ristorante indiano in Birmania.
  • 2 Caffè e pasticceria Golden Triangle (Sulla strada Mandalay-Lashio di fronte il Grace Hotel II). Gestito da un Americano, è uno dei pochi locali in Birmania dove si può prendere un buon espresso (1.800 kyat). Pizza, hamburger di montone e vegetariani (il manzo è raro in Birmania), sandwich. Da provare i loro frappè e i succhi di frutta fresca.
  • Ristorante Krishna, Gorakha Rd, Casa 50, Blocco 5 (In una strada dietro il Grace Hotel II, parallela alla strada Mandalay-Lashio). Ristorante indiano, non segnalato, che serve curry con lenticchie, chapati e riso fatti in casa, tutto a buon prezzo.
  • 3 South Indian Food Centre (Nelle strade secondarie dietro il mercato nord vicino alla strada principale). Ecb copyright.svg da 2 USD. Un locale deprimente a gestione familiare dove preparano fantastici curry in stile Thailandese.
  • 4 Ristorante Daw Hla Shin, Ziwaka street (Dalla strada Mandalay-Lashio si cammina verso sud dopo la rotatoria sulla via Ziwaka. Dopo tre strade sulla sinistra, c'è un ristorante al cui ingresso si trova un grande albero che ospita un piccolo tempietto appeso, lo trovere prima che la via Ziwaka si dirami in tre strade, dietro l'angolo rispetto al Grace Hotel I e il ristorante San Francisco). Ecb copyright.svg da 2.500 kyat. Nonostante non abbia un nome occidentale nell'insegna, quando si entra si verrà accolti con un menu anche in inglese. Si consiglia il menu fisso Birmano e i curry, che sono ottimi. Il curry viene con otto contorni, un piatto enorme di verdure, una zuppa e riso. I piatti vengono continuamente riempiti, senza costo aggiuntivo, dai camerieri, molto attenti. In alternativa si può scegliere la grigliata: si scelgono gli spiedini al bancone all'ingresso e ci si siede. Subito viene servita una zuppa di patate e legumi molto buona e una salsa piccante poi verrà chiesto se si vuole della birra Myanmar. Il riso va chiesto a parte. Servono anche alcool e molte persone del posto vengono principalmente per quello. Un buon posto per osservare uno spaccato di vita quotidiana.

Difficile da individuare subito perché sembra un tea shop, come quello accanto e il coffee shop subito dopo. Buono e consigliato.

  • 5 Ristorante all'interno del mercato centrale (nell'area sud del mercato, quello coi tavolini azzurri). Ecb copyright.svg attorno ai 2.300 kyat a testa. Cibo birmano di strada da provare. Non parlano alcuna lingua straniera quindi basta far capire che si vuole mangiare e loro vi chiederanno di indicare loro cosa si preferisce come base tra vari stufati e curry poi vi faranno sedere. Penseranno a tutto loro portandovi quello che avete chiesto più un'altra serie di contorni, molto riso e una bottiglia d'acqua. Buono e consigliato.
  • 6 Mercato notturno (Sulla strada nord del blocco del mercat centrale). Ecb copyright.svg da 100 kyat. Dopo le 18:00, quando il mercato centrale chiude, la strada nord viene occupata dal mercato notturno, specializzato principalmete in cibo della zona. Chi vi scrive ha provato un po' tutto con grande soddisfazione e poca spesa, ma saper ripetere i nomi dei piatti è impossibile. Siate audaci e sarete ricompensati dagli ottimi sapori.
  • 7 Tea shop di strada (All'angolo tra la Circular Road e Nandar Street). Se siete dei camminatori e nella zona del giardino botanico, val bene una pausa a questo piccolo Tea Shop sulla strada. Ha solo tre tavolini e frigge in continuazione frutta impastellata e frittelle di fagioli e molte persone del posto si fermano passando portanone via delle belle scorte. Al contrario di quello che si pensa, la frutta impastellata e fritta è buona e dolce. Si può anche sperimentare con la salsa di zenzero e piccante che portano assieme ai fritti. Per un paio di drink e qualche pezzetto di frittura, giusto per provare, si è speso 1.000 kyat. I proprietari sono molto gentili.

Buono e consigliato.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Bravo Hotel, Mandalay-Lashio Road (Un paio di edifici dal Grace Hotel II), +95 85 21 223. Ecb copyright.svg 15/25 USD. Ventilatori, bagni condivisi e privati. Terrazza sul tetto. Un posto molto carino ed economico. Stanze molto pulite e moderne con bagno e TV.
  • 2 Golden Dream Hotel, Lashio Rd (Un paio di edifici dal Grace Hotel II), +95 85 21 223. Ecb copyright.svg 20 USD. Ventilatori, bagni condivisi e privati. Sporco e buio e non fornisce lenzuola. Uno dei primi alberghi ad avere la licenza per gli stranieri in città. Secchi con acqua calda a richiesta. Potrebbe essere rumoroso.
  • Grace Hotel I, 114 Nan Myaing Rd (Meno di un chilometro a sud della Torre dell'orologio.), +95 85 21 223. Ecb copyright.svg 5/15 USD singola/doppia.. Ventilatori, docce calde, bagni privati. Questo albergo decadente, ma pulito è un buon posto in cui rilassarsi spendendo poco. C'è un bel giardino, ideale per la colazione inclusa. Vicino si trova una un bancarella Nepalese che cucina veloci e saporiti Daal Bhaat, ci sono molti ristoranti un po' più lontano incluso un cinese interessante con cabine private nel giardino.
  • 3 Grace Hotel II, 146/48 Lashio Rd. Ecb copyright.svg 4/10 USD singola/doppia.. Ventilatori, bagni condivisi e privati. È tenuto meglio del suo gemello, ma è più rumoroso a causa della strada vicina.
  • Queen Hotel, Lashio Rd, +95 92 044030, +95 85 21405. Ecb copyright.svg 5.000/7.000 kyat singola/doppia.. Ventilatori, bagni condivisi e privati. Lenzuola più pulite rispetto a molti che fanno pagare 10 USD. Non c'è colazione, ma è pulito. Si paga in kyat.

Prezzi medi[modifica]

  • 4 Royal Flower Guesthouse, Al numero 181, 11 St, Distretto 8, Quartiere 4 (Vicino al mercato Shan), +95 95109973, @ winkoko212@gmail.com. Ecb copyright.svg 20/25 USD. Gestito da una famiglia. Stanze pulite piuttosto grandi, comode e luminose con bagno e acqua calda. Lo staff è molto gentile e di aiuto, colazione generosa su una strada silenziosa. Buon rapporto qualità/prezzo.
  • 5 The golden Gate (San Francisco) Resort Guesthouse, 91-B, Club Road, Quartiere 5 (Si cammina dalla rotatoria su Mandalay-Lashio Road lungo Ziwaka Road e si gira a alla terza a destra. Se si prende un taxi è consigliabile chiedere del ristorante San Francisco.), +95 9 797488622, +95 09 253450399, @ suze.sf@gmail.com. Ecb copyright.svg 20 USD singola 22 USD doppia. I bungalow situati in un'area silenziosa, sono spaziosi, puliti e luminosi, con bagni privati, materassi a molle, WiFi, TV e acqua calda dall'impianto solare. Il complesso è molto verde e sembra di stare nella giungla. Giardinieri curano fiori e alberi, che potrete ammirare dalla vostra terrazza mentre vi riposate. La colazione è inclusa e servita sotto un tetto di paglia. Si può scegliere tra tradizionale o occidentale. Servono caffè locale. Lo staff è molto disponibile ed aiutano ad organizzare gli spostamenti.

Prezzi elevati[modifica]

  • 6 Kandawgyi Lodge. Ecb copyright.svg 50-60 USD. Gestito privatamente (per quello che può significare "gestito privatamente" in Birmania), in parte situato in un bungalow coloniale.
  • Sweety Land Hotel, Club Rd (Vicino al golf club e il giardino botanico), +95 85 21348. Ecb copyright.svg 20-40 USD. Ben equipaggiato con televisione satellitare. Molto popolare tra la borghesia birmana.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.