Scarica il file GPX di questo articolo

Asia > Sud-est asiatico > Birmania > Birmania centrale > Regione di Mandalay > Mandalay

Mandalay

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Mandalay
Mandalay Hill
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa della Birmania
Mandalay
Mandalay

Mandalay (Birmano: မန္တလေး) è il centro economico e religioso della Birmania di cui è seconda città per numero di abitanti (dopo Yangon).

Da sapere[modifica]

Mandalay è un centro religioso (la metà dei monaci buddisti di Birmania risiede nella città e nei suoi dintorni) ma anche un centro economico importante in cui è visibile la presenza di numerosi Cinesi arricchitisi con il commercio. Al centro di Mandalay c'è il Palazzo Reale cinto da imponenti mura fatto costruire dal re birmano Mindon Min alla metà del XIX secolo. Queste mura sono circondate da larghi viali pieni di biciclette e moto.

Mandalay è etnicamente diversa, con i Bamar (Birmani) in leggera maggioranza. In anni recenti c'è stato un influsso maggiore di Cinesi che si sono aggiunti ai locali, sia immigrati recenti che discendenti dagli immigranti dell'era coloniale, formando circa il 40% della popolazione. La loro influenza si vede negli edifici dai vetri in stile chinese sparsi in tutta la città. Altri gruppi etnici includono gli Shan, che sono etnicamente e linguisticamente correlati con i Thailandesi e Laotiani, e i Karen (Kayin). C'è anche una presenza di gruppi Indiani che include Nepalesi e Sikhs.

Cenni geografici[modifica]

La città è situata al centro del Paese sulla riva sinistra del fiume Ayeyarwady. Ha un clima semi-tropicale. L'inverno (asciutto e freddo) dura da Novembre a Febbraio e l'estate da Marzo a Maggio. Essendo situata nella zona centrale asciutta, riceve meno piogge del sud tropicale.

Cenni storici[modifica]

Mandalay è una città piuttosto nuova, creata nel 1857 dal Re Mingdon come nuova capitale del regno di Ava. Vi regnarono solo Re Mingdon e Re Thibaw prima della conquista Inglese della Birmania superiore nel 1885. Ebbe il suo periodo di splendore tra il 1858 e il 1885 ma gran parte di questa magnificenza è svanita con gli incendi derivanti dai massicci bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale. Gli inglesi poi hanno organizzato la città seguendo un sistema letterale per rinominare i viali e numerale per le vie. Il magnificente palazzo reale e la grande pagoda Atumashi, creazioni del Re Mingdon Min, sono in realtà ricostruzioni moderne supervisionate dalla giunta al potere con l'aiuto di lavoratori forzati. Relativamente prospera in quanto centro di scambi con la Cina e l'India, e centro commerciale principale della Birmania superiore, nonostante la capitale sia stata spostata a Naypyidaw.

Come orientarsi[modifica]

La città è sviluppata in modo piuttosto regolare con strade che seguono una nomenclatura numerale la maggior parte seguono direzione nord-sud oppure est-ovest. Alcuni quartieri, i più poveri, non hanno questo tipo di sviluppo e bisogna fare un po' più attenzione a non perdersi ma in caso basta chiedere e anche se non parlerete la stessa lingua faranno di tutto per aiutarvi, o almeno saranno molto contenti che vi sarete fermati a parlare con loro.

Sembra che ogni singolo cittadino e abitante delle città limitrofe sia in strada guidando qualcosa o cercando di attraversare la strada col risultato di un caos abnorme per una città poi non troppo grande: migliaia di motorini che sbucano da ogni direzione che assieme alle auto formano un coro continuo di clacson assordante. Sembra infatti che il clacson venga utilizzato per segnalare la propria presenza e per avvertire che si sta superando.

Solo poche ore notturne sono una piccola tregua al continuo rombare di motori non troppo matenuti ma le persone si svegliano molto presto qui per cominciare a pregare e il lungo tour de force acustico ricomincia.

Si consiglia comunque l'uso di mappe off-line sui propri dispositivi smartphone o pad, tipo Openstreetmap, grande ausilio per i viaggiatori indipendenti.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'Aeroporto Internazionale di Mandalay (MDL) è una struttura moderna che serve l'area con voli interni e internazionali dalle compagnie Air Bagan, Air Mandalay, Asian Wings Airways, Myanma Airways. Potete raggiungere Mandalay anche con il volo internazionale di China Eastern Airlines da Kunming (Yunnan) Da Bangkok si raggiunge facilmente con voli dall'aeroporto Don Mueang (DMK), al nord della città, con voli AirAsia. Situato a 35 Km a sud della città, a Tada-U.

Il mezzo più usuale per raggiungere il centro è il taxi ma non è facile mettersi d'accordo sul prezzo della corsa in quanto i conducenti hanno formato una specie di cartello mafioso. L'aeroporto è collegato alla città da una moderna autostrada che si percorre in circa 40 minuti. Aspettatevi di pagare 10 USD (14.000 kyat) per il centro di Mandalay, 6 USD dal centro di Mandalay e 30 USD per/da Pying U Lwin.

Qui come a Yangon non bisognerà permettere a improvvisati facchini di farsi portare il bagaglio.

Non appena si esce dall'aeroporto, entrando nella sala degli arrivi, ci si può rivolgere all'ufficio informazioni per farsi aiutare a prendere il mezzo per l'albergo. Vi daranno l'opzione se usare un taxi privato o condiviso e penseranno loro a fare arrivare un facchino che vi aiuterà con le valigie fino al taxi. Il pagamento verrà effettuato lì all'ufficio e loro, se avete pagato in dollari, daranno i kyat necessari al facchino. Il taxi (anche quello condiviso) poi vi porterà fino alla porta d'ingresso dell'albergo.

In treno[modifica]

Esiste un collegamento ferroviario tra Mandalay e Yangon ma dovrete essere accorti nel prenotare un treno espresso dotato di cuccetta scartando tutti gli altri.

Da Yangon ci sono molti treni. Nonostante i binari siano molto vecchi e in alcuni casi anche le carrozze, le quindici ore di viaggio sono piuttosto piacevoli. Nel 2006 tutti i treni furono riorganizzati per viaggiare solo di giorno, per non attraversare Pyinmana col buio, ma almeno un treno viaggia di notte, il Dagon Mann Express, di una compagnia privata. Le tariffe vanno dai 15 USD, (classe ordinaria, sedile duro) ai 50 USD (cuccetta con aria condizionata sul Dagon Mann Express).

Da Lashio, Hsipaw e Pyin U Lwin. Ce ne sono due al giorno da Pin U Lwin (2/4 USD) e uno da Lashio via Hsipaw e Pin U Lwin (3/9 USD da Hsipaw). Questi treni sono lenti e pieni ma affascinanti. La parte Pin U Lwin - Hsipaw include anche il viadotto Gokteik, un'impresa di ingenuità raj e fattezza americana.

Da Myitkyina. Questo viaggio di ventiquattro ore è su un treno molto vecchio e binari ancora più vecchi, quindi aspettatevi di ballare un bel po'.

In autobus[modifica]

Da Yangon c'è un autobus notturno con aria condizionata e cinque opzioni di orari di partenza: 7:00, 18:00, 19:00, 21:00, e 21:30. 10.500 kyat per lo standard; 15.000 kyat per il VIP. Impiega 8,5/9 ore. Sicuramente l'opzione più economica per collegare le due città principali birmane.

Dal Lago Inle, Kalaw e cittadine dell'est ci sono autobus lungo questo tragitto. Un minibus giornaliero parte alle 5:00 per 9.000 kyat ed impiega 9 ore. Un autobus notturno con aria condizionata che parte alle 18:00. Il minibus fa un tragitto più corto del più grande e più comodo autobus notturno. Aspettatevi strade dissestate, varie fermate per far scendere e salire i passeggeri e se siete fortunati una perquisizione dell'autobus da poliziotti in borghese freschi di mazzetta.

Dalla stazione degli autobus sull'autostrada si può prendere un taxi o un pick-up verso il centro città. I taxi sono molto costosi (chiedono anche 2.000 kyat a testa; non pagate più di 5.000 kyat per l'auto) e spesso contrattano con stile criminale facendo cartello per forzare i bisognosi a pagare cifre esuberanti. Più semplicemente si va sul piazzale degli autobus verso ovest e si prende uno dei pick-up assieme ad altre persone (500 kyat a testa). In genere sono molto contenti di aiutare e non ci sono commissioni di cui preoccuparsi.

Alcune compagnie, ad esempio OK Bus si offrono di venirvi a prendere all'ostello e vi porteranno all'ostello della prossima destinazione.

Come spostarsi[modifica]

Si può girare anche a piedi perché la maggior parte delle attrazioni di Mandalay sono concentrate sulla collina centrale a breve distanza l'una dall'altra. La bicicletta costituisce un altro mezzo economico se si è deciso di frequentare solo i siti turistici centrali, tenete presente che il traffico adesso è molto congestionato e ci sono moto e scooter che sbucano da ogni dove senza fermarsi, le poche piste ciclabili sono occupate da auto in sosta, ci sono molte buche, c'è molta polvere e molto inquinamento. Molte persone del posto guidano i motorini con la mascherina, per darvi un'idea della pulizia dell'aria. Portatevi sempre dell'acqua con voi, delle luci per farvi vedere dopo il tramonto e un campanello per segnalare sempre la vostra presenza.

In taxi[modifica]

I taxi costituiscono un eccellente mezzo per spostarsi da una parte all'altra della città perché relativamente a buon mercato. Non sempre è facile noleggiarne uno, quindi si consiglia di prenotarli.

In mototaxi[modifica]

Anche se cerchino di far pagare prezzi eccessivi è probabile che siano più economici dei taxi su quattro ruote, se si è soli o in coppia. Non pagate più di 1000 kyat a corsa, in centro e Mandalay Hill. Si possono noleggiare anche per l'intera giornata (09:00 fino al tramonto) per 10.000 kyat. L'autista vi porterà alle città antiche, Sagaing, e ad Amarapura per il tramonto.

In trisció[modifica]

Il tipico trisció birmano, nella città di Mandalay

I trisció sono dei risció a tre ruote tipici delle zone asiatiche. Possono essere a pedali o a motore e sono un modo conveniente per girare la città. Se si parla inglese e si ha la fortuna di noleggiarne uno con l'autista che lo parla si può avere così una guida turistica con trasporto per un prezzo ragionevole. I trisciò di Mandalay sono particolari. Sono in effetti una bici da città con attaccata una carrozzina laterale con due posti speculari. I due passeggeri viaggiano dandosi le spalle un guarda in avanti e l'altro guarda indietro.

In moto[modifica]

Mandalay è una città molto trafficata, rumorosa e polverosa. Fuori dai quartieri turistici i marciapiedi e strisce pedonali sono pressoché inesistenti e camminare diventa stressante. Il miglior metodo quindi è non subire il traffico ma diventarne parte. Noleggiare una moto o uno scooter può essere pericoloso perché il traffico è caotico, ma se si è abituati alle grandi città italiane, probabilmente no ed è un buon modo per vedere la città. Chiedete al vostro hotel se noleggiano o se vi possono consigliare un negozio affidabile e c'è un americano, +95 9 2014265, @ mandalaymotorbike@gmail.com. in centro che noleggia moto da cross e motociclette con consegna all'albergo dove pernottate. Anche se caotico, il traffico non è molto veloce quindi ci si può destreggiare facendo sempre molta attenzione. Anche se le velocità di punta spesso arrivano ai 30km/h fate sempre estrema attenzione perché altri mezzi possono arrivare da ogni direzione. Guardate sempre due volte prima di ripartire ed imparate a segnalare la vostra presenza suonando il clacson. Prezzi per moto a marce 125cc circa 10.000 kyat, scooter monomarcia, 125cc, 12.000 kyat. Assicuratevi di avere con voi la vostra patente originale e quella internazionale.

Cosa vedere[modifica]

C'è un biglietto multipass turistico da comprare per entrare in specifici siti. Si chiama "Mandalay Archaeological Zone Feee Card " (nessun errore di battitura, si chiama proprio così) e costa 10.000 kyat (circa 7 USD) che copre quasi tutte le attrazioni principali e dura cinque giorni dal momento del rilascio. Si compra alla prima attrazione che si visita ma viene difficilmente controllata e si potrebbe prendere dei biglietti individuali più economici per alcuni siti. Al Palazzo Reale viene sempre controllato. L'accesso alla collina Mandalay richiede una tariffa extra di 5.000 kyat, e Mingugn e Sagaing sono 3.000 kyat extra l'uno (anche se non sempre controllano). I siti inclusi nel biglietto sono: Amarapura, Innwa, Pinya, Paleik, Shwe Nan Taw Kyaung, il palazzo reale Mya Nan San Kyaw, la pagoda Sanda Muni, la pagoda Kutodaw, la pagoda Kyauk Taw Gyi e la collina Mandalay.

Siti vari[modifica]

Mandalay, il complesso ricostruito della reggia del XIX secolo
  • 1 Il palazzo reale (man-da-lei nan-dau). Una cittadella ai piedi della collina di Mandalay al cui interno si trova la reggia fatta costruire nel 1861 dal sovrano birmano Mindon. Il palazzo costruito completamente in legno di teak, fu distrutto nel 1945 da un incendio nel corso di una feroce battaglia tra truppe britanniche e indiane da un lato e gli occupanti giapponesi dall'altro. Il palazzo è stato innalzato di nuovo con il metodo del lavori forzati dal governo della dittatura militare rispettando il disegno originale ma utilizando invece del cemento. A causa della continua mancanza di fondi i lavori di ricostruzione non sono ancora finiti.

La storia narra che fu costruito seguendo tre sogni premonitori del Re Mindon che spostò la capitale da Amarapura a Mandalay nel 1852. Durante la costruzione del palazzo originale furono seppellite 52 persone tra uomini, donne e bambini in posti ben specifici sotto palizzate di teak che funzionavano da fondamenta del palazzo. Le loro anime sarebbero state quindi gli spiriti protettori dell'edificio. Si vocifera che il Re Thibaw ne abbia poi seppellite 600 ma è difficile trovare notizie attendibili, probabilmente perché il regime militare al potere negli ultimi decenni ha lavorato sodo per cancellare le tracce di re sanguinari per rivalutarne il potere divino della famiglia reale. Una guida del palazzo (in inglese) prodotta dal regime con scopi propagandistici si può scaricare qui.

I turisti devono entrare dalla porta "Oo teik gateway" che è quella sul lato est. All'arrivo viene controllato il biglietto multipass e viene richiesto di lasciare un documento come pegno che verrà restituito all'uscita. L'unica area accessibile all'interno delle mura è solo il palazzo reale, le altre zone sono vietate perché adibite ad uso militare. Si cammina per circa un km prima di arrivare al comprensorio dei vari edifici che formano il palazzo e l'insieme è decadente e lasciato all'incuria al punto che molte "stanze" sono ormai delle piccionaie col guano cosparso su tutto il pavimento. Forse un po' troppo deludente per essere una delle attrazioni principali in Birmania. "Mandalay Palace" su Wikidata

  • 2 Collina Mandalay (man-da-lei thaonh). Colle alto 230m nei pressi di Mandalay, con in cima famose pagode e tempi.
Ingresso dell'Università di Mandalay
  • 3 Ponte U Bein. Uno storico ponte in legno teak a sud della città, senza barriere o scorrimano di protezione. Costruito dalla moglie del Re Bodawpaya (U Bein) sul lago Taungthaman che durante la stagione secca si prosciuga lasciando appezzamenti di terra arabile e fertile per i contadini della zona. Il ponte è lungo 1.2km e si impiegano 15 minuti per attraversarlo se si va di fretta. A causa del livello di pulizia potrebbe non sembrare molto attraente, specialmente se si visita durante la stagione secca, quando l'acqua è poca. Sembra però che la sporcizia sia causata principalmente dal turismo di massa: migliaia di persone che ogni giorno lasciano cadere, senza pensarci, sacchetti e confezioni di plastica, porta vivande di polistirolo ecc. Probabilmente non esiste un servizio nettezza per ripulire il lago quindi sarebbe bene comportarsi da turisti responsabili e portarsi via con sé la spazzatura prodotta. Qui comunque si ha una vista sulla vita locale, coi cittadini che mescolati ai turisti camminano in ambo le direzioni fermandosi per cibo e acquisti oppure pescando. Su entrambi i lati del ponte ci sono ristoranti e negozi di souvenir, come sul ponte stesso si trovano venditori ambulanti e mendicanti felici di aiutarvi a svuotare il portafogli. Nelle varie capanne lungo il passaggio sopraelevato ci si può riposare sulle panchine o continuare a spendere dei soldi, oppure se ci si sente "avventurosi" si può scendere (nella stagione secca) e sedersi ai vari bar e ristoranti allestiti lì sotto oppure camminare per avere un punto di vista diverso dell'area. Si può camminare liberamente ma fate attenzione alle piantagioni, ricordate che le piantine che state pestando sono l'unico mezzo di sostentamento di molte persone del posto. Gli orari migliori per andare sono l'alba e il tramonto, dove si ha la luce migliore e si possono scattare foto ricordo bellissime. Per avere la possibilità di godersi il ponte senza troppi turisti, ci si va all'alba, dove sembra che solo la gente del posto ci cammini per andare al lavoro.
Si può affittare una barca per vedere lo spettacolo dal lago unendosi ai pescatori, ma a differenza di loro avrete una barca colorata e con un caronte che rema per voi, altrimenti nella stagione secca si può camminare per avere il punto di vista dal basso.
Durante il giorno poi orde di turisti lo invadono fino a dopo il tramonto in cerca del monaco solitario da catturare per la foto di rito. Tenete presente che la gente del posto sembra gentile di natura ed è a sorridere e a cercare il contatto visivo senza un secondo fine e se intuisce che parlate inglese molto probabilmente troverà una scusa per scambiare una chiacchiera amichevole per poter praticare la lingua.
Se però state cercando di fotografare qualcuno e vi dicono di no, siate rispettosi, chiedete scusa e sorridete, avrete un altro sorriso in cambio.
Le palafitte col tetto di paglia lì attorno sono la casa di molti poveri del posto, alcuni dei quali vendono spuntini sul ponte e se ci si sente audaci si potrebbero evitare i ristoranti turistici e fermarsi in quelli lungo la strada, dove sicuramente si avrà la possibilità di mangiare il vero cibo locale ad un prezzo irrisorio.
Per arrivarci si impiega circa mezz'ora di auto dal centro città e il vostro albergo potrà organizzarvi un taxi privato (15.000 kyat) o condiviso che vi porta e aspetta che torniate e vi riporta all'albergo, altrimenti c'è anche la possibilità di un viaggio organizzato. Se siete gli audaci di prima ci sarete andati in bici o in moto facendo parte del flusso del traffico caotico della città.

Siti religiosi[modifica]

  • 4 Monastero Shwenandaw (Shwenandaw Kyaung), +95 9 789 899027. Un monastero fatto interamente di teak, con bellissimi intagli. Originariamente faceva parte del Palazzo Reale costruito dal Re Mingdon e spostato sul suo attuale sito dal figlio, Re Thibaw nel tardo 19˚ secolo. È il solo edificio proveniente dal Palazzo Reale originale che è sopravvissuto al bombardamento della Seconda Guerra Mondiale. Fu la stanza da letto nella quale il Re Mingodn passò i suoi ultimi giorni, dopo di che la struttura fu donata ai monaci e divenne un monastero.
  • 5 Monastero Atumashi (Atumashi Kyaung), 63rd St, Mandalay, Myanmar (Burma), +95 9777792827. Situato di fronte al monastero Shwenandaw, contiene una sala molto grande, con un ambiente fresco e silenzioso adatto a meditare. Fu costruito nel 1857 dal Re Mingdon e fu usato del teak, ma dopo essere stato distrutto da un incendio fu ricostruito nella forma che possiamo vedere oggi. La struttura è costituita da cinque terrazze rettangolari.
La pagoda Kuthodaw
  • 6 Pagoda Khutodaw (Khutodaw Paya) (Ai piedi della collina Mandalay). È il sito del libro più grande del mondo, situato ai piedi della Collina Mandalay. Costruito nell'800 dal re Mingdon. 729 stupa all'interno del complesso contiene il testo completo del Tripitaka, il più sacro testo del buddismo Theravada.
  • 7 Pagoda del Buddha Mahamuni (Maha Myat Muni Paya). Ecb copyright.svg Gratuito. 1000 kyat per la macchina fotografica. Un luogo di pellegrinaggio molto venerato dai Buddisti. Vi si trova una preziosa statua del Budda in oro adorna di pietre preziose e alta più di 4 metri. Qualche centimetro di foglie d'oro è stato premuto sulla statua lasciando solo il volto scoperto. Alle donne non è permesso di avvicinarsi alla statua, invece gli uomini possono toccare il Buddha. Fu portata lí dallo stato di Rakhine nel sud-est del Mandalay. Vicino alla sala principale c'è una sala con in mostra le statue rubate dallo stato di Rakhine, che furono a sua volta rubate attraverso varie connessioni dal tempio cambiogiano Angkor attraverso la Thailandia. Le figure possono essere state appartenute alla figura mitologica Hindu, Shiva e Airvat, l'elefante di Indra. Vedrete persone che strusciano la statua nella credenza che vengano curate dai malanni, specialmente toccando la corrispondente parte del corpo coinvolta. Visitare il sito tra le 04:30 e le 05:00 per la fantastica cerimonia del lavaggio del volto del Buddha. Ogni giorno vi assistono centinaia di persone.
Appena si arriva sul suolo del tempio, all'ingresso delle 4 gallerie che portano al cortile centrale, è obbligatorio stare a piedi nudi. Siate rispettosi e fatelo. Tra i numerosi fedeli e turisti che frequentavano il tempio il giorno che chi scrive ci è andato, gli unici che sono stati redarguiti pesantemente con urla e imprecazioni sono stati tre ragazzi italiani che anche dopo aver capito cosa dovevano fare hanno continuato a fare gli sbruffoni fino a che le urla sono diventate minacce. Da bravi viaggiatori rispettiamo sempre il paese che ci ospita e le sue tradizioni, se vogliamo essere ben accolti e portare a casa salva la pelle. Ci si porta poi le scarpe a mano fino al cortile dove degli addetti aiuteranno a metterle in una cassettiera con la chiave e vi faranno pagare il biglietto per la fotocamera, se ne avete una. L'accesso al Buddha è consentito solo a chi ha delle foglie d'oro da stendere sulla statua, altrimenti si rimane ad osservare da fuori o dai televisori installati attorno. Il pavimento è molto sporco e cani e gatti vivono nell'area senza fare troppi complimenti nel rilasciare bisogni corporali dove capita. Si consiglia quindi di portare delle salviettine umidificate per pulire i piedi prima di rimettersi le scarpe. Interessante anche passeggiare nelle strade attorno al tempio dove negozi e laboratori vendono e costruiscono statue di Buddha. I marmisti lavorano a cielo aperto e sulla strada imbiancando loro stessi, le case, le auto, gli alberi e tutto quello che passa. Tempio_Mahamuni su Wikipedia
  • 8 Pagoda Shwe Kyi Myin (Shwe Kyi Myin Paya). Costruito nel I secolo dal principe Min Shin Saw.
  • 9 Pagoda Sandamuni (Sandamuni Paya) (Ai piedi della collina Mandalay). È simile e vicino alla Pagoda Kuthodaw. A Sandamuni si trova il Budda in ferro più grande al mondo. Contiene inoltre un grande numero di stupa bianchi contenenti il Tripitika.


Eventi e feste[modifica]

Cerimonia d'apertura per il Thingyan Festival - 2012
  • Thingyan Festival (Festival dell'acqua). Simple icon time.svg aprile. Festival durante il quale si celebra l'inizio del nuovo anno secondo la tradizione birmana. Durante i quattro giorni del festival la gente del posto usa lanciarsi addosso dell'acqua, un po' come avviene durante il Songkran Festival in Thailandia.
  • Chin-lone festival (c/o la pagoda Mahamuni). Simple icon time.svg luglio. Il Chin Lone è un pallone fatto con il bambù o con il rattan. Durante questo evento giocatori da tutto il paese si sfidano. Obiettivo della competizione è mantenere il pallone in aria più a lungo possibile senza l'utilizzo delle mani.


Cosa fare[modifica]

  • 1 Liceo dell'Educazione Monastica Phaungdawoo, 19 street, Nan Shae, +95 9 202 0661. "Phaungdawoo Monastic Education High School" su Wikidata
  • 2 Collina Mandalay (Pick-up condivisi fino alla base della collina percorrono la 83ma Strada, un blocco dalla torre dell'orologio e partono ogni 20 minuti per 500/1.000 kyat. Anche pick-up privati sono disponibili per 5.000 kyat. Mototaxi dal centro città alla base della collina costano 1.000/2.000 kyat). Uno dei posti migliori per vedere il tramonto. Attività che richiede un quarto di giornata. L'ascesa è piacevole e si ha una vista sulla città e le sue attrazioni.
Dalla base della collina si possono salire le scale oppure prendere un pick-up per la pagoda Sutaungpyei situata in cima alla collina, anche se si consiglia di camminare per ammirare la vista scenografica durante il tragitto. Soffermatevi sulla vista del palazzo reale e le pagode Kuthodaw e Sandamuni.
Si impiegano circa 30-45 minuti con un buon livello di forma fisica, ma non è molto difficile ed è all'ombra. Ci sono molti cani randagi, molti negozi ed altri punti di interesse dove fermarsi (Buddah, pagode e punti di vista) come ad esempio il tempio Gothama Buddha.
Lungo il percorso dalle scale sud nel punto in cui i sentieri si congiungono, si incappa in una statua del Buddha e il suo discepolo inginocchiato Ananda che salì questa collina due secoli prima che Mingdon la conquistasse. Buddha è voltato profeticamente verso la città indicando che dopo due secoli la capitale della regione sarebbe diventata Mandalay. Profezia avverata poi con Mingdon.
Più su si incontra un tempio che mostra le varie fasi della vita dell'uomo: nascita, gioventù, monachesimo, vecchiaia e morte. Interessanti le somiglianze tra la nascita e la morte, che indicano la ciclicità della natura, parte della credenza Buddhista. La stessa serie di immagini si può vedere nella pagoda Shwezigon a Bagan.
In cima alla collina si trova il tempio dedicato all'orchessa Sandamukhi, sul penultimo piano. Sandamukhi è raffigurata mentre offre i seni tagliati al Buddha in una posa sinistra. Si dice che l'orchessa si reincarnò nel Re Mingdon.
Per entrare all'ultimo piano e vedere la pagoda, si devono pagare ulteriori 1000 kyat ma si possono evitare scegliendo di guardare il tramonto dal piano dell'orchessa. Comunque la vista aperta sui quattro lati dell'ultimo piano vale la pena di essere apprezzata perché offre ottima vista sulla città e le pianure circostanti. I calzari sono vietati nella pagoda.
Al tramonto la pagoda Sutaungpyei si riempie di turisti e molti monaci e gente del posto salgono nella speranza di parlare con gli stranieri per praticare il loro inglese.
  • 3 Tour del Mercato delle pietre dure (Maha Aung Myay), +95 9402538362, @ soe.paing246@gmail.com. Ecb copyright.svg 40,000 kyat. Una delle attrazioni più affascinanti a Mandalay poco frequentata dai turisti è il mercato delle pietre dure Maha Aung Myay. Ogni giorno migliaia di persone si riuniscono per vendere, comprare, tagliare e pulire giada e pietre dure in questo mercato caotico, il più grande dell'Asia del sud-est. Una guida locale di nome Soe Paing, che in passato lavorò nel mercato come apprendista, offre tour privati e uno sguardo dall'interno dei suoi mercanti. Dopo di che si può continuare con un altro tour privato a Moe Hti Aung Si, un monastero dedicato alla meditazione fuori dai tragitti turistici. Soe, che insegna inglese agli studenti del monastero, ha un accordo esclusivo col monaco priore e permette ai clienti di interagire con gli studenti, monaci e monache e di stare con loro per pranzo. Soe offre anche tour giornalieri della città che includono altre maggiori attrazioni, ma lavora solo con singoli o piccoli gruppi di massimo 5 persone.
  • Pressatura delle foglie d'oro. Si può fare una visita gratuita per vedere come viene pressato l'oro per ottenere fogli sottilissimi, acquistati in tutta la Birmania da devoti che lo attaccheranno su varie statue di Buddha come nella pagoda Maha Myat Muni. Ci sono almeno due posti in città dove si può visitare: King Galon e Golden Rose. Il personale parla inglese in entrambe i posti e vi guideranno attraverso il processo senza pressione per comprare la loro mercanzia.
  • Tour fai-da-te in bicicletta di Mandalay. Ecb copyright.svg 1.500 kyat per la bici; 1.200 kyat per il traghetto. Si può fare un tour di un giorno intero a Maha Muni, Innwa e il ponte U Being includendo anche la collina Sagaing. Si può visitare il ponte U Bein due volte: una durante il giorno e una al tramonto. Si parte presto dalla torre dell'orologio (tra la 26ma strada e la 84ma) e si pedala per la 84ma strada verso sud per due strade dopo la 42ma e dove la strada si dividerà in due si prende a sinistra. Dopo la curva si vedrà l'ingresso alla pagoda Maha Muni. Incatenate la bicicletta e prendetevela comoda nel visitare il tempio e i giardini retrostanti.
Si torna poi indietro dove la 84ma strada si divide in due e stavolta si prende a destra continuando a pedalare verso sud. Parallela a quella strada ce n'è un'altra che si avvicina gradualmente per circa tre chilometri che poi gira a destra mentre la strada dove si sta pedalando volta gradualmente a sinistra. si trova una pompa di benzina e a 100 metri sulla sinistra una pagoda bianca. Da lí si continua sulla strada principale e dopo 400 metri curva a destra per poi andare dritto per circa un chilometro e curvare a sinistra. Ci si può fermare lì per visitare il monastero Burkayar. Dopo si continua dritto lasciando la strada principale. Dopo 500 metri si attraverseranno i binari del treno e si continua dritto attraverso il quartiere per altri 500 metri fino a raggiungere il lago Taungthaman. Si segue la strada lungo il lago in senso antiorario per 2km fino all'area di parcheggio del ponte U Bein dove si potrebbe pagare una piccola tariffa (100-200 kyat). Si attraversa il ponte e ci si riposa in una casa da té sull'altro lato.
Dopo aver ripreso la bici si prosegue verso ovest fino alla strada principale (Sagaing-Mandalay Expy) e i binari del treno. Da lí si può esplorare il quartiere e fermarsi ad ogni edificio dal quale si sente uscire il rumore sferragliante dei telai. Ci sono dappertutto sia fabbriche che case private con solo una o due macchine e sarete i benvenuti in ognuna di queste se volete buttarci un'occhiata.
Per andare a Innwa si segue la strada principale (Saging-Mandalay Expy) verso sud per altri 4,5 km sempre dritto fino a raggiungere una rotatoria. Si va dritto verso Innwa o a destra attraverso il ponte per Sagaing. Dopo un altro chilometro si raggiunge un incrocio. La strada principale gira un po' a destra e attraversa il fiume Sagaing, una strada più piccola gira invece a sinistra verso una direzione ignota. A dritto invece c'è una stradina in condizioni precarie. Si prende questa stradina per circa un chilometro fino a raggiungere il fiume. Si può attraversare solo col traghetto che impiega 1 minuto per 1.000 kyat a testa e 200 per la bici ed è un biglietto valido per il ritorno.
Una volta scesi dal traghetto si continua evitando i calessi che quasi vi forzeranno a fare un giro e si segue la strada verso sinistra e all'intersezione si va a destra. Quando la strada ve a sinistra si segue il sentiero stretto che va dritto (i calessi non riescono a passare) e si passa sopra il ponticello. Dopo 50m si raggiunge il monastero. Sulla destra dell'ingresso c'è uno stupa con due porte. Se sono aperte si può entrare nel monatero da lí senza pagare il biglietto.
Prendetevi 2-3 ore per esplorare Innwa e poi rifate la strada per vedere il tramonto dal ponte U Bein. Le strade sono illuminate fino a Mandalay e il percorso è senza salite.
Mandalay torre dell'orologio - Immagine del Maha Mudi: 4km, 20min.
Immagine Maha Muni - ponte U Bein: 8km, 40min.
ponte U Bein - Innwa: 8km, 40min.
In caso ci si perdesse si può chiedere ai passanti perché quasi nessuno va in bici in quell'area, neppure la gente del posto; sono comunque molto curiosi e aiuteranno con piacere. Annotatevi la destinazione scritta in Myanma così che sia più facile per le persone capire dove si stia cercando di andare. Prendete una bici con le luci o in alternativa noleggiate una moto per 10.000 kyat. Tenete presente però che solo una entra sul traghetto.
  • 4 Waterfal Hill (Yaedagon Taung), 27th St (Nella zona a est di Mandalay), +95 9 6803607. Ecb copyright.svg 8.000 kyat. Simple icon time.svg 20:30. Sport all'aperto, specialmente escursioni in grotte e rock climbing. Non è pieno di gente e non lontano dalla città.
  • Lezioni di cucina Birmana (Tra la 35ma e la 36ma strada e tra la 57ma e la 58ma, la guesthouse Yoe Yoe. Vi vengono a prendere e riportare, incluso nel prezzo), +95 944 404 1944, @ aglimpseofmandalay@gmail.com. Ecb copyright.svg 30 USD. Simple icon time.svg 09:00-18:00. Un misto di Lezione di cucina e gita fuori porta, unico nel suo genere in Birmania. La lezione si trova in un villaggio a circa 20 minuti di auto da Mandalay. Si cucina con vista sulle risaie. Dopo la lezione vi porteranno in una gita in moto per vedere la vita di tutti i giorni del villaggio e il giro finirà con la vista del tramonto da un posto storico. Per tutte le età.
  • Massaggio Thailandese Amaravati (Est di Mandalay, all'angolo tra la 62ma e la 37ma strada). Ecb copyright.svg 8.000 kyat per 1 ora di massaggio corporeo. Si può fare massagio corporeo, dei piedi e aromatico. Sono molto professionali e l'ambiente è piacevole e rilassante.
  • Parco cittadino, Myo Patt Rd (Est di Mandalay, all'angolo tra la 62ma e la 37ma strada). Ecb copyright.svg 500 kyat. Un parco ricreativo con piscina. Le donne devono vestire maglietta e pantaloncini.


Acquisti[modifica]

  • 1 Mercato Zegyo, 27a Strada (Un quartirere intero tra le strade 26a e 30a e tra la 84a e la 87a). Il mercato della densità. Umana. Cose. Odori. Pochi mercati al mondo sono così pieni e densi di umanità. Strade piene di bancarelle incastrate le une con le altre, oggetti che si accavallano con la frutta e si mescolano con pesci che sembrano nuotare nelle spezie e perdersi nei flutti della verdura. Gente che grida, sposta cose, cammina, guida, getta spazzatura, scarica merce, carica passeggeri, osserva, sorride e gioca a pallone. In questa rette fitta intricata di strade hanno trovato posto pure per allestire un campo di calcetto con tornei regolari attorno al quale ogni età e sesso si ammassa per continuare a gridare ed emozionarsi di fronte al miscuglio di squadre in tute da professionisti del pallone o a piedi nudi su un asfalto duro e putrefatto da anni di avanzi lasciati a marcire.
È in realtà l'unione di almeno tre mercati: Zegyo, Mann Myanmar Plaza e Kaing Nann e solo per questo Mandalay val bene una visita.


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 1 Spettacolo satirico de I Fratelli Baffo (The Mustache Brothers). Ecb copyright.svg 10.000 kyat. Simple icon time.svg 20:30. In precedenza era un trio che ha passato un totale di 12 anni in prigione per la messa in scena di satira politica. Oggi soltanto uno dei tre si esibisce. Circa la metà è spettacolo comico e l'altra metà sono danze tradizionali eseguite dagli altri membri della famiglia. È permesso loro solo di esibirsi a casa e solo per turisti ma vanno in scena ogni sera. Lo spettacolo dura circa un'ora e mezza. Il prezzo di ingresso va in aiuto dei prigionieri politici. "The Moustache Brothers" su Wikidata
  • 2 Teatro delle marionette Mandalay, 66th St (Tra la 26ma e la 27ma strada), +95 2 34446. Ecb copyright.svg 10.000 kyat. Simple icon time.svg 20:30. Questo è uno spettacolo difficile da trovare, anche in Yangon. Dura un'ora ed ha un'orchestra tradizionale. Tutto verrà spiegato in inglese. Prenotare in anticipo durante l'alta stagione.
  • Teatro Mintha, 58ma strada (tra la 30ma e la 29ma strada), +95 9 6803607, @ info@minthatheater.com. Ecb copyright.svg 14.000 kyat. Simple icon time.svg 20:30. Classiche danze di corte e folkloristiche con un'orchestra tradizionale di 8 elementi.

Locali notturni[modifica]

  • 3 Golden Coffee Shop, No 80/4, 35ma strada (Tra la 88ma e la 89ma strada (il geotag porta in zona ma non esattamente davanti, da migliorare)). Ecb copyright.svg tra i 500 e i 2.000 sia per bibite che per cibo. Wi-Fi gratuito disponibile. Buoni prezzi sia per i frullati alla frutta che per il caffè. Ha una buona selezione per gli spuntini. Personale gentile che provano del loro meglio per comunicare in inglese.
  • 4 V Café (Skybar), Al 408, all'angolo tra la 80ma e la 25ma strada (Vicino alla Royal Guesthouse), +95 9 6804928. Ecb copyright.svg 5/10 USD. Bar molto carino con del buon cibo. Servizio molto attento e gentile a buon prezzo. Una buona deviazione per fuggire le strade brulicanti quando si è stanchi.
  • 5 Nylon Ice Cream Bar, All'angolo tra la 83ma e la 25ma strada. Èun po' una novità in città. Gelati, frullati, succhi di frutta e birre che si possono bere seduti in strada. I sapori sono in favore dei gusti asiatici. Non c'è cibo, a meno che non ci siano delle bancarelle attorno, e ci sono vari mendicanti (che sembrano d'accordo col proprietario della gelateria) che disturbano i clienti.


Dove mangiare[modifica]

Grazie alla sua storia come capitale della Birmania e la posizione favorevole ad essere il centro del commercio con i paesi vicini, quali India, Cina e Bangaldesh, Mandalay ha una varietà di specialità sia provenienti dalle varie regioni birmane che da altri paesi. La cucina dello stato Shan, che è composta di solito da impasti fermentati, verdura e carne, è molto popolare in città, che ha una minoranza piuttosto consistente. I noodle cinesi musulmani, fettuccine miste a spezie, peperoncino e pollo, sono altrettanto famosi in città e nelle colline circostanti. In qualsiasi posto si mangi, si deve sempre lasciare un po' di spazio per il Htou moun, un dolce tradizionale birmano servito solo a Mandalay, facendo attenzione però che contiene molto olio ed è molto dolce.

  • 1 Ristorante e bar Unique, 66ma strada (Vicino alla collina Mandalay). Ecb copyright.svg piatti principali attorno ai 5500 kyat. Questo bar/ristorante è situato vicino alla base della collina Mandalay ed è comodo e facile da raggiungere per la pausa pranzo durante i tour dei monasteri. La cucina è un misto di occidentale, locale e sud-est asiatico. Vale la pena provare i curry per la loro varietà e anche il caffè è buono. Il bar ha una vasta selezione di cocktails ed ha anche l'opzione di avere un Hookah. Piuttosto vuoto durante l'ora di pranzo e a sera è pieno di stranieri.
  • 2 Bar Mingalar, all'angolo della 71ma e 29ma strada (Vicino alla collina Mandalay). Ecb copyright.svg box da 2.000 kyat. Menu principali attorno a 5.000 kyat. Simple icon time.svg aperto fino alle 21.30. Ottimo posto per provare una grande varietà di ricette Birmane cucinate alla perfezione. I menu principali hanno antipasti sontuosi e salse di vario tipo e sapore. Non andatevene senza aver lasciato il curry al maiale e mango essiccato o quello al montone e vale la prena provare i gamberi di fiume e se è disponibile anche il cinghiale. C'è una grande varietà anche di dolci con combinazioni di riso, banana, noccioline, noce di cocco. Il servizio è molto gentile.
  • Negozio di Htou moun, all'angolo della 78ma e 31ma strada (sulla sinistra della stazione del treno). Ecb copyright.svg box da 1.800 kyat. Vi faranno provare i diversi tipi e si possono avere box misti. Da mangiare entro i 4/7 giorni.
  • Ristorante indiano di strada, all'angolo della 82ma e 27ma strada. Buono ed economico. Prepara chapati (2 curry, 2 roti indiani per 300 kyat), curry birmani e di montone e altre specialità.
  • 3 Ristorante Mann, 83ma strada (tra la 25ma e la 26ma strada). Ristorante cinese frequentato da gente del posto e non molto dagli stranieri. Ha vari menu cinesi di base, per circa 2.000 kyat al piatto, se di carne, e 1.500 se vegetariani. Niente di speciale. Si riconosce facilmente dalla strada dalla pubblicità gialla e nera di un wisky del posto. Vende birra e alcool: birra Myanmar per 1.500 a bottiglia.
  • 4 Frittelle di strada Ristorante Pan Cherry (Roti indiani), 81ma e 26ma strada (Nel blocco sud-ovest della 81ma e 26ma strada. Si entra nel vicolo senza nome che va verso ovest, accanto alla banca Myawaddy.). Nel pomeriggio troverete una simpatica signora indiana che prepara delle frittelle in una padella di ferro di fronte alla sua casa. Economico, molto buono e buona compagnia.
  • 5 Too To cucina Birmana (Too Too), 28ma strada (Tra la 74ma e la 75ma strada). A causa della mancanza di ristoranti di curry economici è ancora una buona opzione ma non è il migliore ed è mirato ai turisti.
  • 6 Super 81, 39ma strada, tra la 81ma e la 21ma. Ecb copyright.svg 5.000/7.500 kyat. Simple icon time.svg 09:00–23:00. Su due piani con una buona grigliata di pesce. Se fuori è troppo caldo si può prendere un tavolo con aria condizionata al secondo piano. Un menu molto grande che comprende piatti Thai, cinesi, indiani e occidentali. Frequentato molto dalle persone del posto.
  • Grand Royal, 69ma strada, tra la 34ma e la 35ma. Ecb copyright.svg da 1.500 kyat. Su due piani e molto frequentato. Disponibilità del menu in inglese ma non parlano lingue straniere. Da provare il Tauk Tauk Kyaw (pollo con verdure e menta piperita, 2.500 kyat), Pinsen (tortino di pollo con verdure, 2.000 kyat) e non dimenticate di ordinare il riso. Hanno anche un lassi fatto a mano con yogurt, pezzi di ananas e ghiaccio da mangiare col cucchiaino.
  • 7 Bancarella all'angolo della 30ma e la 84ma strada, 69ma strada, tra la 34ma e la 35ma. Ecb copyright.svg pasto a base di curry 800 kyat. Simple icon time.svg a pranzo. Molto frequentato all'incrocio, cucina più di 10 curry differenti. Il personale parla abbastanza inglese per indicare se che tipo di carne o pesce ci sono nei curry e si sceglie a vista. Il pasto consiste di curry con riso, zuppa e un piatto di verdure.
  • 8 Mercato notturno (Shen Ze Market), Angolo tra la 76ma e la 34ma strada. Non ci sono menu in inglese e le bancarelle vendono principalmente specialita cinesi: zuppe calde, dumpling (al vapore, o in zuppa o insalata), spaghetti Thai, pescato con spaghetti noodle di riso, spaghetti noodle con zampone ecc. Da provare lo yougurt al miele molto in voga tra la gente del posto, e i succhi di frutta espressi.
  • 9 Shwe Gokai, 35ma strada (Sul lato nord della 35ma, qualche negozio a ovest della 68ma (il geotag porta in zona ma non esattamente davanti, da migliorare). Di fronte a un negozio di ceramiche che espone molti vasi di creta.). È un ristorante barbeque cinese famoso per la lingua di manzo grigliata e la zuppa di spaghetti noodle di riso (ba ba si). Non ha un insegna in inglese ma è facile da trovare in quanto è l'unico ristorante BBQ sul nord della 35ma.
  • 10 Ristorante Detnewēn, 68a strada (A sud della 68ma strada, a circa 50 metri dall'incrocio con la 35ma, vicino ad un convenience store (una specie di alimentari). Tavoli in legno marrone scuro sul cortile esterno. Non ci sono insegne in inglese ma solo in birmano). Ecb copyright.svg spiedini da 450 kyat, Male 2500 kyat. Solo per gli audaci che verranno compensati con un'enorme soddisfazione. Il ristorante è sicuramente non per turisti; vi troverete solo gente del posto e i camerieri non parlano lingue straniere (la traduzione del nome del ristorante l'ho dovuta chiedere poi in albergo). Dopo un primo imbarazzo per non essere molto d'aiuto a capire cosa mangerete vi faranno sedere e il cameriere si presenterà con un foglietto scritto a mano con la traduzione in inglese di quello che potete scegliere. Non siate timorosi e provate l'esperienza, ecco come funziona: il locale è molto spartano con luci al neon e prepara solo spiedini vari grigliati e curry birmani ( che si chiamano "Male" ). Scegliete i vostri posti e poi andate al bancone degli spiedini da grigliare e li mettete dentro un cestino o il cameriere lo farà per voi, poi prendete un altro cestino e andate al bancone delle verdure da mettere nel "Male". Lasciate tutto al cameriere e sedete. Vi porteranno del tè caldo da bere e piatti e bicchieri ancora nuovi incelofanati che dovrete aprirvi da soli e sistemare sul tavolo. Quando pronto vi porteranno il curry (Male), probabilmente non la versione piccante come per la gente del posto ma col piccante in un piattino separato e un piatto di riso bianco. Poi vi porteranno la grigliata già tagliata in bocconcini.
Molte cose che avrete scelto non saprete cosa sono esattamente ma è una goduria culinaria e le porzioni sono generose. Ogni spiedino costa circa 800 kyat e col curry si arriverà a spendere attorno ai 9000 kyat (circa 7 USD) per due persone. Si mangia con le bacchette.
Ottimo e consigliato.
  • 11 Ristorante Tat Nay Won, 68a strada (Prendendo la 68a da sud, a circa 300mt sulla sinistra, non ci sono insegne in inglese ma solo in birmano, si riconosce per la veranda molto grande). Ecb copyright.svg spiedini da 450 kyat, Male 2500 kyat. Stesse specialità del ristorante Detnewēn e ottimo. Qui uno dei camerieri parla un inglese sufficiente per far capire cosa si ordina. Una volta ordinato viene apparecchiato (non piatti nuovi come nell'altro anche se ben puliti) e portato del tè e una zuppa a base d'aglio molto buona, offerta dalla casa. Il ristorante è più grande dell'altro.
  • 12 Eain Pyan Lan - Tea shop. Ecb copyright.svg piatti per circa 850 kyat. Come in italia il bar è il punto di ritrovo, in Birmania è il Tea shop. Ci si siede, si beve del tè e si passa il tempo. In genere se se ne ordina uno arriva col latte, ma quello che c'è già nel termos sul tavolo è tè verde senza latte. Si può ordinare anche del cibo ed è quindi un'ottima opzione per fare esperienza di vita locale. Molto economico se si è in ristrettezza economica, un piatto di riso alle foglie di tè costa 850 kyat ed è molto buono.
  • 13 Uncle Chan Beer Station, 35a strada (Sul lato est dell'incrocio tra la 35a e la 73a). Ecb copyright.svg Boccale di birra 750 kyat. Una birreria molto grande dove vi verrà servita la birra Myanmar. Per mangiare si sceglie ai frigoriferi gli spiedini da grigliare e il riso va chiesto se si vuole. Soprattutto gente del posto e poca presenza femminile.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 AD1 Hotel, Eindawya Sintada Street (Ad est della pagoda Eindawaya, la strada sulla 88ma tra la 27ma e 28ma, distretto Chan Aye Thar San.), +95 2 34505, +95 9 6502430. Ecb copyright.svg 15/30 USD. Posizione centrale nel cuore del mercato Zeygo. Il terrazzo sul tetto è qualcosa di speciale. Le stanze sono kitch e i bagni un po' vecchi ma ha un buon prezzo.
  • 2 ET Hotel, 83ma strada (Tra la 23ma e la 24ma strada), +95 2 65006. Ecb copyright.svg 20 USD. Carino e pulito. Wi-Fi gratuita, prenotazione tour e trasporti. Personale gentile.
  • 3 Nylon Hotel (All'angolo tra la 83ma e la 25ma strada), +95 2 33460, +95 2 66550, +95 2 60757, @ nylon@mptmail.net.mm. Ecb copyright.svg 10/20 USD.Check-out: 12:00. La qualità delle stanze e dei bagni è lo standard per questo prezzo in Birmania. Colazione semplice e il Wi-Fi è incluso nelle stanze. Il personale è estremamente gentile ad eccezione del proprietario. Fate attenzione a non farvi truffare con la biancheria da lavare, siate chiari sul prezzo unitario e contate voi i pezzi.
  • 4 Mahar Hotel (Sulla 24ma strada, tra la 83ma e la 84ma.), +95 2 22854, @ hotelmahar.mdy@gmail.com. Ecb copyright.svg 18/25 USD.Check-out: 12:00. È a un blocco di distanza dal Nylon Guest House. Le stanze sono molto pulite e un buon rapporto qualità prezzo per Mandalay anche se le stanze singole sono piccole. Doccie calde e colazione standard inclusa. Personale gentile.
  • 5 Peacock Lodge, 60ma strada, +95 9 2042059, @ lodge@gmail.com peacock lodge@gmail.com. Ecb copyright.svg 35 USD doppia standard, 55 USD doppia deluxe.. Fantastico B&B a conduzione familiare. Molto gentili e un po' fuori dal centro. Nolegio moto. Wi-Fi gratuito nelle stanze e la colazione in giardino è inclusa. Doccie calde. Possono organizzare trasporti per l'aeroporto e biglietti dell'autobus.
  • 6 Rich Queen Guest House, 87ma strada (Tra la 26ma e la 27ma strada), +95 2 260172, +95 9 91028348. Il posto è nuovo ed è attrezzato in modo moderno. Tutte le stanze hanno aria condizionata.
  • 7 Royal Guesthouse, 25ma strada, no 41 (Tra la 82ma e la 83ma strada, sul lato sud.), +95 2 65697. Ecb copyright.svg Da 7 USD.Check-out: 12:00. Si riempie velocemente quindi prenotatelo prima di arrivare a Mandalay. Le stanze più economiche hanno ventilatori e bagni condivisi, le più costose hanno aria condizionata, che però è attaccata all'impianto governativo, quindi si spengono durante i blackout. Vicino al palazzo reale. Il personale è gentile. C'è un noleggio biciclette di fronte: 1.500 kyat al giorno ma si puo' negoziare.
  • 8 Sabai Phyu Hotel, 81ma strada an No 58 (tra la 24ma e la 25ma strada), +95 9 250285062, @ contact@sabaiphyuhotel.com. Ecb copyright.svg 10/20 USD. Nonostante le stanze che assomigliano un po' a delle celle squallide, per i sovraprezzi che fanno pagare a Mandalay questo è probabilmente il miglior posto qualità prezzo. Acqua potabile gratuita. Colazione per 1 USD. La pressione dell'acqua è ottima.
  • 9 Yoe Yoe Lay Guesthouse, 58ma strada (Tra la 35ma e la 36 e tra la 57ma e la 58ma), +95 9 44404 1944, @ nanbwe1@gmail.com. Ecb copyright.svg 10/30 USD. Check-in: 12:30, check-out: 12:00. Ottima colazione che comprende anche frutta, cibo locale e occidentale. Wi-Fi e acqua potabile gratuiti. Bagni puliti con acqua calda. La proprietaria "Mama" il personale sono tutti gentili. Noleggio biciclette per 2USD al giorno. Organizzano escursioni turistice e biglietti degli autobus. Si prenota dalla loro pagina Facebook o email.
Stanze doppie con aria condizionata e bagno, 30USD; con bagno condiviso, 25USD; dormitori 10USD per letto. Sono collegati con un altro ostello dove possono portarvi se avete bisogno di noleggiare una motocicletta (11.000 kyat al giorno).
  • 10 Golden Express ex Yadanar Supon, Kywe Ser Kan Rd (6,5 km a sud della stazione ferroviaria), +95 2 31019. Sistemazione in bungalows.
  • 11 Dreamland Guest House, All'angolo della 69a & 37a strada, +95 2 32850, +95 9402544997, +95 943068299, @ dreamlandguesthouse.mdy@gmail.com. Ecb copyright.svg 25 USD per la doppia con bagno ensuite. Check-in: 13:00, check-out: 12:00. Spartano ma vero e il personale è molto gentile e di aiuto. È una scuola sperimentale d'arte che utilizzano anche come albergo. Collaborano con ristorante vicino per la colazione (servita tra le 07:30 e le 09:30). Si ha a disposizione del pane in cassetta da tostare e marmellate varie, anche fatte in casa e strane per noi (ad esempio marmellata di banana e pure di aglio) per la parte occidentale. Viene servita anche la colazione birmana che varia ogni giorno. Tè e caffè quanto se ne vuole.
Cambiano soldi in caso di bisogno, praticamente senza commissione.
Durante il giorno ci saranno bambini che frequentano lezioni di violino e pianoforte e c'è sempre un'esposizione d'arte. Il personale è gentile. I dormitori hanno aria condizionata e i letti a castello hanno tendine, lampade e prese per la corrente. I letti superiori si raggiungono attraverso delle scale a gradini e non scalette a pioli. Ci sono molti bagni con acqua calda. Wi-Fi da per tutto acqua potabile gratuita ed è molto pulito, con possibilità di asciugamano gratuito. Noleggio moto e biciclette, organizzano tour e taxi per raggiungere i posti turistici anche fuori città, basta chiedere in reception dove sono molto gentili e di aiuto.
Essendo locato all'incrocio tra due strade è rumoroso perché il traffico della città è a livelli folli più o meno 24 ore al giorno. Le stanze hanno però finestre con doppi vetri che aiutano un po'. Se riuscite a dormire con l'aria condizionata accesa allora è ok.
  • 12 Zegyo Hotel, 84ma strada (Tra la 27ma e la 28ma strada, vicino al mercato Zegyo). Ecb copyright.svg 25USD. Ottima posizione e stanze pulite.

Prezzi medi[modifica]

  • 13 Great Wall Hotel (Block 901,78th road). .
  • 14 Smart Hotel, No 167, 28ma strada (Tra la 76ma e la 77ma strada, quartiere di Chan Aye Tharzan), +95 2 32682. Ecb copyright.svg 60-90 USD. Vari tipi di stanze che vanno da molto semplice a molto belle. Personale molto gentile e capaci di assistere con i piani di viaggio. Organizzano biglietti per i trasporti. Ristorante interno e bar. Wi-Fi gratuita.
  • 15 Mandalay City Hotel, 26ma strada (Tra la 82ma e la 83ma strada). Ecb copyright.svg 80 USD. Hotel decente lontano dal traffico e il rumore, situato in una corte interna. Le stanze sono ok, buon personale e c'è una piscina tranquilla.

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

Mandalay è un rifugio per i boss della droga ed anche il centro principale per lo smercio. Nel 2005 ci fu un'esplosione al mercato Zegyo. Nonostante questo la città è piuttosto sicura.

Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 1 Ufficio Postale Centrale, 22 St, +95 2 35 900. Simple icon time.svg Lun-Ven: 09:30-16:30.

Internet[modifica]

Numerosi locali della città offrono ai propri clienti una connessione a internet, tra questi:


Nei dintorni[modifica]

  • Amarapura (Pyi) — Città famosa per le sue antiche attrazioni.
  • Ava (o Inn Wa) — Dove sorgeva Ava, una delle antiche capitali.
  • Mingun — Nota per la campana Mingun (una delle più grandi campane del mondo), la separa una tratta in barca da Mandalay.
  • Pyin U Lwin (o Maymyo) — Una stazione climatica di epoca coloniale tra verdi monti. Ospita un giardino botanico modellato sull'esempio di Kew Garden di Londra.
  • Sagaing — Una città ad est di Mandalay con molti templi e monasteri buddisti, alcuni dei quali situati sulle colline omonime vicino al centro.

Informazioni utili[modifica]

La città è estremamente rumorosa e caotica e sporco e polvere la fanno da padrone. Si consiglia di portare dei tappi per le orecchie per dormire e una mascherina per respirare. Molte persone del posto la usano, quindi non sarà strano se la indosserete. Ci sono inoltre molte zanzare ed è caldamente consigliato l'uso di spray repellenti.

Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla città. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.