Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Pavlovsk
Павловск
La reggia di Pavlovsk
Stemma e Bandiera
Pavlovsk (San Pietroburgo) - Stemma
Pavlovsk (San Pietroburgo) - Bandiera
Stato
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa della Russia
Reddot.svg
Pavlovsk
Sito istituzionale

Pavlovsk è una città della Russia nel Distretto di San Pietroburgo, a circa 30 km dalla città stessa e appena a sud di Carskoe Selo. Ospita il Palazzo Pavlovsk, una delle più splendide residenze della famiglia imperiale russa. Pavlovsk, insieme a San Pietroburgo e ai relativi gruppi di monumenti, fa parte dei Patrimoni mondiali dell'umanità in Russia.

Da sapere[modifica]

Il palazzo Pavlovsk è probabilmente la residenza imperiale russa meglio conservata fuori dalla capitale. L'interno neoclassico del palazzo fu fedelmente restaurato dopo un incendio nel 1803. I danni subiti dal palazzo durante l'occupazione tedesca nel 1941-1943, sebbene considerevoli, non furono devastanti come Peterhof e Carskoe Selo.

Cenni geografici[modifica]

La città si trova nella pianura della Neva, a sinistra del fiume Neva , nella valle del fiume Slavyanka. Il paesaggio è molto vario e contiene colline, creste e terrazze mescolate con valli, pianure, boschi e terreni agricoli. Numerose sorgenti danno origine a ruscelli e stagni di alimentazione. Nel Paleozoico, 300-400 milioni di anni fa, la zona era coperta da un mare. Circa 4.000 anni fa il mare si ritirò e formò la valle del fiume Neva che non è cambiata molto negli ultimi 2.500 anni.

Le attività economiche intense hanno cambiato il paesaggio forestale originale in terreno agricolo con piccoli boschetti di pioppi, betulle, ontani e salici. Nei secoli XVIII e XIX, all'interno e intorno alla città è stata creata una vasta area del parco di quasi 600 ettari (parchi di Pavlovsk e Arensky).

Come la maggior parte dei fiumi di San Pietroburgo, il fiume Slavyanka è inquinato. L'analisi dell'acqua eseguita da Greenpeace nel 2008 rivela livelli di contaminazione superiori alle norme consentite di decine o centinaia di volte

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) -2 -1 4 9 16 21 22 21 15 9 2 -1
Minime (°C) -8 -8 -3 2 7 12 14 13 8 4 -2 -6
Precipitazioni (mm) 40 31 35 33 38 64 78 77 67 65 56 49

Il clima di Pavlovsk è temperato e umido, ha un clima continentale. La durata della giornata varia da 5 ore e 51 minuti nel solstizio d'inverno a 18 ore e 50 minuti nel solstizio d'estate. L'estate è breve e moderatamente calda, mentre l'inverno è lungo e irregolare, con frequenti disgeli. Le temperature dell'aria superiori a 0 °C prevalgono da inizio aprile a metà novembre. Il mese più freddo è febbraio. I venti soffiano principalmente verso sud e cambiano spesso la massa d'aria sopra la città. L'estate è dominata dai venti occidentali e nord-occidentali e la direzione del vento cambia in ovest e sud-ovest in inverno. I mesi più nuvolosi sono novembre, dicembre e gennaio, mentre i meno nuvolosi sono maggio, giugno e luglio. Ci sono almeno 240 giorni di sole all'anno. Tra il 25 maggio e il 16 luglio, si osservano notti bianche quando il sole passa solo brevemente all'orizzonte e il giorno dura quasi diciannove ore.

Cenni storici[modifica]

La storia di questa cittadina inizia con la costruzione dell'omonima reggia dello zar di Russia. Questa venne realizzata tra il 1782 ed il 1786 sotto Caterina II secondo i piani dell'architetto Charles Cameron, per esser donata al figlio di lei, il futuro Paolo I di Russia.

Il palazzo, la cui pianta ha la forma di un emiciclo, si distingue per il prestigioso giardino ed il colonnato in ordine dorico, costruito secondo i dettami architettonici dell'epoca.

Fu sede anche della Scuola militare di Pavlovsk.

Tra il 1918 e il 1944 la città fu chiamata Sluck, in onore della rivoluzionaria Vera Sluckaja.

Come orientarsi[modifica]

Il centro della città è il Palazzo Pavlovsk, costituito dal corpo principale e dalle ali collegate ad esso da gallerie. Di fronte al palazzo, ad accogliere i visitatori si trova il monumento in bronzo di Paolo. Si tratta di una copia del 1872 del calco originale di Giovanni Vitali. A nord si trova il Parco Pavlovsk che copre i 2/3 dell'area della città. Con una superficie di circa 600 ettari, il parco è uno dei più grandi in Russia e in Europa. Sette parti si distinguono all'interno del parco. Ci sono numerosi padiglioni e una parte contiene una collezione di statue in bronzo. La fortezza Bip, una delle preferite del giovane Paolo I, fu incendiata durante la seconda guerra mondiale e ne rimasero solo le mura; è stato restaurato entro il 2010.

Prima del 1917 non c'era separazione tra la residenza imperiale e la città, ed entrambe appartenevano a un unico proprietario. Lungo i confini meridionale e occidentale del parco corre la strada principale, che ora è chiamata Sadovaya Street, e i suoi nomi precedenti erano Fyodorovskaya (prima del 1783), Tsarskoselskaya (1783-1919) e Revolyutsii (epoca sovietica). A ovest, questa strada conduce al terminal dei treni e poi a Puškin. Il confine occidentale della città è la ferrovia San Pietroburgo-Vicebsk.

Ci sono diverse chiese vicino al palazzo, la più antica è la Chiesa di Maria Maddalena e la Chiesa di Pietro e Paolo (costruita nel 1799 da Brenna). Il primo fu costruito nel 1781–1784 da Giacomo Quarenghi ed è il primo edificio classico in pietra a Pavlovsk. Tuttavia, più prominente è la Cattedrale di San Nicola in onore di Paolo I, una chiesa ortodossa attiva costruita nel 1900-1904 da Alexander von Hohen in stile revival russo.


Come arrivare[modifica]

Stazione ferroviaria di Pavlovsk

In auto[modifica]

Da San Pietroburgo

  • da Piazza della Vittoria lungo l'autostrada di Mosca (M10 E105) fino all'insediamento di Moskovskaya Slavyanka, quindi a destra dal semaforo (in direzione di Puškin) fino al passaggio a livello nella città di Puškin. Senza attraversare le linee ferroviarie, girare a sinistra e proseguire lungo la ferrovia fino alla piazza Vokzalnaya della città di Pavlovsk per circa 1,5 km.
  • da Piazza della Vittoria lungo l'autostrada per Pulkovo fino alla svolta per Puškin (tunnel sotterraneo a sinistra), oltre il villaggio. Dal quartiere Shushary di San Pietroburgo, attraversare il passaggio a livello, entrare nella città di Puškin e attraversarla lungo le strade: Peterburgskoe shosse, Dvortsovaya, Srednaya, Sadovaya che si trasforma in Pavlovskoe shosse. Guidare sotto il ponte ferroviario (ingresso a Pavlovsk) e girare a destra.

In treno[modifica]

  • Dal centro di San Pietroburgo è conveniente andare a Pavlovsk dalla stazione ferroviaria di Vitebsk (Linea 1). Ci sono molti treni elettrici (in media, partono ogni 20 minuti dalla mattina presto fino a tarda sera), il tempo di percorrenza è di 35 minuti, il prezzo del viaggio è di 55 rubli.
  • Dalla parte meridionale della città, puoi partire dalla piattaforma Prospect Slavy o dalla stazione di Kupchino, il tempo di percorrenza è di circa 20 minuti, il prezzo del viaggio è di 40-45 rubli. (Linea 2)
  • Stazione ferroviaria, Piazza Privokzalnaya (Nelle immediate vicinanze del Parco Pavlovsky). I treni suburbani vanno da San Pietroburgo alla stazione ferroviaria di Vicebsk (il tempo di percorrenza è di circa 35 minuti).
La distanza tra le stazioni San Pietroburgo-Viteb. (Linea 1 Kirovsk-Vyborgskaya: Pushkinskaya) e Pavlovsk 26 chilometri. Il tempo medio di percorrenza è di 35 minuti. Il prezzo di un biglietto del treno dalla stazione ferroviaria di San Pietroburgo-Vicebsk a Pavlovsk è di 44 rubli.
La distanza tra le stazioni Kupchino (Linea 2 Mosca-San Pietroburgo: Kupčino) e Pavlovsk è di 16 chilometri. Il tempo medio di percorrenza è di 19 minuti. Il prezzo di un biglietto del treno da Kupčino a Pavlovsk è di 40 rubli.

In autobus[modifica]

  • Da Linea 2 Zvezdnaya alla stazione ferroviaria di Pavlovsk con l'autobus numero 179, con il taxi numero K363
  • Da Linea 2 Moskovskaya a Pavlovsk con il minibus n. К286, К299, К545
  • Da Linea 2 Kupchino a Pavlovsk con il minibus n. К286, К545А

La tariffa in autobus è di 40 rubli, in minibus - 40 rubli.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Parco Pavlovsky in inverno, visto dal ponte Viscontiev alla valle di Slavyanka
Stagni del parco Pavlovsky

La Riserva del museo statale Pavlovsk, che circonda il palazzo, comprende un complesso di edifici, un parco del XVIII/XIX secolo e un'ex residenza reale suburbana. Fu trasformato in un museo dopo la nazionalizzazione nel 1918. La riserva museale ha ricevuto il suo status moderno nel 1983. I palazzi e parchi di Pavlovsk, così come la parte storica della città, sono inclusi nella lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità in Russia.

La riserva museale comprende:

  • Parco Pavlovsk. Il Parco Pavlovsky è uno dei più grandi parchi paesaggistici sia in Russia che in Europa (circa 600 ettari). La composizione del parco comprende 7 aree paesaggistiche: Pryvortsovy, Slavyanka River Valley, Big Star with a Valley of Ponds, Old Silvia, New Silvia, Parade Field e White Birch. Il parco è adornato con i classici padiglioni: il Tempio dell'Amicizia, il Colonnato di Apollo, la Voliera, il Bagno Freddo, la Sala Rotonda, il Padiglione Rosa; pastorale: il Caseificio, la Torre della Buccia; memoriale: monumento ai genitori, mausoleo al coniuge benefattore, ponti sullo Slavyanka, scultura in marmo e bronzo. La collezione di sculture in bronzo russe fa parte dell'ensemble Old Sylvia. I locali del palazzo e i padiglioni del parco sono stati costruiti e decorati tenendo conto del paesaggio circostante.
  • 59.68583330.4533331 Palazzo Pavlovsk, st. Sadovaya, 20, +7 812 452-15-36. Simple icon time.svg 10:00-17:00. Residenza imperiale russa del XVIII secolo costruita dall'ordine di Caterina la Grande per suo figlio, è un monumento architettonico del classicismo russo. Il palazzo è stato completamente restaurato dopo la Grande Guerra Patriottica. È costituito dall'edificio principale e dalle ali laterali , collegate ad esso da gallerie-passaggi. Nel palazzo si possono vedere i vestiboli egizi, le sale da ballo, la sala grande o del trono, la sala della guerra e la sala della pace, la galleria d'arte, la biblioteca e altri locali. Reggia di Pavlovsk su Wikipedia Reggia di Pavlovsk (Q405637) su Wikidata
  • Chiesa di Pietro e Paolo nel Palazzo Pavlovsk. Chiesa ortodossa funzionante del 1799. Racchiude immagini nell'iconostasi dell'artista J. Kades.
  • Monumento a Paolo I. Installato nel 1872 di fronte al palazzo al centro della piazza d' armi. L'Imperatore si affaccia sul vicolo d'ingresso, "riceve gli ospiti" nella sua residenza estiva.
Statua di Maria Feodorovna nel Padiglione Rossi
  • Distretto centrale (Pryvortsovy).
    • Giardino privato. Giardino del 1801-1803, posto sotto le finestre delle "stanze private" dell'imperatrice. Il giardino è indissolubilmente legato ai palazzi, balconi, terrazze e scale. Disposto nel carattere di piccoli giardini franco-olandesi, con una chiara disposizione geometrica, parterre floreali che ricordano tappeti colorati. Tigli tranciati, pioppi piramidali, statue, busti e vasi in marmo. Il vicolo centrale si accede al Padiglione delle Tre Grazie del 1800. Il padiglione si presenta come uno snello portico antico a 16 colonne dell'ordine ionico. Nel 1803, il gruppo delle Tre Grazie fu installato nel padiglione, scolpito da un blocco di marmo.
    • Triplo vicolo di tiglio. Conduce dal palazzo al campo di parata. A sud lungo la strada: il padiglione della voliera del 1782, per gli uccelli canori, costruito in stile classico. L'alto salone centrale, coronato da una cupola, è collegato da colonnati dorici coperti alle stanze laterali. Più avanti lungo il vicolo, il Padiglione Rossi del 1914, un padiglione-padiglione con colonne e una semicupola, al centro c'è una scultura dell'imperatrice Maria Feodorovna del 1900. Lungo il vicolo a nord: il Caseificio del 1782, realizzato in pietra grezza, a imitazione delle costruzioni rurali alpine.
  • Parade Field. Una zona pittoresca con un grande stagno e un'isola al centro. Fu realizzato sul sito della polverosa Piazza d'Armi nel 1803-1813 dal maestro del parco P. Gonzago.
  • Vecchia Sylvia (Staraya Sylvia - Dodici percorsi). Area del 1790 con un layout regolare e molte sculture in bronzo.
    • Monumento ai Genitori. Struttura commemorativa del 1786 dedicata alla memoria dei membri defunti della famiglia di Maria Feodorovna, in stile antico. In fondo al padiglione si trova una composizione scultorea in marmo del 1807.
  • Nuova Sylvia. Area del 1799/1800 con una vasta e fitta foresta.
    • Mausoleo del coniuge benefattore. Struttura commemorativa del 1808/1809 nello stile di un antico tempio greco, dedicata alla memoria di Paolo I.
    • Colonna della fine del mondo. Sottile colonna ionica del 1783 di marmo rosa.
  • Betulla bianca. Area forestale di 250 ettari formata nel 1801/1828 nel nuovo stile di un parco paesaggistico russo, un parco di pianura e una modesta natura settentrionale.
    • Padiglione delle Rose. Edificio del 1811/1812 in legno chiaro con portici a colonne sormontati da una piccola cupola, circondato da cespugli delle più rare varietà di rose. Nel 1814, secondo il progetto di K. Rossi, vi fu aggiunta la Sala da Ballo. All'inizio del XIX secolo, il Padiglione Rosa era percepito come il nuovo centro dell'intero complesso di giardini e parchi. A quel tempo, gli ospiti di Pavlovsk si riunivano qui, tra cui molte figure culturali: poeti, scrittori e artisti.
Tempio dell'amicizia nel parco di Pavlovsk
  • Valle del fiume Slavyanka. Un parco in stile paesaggistico, un letto di fiume tortuoso e pittoresche rive collinari.
    • Colonnato di Apollo. Risalente al 1782/1783, a forma di doppio anello di colonne di ordine dorico, ricoperto di architrave, al centro si trova la scultura dell'Apollo Belvedere.
    • Cold Bath Pavilion. Soap house estiva del 1799, una struttura centrale rotonda a cupola con annessi rettangolari ai lati. Nelle vicinanze, oltre il fiume Slavyanka, c'è un ponte Centauro del 1799 con sculture fuse da un originale antico.
    • Tempio dell'Amicizia. Tempio rotondo del 1780/1782 racchiuso da un anello di colonne doriche scanalate, posto su una penisola formata da un'ansa del fiume.
    • Peel Tower. Segheria circolare del 1797 con tetto di paglia.
  • Bolshaya Zvezda. Parte paesaggistica del parco con vicoli radiali dalla stazione ferroviaria, che conducono alle aree centrali del parco.
    • Sala Rotonda. Padiglione rettangolare del 1799/1800 con portici sulle facciate laterali e absidi alle estremità, era utilizzato per serate musicali e concerti.
    • Luogo della stazione musicale (Kurzal). Stazione della ferrovia Carskoe Selo del 1836 con un ristorante e una sala da concerto. Nella sua sala da concerto, Johann Strauss ha diretto e suonato qui per circa 10 anni come anche molti altri. L'edificio della stazione fu distrutto durante la Grande Guerra Patriottica.

Edifici religiosi[modifica]

Cattedrale di San Nicola
  • 59.68514130.4466752 Chiesa di Maria Maddalena, Va Sadovaya, 17, +7 952 200-85-58. Simple icon time.svg 09:00-19:00. Il primo edificio in pietra di Pavlovsk in stile classico risalente al 1781/1784. Mary Magdalene church (Pavlovsk) (Q4504778) su Wikidata
  • Cattedrale di San Nicola Taumaturgo in memoria dell'imperatore Paolo I, via Artilleriyskaya, 2. Chiesa ortodossa funzionante in stile neo-russo del 1900/1904.
  • Chiesa di Caterina e la Natività della Beata Vergine Maria a Grafskaya Slavyanka. Chiesa ortodossa nel villaggio di Dynamo.
  • Chiesa della Trinità vivificante, via Konyushennaya, 11 (Nella caserma dei pompieri). Chiesa ortodossa in legno funzionante del 2007/2008. Nella cappella c'è un'icona "Burning Bush", dei vigili del fuoco paternalistici.
  • Chiesa evangelica luterana di Santa Maria Maddalena, Gornaya Street, 17. Unico monumento in Russia dell'architettura cimiteriale presso il cimitero cittadino.

Altro[modifica]

Monumento a Johann Strauss
  • Obelisco in memoria della fondazione di Pavlovsk. Monumento del 1782, sul cui piedistallo è fissata una targa in ghisa con l'iscrizione "Pavlovskoye cominciò a essere costruita nel 1777".
  • Castello "Bip". Con la sua sagoma, merlature di alte mura e torri, un castello medievale di cavalieri del 1795/1797 alla biforcazione dei fiumi Slavyanka e Tyzva. Un edificio in pietra a due piani con una torre ad angolo rotondo di cinque piani di fronte allo stagno Marientalsky. L'edificio in pianta aveva la forma di un pentagono irregolare allungato. All'interno c'era un cortile della stessa forma. Durante la guerra, durante uno dei bombardamenti della città, è scoppiato un incendio nell'edificio, che si è completamente bruciato, lasciando solo una scatola di mura di pietra. Restaurato nel XXI secolo.
  • 59.6872130.4435373 Nikolaev (Pig-Iron) Gates, Sadovaya st. (All'incrocio con via Berezovaya). Porte d'ingresso della città del 1826 sulla strada Carskoe Selo. Prende il nome da Nicola I, per ordine del quale sono stati installate. Un cancello con una piccola area di fronte a loro dal lato di Carskoe Selo, delimitato da una recinzione semicircolare, determinava l'ingresso alla città dalla capitale.
  • Stazione ferroviaria di Pavlovsk. Una delle opere degli anni '50 nello stile del cosiddetto "Impero stalinista".
  • Museo regionale di storia della città di Pavlovsk, Peschaniy Pereulok, 11/16. Documenti, mappe e piante dell'area, rare vecchie fotografie e cartoline, ritratti dei proprietari di Pavlovsk, una collezione di antichi dischi musicali, articoli per la casa, bambole etnografiche, dipinti e opere contemporanee le arti applicate aprono nuove pagine sconosciute dello sviluppo della città. Il museo, aperto nel 2003, ricrea gli angoli di un residente estivo, un artigiano e una capanna rurale.
  • Monumento al compositore Johann Strauss. Una copia ridotta dal monumento a Strauss a Vienna. Installato ai Five Corners, vicino al Grand Palace.
  • Ponte Burtonov, Elizavetinskaya Street. Un ponte sul fiume Tyzva.
  • Ponte Linnovsky, Mariinsky Street. Un ponte sul fiume Slavyanka.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Non ci sono grandi centri commerciali a Pavlovsk. I souvenir possono essere acquistati nei negozi di souvenir agli ingressi del parco, così come nella sala del Palazzo Pavlovsk. Inoltre, all'ingresso del parco, è possibile acquistare noci e semi per nutrire gli scoiattoli e gli uccelli che vivono nel Parco Pavlovsky.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 59.6931330.4329261 Keb House & Good Coffee, Privokzalnaya pl., 1, +7 812 671-00-06. Simple icon time.svg 06:00-23:00. Una bancarella di cibo di strada vicino alla stazione.
  • 59.6866230.4431232 Caffè Grushenka (Кафе Грушенька), Via Konyushennaya, 1 (Vicino alla porta Nikolaev), +7 812 452-28-40. Simple icon time.svg 10:00-20:00. Una catena di caffè locale: ce ne sono quattro a Pushkin e uno a Pavlovsk. È specializzato principalmente in pasticceria e dessert, ma ci sono anche cene (zuppe, piatti caldi). Sono disponibili menù per bambini e dietetici. Le recensioni sono buone, ma i visitatori si lamentano del fatto che il bar può essere affollato a causa della sua vicinanza al parco.
  • 59.68493730.4290523 "Intorno al pane" (Вокруг хлеба), 1a Sovetskaya st., 18, +7 911 733-05-55. Simple icon time.svg 09:00-20:00. Caffetteria-panetteria nel seminterrato dell'edificio residenziale, che offre pane caldo, dolci e caffè. C'è un caminetto, area giochi per bambini, Wi-Fi e prese per gadget. Buon feedback. È più comodo arrivarci con i propri mezzi oa piedi (circa 20 minuti a piedi dalle porte Nikolaevskiye lungo la via Berezovaya).
  • 59.68627530.4301434 Khlebnaya Usadba (Хлебная усадьба), Via Detskoselskaya, 17 (Difronte al monumento commemorativo "Madre addolorata"), +7 (812) 943-12-31, +7 (953) 343-32-79, . Simple icon time.svg 09:00-21:00. Una famosa catena di panifici a San Pietroburgo e nella regione con una selezione molto ampia di prodotti. Le torte sono vendute a pezzi, torte (dolci e sostanziose) - a pezzi a peso o intere. C'è tè (pacchetto), caffè, bevande. Tutto può essere consumato sul posto o da asporto, la sera sono previsti sconti sui prodotti da forno. Andateci come per "Around Bread" (gli stabilimenti si trovano non lontani l'uno dall'altro).

Prezzi medi[modifica]

  • Restaurant Big Column Hall, St. Sadovaya, 20, +7 (812) 957-00-19. Simple icon time.svg 10:00-18:00.
  • 59.69968630.4530954 Restaurant Uno Cafe (Ресторан Уно), st. Novovestinskaya, 2A, +7 812 466-83-23. Simple icon time.svg 11:00-23:00. Progettato principalmente per banchetti o grandi gruppi di visitatori. Abbastanza un ampio e intricato menu, c'è una lista dei vini. C'è una terrazza estiva e parcheggio.

Prezzi elevati[modifica]

  • Ristorante Zamok BIP, st. Mariinsky, 4, +7 812 244-28-28. Ristorante in hotel.
  • 59.69668530.4387345 Ristorante Podvorie, Filtrovskoe shosse, 16 (All'ingresso di Pavlovsk), +7 812 454-54-66, . Simple icon time.svg 08:00-23:00. Un complesso di ristoranti del formato "villaggio russo" nella sua accezione più kitsch. Tra gli ospiti d'onore del ristorante ci sono presidenti e pop star, quindi i comuni mortali non hanno nulla da acchiappare qui, e non possono permetterselo: anche una tazza di tè qui costerà 300 rubli, per non parlare dell'altro menu.


Dove alloggiare[modifica]

Ha senso stabilirsi a Pavlovsk solo se prevedi di esplorare le sue attrazioni per diversi giorni. Altrimenti, sarebbe più logico rimanere da qualche parte nel sud di Pietroburgo (nel distretto di Mosca o Frunzensky), dove la scelta è incomparabilmente più ampia. Non ci sono praticamente hotel nella stessa Pavlovsk, ma i siti di aggregazione offrono diverse opzioni per l'affitto giornaliero di appartamenti (e una dozzina di opzioni in più nella vicina Puškin).

Prezzi modici[modifica]

  • Hotel of the Road Training and Engineering Center, +7 812 452-13-63, fax: +7 812 465-10-97.

Prezzi medi[modifica]

  • 59.68501130.4388341 "Storia moderna", st. Vasenko, 8 (Nel centro della città), +7 981 111-77-11, +7 812 452-01-47. Ecb copyright.svg Da 3300 rubli per un appartamento per 2-3 persone. La connessione Wi-Fi e i prodotti da bagno sono inclusi. Sono presenti elettrodomestici, tv, cassaforte, parcheggio.

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

Il parco Pavlovsky è molto grande e nelle sue parti remote e disabitate puoi perderti per abitudine, quindi se stai andando lì, accendi il navigatore o acquista mappe all'ingresso del parco. Tieni presente che il parco è recintato intorno al perimetro e gli ingressi sono chiusi di notte, quindi se prevedi di camminare tutto il giorno, tieni d'occhio l'ora, soprattutto durante le notti bianche, quando la sera e anche le notti sono facili da perdere. Non dovresti nuotare nello Slavyanka e negli stagni del parco: in primo luogo, è vietato e punibile con multe, e in secondo luogo, ci possono essere ostacoli e luoghi fangosi sul fondo dei bacini artificiali: c'è il pericolo di lesioni o addirittura di annegamento, nonostante la profondità ridotta. Non salire mai su strutture e sculture del parco e non lasciare che i bambini lo facciano: questo non è solo pericoloso, ma anche punibile dal punto di vista amministrativo.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.