Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Tematiche turistiche > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Nepal

Patrimoni mondiali dell'umanità in Nepal

Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Nepal al 2021.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

Il Nepal ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 20 giugno 1978.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
27.96527886.9130561 Parco nazionale di Sagarmatha 1979 Naturale (vii) Sagarmatha è una zona eccezionale con impressionanti montagne, ghiacciai e valli profonde, dominata dal Monte Everest, la vetta più alta del mondo (8.848 m). Diverse specie rare come il leopardo delle nevi e il panda minore, si trovano nel parco. La presenza degli sherpa, con la loro cultura unica, aggiunge ulteriore interesse a questo sito. Mnch gokyolake1.JPG
27.785.3333332 Valle di Katmandu 1979 Culturale (iii)(iv)(vi) Il patrimonio culturale della valle di Katmandu è formato da sette gruppi di monumenti e costruzioni che mostrano la gamma completa di conquiste storiche e artistiche per cui la valle di Katmandu è famosa nel mondo. Questi sette includono le piazze Durbar di Hanuman Dhoka (Katmandu), Patan e Bhaktapur, la stupa Buddista di Swayambhu e Bauddhanath e i templi indù di Pashupati e Changu Narayan. IMG 0361 Kathmandu Bodnath.jpg
27.584.3333333 Parco nazionale reale di Chitwan 1984 Naturale (vii)(ix)(x) Ai piedi dell'Himalaya, Chitwan è una delle poche vestigia rimaste indisturbate nella regione del Terai, che in passato si estendeva ai piedi di India e Nepal. Ha una flora e fauna particolarmente ricche. Una delle ultime popolazioni di rinoceronte asiatico dal singolo corno che vive nel parco, che è anche uno degli ultimi rifugi della tigre del Bengala. Chitwan 2.jpg
27.46715683.2749084 Lumbini, il luogo natale di Buddha 1997 Culturale (iii)(vi) Siddhartha Gautama, il Buddha, nacque nel 623 a.C., nel famoso giardino di Lumbini, che divenne ben presto un luogo di pellegrinaggio. Tra i pellegrini c'era l'imperatore indiano Ashoka, che ha eretto lì uno dei suoi pilastri commemorativi. Il sito è ora in fase di sviluppo come un centro di pellegrinaggio buddhista, dove i resti archeologici associati con la nascita del Signore Buddha formano un elemento centrale. Elephants, Lumbini.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti