Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Nordafrica > Tunisia > Tunisia settentrionale > Parco nazionale di Ichkeul

Parco nazionale di Ichkeul

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Parco nazionale di Ichkeul
الحديقة_الوطنية_بإشكل
Scorcio del lago all'interno del parco
Tipo area
Stato
Superficie
Anno fondazione

Parco nazionale di Ichkeul è un'area protetta situata nella Tunisia settentrionale appartenente ai patrimoni dell'UNESCO.

Da sapere[modifica]

Il parco comprende l'omonimo lago e le zone umide che lo circondano.

Nell'area del parco sono presenti terme risalenti al Medioevo, ancora usate da alcune persone.

Cenni geografici[modifica]

Il parco, che copre un'area rettangolare di 11,4 per 20 chilometri, sorge attorno al Lago Ichkeul (بحيرة اشكل), un lago situato nei pressi delle coste del Mar Mediterraneo.

Il lago ha la particolarità di essere alimentato da sei wadi in acqua dolce durante l'inverno e di essere collegato al Mar Mediterraneo attraverso il lago di Biserta (nel canale Tinja ) durante l'estate, che aumenta notevolmente la salinità delle acque. Il lago è l'ultimo vestigio di una catena di laghi che una volta si estendeva in tutto il Nordafrica.

Flora e fauna[modifica]

Tramonto sul lago Ichkeul

Il lago Ichkeul e le paludi del parco sono un approdo importante per centinaia di migliaia di uccelli migratori ogni anno. Tra gli "ospiti" del lago si possono notare anatre, oche, cicogne e fenicotteri rosa.

Le dighe costruite sugli immissari hanno causato pesanti cambiamenti all'equilibrio ecologico di lago e paludi. Le dighe hanno nettamente diminuito l'afflusso di acqua nei laghi e nelle altre pozze di acqua dolce, facendo in modo che le macchie di ciperacee lascino il posto a piante più abituate all'acqua salata. Queste modifiche hanno limitato l'afflusso di uccelli migratori a causa della limitata disponibilità di vegetali.

Paesaggio del Lago Ichkeul

Cenni storici[modifica]

Questo parco era una riserva di caccia durante il regno della dinastia Hafsides del XIII secolo e poi divenne proprietà del dominio pubblico all'inizio del XX secolo.

Il parco è riserva della biosfera dal 1977 e fa parte dei patrimoni mondiali dell'umanità in Tunisia dal 1980. Tra il 1996 ed il 2006 è stato inserito tra quelli in pericolo, infatti il sito è stato minacciato dalla costruzione di dighe sui fiumi a monte che aumentano la salinità dell'acqua disturbando l'ecosistema. Le autorità tunisine hanno terminato l'uso agricolo delle acque del lago, riducendo la salinità e consentendo il ritorno di molte specie di uccelli nel parco. Questo progetto ha rimosso il parco della lista dei patrimonio mondiali in pericolo.

Come arrivare[modifica]

Entrata del parco

In auto[modifica]

  • Da Biserta prendere la strada RN 11, a sud-ovest verso Mateur. Dopo aver attraversato Tinja la strada taglia la ferrovia. L'ingresso parco nazionale si trova sulla destra, 50 metri più lontano.
  • Da Tunisi, prendere la strada RN 7 a Mateur. Lì svoltare a destra sulla strada RN 11 in direzione nord verso Biserta. L'ingresso al parco nazionale si trova a 50 metri prima di attraversare la ferrovia Mateur-Tinja.


Permessi/Tariffe[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

All'interno del sito è presente un piccolo museo.

Cosa fare[modifica]

Nell'area del parco sono disponibili un paio di percorsi trekking.

Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Biserta — La città più settentrionale in Africa.
  • Marnissa — Stazione balneare.
  • Teskraya — Sito indicato per le immersioni.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.