Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Pianura padana lombarda > Alto Milanese > Parabiago

Parabiago

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Parabiago
Dall'alto in senso orario: Villa Ida Lampugnani-Gajo, torre ornamentale in una corte lombarda, una roggia con il Santuario della Madonna di Dio il Sà sullo sfondo, via San Michele con la chiesetta omonima.
Appellativi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Parabiago
Parabiago
Sito istituzionale

Parabiago è una città della Lombardia, appartenente al territorio dell'Alto Milanese.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Parabiago è situata lungo il corso del fiume Olona, a sud di Legnano, che nella vicina Nerviano incrocia il canale Villoresi. Posta a un'altitudine compresa tra 164 e i 189 m s.l.m., le temperature medie sono di +3,1 °C a gennaio e +24,5 °C a luglio.


Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

La chiesa dei Santi Gervasio e Protasio
  • 1 Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio, Piazza Giuseppe Maggiolini. Si tratta di una chiesa già esistente nel XIII secolo, sede della Pieve di Parabiago fino al 1972. La Chiesa ospita uno storico organo Carrera del 1841. Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Parabiago) su Wikipedia chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Q3668171) su Wikidata
  • 2 Chiesa ed ex monastero di Sant'Ambrogio della Vittoria, Via don Giovanni Spagliardi. Risalente al XIV secolo, fu eretta per volere di Luchino Visconti e la prima pietra fu posata dall'arcivescovo Giovanni Visconti. Nel 1481 su petizione dei nobili di Parabiago, la chiesa venne affidata ai Frati della congregazione di San Barnaba e Sant'Ambrogio ad nemus. Chiesa ed ex monastero di Sant'Ambrogio della Vittoria su Wikipedia chiesa di Sant'Ambrogio della Vittoria (Q3674406) su Wikidata
  • 3 Santuario della Madonna di Dio il Sà, Via Cesare Battisti. Situato al confine con Nerviano, dalla cui parrocchia dipende, risale al XV/XVI secolo ed è probabilmente opera di Giacomo Lampugnano, allievo bramantesco. Al suo interno si possono osservare le statue risalenti all'anno 1672 di san Giacomo, san Filippo, Sant'Ambrogio e san Carlo; all'esterno quelle di sant'Antonio abate e san Cristoforo che ricordano modelli stilistici consueti al pieno Seicento. Santuario della Madonna di Dio il Sà su Wikipedia santuario della Madonna di Dio il Sà (Q3949825) su Wikidata
  • 4 Villa Maggi-Corvini. È l'unico edificio tardo-rinascimentale esistente a Parabiago e risale probabilmente al XVI secolo. Venne ristrutturato durante la fine degli anni novanta, conservando l'ingresso principale con la cancellata in ferro battuto, il porticato ed il cortile interno con il pozzetto, oggi scomparso. Villa Maggi-Corvini su Wikipedia Villa Maggi-Corvini (Q4012235) su Wikidata
  • 5 Parco del Roccolo. Parte del comune di Parabiago rientra in questo Parco, insieme ai comuni di Arluno, Busto Garolfo, Canegrate, Casorezzo e Nerviano. Fu istituito nel 1991 per la tutela degli elementi naturali della zona e per la valorizzazione dell'agricoltura (vengono coltivati principalmente mais, grano, frumento, avena, orzo, soia e foraggio). Parco del Roccolo su Wikipedia parco del Roccolo (Q3405782) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.