Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Nordafrica > Marocco > Marocco mediterraneo

Marocco mediterraneo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Marocco mediterraneo
Tangier1.jpg
Stato

Marocco mediterraneo è una regione del Marocco settentrionale, ospita città e villaggi di tutti i tipi, le città più importanti sono quelle di Al-Hoseyma e Tangeri. Diversi possedimenti spagnoli, come Ceuta e Melilla, e alcuni porti di rilevo.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Marocco settentrionale

Centri urbani[modifica]

  • Ain Beni Mathar — 80 km a sud di Oujda.
  • Al-Hoseyma — città sul bell'omonimo golfo.
  • Capo de Agua (Ras El Ma) — Una vasta spiaggia faccia alle Isole Chafarinas sotto sovranità spagnola. La spiaggia è frequentata da famiglie locali che nei week end vi fanno picnic.
  • Ceuta — Possedimento spagnolo collegato alla propria patria via traghetto. È un'alternativa meno caotica della vicina Tangeri.
  • Chefchaouen — Borgo montano nell'interno rispetto a Tangeri e tra estese coltivazioni di cannabis e a una cinquantina di km da Oued Laou, sulla costa mediterranea. Chefchaouen con i suoi vialetti bianchi, le porte blu e i verdi olivi è una perfetta città da cartolina che ricorda le isole greche.
  • Jerada — Città nelle Montagne del Beni Snassen del Marocco orientale.
  • Kariat Arekmane — Piccolo villaggio all'estremità orientale del "Mar Chica".
  • Melilla — Possedimento spagnolo, e possibile ingresso dall Spagna.
  • Nador — Città sulla laguna detta "Mar Chica" (Figlia del mare).
  • Oujda — Capoluogo del Marocco orientale.
  • Saida — Situata proprio sulla linea di confine con l'Algeria, Saida è un centro balneare di recente costituzione.
  • Tangeri — Tangeri è il punto di partenza per la maggior parte dei visitatori arrivati via mare dalla Spagna. Un fascino enigmatico che ha storicamente attratto numerosi artisti (Henri Matisse), musicisti(Jimi Hendrix), politici (Winston Churchill), scrittori (Burroughs, Mark Twain) e altri (Malcolm Forbes).
  • Tetouan — Capoluogo del Marocco settentrionale e base per raggiungere sia le montagne del Rif che la baia di Tamuda dove stanno i centri balneari di Martil e Cabo Negro.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Il Rif, la catena montuosa che va da Capo Spartel, vicino Tangeri, a Ras Kebdana sulla linea di confine con l'Algeria. Il suo versante settentrionale scende sulla costa mediterranea mentre quello meridionale delimita la valle del fiume (uadi) Sebou che ha le sue sorgenti nelle vicinanze del pittoresco villaggio di Tarhit. . Lungo la valle del Sebou percorsa dalla ferrovia e dalla statale N6 stanno Taza e le città imperiali di Fès e Meknes. La pianura del Saïs, molto fertile, lo separa dal Medio Atlante.

Ouezzane, 150 km circa a nord di Fès è un'altra città che ha conservato qualcosa delle passate atmosfere andaluse. Nel XV secolo accolse molti rifugiati dalla Spagna, ebrei soprattutto che non avevano voluto convertirsi al cattolicesimo

Itinerari[modifica]

Supponendo di partire da Tangeri per procedere in direzione est, incontreremo i seguenti centri: Ceuta, Tetouan e Chefchaouen.

Da Oued Laou, la statale N16, una stradina stretta e tortuosa, segue un tratto di costa drammatico fino al piccolo centro di El Jebha, dopo di che si discosta dal mare per congiungersi alla N2 poco prima del golfo di Al-Hoseyma. Lungo questo ultimo tratto stanno le magnifiche spiagge di Cala Iris e Torres de Alcala. La N2, nel tratto da Chefchaouen ad Al-Hoseyma passa invece per la zona di Ketama, attorniata da campi di marijuana e famosa anch'essa per la produzione di hascisc.

Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.