Vai al contenuto

Da Wikivoyage.

Lagune costiere ivoriane
Centro città di Abidjan con la strada che costeggia la laguna Ebrié
Localizzazione
Lagune costiere ivoriane - Localizzazione
Stato

Lagune costiere ivoriane è una regione della Costa d'Avorio situata lungo le coste atlantiche, intorno alla capitale di fatto Abidjan.

Da sapere

[modifica]

È costituita da molte lagune di grandi dimensioni che forniscono all'oceano delle piccole vie d'accesso per l'entroterra.


Territori e mete turistiche

[modifica]
Map
Lagune costiere ivoriane

Centri urbani

[modifica]
  • 5.336389-4.0266671 Abidjan — La città più popolosa e l'ex capitale della Costa d'Avorio. È il principale centro commerciale del paese nonché la sua capitale de facto.
  • 5.466667-3.22 Aboisso Aboisso su Wikipedia — Importante meta intermedia che si trova nelle rotte commerciali che collegano Abidjan al Ghana.
  • 5.35-3.93 Bingerville Bingerville su Wikipedia — Vecchia capitale durante il periodo coloniale francese.
  • 5.325556-4.3766674 Dabou Dabou su Wikipedia — Città portuale dotata di un suo aeroporto.
  • 5.2-3.7333335 Grand-Bassam — Affascinante città costiera risalente al periodo coloniale con un incantevole centro storico, meta per chi vuole distrarsi durante il weekend dalla caotica Abidjan e godere delle lunghe spiagge bianche poco affollate rispetto a quelle di Abidjan.
  • 5.133333-5.0166676 Grand-Lahou Grand-Lahou su Wikipedia — Situata alla foce del fiume Bandama sul golfo di Guinea. Ottima base di partenza per Parco nazionale di Assagny.


Come arrivare

[modifica]

In aereo

[modifica]

Il principale punto di ingresso è l'Aeroporto di Abidjan-Félix Houphouët Boigny (IATA:ABJ).


Come spostarsi

[modifica]


Cosa vedere

[modifica]


Cosa fare

[modifica]
Donne che ballano ad Abissa (2016)
Notabili N'Zima ad Abissa (2015)

Abissa

[modifica]

Abissa è un concetto culturale che abbraccia la musica, la danza e la vita spirituale del popolo Nzema nella città di Grand-Bassam. L'espressione più nota di Abissa è una festa celebrata nell'ultima settimana di ottobre. È un momento di perdono e rinascita.

La tradizionale festa dell'Abissa esiste dal 1800. In origine l'Abissa era il "Koudoum" che consisteva nel compiere sacrifici mistici. Prese il nome di "Abissadjë" che diffuso poi col diminutivo Abissa, che significa "progettato per chiedere aiuto agli amici".

L'Abissa è stato orchestrato dalla famiglia N'Zima Kotoko composta dagli Ahantan di Takoradi e dagli stessi Appolos di Bégnry formati dagli Evawlê, i Djômôlô, gli Elêbrê e gli Adjoufoulê. Viene fatto a rotazione e a staffetta tra i diversi sottogruppi di N'Zima in Costa d'Avorio e Ghana. Iniziano per primi i N'zima Evawlê del Ghana. Quando finiscono, lanciano la torcia in Costa d'Avorio e sono i Djômôlô, gli Elêbrê e gli Ahantan di Tiapoum a riceverla, quindi il testimone viene passato al N'zima Adjoufoulê di Grand-Bassam . Questa alleanza esiste tra questi popoli da più di due secoli.

Ogni anno, tra la fine di agosto e l'inizio di dicembre, per una settimana, si incontrano gli N'Zema. Questa occasione forma la comunità N'Zema, comunemente nota come Appolo. Le famiglie approfittano di questi incontri attorno al Re e al tom-tom "Edo n'gbolé" per esprimere desideri al fine di incoraggiare i notabili a gestire meglio l'economia. Abissa attira ogni anno migliaia di persone che vengono a vedere le feste culturali della N'Zema e gioiscono con loro.

L'Abissa chiamata Koudoum nella sua componente di culto, è una danza sacra di purificazione, che dura una settimana. Ha lo scopo di consolidare i legami tra vivi e morti, ma anche di rinnovare l'alleanza del popolo N'Zema con “Afoantchè”, il genio che ha trasmesso al popolo questo ballo.

Il Koudoum si svolge in tre fasi: il Siedu, il Gouazo e l'Ewudolé.

Il Siedu o ritiro del tam-tam "Edo-n'gbolé" rappresenta la prima tappa di questo evento. L'"Edo-n'gbolé" è un tamburo sacro. Questa prima fase inizia con il rispetto di tutti i divieti. Nessun altro tom-tom dovrebbe suonare. Tutti gli stregoni si astengono da ogni pratica. In caso di morte, la famiglia in lutto deve cercare di contenere le lacrime. I funerali si svolgeranno solo dopo la festa, senza che siano consentite sepolture durante il periodo. Il mancato rispetto di questi divieti espone i recalcitranti alla punizione del genio "Afoantchè". Questo ritiro si svolge una settimana prima della cerimonia ufficiale dell'Abissa.

Il Gouazo o uscita da Abissa avviene 8 giorni dopo il Siedu. Questa fase testimonia il riconoscimento del diritto di proprietà degli Abissa alla famiglia N'Vavilé, custode del ballo. La famiglia Nvavile (che significa "spirito di precisione"), una delle sette famiglie che compongono il popolo Nzima, ha la particolarità di aver scoperto la danza Abissa. Gli anziani offrono da bere a questa famiglia per ottenere il loro permesso e le loro benedizioni per il buon svolgimento della festa.

L'Ewudolé segna l'apoteosi di Abissa. Questo è il palcoscenico della grande festa carnevalesca dove si scoprono travestimenti di ogni genere, in particolare uomini travestiti e mascherati che ballano tutti al ritmo della banda di ottoni. Queste feste annunciano la fine di un anno e l'inizio di un altro. Per i N'Zima va fatto senza il minimo risentimento. Ovunque sia, il N'zima si dirige verso Grand-Bassam per commemorare il nuovo anno. Viene ad abbeverarsi alla fonte ea riconciliarsi con i propri.

Durante questo periodo, qualsiasi individuo di una delle sette famiglie, in particolare N'Vavilé, Mafole, Allôwoba o N'Djaoufo, deve liberarsi di ogni odio e risentimento per lasciarsi trasportare dall'allegria. L'Abissa è un periodo offerto a tutti coloro che hanno commesso gravi colpe per pentirsi pubblicamente e ottenere il perdono del popolo. Poiché anche le buone opere sono pubblicamente esposte, i figli e le figlie esemplari di N'Zima sono solennemente onorati. È un grande momento di libertà di parola senza rischio di punizione da parte della comunità. Dai casi mal decisi al problema della leadership politica tra figli e figlie della regione, comprese le difficoltà interne al buon funzionamento della comunità, si discute di tutti gli argomenti e si denunciano le colpe. Gli imputati sono chiamati per nome. Chi viene criticato per azioni biasimevoli e deplorevoli deve accettarle, pentirsi e scusarsi per essere perdonato. Durante questo esercizio il re diventa cittadino comune.

A tavola

[modifica]


Sicurezza

[modifica]


Altri progetti

Regione nazionaleBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.