Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Itinerari > Itinerario del commissario Montalbano

Itinerario del commissario Montalbano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

La casa di Montalbano

Itinerario del commissario Montalbano è un itinerario che si sviluppa attraverso il sud est della Sicilia.

Introduzione[modifica]

Questo itinerario si riferisce alle locations della serie televisiva del Commissario Montalbano e non ai romanzi di Camilleri i quali sono ambientati nell'agrigentino. La serie TV ha scelto dei luoghi tra la provincia di Ragusa e di Siracusa per la bellezza dei paesaggi che hanno reso la serie e i luoghi famosi.

Essendo la serie piuttosto lunga i luoghi sono molti, pertanto non sarà possibile suggerire un vero e proprio itinerario salvo non si consideri una visita in base alle località preferite.

L'itinerario può essere eseguito sia viaggiando nelle singole località tramite i mezzi pubblici, ma è preferibile l'utilizzo dell'auto onde raggiungere con più facilità ogni luogo. Il numero di tappe e la quantità suggeriscono un itinerario per località.

Periodo[modifica]

L'itinerario più essere seguito in ogni stagione, tuttavia si sconsiglia la piena estate per diverse ragioni, sia in ragione delle elevate temperature e sia per l'affollamento turistico delle varie località. Fuori stagione oltre ad avere temperature accettabili è possibile trovare facilmente parcheggio e accedere alle varie tappe senza troppe difficoltà.

Preparativi[modifica]

Per prepararsi all'itinerario si consiglia ovviamente di rivedere le puntate del commissario Montalbano.

Tappe[modifica]

Ragusa e Ragusa Ibla[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Ragusa.
Il ponte vecchio
  • 1 Vecchio ponte di Ragusa, Via Traspontino, 1 Ragusa. In questo ponte è ambientata una scena del Cane di Terracotta. Mentre nel Ladro di merendine ad uno degli edifici che si affacciano sul ponte fa da sfondo l'ingresso al condominio dove è avvenuto l'omicidio del ragionere Lapecora. Ponte Vecchio (Ragusa) su Wikipedia Ponte Vecchio (Q3908046) su Wikidata
Piazza S. Giovanni
  • 2 Piazza San Giovanni, Piazza San Giovanni, Ragusa. Qui si lega una scena de Il campo del vasaio.
Chiesa S.Maria delle Scale
  • 3 Lo scorcio della chiesa di Santa Maria delle Scale e scalinata, Corso Mazzini, Ragusa. In questo bello scorcio che conduce a Ragusa Ibla è ambientata una delle scene delle aggressioni in motorino a persone anziane nell'episodio Il gatto e il cardellino. La scalinata a fianco con i suoi scorci suggestivi su Ragusa Ibla è stata spesso usata come set, in uno di essi Montalbano saliva le scale in compagnia dell'amica svedese Ingrid. Chiesa di Santa Maria delle Scale su Wikipedia chiesa di Santa Maria delle Scale (Q1256359) su Wikidata
  • 4 Parcheggio di Ragusa Ibla. Questo slargo compare, sempre nell'episodio Il gioco delle tre carte, come il luogo del ritrovamento del cadavere dell'imprenditore Girolamo Cascio.
  • 5 Casa di Ciccio Monaco, via Don Minzoni 77, Ragusa Ibla. Il ragioniere dell'imprenditore ucciso che nell'episodio Il gioco delle tre carte aiuterà il commissario a scoprire la verità su quella strana morte. Come potrete notare l'ingresso è assai anonimo anche perché nella scena in questione esso viene inquadrato per pochi secondi.
  • 6 Casa di Girolamo Cascio, via Don Minzoni 29, Ragusa Ibla. All'inizio dell'episodio Il gioco delle tre carte Girolamo Cascio viene condotto in auto da uno sconosciuto che gli darà la morte. Anche in questo caso la location risulterà piuttosto anonima in quanto inquadrata per breve tempo.
Piazza Duomo
  • 7 Piazza Duomo, Piazza Duomo, Ragusa Ibla. Questa piazza è una delle location più ricorrenti. Nella parte alta potrete osservare la scalinata del Duomo o più propriamente Chiesa di San Giorgio, che nella serie televisiva è la chiesa dell'immaginario paese di Vigata. Nell'episodio Gli arancini di Montalbano il Commissario si reca in un bar della piazza e ordina a Pasquale, figlio della cameriera Adelina, una granita al caffè. Montalbano in quel caso non vuole godersi la granita ma trovare una scusa per interrogare il giovane.
  • 8 via conte Cabrera. Questa strada è stata utilizzata frequentemente, anche per la presenza di diversi edifici di pregio. Al numero civico 15 per esempio troviamo il portone di Clementina Vasile Cozzo un'anziana signora sulla sedia a rotelle cui Montalbano andrà a far visita più volte. In particolare nell'episodio Il ladro di merendine la signora comunica una serie di informazioni sulle frequentazioni dello studio di Lapecora posto di fronte al suo balcone.
Al numero 16 invece troviamo l'abitazione del latitante Tarantino e della seducente moglie Cloris, protagonisti dell'episodio Il gioco delle tre carte. Di Cloris Tarantino abbiamo già parlato a piazza Duomo, perché in una scena passeggiava davanti a Montalbano e Augello.
Circolo di conversazione
  • 9 Circolo di conversazione, Via Alloro, 5, Ragusa. Questa location è stata utilizzata per diversi episodi, spesso era il luogo dove spendeva il proprio tempo libero il dottor Pasquano, ma è stato utilizzato anche come scorcio da cui mostrare la piazza con lo sfondo del duomo. Ne L'odore della notte invece è stato utilizzato come studio del ragioniere Emanuele Gargano, che ricorderete, aveva truffato i cittadini di Vigata fuggendo con i risparmi altrui.
    Ma c'è anche una breve scena ne Il gioco delle tre carte, dove Montalbano e Mimì Augello vedono passare la seducente Cloris Tarantino, con cui Augello ha avuto una breve “scappatella”.
    Circolo di conversazione su Wikipedia Circolo di conversazione (Q3677583) su Wikidata
Chiesa di San Giuseppe con accanto il palazzo del comune
  • 10 Commissariato di Polizia (Municipio di Ragusa), Piazza Pola, Ragusa. Questa location non è da ritenersi abituale perché il commissariato si trova a Scicli, a causa di lavori di restauro protrattisi nel tempo alcuni episodi vennero girati qui. Nella prima scena dell'episodio Il giro di boa quando Catarella annuncia a Montalbano, con una certa costernazione, il ritrovamento di scritte offensive contro la polizia a seguito dei fatti della scuola Diaz di Genova durante il G8 del 2001. E’ in quell’occasione che per la prima volta un affranto Montalbano penserà di dimettersi dalla polizia.
La via principale che conduce in salita verso il Duomo è stata utilizzata anche nell'episodio Par condicio dove Augello e la moglie Beba passeggiano per la strada assieme al loro bebè incontrando un Catarella sporco e affaticato che spinge un motorino.
  • 11 Ristorante Don Calogero, Corso XXV aprile, 70 Ragusa Ibla. Questo angolo di Ragusa Ibla era il ristorante di don Calogero in cui Montalbano veniva sempre a mangiare il quale nella puntata Par condicio annuncia di voler chiudere il locale per andare in pensione. Sarà da quel momento che la location verrà spostata, e il commissario gusterà le pietanze sempre in riva al mare.
  • 12 Palazzo La Rocca, via Capitano Bocchieri 33. Questo palazzo ha un bel portale barocco che nella fiction diviene l'ingresso dello studio dell'avvocato Valentino Curò nell'episodio Gli arancini di Montalbano. Qui Montalbano ha un divertente colloquio col portiere dello stabile il quale fa finta di non vedere che l'auto del commissario viene prelevata dal carro attrezzi dei Vigili Urbani, pur avendogli raccomandato di sorvegliarla. Ma in quel breve battibecco col portiere scoprirà ulteriori elementi per le sue indagini…
Giardino ibleo
  • 13 Giardini Iblei, P.zza G. B. Odierna, Ragusa. I Giardini Iblei sono stati utilizzati come location per una scena dell'episodio La luna di carta. Proprio vicino all’ingresso, nella stradina principale, vi era il sanatorio dove Montalbano incontra Orazio, un vecchio scassinatore contattato per ottenere dei consigli riguardo al modello di chiave di una cassetta di sicurezza. Giardino Ibleo su Wikipedia Giardino Ibleo (Q3763861) su Wikidata
  • 14 Largo Camerina, Largo Camerina. Questa piazza non sarà di facile identificazione perché è stata utilizzata una volta appena in una divertente scena notturna quando Montalbano era a caccia di informazioni e aperta furtivamente un’auto in sosta per verificare cosa possa esservi di interessante vi scopre dei documenti. Ma la sua presenza viene notata da un anziano signore che pensa di aver individuato un ladro. Dal balcone di casa dell’edificio barocco sulla destra imbraccia un fucile da caccia e spara un colpo, costringendo Montalbano alla fuga.
Palazzo delle Poste
  • 15 Palazzo delle Poste, Piazza Giacomo Matteotti. L'edificio compare nell'episodio La forma dell'acqua, mentre il giornalista Nicolò Zito racconta la vita e le vicende politiche dell'ingegner Luparello da poco scomparso. Un angolo dello stesso palazzo è visibile anche ne L'odore della notte quando il Commissario aspetta all'uscita di casa Michela Manganaro.

Modica[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Modica.
  • 16 Liceo Tommaso Campailla, Corso Umberto I, 178. In questo edificio durante l'episodio La Pista di sabbia gli interni sono stati utilizzati per gli uffici del giudice Scondamiglio. Mentre nella puntata Tocco d'artista la scuola ospiterà la classe del professor Giacomo La Russa, fratello di Alberto, un uomo trovato morto per un probabile suicidio.
  • 17 Palazzo della cultura, Corso Umberto I, 149. Qui il Commissario arresterà nell'episodio La pista di sabbia Francesco Bellavia esponente della famiglia mafiosa dei Cuffaro.
Duomo di San Giorgio
  • 18 Duomo di San Giorgio. Il Commissario si trova a passare davanti a questa chiesa più volte. In genere si ferma vicino la scalinata, attende Livia che arriva con la corriera. Nell'episodio La vampa d'agosto Montalbano arriva in auto ma questa volta non attende la sua amata ma si reca nell'ufficio del signor Callàra (accanto alla chiesa), un agente immobiliare a cui chiederà aiuto per un'indagine.
La chiesa si affaccia su un grande giardino pensile che dalla chiesa scende ad un livello inferiore. In una parte di quel giardino è stata ambientata la casa del dottor Pasquano. Duomo di San Giorgio (Modica) su Wikipedia duomo di San Giorgio (Q587824) su Wikidata

Scicli[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Scicli.
  • 19 Commissariato di Polizia (Palazzo del Comune), Via Francesco Mormina Penna, 2 (Scicli). L'edificio del Comune è facilmente riconoscibile, è il commissariato di Vigata che compare in quasi tutti gli episodi di Montalbano.
  • 20 Ufficio del questore (Palazzo Iacono), piazza Italia 8. Se rispetto al portone di ingresso dell’edificio si osserva lo sfondo della Chiesa di San Bartolomeo si riconoscere la tipica inquadratura della questura di Montelusa, dove Montalbano usciva spesso dall'ufficio del questore piuttosto infuriato.
  • 21 Chiesa di San Bartolomeo. Lo scorcio tra la chiesa e la strada probabilmente era una delle prime inquadrature dell'episodio Il gatto e il cardellino, location in cui avviene la prima aggressione dell'uomo col motorino: il finto aggressore sparava un colpo a salve contro una donna anziana. A Ragusa presso la scalinata di Santa Maria delle Scale abbiamo già visto una location che riguardava lo stesso episodio.
Nell'episodio Par condicio invece la stessa chiesa è stata utilizzata per il funerale di Angelo Buonpensiero, marito di Mariuccia Cùffaro, da cui scaturirà una presunta guerra di mafia tra i Sinagra e i Cùffaro.
  • 22 Chiesa di San Michele. La chiesa appare insieme all'Antica farmacia Cartia posta proprio a fianco, nell'episodio L'odore della notte quando il Commissario va in farmacia per acquistare una fasciatura per fingere un incedente, che gli servirà a giustificare il ritardo con cui si recherà dal questore. La chiesa poi è visibile ne La lama di luce e in altri episodi come sfondo alle inquadrature.

Altri luoghi nel ragusano[modifica]

  • 23 Grotta delle trabacche. La grotta delle Trabacche è stata utilizzata ne Il cane di terracotta, come luogo di rinvenimento di un arsenale della mafia. Montalbano riuscì a scoprire quel luogo grazie alle dichiarazioni del boss Tanu 'u Greco poco prima di morire. Oltre all'arsenale però, vi scoprì anche i corpi di un uomo e una donna (Lisetta e Mario) morti a causa di un sicario mandato dal padre della ragazza e sepolti assieme ad un cane di Terracotta. Questo luogo è stato utilizzato anche in altri episodi, sempre come ambiente nascosto e poco frequentato.
  • 24 Castello di Donnafugata. In genere la location viene associata alla residenza del Boss mafioso Balduccio Sinagra e compare per la prima volta nell'episodio La gita a Tindari quando il commissario va a parlare con il boss che lo indirizzerà verso la cattura del nipote Iapichino, poi ritrovato cadavere. All'interno della villa potete visitare il labirinto dove è ambientato il ritrovamento dei coniugi Griffo, sempre nell'episodio La gita a Tindari, implicati in un affare di mafia e poi uccisi. Castello di Donnafugata su Wikipedia castello di Donnafugata (Q1048852) su Wikidata
  • 25 Casa di Montalbano, Corso Aldo Moro, 44 Punta Secca. Questo è uno dei luoghi più famosi della serie essendo la casa che compare più spesso nelle riprese. Se si scende sino al mare si può vedere il terrazzino dove Montalbano fa colazione e la prospettiva della spiaggia spesso oggetto degli episodi.
  • 26 Porto di Donnalucata. Nel porticciolo riparato che si protende verso il mare si trova il luogo della scomparsa del dott. Saverio Landolina, nell’episodio Il gatto e il cardellino. La sparizione di Landolina avvenuta apparentemente mentre pescava in realtà era una messinscena per poter sparire senza problemi.
  • 27 casa di Anna Tropeano. Nell'episodio La voce del violino il commissario Montalbano andava a trovare spesso la donna per interrogarla in merito all'omicidio dell'amica Michela Licalzi. La stessa location compaiono anche dell'episodio Tocco d'artista.
Il lungomare di Donnafugata è stato utilizzato anche nell'episodio La forma dell'acqua quando per la prima volta compare, a bordo della sua auto, la svedese Ingrid Sjostrom che di seguito diverrà una fidata amica di Montalbano.
La mànnara
  • 28 La mànnara (Fornace Penna). Ne La pazienza del ragno sulla strada dietro l'edificio viene trovato il motorino di Susanna Mistretta misteriosamente scomparsa. Montalbano si ferma ad osservare la posizione del motorino appoggiato alla recinzione di canne, ma posto stranamente in direzione opposta a quella in cui la ragazza era diretta…
Qui viene ritrovato il cadavere dell'ingegnere Luparello ne La forma dell'acqua. Ma è anche la stessa location a fare da sfondo ad altri episodi come L'odore della notte, dove il ragioniere Emanuele Gargano uccide Giacomo Pellegrino con cui era in affari. Fornace Penna su Wikipedia Fornace Penna (Q3748403) su Wikidata
  • 29 Catacombe della Larderia (Cava d'Ispica). Dentro questa grotta è stata girata una scena nell'episodio La pazienza del ragno.

Sicurezza[modifica]

Specificate se l'itinerario presenta garanzie per la propria sicurezza personale o meno elencando punto per punto gli eventuali rischi

Altri progetti[modifica]

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.