Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Sicilia > Sicilia sudorientale > Siracusano > Siracusa > Isola di Ortigia

Isola di Ortigia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Isola di Ortigia
(Siracusa)
Ortigia dall'alto.jpg
Stato
Regione
Territorio
CAP

Isola di Ortigia è un distretto della città di Siracusa.

Da sapere[modifica]

L'isola di Ortigia è il vero centro storico della città. Qui si concentrano molti dei monumenti barocchi della città e degli edifici storici. L'isola era anche il nucleo fondativo della città e oggi è il vero punto di riferimento per i turisti.

Cenni geografici[modifica]

L'isola si affaccia sul mare Ionio ed è fisicamente collegata alla terraferma da due ponti. La sua forma oblunga la fa estendere verso il mare rivolgendo i due versanti principali a levante e a ponente.

Cenni storici[modifica]

L'isola è da sempre il cuore della città. La presenza dell'uomo è attestata sin dall'epoca preistorica grazie a dei ritrovamenti eseguiti a piazza Duomo che hanno mostrato la presenza di tombe e capanne. Ma è in epoca greca che Ortigia diventa fondamentale, con la costruzione dei due templi ancora visibili: il Tempio di Apollo e il tempio di Atena. Durante la tirannide di Dionisio Ortigia diventa una fortezza, caratteristica che manterrà anche nei secoli successivi. Le fortificazioni la cingono separandola dal mare, condizione che si protrarrà sino all'abbattimento delle mura spagnole con l'unità d'Italia.

Devastata dal terremoto del 1693 l'isola rinasce con le architetture barocche e con le chiese attualmente visibili. In epoca fascista vengono portati avanti dei progetti di sventramento che determinano la liberazione dello spazio attorno al Tempio di Apollo e la creazione dell'attuale corso Matteotti.

Altri edifici furono aggiunti nei primi del novecento, ma ormai l'isola aveva già raggiunto la forma urbanistica che conosciamo oggi. Negli anni ottanta del secolo scorso l'isola era particolarmente degratata, con interi stabili fatiscenti. Poi grazie ad un piano di recupero sono state avviate opere di ristrutturazione e di riqualificazione anche in vista di un lancio turistico oggi pienamente avviato.

Come orientarsi[modifica]

L'isola è collegata alla terraferma da due ponti: il ponte umbertino (il ponte piu vecchio) e il ponte Santa Lucia (quello più nuovo). La prima piazza che si incontra giungendo in Ortigia è piazza Pancali in cui spicca lo spazio vuoto del tempio di Apollo. Da questa piazza inizia il corso Matteotti che finisce sulla piazza Archimede. Da questa piazza si dipartono due assi viari: la via maestranza che porta verso il lungomare di levante e la via Roma che divide l'isola a metà.

A metà altezza di via Roma si incontra la piazza Minerva che è collegata con la Piazza Duomo. A est troviamo il lungomare di levante diviso dalla presenza del Castello Maniace dal lungomare di ponente che si affaccia al porto Grande.

Quartieri[modifica]

Per quanto non facilmente identificabili l'isola è divisa in quartieri o sarebbe meglio chiamarli rioni. La zona sud è chiamata Maniace o in siciliano u casteddu per evidenti ragioni. Poi abbiamo Duomo o matrici attorno a piazza duomo, a est del duomo abbiamo la Turba o tubba. Nella zona in cui vi era il ghetto ebraico abbiamo la Giudecca o jureca. A nord di questo e lungo la via maestranza abbiamo Maestranza o mastranza. Lungo la via Vittorio Veneto che incrocia la via Maestranza c’è la Mastrarua o masciarrò. A nord della via maestranza e a est della via Dione abbiano il rione della Spirduta (sperduta o dispersa). Mentre a ovest e a nord del Duomo abbiamo i Bottari o buttari. Chiude il complesso dei quartieri tradizionali la Graziella o raziedda posto a est del mercato e identificabile con la zona dell’ex carcere Borbonico.

Come arrivare[modifica]

In barca[modifica]

  • 1 Approdo marina (Servizio pubblico), Porto grande, Ortigia. E' l'approdo più famoso della città, adatto a yatch di grande e media dimensione.
  • 2 Marina yatching (Servizio privato), Molo Zanagora, Porto Grande, Ortigia, +39 3341795479, @ info@marinayachtingsr.it. 150 posti barca con fondale da 7 a 10 metri.


Come spostarsi[modifica]

In Ortigia ci si sposta prevalentemente a piedi essendo (soprattutto nei fine settimana e festivi) attiva una vasta ZTL che limita l'accesso alle auto (eccetto i residenti) per vaste aree dell'isola.

I residenti in Ortigia tendono sempre di più ad utilizzare la bicicletta che rende i tempi di percorrenza tra un punto e un altro molto rapidi.

L'isola è servita da un servizio bus elettrici che compie il periplo dell'isola passando dal lungomare. Le fermate sono indicate dalle colonnine. Il bus elettrico per Ortigia è il numero 1blue.png.

Cosa vedere[modifica]

Tempio di Apollo
  • Attrazione principale 1 Tempio di Apollo, piazza Pancali (Superato il Ponte umbertino si trova di fronte). Simple icon time.svg Non è visitabile. Antico tempio greco di ordine dorico risalente al VI secolo a.C. Si tratta del più antico tempio della città, costruito con colonne monolitiche. Nella parte posteriore, in realtà il suo lato d'ingresso, è possibile vedere le scale di accesso e sul primo gradino un'iscrizione in greco che riporta questa frase: "Kleomede fece per Apollo (il tempio), il figlio di Knidieidas, e alzò i colonnati, opere belle".
In epoche successive il tempio venne trasformato in chiesa bizantina e Moschea, fino ad essere nell'ultimo periodo parte di una caserma. Venne riportato alla luce grazie agli scavi di Paolo Orsi tra il 1938 e il 1942. Tempio di Apollo (Siracusa) su Wikipedia "Tempio di Apollo" su Wikidata
Fonte Aretusa
  • 2 Fonte Aretusa (Bus elettrico linea 1blue.png). La fonte Aretusa è una sorta di stagno d'acqua dolce che sfruttando una vena sotterranea giunge fino a quel punto per poi gettarsi a mare. Per questa ragione crescono rigogliose le piente del papiro e vi nuotano dei pesci. L'importanza di questo luogo risiede più che altro nella rievocazione del mito di Aretusa e Alfeo. La ninfa Aretusa venne vista dal dio fluviale Alfeo che se ne innamorò subito provando a possederla. Ma la ninfa fuggì e nel fuggire invocò l'aiuto di Artemide che la tramutò in fonte, appunto la fonte Aretusa. Alfeo che risiedeva il fiume della Grecia, per unirsi a lei decise di percorrere l'intero Mar Ionio e giungere dallo sbocco al mare della fonte per unire le due acque in un abbraccio eterno. Il mito è anche rappresentato da una scultura all'interno della fonte, nonché dai versi di Virgilio apposti in una lapide. È possibile visitare la fonte al termine della visita dell'aquarium (vedi sotto). Fonte Aretusa su Wikipedia "fonte Aretusa" su Wikidata
  • Chiesa di Santa Maria dei Miracoli.
Teatro comunale
  • 3 Teatro Comunale, Via del Teatro, +39 329 2417142, @ info@secretsiracusa.it. Ecb copyright.svg Intero 5€, ridotto 3€. Simple icon time.svg Su richiesta. Il teatro Comunale ha una storia travagliata sin dalla sua fondazione nel 1897, quando entrò in funzione dopo molti problemi costruttivi e lungaggini burocratiche. Nel 1957 venne chiuso per problemi statici e per più di cinquant'anni è rimasto tale fino alla recente apertura avvenuta nel 2016. Oggi viene utilizzato per alcuni eventi ed è anche possibile visitarlo. Il suo stile tardo ottocentesco ne fa uno dei monumenti pregevoli della città. Teatro Comunale (Siracusa) su Wikipedia "teatro comunale" su Wikidata
Porta urbica
  • 4 Porta urbica, via XX settembre. Questo scavo lasciato aperto sin dal 1977 nel bel mezzo di una via è in realtà il resto dell'antica porta di accesso alla città fortificata di Ortigia. È tra le poche testimonianze delle fortificazioni che difendevano l'isola e che proteggevano i tiranni della città. Porta urbica su Wikipedia "Porta urbica" su Wikidata
Fontana di Diana
  • 5 Fontana Diana, Piazza Archimede. Questa bella fontana, opera dello scultore Giulio Moschetti venne commissionata da comune nel 1907 per arredare la piazza rievocando il mito di Diana cacciatrice. Diana o Artemide è infatti l'antica protettrice della città. Infatti l'antico tempio inglobato nel duomo era dedicato a questa dea. Fontana di Diana su Wikipedia "fontana di Diana" su Wikidata
Statua di Archimede
  • 6 Monumento ad Archimede, Ponte umbertino. Questo bel monumento è opera dello scultore Pietro Marchese mentre il basamento dell'architetto Virginia Rossello. Inaugurato nel 2016 rende onore al genio siracusano di Archimede. Nel basamento sono anche riportate simbolicamente alcune delle sue scoperte.
Una sala del Castello Maniace
  • 7 Castello Maniace. Il castello sorge nella punta estrema dell’isola in una posizione strategica, che permette sia di intercettare le navi in ingresso al porto che di avvistarne altre in lontananza. Pertanto è molto probabile che questa posizione difensiva esisteva già in epoca greca. Tuttavia la struttura più importante è più affascinante risale al XIII secolo per volere di Federico II. Poi ne è seguita una lunga storia di modifiche e rimaneggiamenti. Nel 1704 esplose la polveriera sita al suo interno con la distruzione di parte degli antichi edifici. Il nome si lega a Giorgio Maniace, il condottiero che giudò la liberazione di Siracusa in mano agli arabi nel 1038.
Nel 2009 il castello ha ospitato il G8 ambiente. Castello Maniace su Wikipedia "castello Maniace" su Wikidata
  • 8 Chiesa di San Giovannello. Chiesa di San Giovannello su Wikipedia "chiesa di San Giovannello" su Wikidata
  • 9 Chiesa di San Martino. Chiesa di San Martino (Siracusa) su Wikipedia "chiesa di San Martino" su Wikidata
  • 10 Chiesa dello Spirito Santo, Lungomare d'Ortigia, 2. Chiesa dello Spirito Santo (Siracusa) su Wikipedia "chiesa dello Spirito Santo" su Wikidata
  • 11 Palazzo Montalto. Palazzo Montalto su Wikipedia "Palazzo Montalto" su Wikidata
  • 12 Palazzo Impellizzeri. Palazzo Impellizzeri su Wikipedia "Palazzo Impellizzeri" su Wikidata
  • 13 Palazzo Borgia del Casale. Palazzo Borgia del Casale su Wikipedia "Palazzo Borgia del Casale" su Wikidata
  • Carcere Borbonico.

Piazza Duomo[modifica]

Duomo di Siracusa
  • Attrazione principale 14 Duomo di Siracusa, Piazza Duomo, +39 389 5503267, @ info@kairos-web.com. Ecb copyright.svg intero 2, ridotto 1€. Simple icon time.svg Ottobre-marzo 9:00-17:30; aprile-giugno e settembre 9:00-18:30; luglio-agosto 9:00-19:00. Il duomo di Siracusa è uno degli edifici più importanti e di pregio della città. Esso ingloba un antico tempio dorico dedicato ad Atena (protettrice della città in epoca greca) del V secolo a.C. ed eretto dopo la vittoria della battaglia di Imera sui Cartaginesi da parte del tiranno Gelone. Nel prospetto laterale sono ancora visibili sia le colonne che il basamento a gradini. Le colonne vennero successivamente chiuse per la creazione dell'odierno edificio.
La Chiesa di Santa Lucia alla Badia
La facciata barocca è successiva al sisma del 1693. Le sculture in basso rappresentano San Paolo e San Pietro, quelle dell'ordine superiore Santa Lucia e il Vescovo Marciano. Al centro la Madonna con bambino. Gli interni, rispetto alla facciata esterna risultano piuttosto spogli. Ai lati sono riconoscibili le colonne doriche originali. A destra vi sono delle cappelle tra cui quella di Santa Lucia in cui è custodito il fercolo in argento che va in processione il 13 dicembre. Di pregio anche le decorazioni delle altre cappelle e il soffitto ligneo. In alto una iscrizione ricorda che la chiesa è stata la prima chiesa cristiana d'Occidente. Duomo di Siracusa su Wikipedia "duomo di Siracusa" su Wikidata
Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio
  • 15 Chiesa di Santa Lucia alla Badia, Via Santa Lucia alla Badia, 2, +39 0931 65328. Ecb copyright.svg gratuito. Simple icon time.svg Mar-Dom 11:00-16:00. È una bella chiesa barocca dedicata a Santa Lucia, una volta parte di un convento di monache. Oggi l'edificio è sconsacrato e utilizzato per mostrare l'unica opera lasciata da Caravaggio durante la sua sosta a Siracusa: il Seppellimento di Santa Lucia. Chiesa di Santa Lucia alla Badia su Wikipedia "chiesa di Santa Lucia alla Badia" su Wikidata
Palazzo Beneventano del Bosco
  • 16 Palazzo Beneventano del Bosco, Piazza Duomo. Simple icon time.svg Non visitabile. L'edificio nobiliare è uno dei più rinomati della città, sia per il valore estetico della costruzione che per il prestigio. Venne completato nella seconda metà del '700 e ebbe l'onore di avere due ospiti illustri, l'ammiraglio britannico Orazio Nelson dopo aver sconfitto con la sua flotta Napoleone ad Abukir e il re Ferdinando III di Borbone. L'onore del proprietario Francesco Beneventano fu tale da far apporre, a perenne ricordo, una lapide ben visibile sulla facciata. Palazzo Beneventano del Bosco su Wikipedia "Palazzo Beneventano del Bosco" su Wikidata
Palazzo Vermexio
  • 17 Palazzo Vermexio (Palazzo del Senato). Il palazzo venne eretto nel XVII secolo dall'architetto Vermexio per essere l'edificio del governo della città. La facciata ha chiari riferimenti barocchi e sopra il balcone mostra il simbolo di Siracusa, l'aquila bifronte. Se la facciata è un unicum estetico non lo sono le altre parti dell'edificio. Al lato, sulla via Minerva infatti è possibile notare l'accorpamento di un edificio moderno che ne ha alterato le caratteristiche. Ma anche nella corte interna è possibile scorgere tali stravolgimenti.
Il graffito del Vermexio
Nella corte interna si può visitare il cosiddetto giardino di Artemide, recentemente allestito e all'interno di una vetrata la settecentesca carrozza del Senato che viene portata in processione durante la festa di Santa Lucia. Sempre all'interno è possibile visitare l'Artemision (vedi sezione), le fondamenta di un tempio ionico. Nella facciata esterna possono essere trovate due particolarità: sul cornicione a sinistra, all'angolo si scorge una lucertola, firma dell'architetto. Mentre a destra, ad altezza d'uomo vi è un blocco di pietra con un'incisione che mostra la facciata di una chiesa. Forse l'antica facciata del duomo? Palazzo del Vermexio su Wikipedia "palazzo del Vermexio" su Wikidata
  • 18 Artemision, Piazza Minerva, 11, +39 329 2417142, +39 0931 450811, @ info@secretsiracusa.it. Ecb copyright.svg intero 3, ridotto 2€. Simple icon time.svg Aprile-settembre Lun-Sab 10:00-18:00 Dom 10:00-13:00; ottobre-marzo Lun-Sab 10:00-13:00, 14:00-17:00 Dom chiuso. L'Artemision è il tempio ionico sotto il palazzo Vermexio. Esso era allineato al tempio di Atena (il duomo) la cui estensione è visibile tramite una linea nera su piazza Minerva. Artemision di Siracusa su Wikipedia "artemision di Siracusa" su Wikidata
Il palazzo arcivescovile
  • 19 Palazzo arcivescovile, Piazza Duomo. Posto accanto al duomo è un edificio tardo barocco con aspetti neoclassici. Venne completato intorno al 1800 e da sempre assolve alla funzione arcivescovile. Al suo interno è custodita la bellissima Biblioteca Alagoniana contenente libri antichi, ma raramente aperta al pubblico. Palazzo Arcivescovile (Siracusa) su Wikipedia "Palazzo Arcivescovile" su Wikidata
L'interno dell'ipogeo
  • 20 Ipogeo di piazza Duomo, Piazza Duomo, 14. Ecb copyright.svg 4€ (intero), 2€ (ridotto), 1€ (residenti). Simple icon time.svg Apertura saltuaria. Questo percorso ipogeico è famoso soprattutto per essere stato un rifugio antiaereo durante la Seconda Guerra Mondiale. Le gallerie realizzate collegavano gli edifici principali della piazza all'uscita posta nel lungomare della Marina. La visita rievoca in parte questa storia. Alcune porzioni dello scavo erano già presenti con una cisterna di epoca greca con soffitto cilindrico. Sono inoltre presenti alcune installazioni che riguardano la storia di Siracusa. Ipogeo di piazza Duomo su Wikipedia "Ipogeo di piazza Duomo" su Wikidata
  • 21 Palazzo Arezzo della Targia. Palazzo Arezzo della Targia su Wikipedia "Palazzo Arezzo della Targia" su Wikidata
  • 22 Palazzo della Sovrintendenza ai Beni Culturali della Provincia di Siracusa. Palazzo della Sovrintendenza ai Beni Culturali della Provincia di Siracusa su Wikipedia "Palazzo della Sovrintendenza ai Beni Culturali della Provincia di Siracusa" su Wikidata

Musei[modifica]

  • 23 Acquario tropicale di Siracusa, Largo Aretusa (Ortigia), +39 333 1674461. Ecb copyright.svg Adulti: € 8,00 Bambini 3-12 anni: € 6,00 Bambini 0-3 anni: gratis Comitive (min 15 persone): 6,00 Scuole: € 3,00 bambini / genitori € 6,00 Insegnanti gratis. Simple icon time.svg Lun-Dom: ottobre-febbraio 10:00-17:00; marzo-maggio 10:00-19:30; giugno-settembre 10:00-20:00; 15/07-15/08 10:00-22:00. Acquario per pesci tropicali disposti in base alle specie. Al termine della visita si accede alla fonte Aretusa. Acquario tropicale di Siracusa su Wikipedia "Acquario Tropicale di Siracusa" su Wikidata
L'Annunciazione di Antonello da Messina.
  • 24 Museo di palazzo Bellomo, via Capodieci, 14/16, +39 0931 69511, fax: +39 0931 69529, @ urp.gall.bellomo@regione.sicilia.it. Ecb copyright.svg intero € 8,00- ridotto € 4,00. Simple icon time.svg Mar-Sab 9:00-19:30, Dom 14:00-19:30. Il museo è ospitato in un edificio in stile Gotico Catalano del XIII-XIV secolo, al suo interno espone opere provenienti da Siracusa e provincia. Tra i nomi degli artisti esposti troviamo: Antonello Gagini, Francesco Laurana, Antonello da Messina (con la famosa Annunciazione), Mario Minniti, Guglielmo Borremans e Gaetano Zummo. Nel cortile sono anche esposti gli stemmi della ormai scomparsa Porta Ligny nonché varie ceramiche e oggetti. Museo di palazzo Bellomo su Wikipedia "Museo di Palazzo Bellomo" su Wikidata
  • 25 Museo del papiro (Museo del Papiro “Corrado Basile”), Via Nizza, 14, +39 0931 22100, fax: +39 0931 22100, @ segreteria@museodelpapiro.it. Simple icon time.svg Maggio-settembre: Mar-Sab 10:00–19:00 Dom e festivi 10:00-14:00; Ottobre-aprile: Mar-Dom 9:30-14:00. Il museo oltre ad esporre dei papiri rari, mostra le fasi di lavorazione partendo dalla pianta che cresce spontanea anche a Siracusa. Museo del papiro su Wikipedia "Museo del Papiro" su Wikidata
  • 26 Museo dei pupi, Piazza San Giuseppe, 33, +39 0931 199 5531, fax: +39 0931 465 540, @ info@pupari.com. Simple icon time.svg Lun-Sab. Il museo è l'unico in Italia nel suo genere e nasce per valorizzare la storia e la cultura dell'opera dei pupi siciliani. Al suo interno sono presenti anche una biblioteca e una videoteca. Museo aretuseo dei pupi su Wikipedia "Museo Aretuseo dei Pupi" su Wikidata
  • 27 Museo del mare, Via Gaetano Zummo, 7, +39 3203476297, +39 3470793896. Ecb copyright.svg 2€. Simple icon time.svg Lun e ven 17:00-20:00. Il piccolo museo del mare ospita strumenti e attrezzi dell'arte marinara che a Siracusa vanta un'antica tradizione nonché il lavoro attento dei calafatari, maestri del ripristino degli scafi in legno delle imbarcazioni. Museo del mare (Siracusa) su Wikipedia "Museo del mare" su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Escursioni e gite[modifica]

Nel periodo estivo il Comune mette a disposizione dei solarium gratuiti in città. In Ortigia se ne trova uno:

  • 3 Solarium forte Vigliena, via Nizza. Il più vecchio dei solarium di Ortigia.

Vi sono anche due piccole spiaggette:

  • 4 Spiaggia di Cala Rossa, lungomare di levante. Accesso gratuito.
  • Spiaggia della Marina.


Acquisti[modifica]

Il mercato di Ortigia

Ortigia è piena di negozi di souvenir o di piccolo artigianato creativo.

  • 1 Mercato storico di Ortigia, via De Benedictis. Simple icon time.svg Lun-Dom 08:00-14:00. Mercato alimentare di frutta, pesce e altro. Molto apprezzato dai turisti e abbastanza conveniente.
  • 2 Gioielleria Massimo Izzo, piazza archimede, 25, +39 0931 22301, +39 333 4847112. Gioielleria-laboratorio per la creazione di gioielli in corallo.
  • 3 Supermarket, via Giusto Monaco (traversa di corso Matteotti).
  • 4 Farmacia Valvo, Largo XXV Luglio, 7, +39 0931 67670.
  • 5 Tabaccheria, Piazza Emanuele Pancali, 5 (Chiosco). Simple icon time.svg Lun-Dom.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Viola Bakery, Via Roma, 43. Simple icon time.svg 07:30-00:15. Bar con ambiente gradevole e con la possibilità di ordinare rustici o pane.
  • 2 Bar Artale, Via Landolina, 32. Ottima pasticceria, consigliata per i cannoli.
  • 3 Caseificio Borderi, Via Emmanuele de Benedictis, 6 (Nella stessa via del mercato), +39 0931463253. Ecb copyright.svg 5€ circa. Simple icon time.svg Lun-Sab 07:00-16:00. Uno dei più famosi locali su TripAdvisor nonché pieno di recensioni su riviste internazionali per la preparazione di panini con prodotti di qualità siciliani. Da notare che il locale è sempre pieno e la fila può richiedere anche mezz'ora. Ma almeno una volta può valerne la pena.
  • 4 Biblos café (Caffé letterario), Via Consiglio Reginale, 1, +39 0931 61627, @ info@biblioscafe.it. Simple icon time.svg Mer-Lun 17:00-23:00. Caffè letterario con atmosfera particolarmente tranquilla, offre servizio di caffetteria e la possibilità di acquistare dei libri. Saltuariamente si tengono anche incontri letterari e presentazioni di libri.

Prezzi medi[modifica]

  • 5 Osteria Apollonion, Via Carmelo Campisi, 18 (Traversa di Corso Matteotti), +390931483362. Simple icon time.svg Lun-Sab. Ristorante con menù di pesce, carne e cucina siciliana.
  • 6 Sicilia in Tavola, Via Cavour, 28, +39 392 461 0889. Simple icon time.svg Mar-Dom. Antipasti di pesce e pasta artigianale, locale rustico con arredi in legno e menù scritto su lavagne.
  • 7 Taberna Sveva, Piazza Federico di Svevia, 1 (Di fronte al castello Maniace), +39 0931 24663. Simple icon time.svg Gio-Mar.
  • 8 Osteria Mariano, Vicolo Zuccolà, 9, +39 0931 67444. Simple icon time.svg Mer-Lun. Specialità siciliane in un locale familiare con sale dalle pareti di pietra.
  • 9 Antica Giudecca, Via della Giudecca, 26 (In Ortigia rione Giudecca), +39 0931 449152. Simple icon time.svg 7:30-14:30 e 18:00-23:00. Pizze, arancine e sfoglie da asporto.
  • 10 Timilìa, Via Tommaso Gargallo, 24, +39 0931 196 5418. Simple icon time.svg Mar-Dom 19:00-23:00. Pizzeria con cortiletto interno. Farina con grani antichi.
  • Just Veggie, via Teatro 15 (Via Teatro è la via del Teatro Massimo Comuale a pochissima distanza dal quartiere della giudecca), +39 09311623365, @ justveggieortigia@gmail.com. Ecb copyright.svg €. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-23:30. Ristorante Food Biologico e Vegano al 100%.

Prezzi elevati[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Internet[modifica]

Tutte le strutture ricettive offrono connessione a internet. Inoltre sono presenti molti locali che forniscono una connessione internet wi-fi gratuita. In Ortigia inoltre vi è un sistema wi-fi comunale gratuito. Maggiori informazioni possono essere lette qui.

Informazioni utili[modifica]

Uffici turistici[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita al distretto. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).