Scarica il file GPX di questo articolo
Asia > Estremo Oriente > Giappone > Hokkaidō

Hokkaidō

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Hokkaidō
Lago Akan e monte Meakan
Localizzazione
Hokkaidō - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Hokkaidō - Stemma
Hokkaidō - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Hokkaido è la più settentrionale delle isole che compongono il Giappone.

Da sapere[modifica]

Hokkaidō (北海道) è la più settentrionale delle quattro isole principali dell'arcipelago giapponese e la meno sviluppata. Il termine "Hokkaidō" letteralmente significa "via per il mare settentrionale", ma originariamente veniva chiamata Ezo ed era abitata principalmente dagli indigeni Ainu.

Cenni geografici[modifica]

L'isola di Hokkaidō costituisce la parte più settentrionale dell'arcipelago giapponese, nei pressi della Russia. Le sue coste si affacciano sull'oceano Pacifico ad est ed a sud, sul mare di Okhotsk a nord e sul mar del Giappone ad ovest. A nord lo stretto di La Pérouse la separa dall'isola russa di Sachalin. È un'isola di origine vulcanica: le montagne sono concentrate nella parte centrale dell'isola, addolcendosi in pianure che si stendono fino alle coste.

Quando andare[modifica]

L'isola è caratterizzata da una natura selvaggia (ospita più di 60 vulcani che rappresentano oltre il 10% dei vulcani di tutto il mondo) e da inverni rigidi; Hokkaido attira amanti della natura e degli sport invernali nei mesi più freddi, ciclisti, campeggiatori ed escursionisti da giugno a settembre.

Cultura e tradizioni[modifica]

La regione di Hokkaido è stata spunto per l'ideazione della regione del mondo Pokémon di Sinnoh.

Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Circuito centrale di Hokkaidō — Comprende le sottoprefetture di Ishikari, Shiribeshi, Sorachi, Iburi e Hidaka. Con la capitale Sapporo e la maggior parte dell'interno montano.
      Circuito orientale di Hokkaidō — Comprende le sottoprefetture di Abashiri, Tokachi, Kushiro e Nemuro. La più grande e remota area dell'isola.
      Circuito settentrionale di Hokkaidō — Comprende le sottoprefetture di Kamikawa, Rumoi e Soya. Ricopre la penisola settentrionale spingendosi giù attraverso l'area centrale.
      Circuito meridionale di Hokkaidō — Comprende le sottoprefetture di Oshima e Hiyama. Incentrata su Hakodate.

Centri urbani[modifica]

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aereo rimane il mezzo di trasporto di gran lunga più comodo e veloce per raggiungere questa estrema regione settentrionale. Voli quotidiani collegano l'aeroporto di Chitose (Sapporo), con Tokyo, Osaka, Nagoya e tutte le altre principali città del Giappone. Gli altri aeroporti minori hanno comunque frequenti collegamenti settimanali (Hakodate, Kushiro, ecc). Da Tokyo, il volo richiede poco più di un'ora e mezza.

In auto[modifica]

L'isola di Hokkaido non è collegata da ponti all'isola principale di Honshu e perciò i collegamenti via auto sono fattibili solo tramite traghetti. Il collegamento Aomori-Hakodate è probabilmente quello che è maggiormente rilevante per gli spostamenti dall'isola principale di Honshu. Altri collegamenti marittimi esistono da altre città del Giappone, ma i tempi di percorrenza si allungano di molto.

In nave[modifica]

Come accennato in precedenza, navi e traghetti sono l'unico mezzo per raggiungere l'isola con l'auto. Collegamenti via nave esisono anche con la parte meridionale della Siberia (Russia) verso l'estremità nord-occidentale (Wakkanai) dell'isola.

In treno[modifica]

Attualmente esiste un tunnel sottomarino che collega Aomori ad Hakodate: i treni effettuavano soste anche nella stazione che si trova proprio nel mezzo del tunnel. Tuttavia, dato il diminuito interesse per la fermata, i treni non effettuano più alcuna sosta sotto il tunnel. Esiste anche un treno di lusso (Cassiopeia) con cuccette/camere da letto e ristoranti che parte dalla stazione di Ueno (Tokyo) attorno alle 18.00 ed arriva il giorno seguente al mattino a Sapporo. Attualmente è in fase avanzata di progettazione il collegamento tramite shinkansen (alta velocità) tra Aomori e Sapporo (ultimazione lavori attorno al 2024).

In autobus[modifica]

I collegamenti in autobus notturni sono previsti fino ad Aomori, dopodiché è necessario l'utilizzo del treno per raggiungere Hakodate.

Come spostarsi[modifica]

L'Hokkaido è un'isola molto vasta con centri abitati e luoghi di interessi piuttosto sparsi sul territorio. Sebbene esista una buona rete di collegamenti ferroviari, l'auto diventa un mezzo necessario per tutti gli spostamenti al di fuori dei grandi centri abitati.

In aereo[modifica]

Esistono collegamenti tra i vari aeroporti isolani, ma sono poco frequenti e relativamente costosi. Lo spostamento in aereo è da considerare principalmente in caso di spostamenti da una costa all'altra.

In auto[modifica]

L'auto è il mezzo di spostamento necessario nel caso in cui ci si voglia avventurare fuori dai grandi luoghi abitati e nelle zone più remote. Molta attenzione deve essere posta negli spostamenti durante i periodi invernali, dato che la neve cade copiosa ed improvvisa per quasi tutto l'inverno, creando disagi (chiusure, ecc) anche sulle grandi arterie (autostrade, città, ecc).

In treno[modifica]

Il Giappone ha sempre prediletto il treno come mezzo di trasporto pubblico, anche se in Hokkaido e nell'arcipelago di Okinawa questo rimane sotto-sviluppato rispetto alla media nazionale. Detto ciò il treno rimane comunque un mezzo rapido per il raggiungimento di molte località isolane. L'apertura dello shinkansen tra Aomori ed Hakodate e poi tra Hakodate e Sapporo, permetterà di ridurre ulteriormente i tempi di percorrenza.


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Le specialità culinarie dell'Hokkaido sono principalmente legate al pesce ed ai crostacei. Il pesce viene considerato di particolare qualità.

Un'altra peculiarità della cucina di Hokkaido è il ramen, una sorta di tagliolini in brodo.


Sicurezza[modifica]

In tutto il Giappone l'ordine pubblico è di livello elevato, per cui non esistono indicazioni particolari sulla sicurezza, se non quelle legate al buon senso. Attenzione deve essere posta quando ci si avventura con l'auto in zone remote, perché l'arrivo dei soccorsi può risultare difficoltoso e la copertura del cellulare può essere non completamente affidabile.

La neve cade copiosa per tutto il periodo che va da fine novembre a metà marzo, creando disagi alla circolazione: prudenza è d'obbligo sia quando si guida, sia quando si cammina poiché lastre di ghiaccio possono celarsi sotto il manto nevoso.

In estate animali selvatici possono invadere improvvisamente la carreggiata.

Altri progetti