Scarica il file GPX di questo articolo

America del Nord > Caraibi > Antigua e Barbuda > Antigua (isola) > English Harbour

English Harbour

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

English Harbour
Ancora all'ingresso del Nelson's Dockyard
Stato
Regione
Posizione
Mappa di Antigua e Barbuda
English Harbour
English Harbour

English Harbour è un porto turistico sulla costa meridionale di Antigua. La marina ha tutte le facilitazioni per l'ormeggio di imbarcazioni private ed è considerata anche una delle più belle al mondo. Occupa la zona di una base navale britannica del XVIII secolo.

Da sapere[modifica]

English Harbour è situato nell'omonima baia che si apre sul litorale sud di Antigua.

Cenni storici[modifica]

La zona, dichiarata Parco nazionale nel 1985, è conosciuta soprattutto per i Nelson's Dockyard, la sede del quartier generale della marina militare britannica di stanza ai Caraibi nel XVIII secolo. Fin dal 1704 la baia era presidiata da una guarnigione britannica. In seguito l'ammiraglio Nelson ne assunse il comando e vi rimase fino al 1789. Dopo la fine delle guerre napoleoniche la base cadde in disuso e nel 1889 fu chiusa del tutto. Circa un secolo più tardi gli edifici in stile georgiano furono restaurati a puntino e oggi ospitano musei, gallerie d'arte, ristoranti e alberghi d'epoca per la delizia dei suoi frequentatori, per lo più proprietari di lussuosi yachts all'ancora nella darsena sottostante.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In nave[modifica]

English Harbour dista 25 km circa da St. John's. Dalla capitale si imbocca la strada per Old Road. Si devia quindi a sinistra passando per Falmouth.


Come spostarsi[modifica]

L'ente preposto all'amministrazione del Parco cura una serie di sentieri tramite i quali si possono raggiungere i punti di maggior interesse.

In auto[modifica]

Per raggiungere località più lontane occorrerà noleggiare un'autovettura o una moto o ancora servirsi di un taxi.


Cosa vedere[modifica]

Figura in legno di Sirena che adornava la prua di una nave del XVIII secolo. Oggi è esposta al Nelson's Dockyard Museum
  • 1 Nelson’s Dockyard. Tra gli edifici che compongono la base navale, i più interessanti sono:
    • Naval Officer's House. Fu costruita nel 1855 come residenza dell'ammiraglio. Al suo ingresso si trova una statua in legno dell'ammiraglio Nelson. Di fatto nessun ammiraglio vi ha mai abitato. Essa serviva da residenza al capo-magazziniere. Il pian terreno oggi ospita un piccolo museo le cui collezioni si propongono di illustrare la storia di English Harbour dall'epoca precolombiana fino alla sua costituzione a Parco nazionale (1985). Sulla sinistra dell'ingresso principale si trova un piccolo ma interessante negozio di souvenir. Sul retro dell'edificio stanno i locali in pietra un tempo adibiti a cucina. Prima dell'intervento di restauro i vecchi forni erano ancora usati dalla gente del posto per preparare pietanze in occasione di eventi festivi tra cui il carnevale.
    • Gli alloggi degli ufficiali (Officer's quarters). Qui vivevano gli ufficiali britannici nei mesi di settembre-novembre, quando le navi non potevano affrontare il mare aperto per via degli uragani stagionali. Al di sotto dell'edificio si estende un'enorme cisterna di acqua dolce. Oggi l'edificio ospita una galleria d'arte, il ristorante Limey's e bar con tavoli all'aperto dove ci si può rilassare sorseggiando una tazza di té e godere il panorama sulla rada sottostante.)
    • Copper & Lumber Store. Costruzioni in pietra del 1789 adibite a deposito di legname e rame. Oggi questi antichi magazzini sono stati restaurati e trasformati in un delizioso albergo.
    • The Three Capstans. Il luogo all'asciutto dove venivano trascinate le navi per ispezionare lo stato delle loro parti galleggianti, in particolare della carena e sottoporle a eventuali riparazioni. Dall'alto della costruzione un violinista cercava di infondere allegria ai marinai che smontavano gli alberi delle loro navi. Oggi questo è il luogo dove ogni Natale si radunano gli yachtsmen portandosi dietro casse di champagne per celebrare degnamente la ricorrenza.

Nelson’s Dockyard è il fulcro del Parco nazionale istituito nel 1985 ma al di fuori degli antichi cantieri navali si trovano altri luoghi d'interesse elencati di seguito:

  • Fort Berkeley. Un fortilizio sulla punta di un basso promontorio che domina l’ingresso occidentale alla rada. È raggiungibile a piedi in 10 minuti imboccando un sentiero che ha inizio dal molo di Nelson's dockyard. Fu costruito nel 1704 ed allargato 36 anni più tardi. Nel 1989 si provvedeva a restaurare il forte il cui tetto era andato distrutto da un uragano nel 1751. Si nota ancora una costruzione del 1811 adibita a deposito di polvere da sparo con una stanza a parte ove venivano custoditi pacchi di dinamite. A fianco il corpo di guardia. All'estremità del promontorio si trova ancora un grosso cannone puntato sull'isola di Guadalupa, territorio francese allora come oggi. Le palle di cannone potevano essere scagliate fino a una distanza di 3 km. Altri cannoni più piccoli sulle mura sono puntati in direzione dello stretto ingresso della rada.
  • Pillars of Hercules (Colonne d'Ercole). All'ingresso orientale della rada di fronte Fort Barkeley si notano queste formazioni naturali causate dall'erosione del mare su soffici pareti di arenaria. Un tempo sulla cima del promontorio si ergeva Fort Charlotte di cui oggi non rimangono che tracce delle fondamenta.
  • Clarence House. Clarence House fu la residenza di re Guglielmo IV (1765-1837) prima della sua ascesa al trono al tempo in cui era capitano di marina agli ordini dell'ammiraglio Horatio Nelson.
  • Shirley Heights. Punto panoramico sulle baie di English Harbour e Falmouth Harbour vicino alle rovine di un fortilizio del XVIII secolo, il Fort Shirley. In giornate particolarmente limpide è possibile scorgere le isole di Montserrat e Guadalupa. Ogni domenica pomeriggio Shirley Heights ospita raduni giovanili con tanto di barbecue che si protraggono fino a notte fonda tra balli accompagnati da musica reggae e soca. Ai giovani si uniscono volentieri locali e visitatori stranieri ma quanti non sopportano il chiasso delle steel bands spariscono prima delle 7 di sera, quando il party ha inizio.
  • Great George Fort. Questo fortilizio di cui oggi rimangono estese rovine, fu costruito nel 1689 sulla piatta cima di Monk's hill, vicino al villaggio di Falmouth, a quel tempo principale centro dell'isola. I lavori durarono 16 anni. Fu inaugurato il giorno della festa di San Giorgio, il santo patrono d'Inghilterra, da cui il forte ha preso il nome. La sua funzione era quella di costituire un rifugio per gli abitanti di Falmouth nell'eventualità di un attacco da parte dei rivali francesi. Tuttora si possono vedere grandi cisterne che costituivano una riserva d'acqua potabile durevole in caso di assedio.
  • Galleon Beach. La spiaggia più apprezzata per le sue acque cristalline e per i suoi magnifici fondali. Di fronte al promontorio dove sta Fort Berkeley.
  • Pigeon Beach. Raggiungibile tramite il sentiero "Middle Ground Trail" che passa per Fort Berkeley. Pigeon Beach è ben riparata ed è possibile farvi il bagno. L'ente preposto all'amministrazione del parco ha provveduto a rimuovere i cespugli che ne ostacolavano l'accesso e ad attrezzarla con ombrelloni e tavoli da picnic, ripulendola regolarmente da eventuali rifiuti.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

La baia di English Harbour e quella di Falmouth Harbour in secondo piano viste da Shirley Heights

Prezzi medi[modifica]

  • Copper and Lumber, +1 268 460 1160, +1 268 460 1159. Il più famoso degli alberghi di English Harbour, è situato all'interno della base navale Nelson's Dockyard, in locali restaurati un tempo adibiti a deposito di legname e rame. Naturalmentel'atmosfera si paga.
  • Galleon Beach - Tel: +1 268 460 1024 ~ Fax: +1 268 460 1450 Sito web. Sull'omonima spiaggia. Chiuso per riparazione dei danni provocati da un uragano, dovrebbe aver riaperto i battenti.
  • The Inn English Harbour, tel. +1 268 4601014, fax +1 268 4601603
  • Catamaran Hotel Falmouth Harbour, tel. +1 268 4601036, fax +1 268 4601339


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Dark Wood Beach — Ad ovest di English Harbour vicino a "Old Road", la località dove termina la strada proveniente da St. John's. Una spiaggia bella e tranquilla con ristoranti modesti ma non nei prezzi.



Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).