Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia centrale > Abruzzo > Aquilano > Caporciano

Caporciano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Caporciano
Santa Maria dei Cintorelli
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Caporciano
Caporciano
Sito istituzionale

Caporciano è un centro dell'Abruzzo.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Nell'area geografica di Campo Imperatore - Piana di Navelli, ad est dell'Aquila, questo antico borgo conserva costruzioni e atmosfere medievali al pari della sua frazione Bominaco che dal punto di vista artistico offre maggiore ricchezza. Dista 4 km da Bominaco, 30 dall'Aquila.

Cenni storici[modifica]

Il paese ha seguito le vicende dell'Aquila e dell'Aquilano come parte del regno di Napoli, quindi delle Due Sicilie per convergere poi nell'Unità d'Italia. Il suo territorio ha espresso, al pari di molti altri nella regione, alcune costruzioni religiose di buon livello artistico; i resti del castello di Bominaco rimangono a ricordo di epoche turbolente, quando per garantirsi una maggiore sicurezza le popolazioni diedero vita al cosiddetto incastellamento, l'edificazione dei centri abitati su alture protetti da mura di difesa e castelli con funzioni di avvistamento.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

L'altro paese del suo teritorio comunale è Bominaco.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

  • A24 Casello autostradale L'Aquila est sulla A24 Roma - Teramo
  • Strada Statale 17 Italia.svg ex Strada statale 17 dell'Appennino Abruzzese ed Appulo-Sannitico.

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg Linee di pullman gestite da ARPA - Autolinee regionali Pubbliche Abruzzesi [1]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Chiesa di Santa Maria dei Cintorelli
  • Chiesa di Santa Maria dei Cintorelli (Santa Maria de' Centurelli). È una chiesa pastorale edificata nel punto di diramazione tra il Tratturo L'Aquila-Foggia e il Tratturo Centurelle-Montesecco, posizione che la rese una struttura strategica nel periodo in cui la transumanza aveva un ruolo fondamentale nell'economia del meridione d'Italia. La chiesa attuale fu edificata sui resti della chiesa di Santa Maria in Coronula dei Frati della Cintura, risalente all'anno Mille. Il nome della chiesa subì nel tempo molte variazioni, tra le quali Coronella, Centorella, Scientorella, Scientorelli, Centorellis, Incerulae e Cintorelli. La dicitura corretta attuale è quella di Centurelli.
Secondo la tradizione la costruzione dell'attuale chiesa fu iniziata a seguito di un miracolo avvenuto nel 1502, e fu completata nel 1561. Nella metà del Cinquecento la giurisdizione vescovile e parrocchiale su Caporciano era esercitata dalla Congregazione dei Celestini, che nel 1560 stipulò una convenzione con i Deputati della fabbrica di San Pietro in Roma per le rendite e le elemosine della chiesa, venendo autorizzata ad apporre gli stemmi dell'ordine sulla facciata, sul portale d'ingresso e sull'altare maggiore.
Con il decadere dell'importanza della transumanza sul finire dell'Ottocento, anche la chiesa si avviò ad un progressivo degrado tanto che nel 1877, in occasione di una visita pastorale, la chiesa risultava già in abbandono e fu poi interdetta al culto una prima volta il 25 luglio 1905 e poi definitivamente il 19 aprile 1935.
L'edificio presenta una facciata estremamente semplice in stile rinascimentale, con delle lesene che sorreggono una cornice che ne separa il portale dal rosone. Il portale fu realizzato nel 1558, come testimoniato da un'iscrizione presente su di esso, ed è caratterizzato da lesene che sorreggono un architrave modanato sormontato da una lunetta.
Il fianco sinistro è molto semplice: termina con la cappella del transetto ed ha un portale simile a quello della facciata. Anche sul fianco destro è presente la cappella del transetto, con un secondo portale simile a quello del fianco sinistro, ma alla cappella è poi connesso un porticato caratterizzato da grossi pilastri squadrati che sorreggono archi a tutto sesto, presumibilmente sfruttato come rifugio dai pastori che transitavano sul tratturo. Nella parte alta di ciascun fianco della chiesa sono presenti tre monofore che danno luce all'interno. L'abside è a forma poligonale, anch'essa con una monofora per illuminare l'interno.
La pianta della chiesa è a croce latina, con un'unica navata e due cappelle laterali a formare i bracci del transetto. L'altare in stile barocco è incorniciato da un grande arco trionfale.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa di S.Michele Arcangelo. Simple icon time.svg 8 maggio e 29 settembre.
  • Festa dell'Assunta. Simple icon time.svg 15 agosto.
  • Festa di San Pellegrino. Simple icon time.svg 18 ottobre.
  • Festa di San Pietro e Paolo. Simple icon time.svg 29 giugno.

Le feste del paese sono tutte di carattere religioso; Caporciano non ha una sagra.

Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Bominaco — Vanta un importante complesso religioso con l'abbazia di Santa Maria Assunta e l'oratorio affrescato di San Pellegrino. Resti di un castello.
  • Peltuinum, sito archeologico
  • L'Aquila — Sta lentamente ma tenacemente rinascendo dopo il terremoto del 2009. Santa Maria di Collemaggio, San Bernardino, il Forte spagnolo, la Fontana delle 99 cannelle sono i suoi maggiori monumenti.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.