Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Spagna > Andalusia > Provincia di Jaén > Úbeda

Úbeda

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Úbeda
Panorama
Stemma e Bandiera
Úbeda - Stemma
Úbeda - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Spagna
Úbeda
Úbeda
Sito istituzionale

Úbeda è una città della Spagna.

Da sapere[modifica]

È celebre per i suoi monumenti e la sua struttura urbana rinascimentali; per questa caratteristica è stata associata a Baeza e dichiarate dall'UNESCO patrimonio dell'umanità.

Cenni geografici[modifica]

Si trova al centro della provincia di Jaén, nella comarca della Loma, centro di comunicazione che allaccia Levante e Murcia con l'Alta Andalusia e con la Valle del Guadalquivir.

Cenni storici[modifica]

Dagli scavi archeologici sono emerse testimonianze che indicano la presenza d'insediamenti umani risalenti all'età del bronzo (700 a.C.). L'insediamento antico, chiamato Úbeda la Vieja, sorge a 15 chilometri da Úbeda. Nell'822-852 l'emiro Abd-al-Rahman fondò Al-Arab-Úbeda, dove si trova oggi Ubeda. I Mori poi vennero cacciati e Alfonso VII di Castiglia nel 1147 si impossessò della città, che sarebbe rimasta sotto il potere dei Castigliani per dieci anni, finché nel 1157 gli Almohadi la rioccuparono. Si susseguirono poi incursioni di Alfonso VII e questo altalenarsi del possesso di Úbeda si arrestò solo nel 1212, quando con la famosa battaglia di Las naves de Tolosa si ebbe la fase cruciale della Reconquista, che determinò l'abbandono da parte dei Musulmani di quasi tutto il territorio in cui avevano esercitato il dominio. La città ritornò quindi in potere dei re di Castiglia, che le concessero benefici e le consentirono di espandersi con la donazione di alcuni castelli. Nel 1269 Alfonso X di Castiglia ne riparò le mura. Nel 1342-44 il Consiglio di Úbeda decise di inviare delle truppe per partecipare con i Castigliani all'assedio di Algeciras; da questo episodio trae origine la leggenda dei dodici leoni dello scudo araldico della città, che rappresenterebbero i dodici eroici cavalieri ubetensi che vinsero la sfida contro altrettanti cavalieri arabi. Con l'ascesa al trono dei Re cattolici e successivamente sotto Carlo V d'Asburgo, la città riacquistò importanza e nel XVI secolo iniziò la costruzione di nuovi edifici in stile rinascimentale. Vennero edificati o modificati secondo il nuovo stile conventi, palazzi e chiese.

Antiguas casas consistoriales


Come orientarsi[modifica]

  • 1 Plaza Vasquez de Molina. Centro monumentale della città.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • Aeroporto internazionale di Malaga (a 260 km).
  • Aeroporto internazionale di Siviglia (a 270 km).
  • Aeroporto nazionale di Granada (a 150 km). Volo low cost dall'Italia con Easyjet.

In auto[modifica]

Úbeda si trova a 28 km di distanza dalla città di Linares, dove c'è un collegamento con l'A-4 che porta a Madrid (316 km.).

In treno[modifica]

Úbeda si trova a 25 minuti dalle stazioni di Linares-Baeza e Úbeda-Jódar.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Capilla de El Salvador
  • 1 Iglesia de Santa Maria de los Reales Alcazares, Plaza Vasquez de Molin.
  • 2 Sagra Capilla del Salvador, Plaza Vasquez de Molin.
  • 3 Palacio Vela de los Cobos, Calle Juan Montilla.
  • 4 Palacio de Vasquez de Molina (Palacio de las Cadenas), Plaza Vasquez de Molin.
  • Casa de las Torres, Plaza Vasquez de Molin.
  • 5 Hospital de Santiago.
  • 6 Museo de Úbeda.
  • Iglesia de San Pablo.
  • Mura della città.


Eventi e feste[modifica]

  • Nella Settimana santa si tengono le feste tradizionali, con le sfilate delle diciassette confraternite, alcune delle quali risalgono ai secoli XVI-XVII. Queste feste sono state dichiarate d'interesse nazionale nel 1980.
  • In giugno vengono celebrate le fiestas del Renacimiento, con le rievocazioni dello splendore del XVI secolo, con eventi teatrali, spettacoli di danza, cene d'epoca, esposizioni, concerti e conferenze.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Hotel Ordonez Sandoval, Calle Antonio Medina 1, +34 953 795187.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Dolmen di Úbeda: un dolmen risalente al III millennio a.C., si trova a 3,5 km dalla città.
  • Ermita de san Bortolamé: un eremitaggio del XVII secolo, a 5 km dal centro abitato.
  • Puente Azisa: del XVI secolo, un ponte di ardita costruzione architettonica formata da un grande arco centrale e da quattro archi laterali. Sorge a a 15 km dalla città.
  • Baeza, è associata dall'UNESCO a Úbeda come patrimonio dell'umanità.



Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.