Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Torino di Sangro
Panorama del paese
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Torino di Sangro
Sito istituzionale

Torino di Sangro è un centro dell'Abruzzo.

Da sapere[modifica]

Località balneare che si sta sviluppando su un litorale che ha ancora ampie zone da attrezzare, offre un mare con fondali ideali per la pesca subacquea.

Cenni geografici[modifica]

Il paese si trova su un colle in posizione arretrata rispetto alla linea di costa. Il suo litorale si estende per sei chilometri caratterizzati da spiaggia sabbiosa in località Le Morge, da costiera ghiaiosa in località Costa Verde. Le colline che si affacciano direttamente sul mare sono ricche di boschi, caratteristica che contraddistingue il territorio di Torino di Sangro, differenziandolo dalle località vicine.

I centro storico dista una decina di chilometri dalle sue spiagge, 26 da Vasto, 30 da Ortona, 20 da Lanciano.

Cenni storici[modifica]

Le origini del nome sono ancora incerte, ma secondo la leggenda più conosciuta gli abitanti di "Civita di Sangro", assaliti dai Saraceni fuggirono preceduti da un toro che si fermò sotto l'antica Torre, ove essi si rifugiarono, dando vita ad un nuovo paese che prese il nome di Torino. Dopo l'unità d'Italia il nome venne mutato in Torino di Sangro per evitare disguidi postali con l'omonima città piemontese. Il comune ha un rilevante interesse storico e naturalistico. Infatti proprio nel territorio del comune è presente un cimitero militare chiamato "Sangro River War Cemetery" dove riposano i soldati che hanno combattuto la battaglia del Sangro durante la seconda guerra mondiale, in fasi offensive contro la Linea Gustav. Nel cimitero si trovano sepolti anche giovani soldati di soli 16 o 17 anni.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

L'insediamento che si sta sviluppando sulla costa prende il nome di Borgata Marina.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

  • A14 Autostrada A14 Adriatica con i caselli di Val di Sangro e Vasto nord
  • Strada Statale 16 Italia.svg Litorale Adriatica

In treno[modifica]

  • Italian traffic signs - icona stazione fs.svg Condivide la stazione ferrovia con Fossacesia sulla dorsale ferroviaria adriatica.

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg Linee di pullman gestite da ARPA - Autolinee regionali Pubbliche Abruzzesi [1]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Chiesa di San Salvatore. Costruita nel 1302, fu possedimento della Badia di Santo Stefano e di Arabona; è in stile romanico barocco.
  • 1 Chiesa della Madonna di Loreto. Risale al XIV secolo; è a tre navate, a seguito degli ampliamenti effettuati sulla precedente chiesa più piccola.
  • Chiesa di San Felice, Viale Sant'Angelo. La chiesa con l'annesso convento risalgono al 1878, da allora hanno mantenuto sempre la struttura originaria eccezion fatta per alcune aggiunte risalenti al 1949-50 tipo la casa del custode, il porticato, il terrazzo, il lavatoio. Sempre nello stesso periodo vengono fatti dei restauri parziali. La facciata della chiesa è ad intonaco e mattoni con un timpano triangolare nella parte superiore. Il portale è incorniciato con ai lati delle lesene e sopra uno stemma. Le facciate laterali hanno delle finestre strombate ad arco ribassato. L'interno è a navata unica con volta a botte e lunette. Le pareti interne sono intonacate di bianco e beige cui sono addossate delle arcate a tutto sesto cieche che poggiano su lesene corinzie. A sinistra della chiesa si sviluppa l'annesso convento.
  • Palazzo Priori, Piazza Donato Iezzi. È un edificio a due piani con una torretta. Attualmente l'interno è ad uso uffici. Mancano documenti che attestino la data della sua costruzione, ma dallo stile architettonico si può dedurre che il palazzo sia stato costruito tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo. Una targa sita sulla facciata del palazzo asserisce che abitò nel palazzo un certo Domenico Priori, storico ed umanista locale, dal quale trarrebbe il nome.
La facciata è suddivisa in cinque campate da lesene. Nella campata principale è posto il portale d'accesso con arco superiore a tutto sesto, sopra vi è un balcone. Sopra gli ingressi laterali vi sono dei balconcini decorati con una balaustra in ferro.
  • Palazzo del Municipio, piazza Donato Iezzi. L'edificio a tre piani ospita gli uffici comunali. La costruzione del palazzo è iniziata nel 1779. La realizzazione del palazzo è dovuta alla modifica del porticato della chiesa.
La facciata principale è dipinta ed è suddivisa da cinque campate di lesene. Le due campate di sinistra che abbracciano i due piani superiori sono sovrastate da una balaustra in pietra. Le altre tre campate sono rappresentate da lesene giganti. Le campate al piano terra sono adornate di archi a tutto sesto con, sotto, dei portali d'ingresso. Una cornice marcapiano scandisce il secondo piano dal terzo.
  • 2 Riserva naturale guidata Lecceta di Torino di Sangro. Il comune ha una grande importanza naturalistica grazie alla presenza della "Lecceta Litoranea" che ospita delle varietà di flora e fauna protette. Questa riserva naturale si estende per 180 ettari dall'ultimo tratto del fiume Sangro, in prossimità della foce, alla costa adriatica; è un bosco litoraneo impiantato su arenile del Pliocene ed è l'unica area abruzzese in cui vive e si riproduce la testuggine terrestre.
  • 3 Cimitero militare britannico (Sangro River War Cemetery). È un cimitero militare sito sul pendio di una collina nei pressi del paese. Progettato dall'architetto Louis de Soissons, è gestito dalla Commonwealth War Graves Commission (CWGC). Lo stesso architetto progettò il vicino Cimitero militare canadese, nei pressi di Ortona, in memoria dei soldati Alleati morti nella battaglia di Ortona.
Nel cimitero sono seppelliti 2617 militari provenienti da territori del Commonwealth britannico, di cui 2542 identificati e 75 ignoti, caduti nel corso della seconda guerra mondiale durante la battaglia per lo sfondamento della linea Gustav sul fiume Sangro, nel novembre - dicembre del 1943 .
Le tombe, costituite da lapidi di marmo, sono disposte in modo da formare una corona semicircolare. Un sentiero fiancheggiato da filari di magnolie porta alla Croce del sacrificio. Un altro sentiero contornato da siepi di biancospino porta alla Pietra della Rimembranza.
È inoltre presente un memoriale a ricordo di 517 caduti indiani, cremati in accordo alla loro fede religiosa.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa della Madonna di Loreto. Simple icon time.svg Ultima domenica di maggio e i due giorni successivi. La statua della Madonna viene portata in processione che termina con una gettata di petali di rosa quando la processione giunge presso il campanile. È famosa l'asta alla Madonna il pomeriggio del lunedì: numerosi cittadini offrono doni autoprodotti, provenienti dalla natura oppure realizzati artigianalmente. Concludono la festa dei fuochi d'artificio. Durante i giorni della manifestazione si esibisce più volte la banda musicale.
  • La Mattinata del viso adorno. Simple icon time.svg La sera del 9 dicembre fino alla mattinata successiva. È riconducibile sempre al culto della Madonna di Loreto. La popolazione si raccoglie sulle strade fino alla costa ripercorrendo gli antichi tratturi con fiaccolate suggestive intonando tradizionali canti mariani e soffermandosi alle edicolette campestri lungo il tragitto. Giunta alla chiesa della Madonna di Loreto i partecipanti vi trascorrono tutta la notte in preghiera e meditazione. Al mattino la statua della Madonna viene condotta sul sagrato della chiesa; tutt'intorno si dispongono cantori che intonano il canto tradizionale del Viso Adorno. Indi il corteo si snoda a trovare i conoscenti e parenti.
  • Festa di San Michele Arcangelo. Simple icon time.svg In agosto. Si svolge a Marina di Torino di Sangro presso l'eponima chiesa.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Ristorante Borgo Antico, Via Orientale, 1, +39 0873 913212.
  • 2 Antica Osteria del Tiglio, Contrada Ruzzo, 3, +39 0873 911341.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Campeggi


Sicurezza[modifica]

Italian traffic signs - icona farmacia.svg Farmacia


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Vasto — La città antica con le sue fortificazioni è in posizione elevata sul mare; la gemmazione moderna è sulla costa dove si sviluppa la stazione balneare di Marina di Vasto.
  • Ortona — Su un promontorio della costa si stende l'abitato monumentale antico; sul litorale si sviluppano le attivita pescherecce e balneari. È città legata ad importanti vicende della seconda guerra mondiale.
  • Lanciano — Città di antica tradizione, fu capoluogo dei Frentani e poi municipio romano. Ha un nucleo antico di grande interesse, che si anima in occasione delle numerose rievocazioni storiche; famosi sono la Settimana medievale con il ‘’Mastrogiurato’’ e le rappresentazioni sacre della Settimana Santa. È meta di pellegrinaggi a seguito del suo miracolo eucaristico


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Torino di Sangro
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Torino di Sangro
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.