Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Soissons
Soissons
Stemma
Soissons - Stemma
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Francia
Reddot.svg
Soissons
Sito del turismo
Sito istituzionale

Soissons è una città della Piccardia.

Da sapere[modifica]

Soissons è anche nota per i suoi fagioli.

Cenni storici[modifica]

La città, chiamata dai romani Augusta Suessionum, ha alle spalle una storia ricca di eventi. Nel 57 a.C. fu conquistata da Cesare. Dopo il crollo dell'Impero Romano d'Occidente, fu la capitale del Regno di Soissons fino al 486, ma cadde in mano ai Franchi quell'anno. I Merovingi ne fecero la capitale del Ducato di Franconia. Dopo la divisione delvducato, Soissons fu la capitale della Neustria sotto Clotario I dal 511. Nel Medioevo, a Soisson si svolsero diversi sinodi. La città fu distrutta durante la guerra dei cent'anni e fu distrutta anche nella guerra del 1870/71 e nella prima guerra mondiale.

La diocesi cattolica romana di Soissons-Laon-Saint Quentin risale agli inizi del IV secolo.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

In auto[modifica]

Soissons si trova all'incrocio di diverse strade nazionali francesi. La RN 2 in gran parte a quattro corsie e senza incroci collega la città via Villers-Cotterets con Parigi (Porte de la Villette) e Laon, dove incontra l'Autoroute A 26 (Calais - Troyes), la RN 31 (Europastraße 46) con Rouen, Beauvais e Compiègne a ovest e Reims a est, dove incontra l'Autostrada A 4, che collega Strasburgo e Saarbrücken. La strada dipartimentale D 1 conduce da Saint-Quentin (con collegamento all'Autostrada 26) via Soissons a Château-Thierry (con collegamento all'Autostrada A 4) e poi verso Troyes.

In nave[modifica]

Soissons è collegata al sistema fluviale della Senna attraverso i fiumi navigabili (canalizzati) Aisne e Oise, attraverso il Canale latina all'Aisne e il Canale delle Ardenne anche alla Mosa e attraverso il Canale dell'Aisne alla Marna e più avanti sul sistema di canali francesi con Reno e Rodano.

In treno[modifica]

  • 2 Stazione di Soissons (Gare de Soissons). Servita dalla TER Picardie (Parigi - Laon), si trova sulla linea che collega La Plaine a Hirson e Anor (confine belga). Stazione di Soissons su Wikipedia stazione di Soissons (Q935169) su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

La città può essere facilmente visitata a piedi.

Cosa vedere[modifica]

La cattedrale
  • attrazione principale monumento storico francese 1 Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio (Cathédrale Saint-Gervais-et-Saint-Protais), 23 Rue des Déportés et Fusillés, +33 3 23 53 10 36. Simple icon time.svg Lun-Dom 9:30-12:00 e 14:30-17:00. La cattedrale gotica venne eretta nel XII secolo e fu completata nel XIV secolo. I gioielli del portale furono distrutti nelle guerre degli ugonotti. Anche la prima guerra mondiale causò gravi danni. Il transetto meridionale è particolarmente degno di nota. Cattedrale di Soissons su Wikipedia cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio (Q1736223) su Wikidata
Abbazia di San Giovanni delle Vigne
  • monumento storico francese 2 Abbazia di San Giovanni delle Vigne, abbaye Saint-Jean-des-Vignes. Simple icon time.svg Lun-Ven 9:00-17:00, Sab-Dom 10:00-17:00. Importante è la facciata a doppia torre dell'ex abbazia di Saint-Jean-des Vignes. Abbazia di San Giovanni delle Vigne su Wikipedia Abbazia di San Giovanni delle Vigne (Q1300190) su Wikidata
  • monumento storico francese 3 Musée de Soissons (Abbaye Saint-Léger), 2 Rue de la Congrégation, +33 3 23 55 94 73. Ecb copyright.svg 2€. Simple icon time.svg Mar-Ven 9:00-12:00 e 14:00-17:00, Sab-Dom 14:00-17:00. Saint-Léger Abbey in Soissons (Q2820394) su Wikidata
  • monumento storico francese 4 Abbaye Saint-Médard, 3B Place Saint-Médard. Simple icon time.svg Aperture poche giornate l'anno (vedi sito web). Interessante la visita alla cripta del IX secolo. Abbazia di San Medardo (Soissons) su Wikipedia Abbazia di San Medardo (Soissons) (Q478701) su Wikidata
  • monumento storico francese 5 Église Saint-Pierre-au-Parvis. Église Saint-Pierre-au-Parvis de Soissons (Q22966467) su Wikidata
  • monumento storico francese 6 Hôtel de Barral, 16-20 Grand'Place. Hôtel de Barral (Q3145736) su Wikidata
  • monumento storico francese 7 Municipio di Soissons (Hôtel de ville de Soissons). Hôtel de ville de Soissons (Q3146191) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Soissons
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Soissons
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.