Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Piemonte > Langhe > Serralunga d'Alba

Serralunga d'Alba

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Serralunga d'Alba
Il borgo di Serralunga d'Alba dominato dalla singolare svettante mole del castello
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Serralunga d'Alba
Serralunga d'Alba
Sito istituzionale

Serralunga d'Alba è un centro del Piemonte.

Da sapere[modifica]

Il piccolo borgo è zona di produzione dei vitigni di nebbiolo da barolo. Conserva un castello dalla inusuale forma fortemente protesa verso l'alto, che ne fa un unicum nel panorama piemontese.

Cenni geografici[modifica]

Situato sulle colline piemontesi, nelle Langhe, il paese dista 15 km da Alba, 7 da Grinzane Cavour, 42 da Asti.

Come orientarsi[modifica]

Veduta del paese dal castello

Quartieri[modifica]

Il suo territorio comunale comprende anche la frazione di Fontanafredda.

Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]

L'esiguità dell'abitato consente una completa visita a piedi. La salita al castello è breve ed agevole.

Cosa vedere[modifica]

Il sorprendente slancio del castello Falletti
Castello Falletti - veduta dal primo accesso
  • Castello Falletti. La costruzione svetta in maniera stupefacente sulla sommità della collina attorno alla quale si sviluppa il piccolo borgo antico di Serralunga. La slanciata costruzione trecentesca non ha quasi paragoni in Italia; il suo sviluppo verticale viene ancor più rafforzato dall'alta torre quadrangolare che fu il nucleo originario della costruzione.
Il castello non ha subito trasformazioni rilevanti dalla sua costruzione, a differenza della maggior parte degli altri manieri che nel tempo sono stati via via trasformati in residenze signorili, abbandonando la propria originaria funzione bellica.
L'interno della costruzione mostra tre grandi saloni sovrapposti che avevano funzione abitativa; attorno ad essi, gli ambienti riservati ai soldati. Il salone dei Valvassori ospita una piccola cappella, qusi una rientranza nelle possenti mura, con affreschi della seconda metà del Quattrocento: un martirio di Santa Caterina d'Alessandria, un San Francesco e il simbolo dell'Agnus Dei sul soffitto a botte.
La famiglia Falletti fu proprietaria a lungo del maniero, finché nel secondo dopoguerra gli ultimi discendenti lasciarono il castello allo Stato.
  • Chiesa parrocchiale di San Sebastiano. Edificata sul finire dell'Ottocento, la chiesa è stata costruita sul sito dell'antica parrocchiale di San Benigno, ormai ammalorata. L'edificio sorge fuori delle antiche fortificazioni murarie. Mostra al suo interno l'affresco del catino absidale Adorazione del Santissimo Sacramento; l'altare centrale ha una tavola in legno scolpito rappresentante due francescani in adorazione del Crocifisso.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Nel borgo si possono facilmente trovare negozietti che vendono specialità locali: vini (barolo soprattutto), liquori, dolci.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Grinzane Cavour — Legato al ricordo di Camillo Benso conte di Cavour e alla sua famiglia, il paese conserva un imponente castello medievale che fu della proprietà dei Cavour.
  • Alba — Capitale delle Langhe, ha un importante centro storico e una solida fama legata soprattutto al suo pregiato tartufo.
  • Asti — Città dello spumante e del palio, diede i natali a Vittorio Alfieri. Ha origini antiche; il Duomo, la Collegiata di San Secondo, il complesso romanico di San Pietro in Consavia sono i suoi più importanti monumenti.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.