Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Puškin
Пушкин
Facciata del Palazzo di Caterina
Stemma e Bandiera
Puškin (San Pietroburgo) - Stemma
Puškin (San Pietroburgo) - Bandiera
Stato
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Russia
Reddot.svg
Puškin
Sito istituzionale

Puškin (Пушкин) è una città della Russia a sud di San Pietroburgo.

Da sapere[modifica]

Precedentemente conosciuta come Carskoe Selo (Царское Село), il "villaggio dello zar", Puškin è noto per i suoi numerosi parchi e palazzi imperiali.

Cenni geografici[modifica]

La città si trova nella pianura della Neva, sulla riva sinistra del fiume Neva . Il paesaggio è molto vario e contiene colline, creste e terrazze mescolate con valli, pianure, boschi e terreni agricoli. Numerose sorgenti danno origine a ruscelli e stagni di alimentazione.

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) -2 -1 4 9 16 21 22 21 15 9 2 -1
Minime (°C) -8 -8 -3 2 7 12 14 13 8 4 -2 -6
Precipitazioni (mm) 40 31 35 33 38 64 78 77 67 65 56 49

Il clima a Pushkin è temperato e umido, è di transizione tra oceanico e continentale . La durata della giornata varia da 5 ore e 51 minuti nel solstizio d' inverno a 18 ore e 50 minuti nel solstizio d' estate. L'estate è breve e moderatamente calda, mentre l'inverno è lungo e irregolare, con frequenti disgeli. Le temperature dell'aria superiori a 0 °C prevalgono dall'inizio di aprile a metà novembre. Il mese più freddo è febbraio. I mesi più nuvolosi sono novembre, dicembre e gennaio, mentre i meno nuvolosi sono maggio, giugno e luglio. Ci sono almeno 240 giorni di sole all'anno. Tra il 25 maggio e il 16 luglio si osservano notti bianche quando il sole passa solo brevemente all'orizzonte e la giornata dura quasi 19 ore. L'area è alimentata principalmente da acque superficiali e sotterranee.

Cenni storici[modifica]

Nel 1609-1702, al posto del Palazzo di Caterina sorgeva una tenuta svedese, che in finlandese era conosciuta come Saaren moisio. Tradizionalmente i finlandesi ingriani chiamano la zona Saaren kylä (villaggio di Saari) o Saari, che significa "isola" in finlandese. Dopo l'espulsione degli svedesi dalla zona, Pietro il Grande cedette il maniero ad Alexander Menshikov. Più tardi, tutta la zona tra cui 43 villaggi è stato assegnato a Marfa Skavronskaya, moglie di Pietro, che in seguito divenne imperatrice Caterina I . Questa data del 13 giugno 1710 è considerata la data di fondazione della città.

Durante il regno di Elisabetta , Tsarskoye Selo divenne la residenza imperiale. Negli anni 1740-50 il modesto palazzo di Caterina I fu ricostruito in una lussuosa residenza estiva, il Palazzo di Caterina. Tra il 1751 e il 1756 la ricostruzione fu guidata dall'italiano Francesco Bartolomeo Rastrelli e da allora l'aspetto attuale del palazzo non è cambiato molto.

La prima ferrovia pubblica nell'impero russo, Tsarskoselskaya Railway, fu posata nel 1837 e collegava Carskoe selo con la capitale San Pietroburgo. La prominente Cattedrale di Caterina fu costruita nel 1840. La città si stava espandendo e nel 1855 aveva 44 strade, 10 chiese, 400 case, 8 caserme militari, 3 ospedali e un seminario femminile. Carskoe selo era una delle città più sviluppate della Russia. Nel 1887 divenne la prima città completamente elettrificata in Europa e alla fine del XIX secolo disponeva di una rete telefonica. Nel 1902–1908 la città fu dotata del più avanzato sistema idrico dell'epoca con una rete fognaria separata e una stazione di purificazione dell'acqua.

Nel 1918, dopo la Rivoluzione d'Ottobre, il palazzo e il complesso del parco furono dichiarati museo e proprietà nazionale. Il 7 novembre 1918 fu ribattezzato Detskoye Selo (Детское Село, "Villaggio dei bambini"), a causa del gran numero di istituzioni per bambini stabilite nell'area. Il 10 febbraio 1937, in occasione del centenario della morte di Aleksandr Pushkin , alla città fu dato il suo nome. Il 10 giugno 1939, la Cattedrale di Caterina fu demolita dalle autorità sovietiche. Dopo l'inizio della seconda guerra mondiale, il 17 settembre 1941, la città fu occupata dalle truppe tedesche. Diversi edifici del complesso del palazzo furono distrutti o danneggiati e molte opere d'arte furono trafugate, compresa l'intera decorazione interna della Sala d'Ambra. La città è stata liberata il 24 gennaio 1944. La città è stata liberata il 24 gennaio 1944.

Dall'inizio degli anni '90 Pushkin è diventata un'area residenziale di lusso.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In treno[modifica]

I treni locali partono dalla stazione Vitebskiy di San Pietroburgo (non dalla sala principale, ma dalla sala più piccola per i treni locali a destra e dietro l'angolo di fronte alla sala principale) alla stazione di Detskoe Selo a Puškin. Un biglietto del treno di andata e ritorno costa 72 RUB e i treni viaggiano a intervalli di 15/20 minuti a partire dalle 6:00 fino a mezzanotte con le seguenti eccezioni:

  • Lasciando San Pietroburgo, non c'è servizio ferroviario tra le 10:00 e le 12:00 nei giorni feriali. I treni durante tale intervallo operano solo nei fine settimana e nei giorni festivi; i treni al di fuori di tale intervallo funzionano 7 giorni alla settimana. Si noti che tutti i treni locali in partenza dalla stazione di Vitebskiy si fermano a Detskoe Selo e Pavlovsk; questo lo rende un po' più facile per chi non parla russo, dal momento che ci si deve preoccupare su quale treno salire a bordo anche se treni diversi arrivano a stazioni terminali diverse.
  • Tornando da Puškin verso San Pietroburgo, c'è un intervallo nel servizio tra le 12:30 e le 14:30 nei giorni feriali, sebbene i treni operino durante tale intervallo nei fine settimana e nei giorni festivi.

In autobus[modifica]

In autobus dalle stazioni della metropolitana Linea 2 (Moskovskaya) - autobus 187 e minibus K545K, K545B; Linea 2 (Zvezdnaya) - bus 179 e minibus K363; Linea 2 (Kupchino) - minibus K286.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Minibus e autobus attraversano la città, andando a Pavlovsk e tornando a San Pietroburgo. Possono essere usati per arrivare dalla stazione di Tsarskoe Selo a Catherine Park. Ad esempio, sugli autobus K-287, K-347, n. 273.

Dalla stazione Aleksandrovskaya, si può prendere l'autobus n. 378 per Orlovskiye Vorota del Parco Yekaterininsky.


Cosa vedere[modifica]

L'attrazione principale della città è il Museo-Riserva di Tsarskoe Selo, che comprende i parchi Ekaterininsky e Alexandrovsky - complessi di palazzi e parchi dei secoli XVIII-XIX.

Parco di Caterina[modifica]

Angolo della Sala d'Ambra all'interno del Palazzo di Caterina

Il parco è composto da due parti: il vecchio giardino regolare e il parco paesaggistico inglese.

  • 59.71583330.3955561 Palazzo di Caterina (Екатерининский дворец). Ecb copyright.svg Ingresso 700 RUB. Simple icon time.svg Ingresso singoli: 12:00-14:00 e 16:00-17:00, ingresso gruppi: 10:00-12:00 e 14:00-16:00. In assenza di gruppi (spesso in bassa stagione, come il pieno inverno), sarà dato accesso ai singoli anche in questi orari. Lo spettacolo è davvero mozzafiato, soprattutto durante il periodo invernale, con la neve che ricopre il magnifico parco. Il palazzo è stato costruito dall'architetto italiano Bartolomeo Rastrelli, famoso per aver progettato anche il Palazzo d'Inverno a San Pietroburgo, per conto dell'Imperatrice Caterina la Grande. Ospita stanze enormi completamente dorate e dipinti incredibili. La vista principale è la "Sala d'Ambra", una copia in ambra dell'originale, andata perduta durante la seconda guerra mondiale. Un dono del Kaiser tedesco all'imperatrice, con le sue pareti e i suoi mobili completamente scolpiti in pezzi di ambra baltica. Nonostante l'originale sia andato perduto, questa copia è realizzata con gli stessi materiali. Il parco offre paesaggi mozzafiato, con un bosco e un laghetto, coperti di ghiaccio durante l'inverno. Nelle vicinanze si trova il "Petite Hermitage", una casa isolata usata dall'imperatrice per partecipare a riunioni private. Sotto la stanza principale si trova la cucina, dove la servitù sollevava le stoviglie con un ascensore alle stanze private, senza disturbare l'Imperatrice. Palazzo di Caterina su Wikipedia Palazzo di Caterina (Q2854543) su Wikidata
  • 59.71530.39512 Bagno freddo con camere d'Agata (Холодная баня с Агатовыми комнатами).
  • 59.714430.39563 Galleria di Cameron (Камеронова галерея).
  • 59.71630.39844 Bagno superiore (Верхняя ванна).
  • 59.715330.39945 Bagno inferiore (Нижняя ванна).
  • 59.713530.40336 Padiglione Hermitage (Павильон Эрмитаж).
  • 59.713430.39877 Padiglione "Grotto" (Павильон Грот).
  • 59.710830.39548 Padiglione Hall on the Island (Павильон Зал на острову).
  • 59.710130.39379 Colonna Chesme (Чесменская колонна).
  • 59.710330.398310 Ammiragliato (Адмиралтейство).
  • 59.709630.390911 Bagno turco (Турецкая баня).
  • 59.709530.382912 Porta Gatchina (Porta Orlov, Гатчинские ворота).

Parco di Alessandro[modifica]

È suddiviso in un giardino nuovo regolare (un parco con una disposizione geometricamente corretta) e un giardino paesaggistico.

  • 59.72095330.39250813 Palazzo di Alessandro (Александровский дворец). L'ultima residenza della famiglia reale russa. Un edificio glorioso recentemente riaperto dopo un lungo restauro terminato a fine 2019. Palazzo di Alessandro su Wikipedia Palazzo di Alessandro (Q1519034) su Wikidata
  • 59.717830.38614 Teatro cinese (Китайский театр).
  • 59.714630.38615 Villaggio cinese (Китайская деревня).
  • 59.723530.390216 Torre Bianca (Белая башня).
  • 59.715430.3817 Padiglione della cappella (Павильон Шапель).
  • 59.721830.377518 Padiglione dell'Arsenal (Павильон Арсенал).

Monumenti[modifica]

  • 59.718330.397219 Monumento a Pushkin (Памятник Пушкину). Uno dei monumenti più famosi al grande poeta. Inaugurato nel 1900 (scultore R.R.Bach). Pushkin è raffigurato seduto su una panchina sotto forma di uno studente di liceo.
  • 59.72861430.39505320 Monumento a Pushkin (Памятник Пушкину) (Incrocio di Oktyabrsky Boulevard e Dvortsovaya Street). La scultura è stata realizzata da L. Bernshtam nel 1912 a Parigi. Originariamente si trovava nell'atrio del Lyceum, ma alla fine degli anni '30 fu spostato all'ingresso della città. Durante la Grande Guerra Patriottica, i tedeschi usarono il monumento come bersaglio per le riprese, ma fu successivamente restaurato.

Altro[modifica]

  • 59.729330.394521 Porta egiziana (Египетские ворота) (Intersezione tra Dvortsovaya Street, Oktyabrsky Boulevard e Petersburg Highway). Porta in stile egizio, costruita nel 1830 dall'architetto A.A. Menelas, che si ispirò al Tempio Khonsu a Luxor. Le porte sono decorate con geroglifici egizi e scene della vita degli antichi egizi.


Eventi e feste[modifica]

  • Giornata della città. Simple icon time.svg 24 giugno. Notevoli festival si svolgono ogni anno nel fine settimana successivo al 24 giugno.
  • Carnevale. I carnevali internazionali si svolgono nella città dal 1995 e dal 2000 Puškin è membro della Federazione delle città europee del carnevale.


Cosa fare[modifica]

I seguenti due musei appartengono al Museo tutto russo di A.S. Pushkin.

  • 59.717530.39671 Museo memoriale Lyceum (Мемориальный музей-лицей), st. Sadovaya, 2, +7 812 476-64-11. Simple icon time.svg 10:30-17:00.
  • 59.7240430.40012 Museo commemorativo-dacia di Pushkin A.S. (Dacha A.K. Kitaeva, Мемориальный музей-дача Пушкина А.С.), st. Pushkinskaya, 19/2, +7 812 476-69-90, fax: +7 812 315-73-79. Simple icon time.svg 10:30-18:00.
  • 59.7132930.426393 Museo-Estate di Chistyakov P.P. (Музей-Усадьба Чистякова П.П.), Autostrada Mosca, 23, +7 812 451-70-85. Ecb copyright.svg 100 RUB. Simple icon time.svg 10:00-17:00.
  • 59.7211430.405054 Museo storico e letterario della città di Pushkin (Историко-литературный музей города Пушкина), st. Leontievskaya, 28, +7 812 466-55-10. Simple icon time.svg 10:00-17:00.
  • 59.7230130.408235 Museo "Collezione Tsarskoye Selo" (Музей Царскосельская коллекция), st. Negozio, 40/27, +7 812 466-04-60. Simple icon time.svg 11:00-17:00.
  • 59.7217630.40716 Museo di Storia della Pubblica Istruzione (Музей истории народного образования), st. Pushkinskaya, 28, +7 812 466-24-86. Simple icon time.svg 10:00-18:00.
  • 59.72543230.3864277 Museo "La Russia nella Grande Guerra" (Музей Россия в Великой войне), strada Fermskaya, 5A, +7 812 415 76 92. Ecb copyright.svg Adulti: 300 RUB, ridotto: 150 RUB, bambini sotto 16 anni: gratis. Simple icon time.svg 10:00-18:00. Il primo e unico museo della prima guerra mondiale in Russia, inaugurato nel 2014. Il museo ha 13 sezioni: "Inizio della guerra", "Operazioni militari", "Mongolfiere e aviatori", "Flotta", "Guerra di posizione", "Cavalieri di San Giorgio", "La famiglia imperiale durante la guerra", "Croce rossa e prigionieri", "Clero" e altri.


Acquisti[modifica]

I souvenir possono essere acquistati nelle sale dei palazzi Catherine e Alexandrovsky, nel Lyceum, nei negozi di souvenir sul territorio del Catherine Park, così come nelle bancarelle e nei negozi di souvenir di Lyceisky Lane.

  • Tsarskoselsky Gostiny Dvor (Царскосельский Гостиный Двор) (Tra le vie Moskovskaya, Leontievskaya, Oranzhereinaya e Pushkinskaya). Simple icon time.svg 10:00-17:00. Esiste in questo luogo dal 1818, quando Y. V. Zakharzhevsky, in conformità con il nuovo piano di Tsarskoye Selo, ordinò di trasferire in questo luogo il quartiere fieristico, che si trovava temporaneamente dal 1808 al recinto della Chiesa del segno dal lato di Srednaya Street. Allo stesso tempo, qui fu trasferita anche la Fiera di Costantino, fondata da Caterina II a Sofia. Un monumento architettonico di importanza federale. È uno dei rari edifici che non hanno mai cambiato la loro missione storica. Qui è ancora possibile acquistare frutta e verdura di stagione, erbe aromatiche, pane appena sfornato, miele delle regioni di Pskov e Novgorod, latticini locali, carne fresca e pesce vivo.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Pyshki (Пышки), st. Oranzhereinaya, 16 (Ingresso dalla fine della casa dal lato della casa, Oranzhereinaya st., 20). Poco costoso, ma amato dal lussureggiante Tsarskoe Selo.

Prezzi medi[modifica]

  • Italian Pizza (Nella piazza di fronte alla stazione dei treni. Di fronte alla stazione, è nell'edificio alla propria sinistra; entrare attraverso le scale del seminterrato). Simple icon time.svg 11:00-24:00. Un ristorante pulito, a prezzi ragionevoli con una varietà di buon cibo, dalla pizza agli hamburger alle insalate al sushi.

Prezzi elevati[modifica]

  • Palazzo di Caterina (All'interno del palazzo vicino alle stanze del guardaroba). Un caffè piuttosto costoso.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.