Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Pakistan

Patrimoni mondiali dell'umanità in Pakistan

Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Pakistan al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

Il Pakistan ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 23 luglio 1976.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Rovine archeologiche a Mohenjo-daro 1980 Culturale (ii)(iii) Le rovine della grande città di Mohenjo-daro, costruita interamente in mattoni crudi nel III millennio a.C., si trova nella valle dell'Indo. L'acropoli, impostata su alti argini, i bastioni, e la città bassa, che è disposta secondo regole rigorose, forniscono la prova di un sistema precoce di urbanistica. Mohenjo-daro-2010.jpg
2 Taxila 1980 Culturale (iii)(vi) Dall'antico tumulo neolitico di Saraikala ai bastioni di Sirkap (II secolo a.C.) e la città di Sirsukh (I secolo d,C,), Taxila illustra le varie fasi di sviluppo di una città sul fiume Indo che è stata alternativamente influenzata dalla Persia, Grecia e l'Asia centrale e che, dal secolo aC V al II secolo d.C., fu un importante centro buddista di apprendimento. Jaulian.JPG
Rovine buddiste a 3 Takht-i-Bahi e resti della vicina cittadina di 4 Sahr-i-Bahlol 1980 Culturale (iv) Il complesso monastico buddista di Takht-i-Bahi (Trono delle origini) è stato fondato all'inizio del I secolo. Grazie alla sua posizione sulla cresta di una collina, è sfuggito a invasioni successive ed è ancora eccezionalmente ben conservato. Nelle vicinanze si trovano le rovine di Sahr-i-Bahlol, una piccola città fortificata risalente allo stesso periodo. Takht-i-Bahi3.jpg
5 Monumenti storici di Thatta 1981 Culturale (iii) Capitale di tre successive dinastie e successivamente governata dagli imperatori Mughal di Delhi, Thatta fu costantemente impreziosita dal XIV al XVIII secolo. I resti della città e la sua necropoli offrono una vista unica della civiltà a Sindh. Tomb 1 Thatta.jpg
6 Fortezza e Giardini Shalamar a Lahore 1981 Culturale (i)(ii)(iii) Si tratta di due capolavori risalenti all'epoca della brillante civiltà Mughal, che raggiunse il suo culmine durante il regno dell'imperatore Shah Jahan. Il forte contiene palazzi di marmo e moschee decorate con mosaici e dorati. L'eleganza di questi splendidi giardini, costruito nei pressi della città di Lahore su tre terrazze con logge, cascate e grandi stagni ornamentali, è ineguagliabile. Alamgiri Gate at Lahore Fort.jpeg
7 Forte Rohtas 1997 Culturale (ii)(iv) Dopo la sua sconfitta da parte dell'imperatore Mughal Humayun nel 1541, Sher Shah Suri costruì un complesso fortificato a Rohtas, un sito strategico nel nord di quello che oggi è il Pakistan. Non è mai stato preso d'assalto ed è sopravvissuto intatto fino ai giorni nostri. Le principali fortificazioni consistono in mura massicce, che si estendono per più di 4 km; essi sono rivestiti con bastioni e trapassato solo dai monumentali cancelli d'accesso. Il forte Rohtas, detto anche Qila Rohtas, è un eccezionale esempio di architettura militare musulmana in Asia centrale e meridionale. Rohtas Fort Magnificent Kabuli Gate.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti