Scarica il file GPX di questo articolo

Parco nazionale di Watarrka - Kings Canyon

Da Wikivoyage.
Oceania > Australia > Territorio del Nord > Parco nazionale di Watarrka - Kings Canyon
Parco nazionale di Watarrka - Kings Canyon
King's Canyon: la principale attrazione del parco
Tipo area
Stato
Stato federato
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Il Parco nazionale di Watarrka - Kings Canyon [1] è situato nel Territorio del Nord, e più precisamente nel Centro Rosso dell'Australia, lontano da Alice Springs, da Uluru (Ayers Rock), lontano dalle principali attrazioni del centro Australia.

Da sapere[modifica]

Vista del Kings Canyon

La popolarità di questo parco continua a crescere tra le mete visitate nel centro Australia, ma i numeri sono ancora piccoli, soprattutto comparati all'immensità e spettacolarità di questo canyon, denominato Kings Canyon. Si tende ad escludere la visita di questo sito in favore di altri, e comunque in considerazione dei pochi giorni che si possono avere durante una vacanza. E questo è un peccato, perché il canyon, anche grazie alla varietà della flora, vale sicuramente la mezza giornata (meglio una) di detour.

La domanda sorge spontanea, il lungo viaggio ripaga? Assolutamente si!

Cenni geografici[modifica]

Il Parco nazionale di Watarrka - Kings Canyon si trova veramente lontano da tutto e tutti. E forse la bellezza risiede anche in questo. Con un 4WD il Canyon rimane sulla via tra i MacDonnell Ranges Occidentali e Uluru (Ayers Rock) e la strada può essere tortuosa, ma comunque affascinante. Con un 2WD vi è un'unica via d'accesso, in cui potrete veramente contare le auto utilizzando le dita di una mano, forse due.

Flora e fauna[modifica]

L'approccio al parco è simile a quello del Parco nazionale di Kata Tjuta - Uluru, abbastanza arido. Una volta arrivati ci si accorge che in realtà la vegetazione è abbastanza differente. Il piccolo torrente ha creato negli anni un microclima nella vallata e i gum-tree la fanno da padrone, costruendo in alcuni tratti un ambiente che ricorda Il signore degli Anelli, non tanto nel colore ma nell'intreccio dei rami di queste piante di colore bianco/giallo acceso. Se aggiungete la presenza di piccoli alberi stile bonsai capirete subito come il tutto vi coglierà di sorpresa.

Anche in questo caso si può riscontrare, se fortunati, la presenza di dingoes ed altri animali della famiglia dei marsupiali. Nel torrente molti girini e rane. Non mancano ovviamente i serpenti a cui bisogna sempre prestare molta attenzione. .

Microclima del Kings Canyon

Se siete così fortunati d'arrivare dopo una pioggia noterete subito come poca acqua possa improvvisamente svegliare il deserto. Il verde vince sul marrone e il rosso. Le piante crescono con una velocità impensabile. È come se la natura improvvisamente voglia sfruttare quella poca acqua per concentrare un anno di vita in pochi giorni, magari una settimana.

Quando andare[modifica]

Il caldo e l'umidità sono un fattore importante per considerare la visita al Parco nazionale di Watarrka - Kings Canyon. Interessante è il cartello del safe walking all'ingresso del canyon dove viene indicata la temperatura che ci si aspetta nel corso della giornata. Non è inusuale arrivare fino a 40-45 gradi tra novembre e marzo. Portate tanta acqua con voi, soprattutto se aspirate a fare la camminata attorno al parco (Kings Canyon Rim walk). Da giugno fino a settembre le temperature durante la giornata solo molto piacevoli, intorno ai 20 gradi, perfetti per visitare e camminare nei siti. Attenzione che le notti possono essere molto fredde, anche sotto zero. Se campeggiate portatevi l'equipaggiamento giusto per la notte. Negli altri mesi le temperature sono più moderate

Cenni storici[modifica]

La presenza umana su questo sito risale a oltre 10.000 anni fa (alcuni libri riportano fino a 20.000 anni or sono). Ovviamente si parla di una presenza aborigena che tuttora qui risiede con gli Luritja.

L'uomo bianco ha approciato questa parte d'Australia ancora una volta a fine '800 con i famosi esploratori del tempo quali Ernest Giles e William Gosse, i medesimi che esplorarono per la prima volta Uluru (Ayers Rock) e Kata Tjuta (the Olgas). Il nome del canyon e del fiume fu allora rinominato ispirandosi a Fielder Kings, amico di Giles; la percezione di Kings (re) usato per apostrofare la dimensione e bellezza di questo parco non ritrova quindi verità.

Come arrivare[modifica]

Segnalazione all'inizio della valle con temperature della giornata

Il centro abitato più vicino è Alice Springs a circa 330 km con un 4WD, o circa 500 km con un 2WD. Stazioni di benzina sono presenti lungo il tragitto, circa ogni 100 km. Si consiglia di visitare questo canyon come parte di un giro più grande che tocca anche Uluru (Ayers Rock) da cui dista circa 300 km.

In auto[modifica]

Preparatevi per lunghe distanze, acqua e controllate sempre il livello della benzina. Non è inusuale incontrare anche una sola auto in 100 km di tragitto. I benzinai si trovano a distanza di 50-100 km, ma meglio fermarsi in eccesso, che in difetto, evitando di rimanere senza benzina nel deserto, con 40-50 gradi sotto il sole. La Stuart Hwy collega Alice Springs alla stazione di benzina Erldunda[2](2 ore); da qui la statale 4, Lasseter Hway, vi porterà fino al bivio con la Luritja Road. Fate attenzione che qui avrete circa 130 km senza benzinaio. Traffico ovviamente inesistente. Soltanto da 2 anni sono stati introdotti i limiti di velocità oggi a 110 km. È facile passare questo limite, vista l'assenza del traffico e la strada sempre e comunque dritta, ma non è suggerito in quanto la polizia installa frequentemente laser per il controllo della velocità.

Particolare di un albero della gomma

Se avete deciso di affittare una macchina a Alice Springs, accertatevi che sia a chilometraggio illimitato. Oltre le solite compagnie come Avis, Budget e Europcar, è consigliato anche verificare con Outback Auto Rentals [3], un fornitore locale, e AutoEurope [4], uno dei rari operatori che affittano a chilometraggio illimitato. Attenzione che tendono a fatturare i Km oltre 100/giorno, fate scrivere unlimited mileage sul contratto, per non avere brutte sorprese dopo (controllate la carta di credito comunque e fatevi dare il numero di telefono, nel caso potete almeno ritelefonare).

Inoltre l'assicurazione della macchina normalmente non copre se viaggiate fuori strada, anche sterrato, con un 2WD e se viaggiate di notte, comunque sconsigliato per la massiccia presenza di animali sulle strade. Prima di partire fate quindi il conto delle ore (almeno 5 ore prima del calar del sole). Ricordatevi inoltre che il Territorio del Nord ha un'ora diversa dagli altri stati.

In autobus[modifica]

Greyhound Australia [5] è l'unica compagnia ufficiale di bus che collega Alice Springs con Uluru (Ayers Rock) e quindi Kings Canyon. Verificate sul sito le possibili combinazioni.

Permessi/Tariffe[modifica]

L'ingresso è libero.

Come spostarsi[modifica]

Scaricate una mappa [6] del parco. L'automobile è il mezzo essenziale per spostarsi nel parco anche se vi ritroverete ad utilizzarla essenzialmente per arrivare ed andare. La parte più interessante è la visita a piedi del Kings Canyon

Cosa vedere[modifica]

Inizio della camminata sopra in Canyon (Rim Walk)
  • Kings Canyon. La camminata lungo il canyon richiede sicuramente tempo, 3-4 ore, ma soprattutto forza d'animo, se compiuta nei mesi caldi. La prima parte del tragitto, sulla sinistra del parcheggio, è la più complicata, poche centinaia di metri, ma abbastanza verticali. Passato questo, il resto è abbastanza facile, ma comunque dipende dalla temperatura del giorno. La vista è eccezionale e ve la porterete a casa come un'indimenticabile ricordo, soprattutto dal punto di vista chiamato Cotterill. Se il calore vi fa girar la testa nel primo Km, non fate l'eroe e tornate indietro, perché il punto più caldo si trova circa in mezzo al tragitto.
  • Kings Creek. Seguite il piccolo torrente per circa un kilometro e mezzo, qui potrete esplorare l'atipica vegetazione del posto. Il sentiero vi porta su una pedana da cui avrete una vista ad anfiteatro della valle. La grandezza del canyon vi colpirà. La camminata è leggera e facile, anche a temperature elevate.


Cosa fare[modifica]

Le principali attivitá ricreative sono legate alle camminate nei siti sopra riportati. Altre attività sono organizzate dal Kings Canyon Resort [7] o dal Kings Creek Station [8]. Qui potrete optare per un giro con cammello, oppure con un quad (moto a quattro ruote), o ancora con elicottero. .

Acquisti[modifica]

Non vi sono particolari negozi per l'acquisto di ricordi. Potrete trovare un mini-market al Kings Creek Station.

Dove mangiare[modifica]

Fiume all'interno della valle

Per il mangiare, bere e dormire, non vi è molta scelta. C’è solo un resort, il Kings Canyon Resort. In alternativa potrete stare al Kings Creek Station, a circa 35 km dal canyon, spettacolo assicurato di notte con una stellata che vi farà impallidire.

  • Kings Creek Station, +61 (08) 8956 7474. Ecb copyright.svg 5$-25$. In alta stagione organizzano anche da mangiare, ma non è una regola quindi verificate. Il negozio comunque offre dei pacchi barbeque che potrete cucina voi stessi, se intendete dormire in questa interessante stazione
  • Kings Canyon Resort, +61 1800 089 622. Ecb copyright.svg 5$-130$. Questo resort presenta diverse opzioni, in base al vostro portafoglio. La possibilità più economica è il Outback Barbeque (15$-30$), Quindi viene il George Gill Bar, con una cucina tipica da pub. Il Carmichael offre invece un buffet sia per colazione (25$) che per cena (50$). Infine the Sounds of Firelight è una cena intima ed elegante a numero limitato (6 coppie) nel deserto (130$) indicata per chi è in luna di miele. Il Desert Oaks Cafe è invece aperto solo per pranzo con panini e stuzzichini.


Per bere, il resort è l'unica opzione. L'acqua potrete anche comprarla alla stazione, ma è meglio portarla da Alice Springs

Dove alloggiare[modifica]

  • Kings Canyon Resort, +61 1800 089 622, +61 1800 089 622. Ecb copyright.svg 26$-340$. L'offerta è vasta e va dal campeggio per arrivare alla stanza deluxe. Verificate sul sito e fate la vostra scelta.
  • Kings Creek Station, +61 (08) 8956 7474. Ecb copyright.svg 14$-60$. Sicuramente l'opzione più a buon mercato della zona, e la notte vi stupirà, con le stelle che sembrano essere ad un decimo della distanza a cui siete abituati; illuminano talmente tanto da non richiedere quasi un torcia per camminare. Una esperienza unica nel deserto, anche a budget contenuto.


Sicurezza[modifica]

Nessun problem con furti o malvivenza, ovviamente. Fate solo attenzione a possibili serpenti anche se rarissimi nel resort o alla stazione. Se siete in campeggio, ricordatevi di chiudere sempre la tenda, per non trovarvi delle sorprese di notte.

Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

Il segnale per il telefonino è raro e non contateci molto. Telstra rimane l'unico operatore che riesce a coprire la maggior parte del territorio. Se pensate di avventurarvi in 4WD per molti giorni, soprattutto in tracciati poco battuti, considerate l'opzione di affittare un telefono satellitare.


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare, sulle principali attrazioni o attività da svolgere e sui biglietti e orari d'accesso.