Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa settentrionale > Isole Svalbard > Ny-Ålesund

Ny-Ålesund

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Ny-Ålesund
Ny-Alesund 27.JPG
Appellativi
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa di Svalbard e Jan Mayen
Ny-Ålesund
Ny-Ålesund
Sito del turismo
Sito istituzionale

Ny-Ålesund è un insediamento artico situato sulla costa occidentale dell'isola di Spitsbergen, nelle Svalbard.

Viene considerato l'insediamento umano più a nord del mondo (ad eccezione di poche basi militari).

Da sapere[modifica]

Un tempo comunità di minatori, oggi Ny-Ålesund è un importante insediamento per la ricerca scientifica polare internazionale. Rispetto ad altri siti polari, infatti, è relativamente facile da raggiungere, ha un clima relativamente mite e possiede strutture e facilities convenienti.

Ny-Ålesund è gestita interamente dalla Kings Bay [1], un'azienda governativa norvegese di proprietà del Ministero del Commercio e dell'Industria che fornisce le infrastrutture necessarie, come i trasporti (compreso l'aeroporto), gli edifici, la fornitura di energia e di acqua, il cibo e altre strutture. Gestisce anche la maggior parte dell'area circostante (tutta la penisola di Brøggerhalvøya e parti delle coste a est e a nord del fiordo), le navi da crociera che arrivano d'estate a Ny-Ålesund e in generale la manutenzione di edifici e monumenti di interesse culturale e la diffusione della storia del posto a residenti e visitatori. Infine, ospita spesso gruppi di visitatori appartenenti a organismi politici (governi, parlamenti e altre istituzioni) che vengono a Ny-Ålesund per avere maggiori informazioni sull'attività scientifica e capirne l'importanza strategica.

All'interno di Ny-Ålesund operano istituti di ricerca norvegesi e internazionali, in particolare 11 istituzioni provenienti da 10 paesi posseggono delle basi (3 delle quali sono attive per tutto l'anno): in ordine cronologico sono Norvegia, Germania, Giappone, Regno Unito, Paesi Bassi, Italia, Francia, Corea del Sud, Cina e India. In più, scienziati di nazionalità ancora diverse possono collaborare in progetti di ricerca in ambito climatico, ambientale, atmosferico, astronomico, marino, oceanografico, geologico, glaciologico ecc.

Il sito è quindi essenzialmente un luogo di ricerca, e il turismo è lasciato in secondo piano. Per tale motivo recarsi a Ny-Ålesund e permanervi tramite la Kings Bay è molto difficile: la priorità viene infatti data agli scienziati, i lavoratori e ai visitatori ufficiali, e questo si ripercuote sulla disponibilità di voli e camere, generalmente disponibili solo last-minute, circa una settimana prima, una volta che la compagnia ha appurato che non ci sono altre esigenze. Se volete invece semplicemente passare di lì come tappa breve di un viaggio più lungo (tipicamente poche ore di una crociera) allora non ci sono problemi, a patto di seguire le norme del posto ed avere anche l'abbigliamento e l'equipaggiamento adeguati. Sul sito del Governatore delle Svalbard potete trovare tutto quello che c'è da sapere in termini di permessi, sicurezza, divieti e così via. Il sito dell'Istituto Polare Norvegese ha riassunto le più importanti norme per il viaggio e per la tutela dell'ambiente naturale. In particolare, le norme da seguire sono le seguenti:

Cartello che delimita il limite del santuario degli uccelli
  • stare sulla strada segnata. La tundra artica infatti è molto vulnerabile, e inoltre d'estate gli uccelli possono essere disturbati mentre nidificano e possono andarsene prima che le uova siano schiuse. Seguire i cartelli che indicano il limite del santuario ornitologico, da non oltrepassare mai, o il limite dell'insediamento, da non superare se non si è armati a causa del pericolo degli orsi (v. sezione #Sicurezza);
  • avere il massimo rispetto per gli animali (non disturbarli, non dar loro da mangiare ecc.). In particolare, dal 1 aprile al 31 agosto è assolutamente vietato causare forti rumori entro 1 miglio nautico (1852 m) dalle scogliere degli uccelli;
  • avere rispetto per i monumenti culturali del posto, protetti come patrimonio storico norvegese. In particolare, oltre ovviamente a non danneggiarli o rimuoverli, è vietato accamparsi e accendere fuochi entro 100 m da essi;
  • stare lontani dagli strumenti scientifici (alcuni possono essere molto sensibili e molto costosi, ed è probabile che la vostra presenza interferisca con le misurazioni in corso);
  • non entrare nelle case senza permesso;
  • stare attenti al consumo energetico (usare meno elettricità possibile) e ai rifiuti: produrne il meno possibile e buttarli nella differenziata corretta (ci sono 28 categorie diverse), in un edificio o nel Service building. Chiedere assistenza ai dipendenti della Kings Bay in caso di necessità;
  • carcasse e scheletri (o anche solo parti di essi) non possono essere raccolti.

La lingua locale è il norvegese, ma sapendo l'inglese non avrete problemi (è pur sempre un luogo di ricerca internazionale).

In definitiva, Ny-Ålesund è il posto ideale per chiunque ami gli ambienti polari e voglia visitare una natura poco contaminata dall'attività umana, oltre che per chi voglia conoscere la storia mineraria di quei posti.

Per maggiori informazioni potete controllare i seguenti collegamenti:

Cenni geografici[modifica]

Ny-Ålesund sporge sulla Baia del Re (Kongsfjorden), nella penisola di Brøggerhalvøya. È situato a 78°55′N 11°56′E, a circa 100 km dalla capitale Longyearbyean e a 1200 km dal Polo Nord.

Quando andare[modifica]

Il periodo più tipico per andare a Ny-Ålesund è quello estivo (luglio-agosto), quando ci sono molte possibilità di trovare una crociera che si fermi lì e quando si possono effettuare attività all'aperto come andare in barca, in kayak o fare trekking. È anche affascinante il periodo primaverile (marzo-aprile) caratterizzato da bel tempo ma con il paesaggio ancora completamente innevato (o quasi), con la possibilità quindi di praticare sci, ice caving e fare gite con motoslitte e slitte con i cani.

In generale Ny-Ålesund è caratterizzata da un clima artico freddo, con un forte vento e poche precipitazioni sia nevose che piovose (meno di 400 mm annui, viene infatti descritto come "deserto artico"). C'è una bassissima umidità, e per questo bisogna stare attenti alle scariche elettrostatiche che possono avvenire toccando strumenti elettronici (è bene toccare una superficie metallica prima di cominciare a usare un computer, un telefono o altri dispositivi). Come tutte le Svalbard ha 4 mesi di sole di mezzanotte (17 aprile-26 agosto) e 4 mesi di notte polare (24 ottobre-18 febbraio), unico posto in Europa. Le temperature medie si aggirano intorno ai -14 °C a febbraio (con punte fino ai -35 °C) e 5 °C a luglio (ma possono arrivare con un po' di fortuna anche a 13-14 °C). Vista la variabilità delle temperature è bene vestirsi a cipolla, anche perché all'interno degli edifici fa molto caldo. Inoltre è consigliato dotarsi di occhiali da sole per evitare problemi derivanti dal riverbero del sole sulla neve o sul ghiaccio.

È possibile controllare le previsioni meteo e monitorare in tempo reale le condizioni (con tanto di doppia webcam live) attraverso il sito dell'istituto meteorologico norvegese.

Cenni storici[modifica]

Il dirigibile Norge attraccato a Ny-Ålesund

Ny-Ålesund venne fondata nel 1916 come villaggio per i minatori di carbone, posseduto e gestito dalla compagnia Kings Bay Kull Compani (KBKC) e attivo fino al 1929. Il sito divenne quindi una stazione ittica a supporto dei vascelli da pesca che operavano in quei fiordi, e aprì persino un hotel, il Nordpolhotellet. Il sito riaprì quindi l'attività mineraria nel 1945, espandendosi poi fino ad ospitare 400 persone al suo massimo. Le condizioni di lavoro non erano facili: avvennero diversi incidenti minerari (nel 1948, 1952 e 1953), mantenere l'attività richiedeva un notevole sforzo economico da parte del governo e nel 1957 la domanda di carbone crollò. Il 5 novembre 1962 un'esplosione uccise 21 persone (11 delle quali non vennero mai più trovate), evento che causò la chiusura definitiva delle miniere, l'abbandono del posto da parte degli abitanti e persino la caduta del governo norvegese in carica. In circa 20 anni di attività mineraria post-Seconda guerra mondiale morirono in totale 76 persone.

Dopo pochi anni la European Space Research Organisation si interessò alla costruzione di una stazione di ricerca astronomica nel posto, e nel 1968 Ny-Ålesund di fatto incominciò la sua nuova vita come base di ricerca polare permanente, inizialmente tramite l'Istituto Polare Norvegese e successivamente espandendosi anche ad altri istituti di ricerca, nazionali e internazionali, soprattutto negli anni Novanta. Dal 1974 è posseduto e gestito dalla Kings Bay AS (nome utilizzato dalla KBKC a partire dal 1998), e ospita circa 30-35 persone per tutto l'anno (ma la popolazione può salire a 180 persone in estate), la maggior parte dei quali scienziati provenienti da circa 15 paesi.

La fama di Ny-Ålesund deriva anche dalle spedizioni polari di Roald Amundsen (1925, 1926) e Umberto Nobile (1928) partite proprio da qui. L'esploratore norvegese Roald Amundsen, già famoso per essere stato il primo uomo a raggiungere il Polo Sud nel 1911, provò a raggiungere il Polo Nord prima con gli idrovolanti N24 e N25 nel 1925, ma fallì; l'anno successivo ritentò a bordo del dirigibile Norge in compagnia dell'italiano Umberto Nobile (progettista del mezzo) e dello statunitense Lincoln Ellsworth (finanziatore del viaggio), riuscendo nell'intento. Nel 1928 Nobile effettuò un'altra spedizione, questa volta tutta italiana, a bordo del dirigibile Italia; il Polo venne raggiunto ma sulla via del ritorno una tempesta colpì il dirigibile, causandone lo schianto e la morte di metà dell'equipaggio. Alle spedizioni di soccorso dei superstiti partecipò anche Amundsen con l'idrovolante Latham, ma il suo mezzo cadde nell'oceano e morì, senza essere mai ritrovato. Gli esploratori italiani, tra cui lo stesso Nobile, furono quindi tratti in salvo dalla nave rompighiaccio russa Krasin.

Ancora oggi sono presenti nel sito come memoria delle sue origini i resti delle attività minerarie (giacimenti di carbone, il treno usato per il trasporto, edifici usati dai minatori ecc.), oltre a diversi memoriali delle spedizioni polari e dei morti negli incidenti minerari.

Come orientarsi[modifica]

Ny-Ålesund è molto piccola quindi non sono necessarie particolari indicazioni per girarla. È possibile scaricare una cartina del luogo in novegese dal sito della Kings Bay: mappa compatta e mappa estesa, con legenda in inglese. Molto utile anche il servizio topografico TopoSvalbard.

Una volta in Ny-Ålesund potete vedere i seguenti riferimenti geografici intorno a voi:

  • a est (a destra, guardando il mare) ci sono i ghiacciai Kongsbreen ("ghiacciaio dei re", a sinistra) e Kronebreen ("ghiacciaio della corona", a destra), che finiscono nel mare; si possono inoltre vedere due delle Tre Corone (una è posizionata dietro il rilievo che unisce i due ghiacciai, quindi non si può vedere dall'insediamento), tre cime quasi gemelle che vennero viste per prime dall'esploratore olandese Willem Barents nel 1596, e da cui deriva il nome dell'isola maggiore delle Svalbard, Spitsbergen (ovvero "montagne appuntite"). Nel fiordo, verso i ghiacciai, ci sono le isole Lovenoyane; sulla destra, subito di fronte all'insediamento, c'è invece la Prins Heinrichøya ("isola del principe Enrico"), un piccolo isolotto dove sono solite riposare le foche;
  • a sud (dietro) ci sono dei rilievi montuosi, tra cui spicca, subito dietro, la cima dello Zeppelin con l'osservatorio di ricerca atmosferica;
  • a ovest (sinistra) ci sono lo sbocco del fiordo e, poco al di là dell'insediamento, alcune piccole lagune:
  • a nord (davanti, dall'altra parte del fiordo) c'è la grande isola Blomstrandhalvøya (dal nome del mineralogo svedese Christian Wilhelm Blomstrand), fino a qualche anno fa perennemente unita alla terraferma retrostante tramite il ghiaccio e per questo creduta una penisola. Alla sua destra e dietro di lei, rispettivamente, i ghiacciai Conwaybreen ("ghiacciaio di Conway", dal nome dell'esploratore britannico Sir Martin Conway) e Blomstrandbreen ("ghiacciaio di Blomstrand") che si gettano nel fiordo.

Entrando in Ny-Ålesund, indicativamente nella parte vicina al mare ci sono officine e stazioni di lavoro, mentre prendendo la strada principale che parte dal porto e va verso l'interno si possono trovare gli edifici più turistici (negozio, museo, vecchia scuola, ufficio postale). Dal centro dell'insediamento, localizzato all'incirca nello spiazzo in cui è presente il busto di Amundsen, comincia poi la maggior parte delle stazioni scientifiche e delle zone interessate ad attività di ricerca sul campo.

Oltre all'accortezza nel rimanere sulle strade segnate e non calpestare la tundra, ricordatevi che ci sono alcune zone in cui l'accesso non è consentito: intorno agli strumenti scientifici (verso l'interno), nei santuari degli uccelli tra il 15 maggio e il 15 agosto (zone Solvatn e Thiisbukta, ai lati dell'insediamento), vicino alla riserva d'acqua potabile ed entro 100 m dalla stazione Zeppelin.

Come arrivare[modifica]

Una nave da crociera nel porto di Ny-Ålesund

Ny-Ålesund è facilmente raggiungibile tramite le crociere, ma è molto complicato riuscire a fare soggiorni lunghi. Scienziati interessati a partecipare a progetti di ricerca a Ny-Ålesund possono fare richiesta al comitato scientifico di Ny-Ålesund (NySMAC).

Essendo parte della Norvegia, per un membro dell'Unione europea è sufficiente avere la carta d'identità per accedervi.

Per quanto riguarda le assicurazioni, in caso di viaggio con agenzie di turismo organizzato non c'è nessun problema. Viceversa, in caso di viaggio non in un gruppo organizzato è necessaria un'assicurazione aggiuntiva obbligatoria; inoltre, in caso vi rechiate con un'imbarcazione privata o vogliate fare una lunga gita fuori dalle aree "sicure" bisogna contattare gli uffici del Governatore delle Svalbard per notificarglielo e conoscere le regole da seguire prima e durante il viaggio.

Se volete portarvi dietro il vostro animale domestico, seguite le indicazioni del Governatore. In particolare gatti e furetti non sono ammessi, pesci e roditori (topi, criceti, conigli) sì, mentre per i cani bisogna seguire una serie di norme su identificazione, vaccinazione, stato di salute ecc.

In aereo[modifica]

A Ny-Ålesund c'è l'aeroporto Hamnerabben che ospita 2-3 voli settimanali (più eventuali voli charter) di circa 25 minuti da e verso la capitale Longyearbyen, al costo di circa 2700 NOK (340 €) a tratta. Il servizio è operato dalla compagnia Lufttransport ma i posti si possono riservare solo tramite la Kings Bay. Gli aerei sono dei piccoli velivoli da circa 20 passeggeri, e il bagaglio totale (compreso quello a mano) deve pesare al massimo 20 kg (con un sovrapprezzo di 38 NOK, circa 5 €, per ogni kg in eccedenza). Attenzione perché questi voli sono fortemente limitati dalle condizioni meteorologiche, quindi in caso di maltempo o di nebbia (tipicamente d'inverno, ma non solo) ci possono essere spostamenti o annullamenti dei voli, con ripercussioni su eventuali coincidenze per tornare a casa.

In nave[modifica]

Per la maggior parte dei visitatori una fermata di una crociera è l'unico modo per raggiungere Ny-Ålesund, ma ci si può fermare soltanto qualche ora. Le navi da crociera sono abbastanza frequenti d'estate e scaricano tra i 20.000 e i 30.000 turisti all'anno. Un esempio di compagnia locale è la Spitsbergen Travel, con crociere di 3/4 giorni da Longyearbyen e prezzi a partire da 7900 NOK (circa 1000 €). Per crociere italiane si può guardare ad esempio il sito Svalbard.it. Le crociere operano solo nei mesi caldi, tra maggio a ottobre.

Chi volesse raggiungere Ny-Ålesund tramite un'imbarcazione privata deve tenere a mente che il porto è accessibile generalmente da aprile a dicembre e che possiede un regolamento generale e un uno apposta per le barche private.

In motoslitta[modifica]

Soltanto i residenti possono raggiungere Ny-Ålesund tramite motoslitta (ovviamente d'inverno) a partire dalla capitale Longyearbyen. I visitatori infatti non possono superare determinate zone.

Come spostarsi[modifica]

Ny-Ålesund per le sue dimensioni ridotte è agevolmente visitabile a piedi. Visto che le strade sono tutte sterrate, e nei mesi primaverili ancora del tutto o parzialmente innevate, è consigliato l'uso di scarponi o almeno scarpe da trekking.

Non è raro invece d'estate vedere girare i ricercatori o gli altri lavoratori con biciclette o mezzi a quattro ruote. D'inverno è possibile girare tramite motoslitta solo nelle zone segnate (oltre alla patente è obbligatorio il casco; il limite di velocità è 80 km/h).

Cosa vedere[modifica]

A Ny-Ålesund ci sono poco più di 60 edifici, una trentina dei quali sono protetti dalle legge norvegese come monumenti culturali per il loro interesse storico. È quindi necessario il massimo rispetto. Inoltre, benché nessuna porta sia chiusa a chiave per motivi di sicurezza (per potersi rifugiare in qualsiasi edificio in caso di presenza di un orso polare), non significa che sia lecito entrare ovunque, in particolare nelle basi scientifiche dove c'è gente che sta lavorando e probabilmente non gradirebbe di essere invasa da decine di turisti (sono già successi casi di gente che si ritrova nella base italiana turisti italiani che sono entrati perché "tanto è la base del mio paese, sono autorizzato"). Nel dubbio, domandate sempre il permesso.

All'interno dell'insediamento c'è un percorso informativo costituito da cartelli nelle postazioni più significative che forniscono informazioni sulla natura, la storia, i monumenti e le attività scientifiche. Nei dintorni è facile trovare resti di attività mineraria, come mucchi di carbone, vecchi condotti per il riscaldamento, carrelli ferroviari ecc.

Siti storici e monumenti[modifica]

Museo (esterno)
  • 1 Museo minerario. Ecb copyright.svg Gratuito. Piccolo museo aperto tutto l'anno sulla vita dei minatori e sulle spedizioni polari, compresi l'equipaggiamento e le foto dell'epoca. C'è anche il centro d'informazioni turistiche per scoprire cosa si fa a Ny-Ålesund, come muoversi e quali attenzioni usare. Al suo interno ci sono anche gli unici bagni pubblici del posto.


Treno
  • 2 Treno. Vecchio treno per il trasporto del carbone risalente al 1909, oggi lasciato vicino al porto come memoria storica dell'attività mineraria di Ny-Ålesund. Benché non più attivo, è comunque il treno più a nord del mondo.


Vecchia scuola
  • 3 Scuola. Un tempo scuola del paese, oggi l'edificio ospita la base indiana "Himadri". Si trova subito dopo il negozio, davanti alla palestra.


Ufficio postale
  • 4 Ufficio postale. L'ufficio postale più a nord del mondo, oggi non più attivo. Viene aperto di solito quando arrivano le navi da crociera, e i visitatori possono entrare e usare i timbri postali storici (anch'essi non validi). È situato davanti alla palestra, prima dello spiazzo al centro dell'insediamento.


Busto di Amundsen
  • 5 Busto di Amundsen. Busto dedicato all'esploratore norvegese Roald Amundsen, che guidò le spedizioni che per prime arrivarono al Polo Sud (1911) e al Polo Nord (1926). È situato nello spiazzo all'incirca al centro dell'insediamento.


Casa di Amundsen
  • 6 Casa di Amundsen. Costruita nel 1918, era la residenza storica di Amundsen quando il suo dirigibile era "parcheggiato" a Ny-Ålesund. Si trova nel centro dell'insediamento.


Torre dirigibile
  • 7 Torre per dirigibili. Torre di aggancio per dirigibili da cui partirono le due spedizioni polari del 1926 e del 1928: la prima, quella del dirigibile "Norge", con a bordo Roald Amundsen e l'italiano Umberto Nobile, considerati i primi indiscutibili scopritori del polo nord; la seconda, solo italiana, con il dirigibile "Italia", sempre guidato da Umberto Nobile, e che si concluse tragicamente, con il famoso episodio della tenda rossa. È situata leggermente al di fuori dei confini dell'insediamento, lungo la strada verso est.


Memoriali ai morti della spedizione norvegese e della spedizione italiana
  • Memoriali ai morti della spedizione norvegese e della spedizione italiana. Monumenti che ricordano i membri della spedizione norvegese (a sinistra), e i morti della spedizione italiana del 1928 (a destra). Si trovano ad est, oltre la torre per dirigibili, davanti a Prins Heinrichøya.


Memoriale dei morti negli incidenti minerari
  • 8 Memoriale dei morti negli incidenti minerari. Monumento che ricorda i morti negli incidenti minerari di Ny-Ålesund nel '900. Si trova leggermente al di fuori dei confini dell'insediamento, verso lo Zeppelin.


Basi scientifiche[modifica]

Altri edifici[modifica]

Natura[modifica]

Vista la scarsa presenza umana, sicuramente a Ny-Ålesund l'aspetto naturalistico è uno dei più importanti.

Fiori
  • Vegetazione. La vegetazione in generale è scarsa, vicino alle colonie di uccelli è possibile imbattersi in qualcosa di simile a prati. Ciononostante, sono presenti circa 170 specie vegetali, tutte rigorosamente protette (da non raccogliere assolutamente), tra cui anche dei fiori piccoli ma molto colorati, dalla vita breve.


Sterna artica
  • Uccelli. Il Kongsfjorden ha molti santuari ornitologici, con grandi colonie di fulmari (Fulmarus glacialis), urie di Brünnich (Uria lomvia) e gabbiani tridattili (Rissa tridactyla). Sono molto presenti anche sterne artiche (Sterna paradisaea, nella foto), labbi (Stercorarius parasiticus) e oche facciabianca (Branta leucopsis).


Renna
  • Altri animali. I mammiferi più presenti sono le renne (Rangifer tarandus platyrhynchus), che pascolano spesso anche nei bordi all'interno dell'insediamento, e le volpi artiche (Alopex lagopus). Di fronte all'insediamento c'è anche Prins Heinrichøya, dove riposano le foche, che quando nuotano sono molto curiose su quanto accade a riva. A volte anche alcuni banchi di beluga (Delphinapterus leucas) arrivano fino all'interno del porto. Per quanto riguarda gli orsi polari (Ursus maritimus), invece, è molto raro vederne degli esemplari vicino all'insediamento, anche se non impossibile.


Aurora boreale
  • Aurora boreale. D'inverno è possibile osservare il fenomeno dell'aurora boreale in cielo. Non è prevedibile come un normale fenomeno meteorologico, quindi preparatevi anche all'eventualità che non vi capiti di vederlo.


Eventi e feste[modifica]

La comunità di Ny-Ålesund celebra ovviamente le classiche feste internazionali (es. Natale o Pasqua) ma anche quelle nazionali (es. il Giorno della Costituzione Norvegese il 17 maggio).

Ci sono anche alcune feste "particolari", festeggiate in momenti particolari della vita della comunità e che spesso prevedono celebrazioni in maschera:

  • Sun party (Solfest): festeggiato a inizio marzo, il primo giorno in cui il sole esce dopo la "lunga notte polare" di 4 mesi.
  • Midsummer party: festeggiato nel solstizio d'estate, giorno di massima luce. Generalmente viene celebrato con una grigliata di carne e birra.
  • Autumn party (Høstfest): festeggiato a ottobre per salutare il sole prima della notte polare.

Le navi da crociera che passano o si fermano nel porto di Ny-Ålesund possono occasionalmente anche essere salutati con una musica da orchestra suonata dai lavoratori di Ny-Ålesund con vecchi strumenti (dato che quasi nessuno dei lavoratori sa suonare davvero lo strumento che prende, generalmente si tratta di ritmi musicali improvvisati, quindi prendetelo per un saluto simbolico e sentito senza grosse pretese musicali).

Cosa fare[modifica]

Visto l'esiguo tempo per il quale i turisti possono generalmente restare a Ny-Ålesund, e visto che lo scopo dell'insediamento è puramente scientifico e non turistico, non ci sono particolari attività da poter fare.

I residenti invece hanno costituito un'organizzazione di volontari chiamata Velferden che gestisce l'attività non scientifica del posto, ovvero eventi sociali, bar, noleggio di barche e kayak, palestra, rifugi nei dintorni ecc.

  • Attività indoor: palestra, sauna, jacuzzi, sala da biliardo, libreria, sala video
  • Attività all'aperto d'estate: kayak, barca, trekking
  • Attività all'aperto d'inverno: sci, motoslitte, slitte trainate da cani, ice caving

Acquisti[modifica]

Kongsfjordbutikken
  • 1 Kongsfjordbutikken. L'unico negozio di Ny-Ålesund è il Kongsfjordbutikken ("negozio della baia del re"), un edificio giallo davanti al museo. È aperto due giorni alla settimana (lunedì e giovedì) dalle 17 alle 18, con aperture straordinarie quando arrivano le navi da crociera. All'interno è possibile trovare gadget, souvenir, magliette, felpe, libri e cartine, ma anche articoli e beni per chi vive lì (cibo, bevande, prodotti per l'igiene ecc.).

La valuta nazionale è la corona norvegese (NOK) divisa in 100 øre, dove 1 € corrisponde a circa 8 NOK. Nel negozio sono accettati i contanti, sia corone che euro (con cambio piuttosto sfavorevole) ma sono preferite le carte di credito (sono accettate le principali: VISA, MasterCard, American Express e Diners).

Essendo fuori dall'area Schengen, comprare alcol e tabacco può risultare molto conveniente. Attenzione però alle limitazioni previste.

Come divertirsi[modifica]

Mellageret
  • 1 Mellageret Kafé. L'unico locale per divertirsi del posto è il Mellageret Kafé, o semplicemente Mellageret ("magazzino della farina"), situato vicino al porto, in prossimità del vecchio treno dei minatori. È aperto solamente il sabato sera dalle 21 fino alle 2 o 3 del mattino (nella stagione estiva c'è anche un'ulteriore apertura infrasettimanale, più corta) ed è quindi destinato quasi esclusivamente ai residenti, dato che i turisti sono generalmente solo di passaggio durante il giorno. Al suo interno ci sono tavoli, musica e spazio per ballare, e si possono bere le più comuni bevande alcoliche o analcoliche; caratteristico è il "Ny-Ålesund coffee" (caffè, cognac e Baileys), e se siete fortunati potete capitare proprio in una sera in cui si usa il ghiaccio dei ghiacciai perenni artici per preparare i cocktail. È gestito dai residenti volontari e accetta solamente corone norvegesi in contanti (no carte di credito).


Dove mangiare[modifica]

Service building

Quando si riesce a prenotare con la Kings Bay per restare a Ny-Ålesund si paga la pensione completa, e in effetti l'unico posto dove mangiare nell'insediamento è la mensa nel service building gestita proprio dalla Kings Bay. È un servizio self service che, a dispetto delle difficoltà logistiche di approvigionamento, offre un'ampissima scelta internazionale, dovendo soddisfare ricercatori provenienti da diversi parti del mondo. Non avrete quindi problemi a fare una colazione continentale oppure all'italiana, e anche a pranzare e cenare con primi, carne, pesce, verdura, formaggi ecc. senza limiti di quantità. Quando disponibile, è anche possibile mangiare carne di renna.

Per quanto riguarda gli orari, colazione, pranzo e cena sono serviti all'incirca alle 8, 12:30 e alle 17 (l'orario della cena è particolarmente anticipato per gli standard italiani). Gli orari sono abbastanza stretti perché si tratta pur sempre di una mensa di quello che è innanzitutto un luogo di lavoro, e ogni pasto è diviso in un doppio orario, non obbligatorio ma caldamente consigliato: la prima mezz'ora per i lavoratori della compagnia, per permettere loro di mangiare sicuri di trovare un posto e senza disturbi (d'estate l'insediamento è relativamente affollato), la seconda mezz'ora per ricercatori e visitatori. Inoltre, un aspetto particolare da tenere a mente è che se si resta a Ny-Ålesund il sabato sera, è tradizione molto sentita per la gente del posto quella di andare a cena in vestito elegante invece dei soliti abiti sportivi o da lavoro indossati durante la settimana.

Gli unici altri posti dove poter mangiare qualcosa nell'insediamento sono il Mellageret, aperto solo una volta alla settimana e che dà solo patatine, e la Kongsfjordbutikken, dove c'è la possibilità di comprare qualche snack (patatine, cioccolato ecc.).

Dove alloggiare[modifica]

Come detto all'inizio, per pernottare a Ny-Ålesund bisogna contattare la Kings Bay ma è molto difficile e costoso, e si può effettuare solo una prenotazione "last minute". Per altre informazioni, oltre al sito della Kings Bay, si può consultare il sito dell'agenzia Terra Polaris.

Nordpol Hotellet
  • 1 Hotel. La Kings Bay fornisce solo pensione completa e avete la possibilità di alloggiare al Nordpol Hotellet, ovvero l'hotel più a nord del mondo. In alternativa, possono essere assegnate stanze in altri edifici adibiti all'accoglienza di ospiti. Come in tutti i paesi nordici, bisogna togliersi le scarpe prima di entrare negli edifici. Per questo conviene portarsi delle scarpe da interno oppure prepararsi a stare con le calze (all'ingresso degli edifici ci sono alcune ciabatte da poter utilizzare, ma in caso di periodo affollato si rischia di non trovarne). Prezzi (a persona): * Camera singola: 1370-1980 NOK (175-250 €) * Camera doppia: 1135-1440 NOK (145-180 €), prenotabile solo da 2 persone


Tundra
  • Campeggio. Ecb copyright.svg 90 NOK (11 €) per persona a notte. L'unica alternativa all'hotel è il campeggio in un sito apposito nella tundra a circa 2 km dell'insediamento, con bagno esterno. Oltre a portarsi l'equipaggiamento necessario (tenda, fornello da campeggio, provviste, arma da fuoco, allarme sonoro per gli orsi ecc.) è necessario seguire strettamente le regole per campeggiare e quelle per non lasciare tracce nella natura.


Sicurezza[modifica]

Cartello che indica il limite da non oltrepassare senza un'arma per il pericolo di orsi polari

Essendo un insediamento interamente popolato da scienziati o dipendenti della Kings Bay che di fatto imparano quasi a conoscersi uno per uno, non ci sono problemi di criminalità o altri pericoli derivanti dall'uomo. Ci sono però alcune accortezze da seguire con gli animali che abitano il posto.

  • Sterne: le sterne nidificano da fine maggio a inizio agosto, e in quel periodo sono molto aggressive se qualcuno si avvicina troppo al loro nido, anche involontariamente. Per questo, oltre a stare attenti a dove si cammina, il miglior consiglio che viene dato per evitare di essere beccati in testa è quello di portare con voi un bastone o un qualsiasi oggetto lungo, e tenerlo alzato in caso la sterna cerchi di attaccarvi. In questo modo l'animale attaccherà il bastone invece della vostra testa. È severamente vietato usare il bastone per colpire le sterne.
  • Volpi: le volpi artiche possono presentarsi in paese nel periodo primaverile ed estivo, attirate dalle uova deposte da oche, sterne e altri uccelli. Solitamente non si avvicinano all'uomo, ma state attenti al loro morso perché c'è il rischio di rabbia.
  • Orsi: il rischio più grave sono ovviamente gli orsi polari, vero simbolo dell'intero arcipelago. È molto raro che si avvicinino all'insediamento, specialmente di giorno, ma non è escluso che possa accadere; d'estate, infatti, la scarsità di ghiaccio si traduce in una scarsità di foche, principale preda degli orsi, che diventano quindi affamati e potenzialmente più audaci e aggressivi. Per questo all'interno dell'insediamento nessuna porta è chiusa a chiave (a parte quella del bar), in modo che in caso di pericolo ci si possa rifugiare nell'edificio più vicino. Non è permesso inoltre uscire dai confini di Ny-Ålesund senza una'arma (fucile, pistola o altro), controllate i segnali di pericolo ai limiti della città. Chi porta un'arma mentre si trova dentro i confini dell'insediamento deve averla sempre senza munizioni inserite e con il caricatore aperto o rimosso.

Per qualunque emergenza (avvistamento di orsi polari, incidenti, incendi o in generale qualunque situazione che possa generare pericolo) bisogna chiamare il numero del Kings Bay watchman: 79027238. Il pronto soccorso più vicino si trova a Longyearbyen.

Come restare in contatto[modifica]

Ufficio postale

Ny-Ålesund possiede l'ufficio postale più a nord del mondo, situato davanti alla palestra, prima dello spiazzo al centro dell'insediamento. Oggi non è più attivo in quanto la posta viene gestita dall'ufficio centrale della Kings Bay. Viene aperto quando arrivano le navi da crociera, e i visitatori possono entrare e usare i timbri postali storici (anch'essi non validi), ma per comprare cartoline e francobolli e spedire la posta devono recarsi alla Kongsfjordbutikken.

Per quanto riguarda le telecomunicazioni, l'intera zona è "radiation free" per evitare possibili interferenze con le misurazioni scientifiche in corso nel posto, spesso molto sensibili. Questo significa che prima di arrivare a Ny-Ålesund è necessario spegnere (o settare in modalità "aereo") dispositivi come cellulari, bluetooth, sistemi LAN dei computer ecc. Tutte le comunicazioni del posto (telefono, internet ecc.) avvengono tramite cavo.

Nei dintorni[modifica]

Kjaersvika, rifugio presente nella penisola

Ny-Ålesund è un ottimo punto di partenza per molte attività all'aria aperta nei dintorni. In particolare d'inverno è possibile praticare sci, ice caving e fare gite con motoslitte e con le slitte con i cani; d'estate, invece, si possono fare delle gite in barca, kayak o del trekking sui monti e nei rifugi lì intorno. Il noleggio dei mezzi e la prenotazione dei rifugi può essere effettuata tramite la Velferden lì sul posto; in alternativa, per viaggi organizzati si possono contattare Svalbard.it o la Spitsbergen Travel.

Visto le particolarità del posto, sia di condizioni difficili sia di necessità di tutela ambientale, è necessario seguire strettamente le regole del governatore [2], in particolare sull'equipaggiamento. Ricordate inoltre che è assolutamente vietato andare volontariamente in cerca degli orsi polari, che sono una specie protetta e pericolosa.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti

4-4 star.svg Vetrina: l'articolo rispetta le caratteristiche di una guida e le sue sezioni sono estremamente complete.