Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa orientale > Russia > Russia meridionale > Ciscaucasia > Inguscezia

Inguscezia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Inguscezia
Montagne dell'Inguscezia
Localizzazione
Inguscezia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Inguscezia - Stemma
Inguscezia - Bandiera
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale
Avviso di viaggio! ATTENZIONE: L'Inguscezia è una regione molto insicura della Ciscaucasia. Attentati e assassini volti a colpire personalità di spicco della politica sono all'ordine del giorno. Furti e atti di violenza sono anch'essi molto frequenti. Si consiglia di evitare viaggi che non siano urgenti

Inguscezia o Repubblica d'Inguscezia (in russo: Республика Ингушетия) è una regione della Russia nel Caucaso del Nord.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

L'Inguscezia si trova sulle pendici settentrionali del Caucaso. La regione è attraversata dai fiumi Terek e Assa.

Quando andare[modifica]

L'inguscezia ha un clima continentale con temperature che oscillano dai 7° di gennaio ai 23° di luglio.

Cenni storici[modifica]

L'Inguscezia ha fatto parte della Russia fin dal 1810. Dal 1921 al 1924 fece parte della Repubblica Sovietica delle Montagne fondata nel Caucaso. L'Oblast' Autonomo Inguscio venne fondato nel 1924. Dal 1934 al 1992 venne unita alla vicina Cecenia, nella Repubblica Socialista Sovietica Autonoma Ceceno-Inguscia, ad eccezione di un breve periodo nel corso della seconda guerra mondiale, quando Josif Stalin accusò gli Ingusci di collaborare con i tedeschi e deportò l'intera popolazione nell'Asia Centrale. Il loro territorio autonomo venne dissolto, e il Distretto di Prigorodny venne trasferito alla confinante Ossezia Settentrionale. Gli Ingusci vennero riabilitati negli anni 1950 e poterono fare ritorno a casa, ma il Distretto di Prigorodny rimase parte dell'Ossezia Settentrionale, e gli Ingusci dovettero affrontare la notevole animosità degli Osseti che si erano insediati nel territorio.

La tensione esplose dopo il collasso dell'Unione Sovietica. Il Caucaso settentrionale fu teatro delle prime gravi violenze interetniche che piagano la Federazione Russa. Alla fine di ottobre del 1992, decine di migliaia di Ingusci vennero costretti a lasciare le loro case nel Distretto di Prigorodny. Il problema di questi rifugiati è da allora uno dei principali per il governo dell'Inguscezia, già confrontato con una disoccupazione crescente (fino al 50%), una crisi ecologica in peggioramento, un'alta concentrazione di truppe russe qui stazionate per via del conflitto con la vicina Cecenia, e il flusso di rifugiati ceceni provocato da tale conflitto. Anche se alcuni accordi sono stati raggiunti con l'Ossezia Settentrionale riguardo ai rifugiati Ingusci, la questione non è ancora prossima ad una conclusione.

La capitale venne spostata da Nazran a Magas nel dicembre del 2002.

Nel giugno 2004, circa 570 militanti ceceni hanno invaso la repubblica ed attaccato la città di Nazran, uccidendo più di 90 persone. La Russia ha incolpato il signore della guerra ceceno Šamil Basaev per l'organizzazione dell'attacco.

Nel 2009 una serie di attentati terroristici ha colpito le più alte cariche della repubblica: il 10 giugno è stata uccisa Aza Gazgireeva, vice presidente della Corte suprema; il 13 giugno è stato ucciso l'ex vicepremier Bašir Ausgev; il 22 giugno il presidente della repubblica Junus-Bek Jevkurov è rimasto ferito in un attentato, mentre tre suoi agenti sono deceduti. Più recentemente anche altri esponenti di spicco del governo sono stati uccisi.

Lingue parlate[modifica]

Gli Ingusci sono strettamente imparentati con i Ceceni e parlano una lingua simile, appartenente alla famiglia linguistica delle lingue caucasiche nord-occidentali. Il russo ha lo status di lingua ufficiale ed è conosciuto praticamente da tutti gli abitanti della regione.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

Monumento alle vittime della repressione politica a Nazran'
  • Karabulak (Карабулак) — Città storica dell'Inguscezia, costruita sulle rovine di un antico villaggio fortificato delle tribù Vainach, Karabulak ha visto un'esplosione demografica durante il conflitto ceceno a causa dell'alto numero di rifugiati.
  • Magas (Магас) — Capitale della Repubblica, Magas ha un primato insolito per una capitale. Al 2008 infatti era la città più piccola della Russia con il titolo di capoluogo di regione e già capitale di una Repubblica autonoma. Il suo nome in inguscio significa "città del sole" e fu costruita nel 1995 con il progetto, già allora, di spostare qui la capitale della Repubblica e i relativi uffici. L'effetto è quantomeno strano: una città con quasi 30.000 abitazioni e servizi per altrettante persone che in realtà è abitata da meno di 500 individui.
  • Malgobek (Малгобек)
  • Nazran' (Назра́нь) — Capitale della Repubblica fino al 2002. Nazran' è una città otto-novecentesca, importante soprattutto per la sua posizione sulla strada proveniente da Rostov sul Don.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Fortezza Vovnuški
  • 1 Fortezza di Vovnuški (Вовнушки). Questo complesso è un esempio unico e magnifico di architettura difensiva dei Tejp, le entità tribali o etniche ingusce e cecene.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Bevande[modifica]

I locali che vendono alcolici sono gli obbiettivi primari dei ribelli fondamentalisti islamici; cercate di starne il più possibile alla larga.

Sicurezza[modifica]

Prima di intraprendere il viaggio consultare:


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.