Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Africa occidentale > Sierra Leone > Area Occidentale della Sierra Leone > Freetown

Freetown

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Freetown
Veduta di Freetown
Stemma
Freetown - Stemma
Stato
Abitanti
Fuso orario
Posizione
Mappa della Sierra Leone
Freetown
Freetown

Freetown è la capitale della Sierra Leone.

Da sapere[modifica]

Freetown è una città molto simile allo stereotipo della città africana, sebbene sia una città che non possiede una parte moderna come molte altre città africane. Questa città molto ospitale può essere molto interessante per un viaggiatore, è piena di mercati, e possiede una bella spiaggia.

Cenni geografici[modifica]

Freetown si trova nell'angolo nord-ovest della penisola di Freetown, una penisola che si estende nell'Oceano Atlantico. Il paesaggio è caratterizzato da colline ricoperte da foreste tropicali e numerose spiagge oceaniche.

Nel 2010, la superficie totale della penisola è stata dichiarata una riserva forestale, al fine di garantire la protezione delle foreste rimanenti. Nonostante il suo status protetto, la riserva ha continuato a subire un processo di deforestazione, soprattutto a causa dell'espansione urbana e delle attività connesse. La parte meridionale della penisola e le foci dei fiumi è coperta da mangrovie.

Freetown durante la stagione delle piogge

Quando andare[modifica]

Come il resto della Sierra Leone, Freetown ha un clima tropicale con una stagione delle piogge da maggio a ottobre. L'inizio e la fine della stagione delle piogge è segnato da forti temporali. Freetown ha un clima monsonico tropicale, dovuto principalmente alla forte quantità di precipitazioni che si registrano durante la stagione delle piogge.

L'elevata umidità di Freetown, tre novembre e febbraio, è alleviata dall'Harmattan, un vento che soffia dal deserto del Sahara verso il golfo di Guinea. Le temperature registrate a Freetown variano dai 17 gradi medi di gennaio, a 41 gradi medi di maggio, e la temperatura media annuale è di circa 27 gradi Celsius.

L'albero sotto il quale si svolse la cerimonia di fondazione della città

Cenni storici[modifica]

I primi insediamenti nella zona furono realizzati nel 1787 da circa 400 schiavi liberati, inviati da Londra sulla costa dell'Africa Occidentale con il supporto di un'organizzazione caritatevole britannica. La città sopravvisse al saccheggio dei francesi del 1794. Nel 1798 in città si contavano tra le 300 e 400 residenze, costruite secondo lo stile americano della Nuova Scozia; fondazioni in muratura, sovrastrutture in legno; stile che diventò caratteristico anche per le successive costruzioni. La città si espanse rapidamente, grazie all'arrivo di soldati indiani ed africani, che avevano combattuto per il Regno Unito nelle Guerre napoleoniche, che si stabilirono nella stessa zona in cui abitavano molti tra gli schiavi liberati. Così si formò il primo nucleo di creoli, che sebbene fossero una minoranza della popolazione, ebbero un ruolo importante nella storia di Freetown.

Come orientarsi[modifica]

Una via di Freetown
Main street nell'est di Freetown

Il centro comprende il distretto degli affari ove sono sorti numerosi grattacieli e il quartiere di Tower Hill dove sta il palazzo del Parlamento.

A est del centro si susseguono i quartieri poveri di Freetown. La criminalità è molto diffusa.

Le zone ad ovest del centro sono invece quartieri borghesi, abitati da famiglie benestanti e sono dunque meno a rischio per quanto riguarda la sicurezza personale. La maggior parte degli alberghi si trova ad Aberdeen, all'estremo ovest della penisola.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto di Freetown è collegato con quelli principali in Africa subsahariana e in Europa con quello di Bruxelles.

Come spostarsi[modifica]

In taxi[modifica]

I taxi sono forse il miglior modo di spostarsi nella città, poiché economici e molto disponibili.

In auto[modifica]

La città è trafficata soprattutto nel centro città durante il fine settimana nelle ore diurne.

Cosa vedere[modifica]

Un tramonto sul mare nella città

Tra i principali edifici della città troviamo il Palazzo di giustizia, la "Porta degli schiavi" e i "gradini portoghesi", la Chiesa di San Giovanni (costruita attorno al 1820), la Cattedrale di San Giorgio (completata nel 1828), la Moschea di Foulah Town (edificata negli anni '30) e la Cattedrale del Sacro Cuore.

Sempre a Freetown si trovano diverse spiagge e mercati, e il Museo della Sierra Leone dove è esposta la "Pietra di Ruiter".

Infine poco distante dalla città, risalendo lungo l'estuario, sull'isola di Bunce, si trova una fortezza inglese del XVIII secolo, dichiarata patrimonio storico della Sierra Leone.

Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

  • Prenotare una capanna in spiaggia. Ecb copyright.svg 4 dollari (2010). È possibile prenotare una capanna in qualsiasi zona della spiaggia preferite.


Acquisti[modifica]

Mercato di Freetown

I negozi e i supermercati variano molto tra di loro, non sempre la merce è affidabile. I mercati sono affollati e le bancarelle vendono perlopiù cibo.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Gli alberghi di Freetown sono cari per quello che offrono. Troverete una lista aggiornata di alberghi sul sito dell'ente turistico della Sierra Leone

Prezzi elevati[modifica]

  • Hotel Bintumani (Man of War Bay, Aberdeen Hill). Hotel discreto con una piscina, una bella vista, un centro fitness, una buona connessine wi-fi e un ristorante che può offrire buon cibo, ma ha un servizio molto lento. Le camere sono piccole, ma pulite, e con una buona aria condizionata. L'hotel si trova a 10 minuti a piedi dalla spiaggia di Aberdeen.
  • Cape Sierra Hotel, Cape road, Aberdeen (9 km ad ovest del centro), +232 22-272266. Hotel situato davanti alla spiaggia di Aberdeen.
  • Hotel Cabenda, 14 Signal Hill Road (Sulla collina che domina Congo Town). 36 stanze dotate di wi-fi. Vista panoramica sulla "Whiteman Bay".
  • Country Lodge Hotel, Hill Station. Tra i più cari. Piscina, fitness room.
  • Hotel Barmoi, 75C Cape Road, Aberdeen, +232 22 234 933, +232 22 236 709, +232 76 918 771 (mobile), fax: +232 22 236702. Con due piscine sul mare e un paio di ristoranti panoramici, l'hotel Barmoi è annoverato tra i migliori alberghi di Aberdeen. Reca il nome del villaggio natale del proprietario. Per la connessione alla rete si paga un extra.
  • hotel Kimbima, Bintumani Drive, Aberdeen. 40 stanze con vista sul mare. Ristorante all'aperto.
  • Mamba Point Guest House, 4 Regent Rd (Nel sobborgo di Wilberforce), +232 76 618240, fax: +232 22 231527. Possiede un personale molto cordiale e un eccellente ristorante.


Sicurezza[modifica]

La microcriminalità è diffusa soprattutto nei sobborghi più poveri a est della città.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.