Scarica il file GPX di questo articolo

Asia > Medio Oriente > Siria > Deserto siriano

Deserto siriano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Deserto siriano
Palmyre Vue Generale.jpg
Localizzazione
Deserto siriano - Localizzazione
Stato

Deserto siriano è una regione della Siria estesa ad oriente della città di Aleppo fino ai confini con l'Iraq.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Siria est1.png

Centri urbani[modifica]

  • Al-Hasakah — Seconda città dell'est della Siria, Al-Hasakah non ha nulla d'interessante ma potrebbe costituire una tappa per chi proviene da Aleppo. La città è situata in prossimità della linea di confine con la Turchia ed è dotata di stazione ferroviaria e di servizi essenziali.
  • Al-Mayadin — Villaggio a 44 km da Deir el-Zor. Nei suoi paraggi si stagliano i ruderi di Qalaat Rahba, un fortilizio del XII secolo e distrutto successivamente dai Mongoli. Le rovine sono imponenti e dagli spalti del fortilizio si godono magnifiche viste sul deserto circostante.
  • Ar-Raqqah (Raqqa) — Primo centro urbano di una certa dimensione che si incontra una volta lasciata Aleppo per procedere in direzione est, Ar-Raqqah fu la residenza estiva dei sovrani Abassidi ma ai nostri giorni non è che una moderna città di 200.000 abitanti che non ha conservato nulla o quasi delle sue glorie passate.
  • Deir el-Zor (Deir ez-Zor) — Città di 250.000 abitanti con un maestoso ponte moderno che scavalca l'Eufrate, Deir el-Zor vanta un museo archeologico annoverato tra i più interessanti della Siria. Molte dei reperti esposti sono di epoca preislamica e provengono dal sito archeologico di Doura Europos.
  • Doura Europos — Città ellenistica fondata da Seleuco I Nicatore sulla riva destra dell'Eufrate. È situata vicino al villaggio di Salhiyé, non lontano dai confini con l'Iraq.
  • Halabiyya
  • Mari — Il sito di una città sorta verso la fine del IV millennio a.C. passata in seguito agli Amorrei.
  • Palmira — Antica città aramaica, Palmira è uno dei luoghi più visitati della Siria. Le sue rovine si stagliano in un'oasi del deserto, 215 km ad est di Damasco.
  • Qala’at Najm
  • Qasr al-Heir al-Sharqi
  • Rasafa — I ruderi della Sergiopoli di epoca romana si stagliano nel mezzo del deserto a circa 30 km dall'invaso artificiale di Al Asad. Per vederne le rovine in parte sommerse dalla sabbia dovrete ricorrere a un taxi da Ar-Raqqah o a un minibus dal villaggio di Al-Mansoura.
  • Tell Brack (Nagar)

Altre destinazioni[modifica]

  • Lago al-Assad — Invaso artificiale tra i più vasti del Medio Oriente, il lago al-Assad si formò in seguito alla realizzazione nel 1973 della diga al-Thawra. Il progetto comportò la sparizione di antichi siti archeologici e il trasferimento della popolazione nell'odierno villaggio di al-Thawra di una bruttezza indicibile. Alcuni monumenti di epoca islamica furono ricostruiti altrove sull'esempio di Abu Simbel. Fu il caso di un minareto di 27 m. situato nel villaggio sommerso di Maskana che oggi svetta nel centro di al-Thawra.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.