Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Bocconi
Chiesa di San Lorenzo a Bocconi
Stato
Regione
Territorio
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Bocconi

Bocconi è un centro dell'Emilia-Romagna.

Da sapere[modifica]

È il terzo paese che forma, con Portico di Romagna e San Benedetto in Alpe il comune di Portico e San Benedetto. Come gli altri due paesi fu fiorentino fino al 1923, quando venne aggregato alla provincia di Forlì.

Cenni storici[modifica]

L'abitato di Bocconi, chiamato in origine Corte di Castello Bauroni, dipendeva dalla parrocchia di San Lorenzo alla Bastia, detta in passato San Lorenzo in Planicorio. Planicorio consisteva probabilmente nel Castrum Plani, posseduto nel 1371 dal conte Roberto di Battifolle. Il comune di Boccone viene menzionato in un documento del 1411 redatto a Portico. Intorno al 1429 si dota di statuti propri, simili a quelli degli altri due abitati. Nel 1868 una frana sommerge la chiesa, la canonica, il cimitero ed il podere di Carpine. Con una delibera comunale si stabilisce che la parrocchia non venga ricostruita. Venne quindi eretta la chiesa di San Lorenzo al castello di Bocconi nel 1883, sulle rovine dell'oratorio di San Giovanni, che assorbì quella di Bastia e quella di Carpine. Bocconi assunse quindi sempre più importanza, soprattutto in seguito alla costruzione della carrozzabile Tosco Romagnola.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • Aeroporto di Forlì (a 40 km circa)
  • Aeroporto di Rimini (a 94 km circa)
  • Aeroporto di Bologna (a 106 km circa)

In auto[modifica]

  • Da nord autostrada Adriatica A14 direzione Ancona, uscire al casello di Forlì, a Forlì prendere la SS 67 in direzione Firenze, percorrerla passando per Castrocaro Terme fino a Bocconi.
  • Da sud autostrada Adriatica A14 direzione Bologna, uscire al casello di Forlì, a Forlì prendere la SS 67 in direzione Firenze, percorrerla passando per Castrocaro Terme fino a Bocconi.
  • Da Forlì prendere la SS 67, attraversare Castrocaro Terme e raggiungere Bocconi.
  • Da Ravenna percorrere la SS 67 in direzione di Forlì, attraversare Forlì, proseguire per Castrocaro Terme e raggiungere Portico.
  • Da Rimini prendere la SS 9 Via Emilia in direzione di Cesena, Forlimpopoli, Forlì, proseguire sulla SS 67 per Castrocaro Terme, Portico e Bocconi.

In treno[modifica]

  • Stazione ferroviaria di Forlì (distante 39 km circa): Linea Bologna - Rimini - Ancona - Bari - Lecce. A Forlì, al Punto Bus (che si trova vicino alla stazione ferroviaria) prendere l'autobus Autolinee "ATR" (Linea extraurbana 127 Muraglione - S.Benedetto - Portico - Rocca S.Casciano - Forlì).

In autobus[modifica]

  • Autolinee ATR (Azienda Trasporti Romagnoli)[1]: E' la principale azienda di trasporto pubblico che opera nella Provincia di Forlì-Cesena.
  • Da Roma: Autolinee Sulga[2]. Collegamenti con il capoluogo (Forlì - Piazza della Vittoria), Linea Ravenna - Forlì - Cesena - Perugia - Roma



Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Torre Vigiacli (Torre delle guardie). Venne costruita tra il XV e il XVI secolo circa e attorno ad essa si sviluppò il paese..
  • 1 Chiesa di San Lorenzo. Edificata nel 1883, custodisce una tela del Battesimo di Gesù dei XVII secolo.
  • 2 Ponte della Brusìa. A schiena d'asino, articolato su tre arcate, risale al XVIII secolo.
  • 3 Borgo medievale della Bastìa. Si articola intorno all'antico castello, su cui ora sorge una croce di ferro.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Trattoria La Beccona, Via Nazionale, 44, +39 0543 967475.


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • San Benedetto in Alpe
  • Portico di Romagna — Fa parte dei borghi insigniti della Bandiera arancione. Il suo centro storico è animato da numerose botteghe artigiane.
  • Terra del Sole — Città di fondazione, fu voluta da Cosimo I de' Medici nel Cinquecento per farne la capitale della Romagna toscana e l'avamposto fortificato verso le terre pontificie. Conserva le mura, i bastioni, i castelli, i palazzi del potere granducale fiorentino.


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.