Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Base polare Palmer
La base Palmer vista dal mare
Stato
Regione
La mappa della penisola antartica

La Base polare Palmer (Palmer Station) è una base scientifica posizionata alle coordinate 64°46' S, 64°03' W in Antartide, sull'isola di Anver, nell'estremità nord della Penisola Antartica , ed è l'unica base degli Stati Uniti d'America che si trova a nord del circolo polare Antartico.

Da sapere[modifica]

Quando andare[modifica]

Il clima alla base Palmer è più mite rispetto a quello tipico dell'Antartide. Nel mese più caldo, gennaio, la temperatura può raggiungere i 13°C e in media è 1,7°C. Il mese più freddo, luglio, c'è una temperatura media di -8,3°C. La temperatura media durante il corso dell'anno è -2,2°C. Forti venti colpiscono la zona, i quali possono raggiungere i 70 nodi o più. Essi si verificano nel clima di tipo EF, provenendo dal centro del continente antartico. La precipitazione media annua è di 4 metri di neve, e 76 cm di pioggia all'anno. Le precipitazioni sono maggiormente distribuite lungo le coste, come risultato dell'arrivo del ciclone.

La base Palmer è a impatto 0 sull'ambiente, e ha una fornitura d'acqua dolce grazie al processo di osmosi inversa o iperfiltrazione.

Cenni storici[modifica]

La base Palmer è stata chiamata così da Nathaniel Palmer, che aveva navigato alla ricerca di nuove terre vicino alla Penisola Antartica dalla Georgia del Sud. In verità, lui non visitò mai l'isola di Anver. Il capitan John Biscoe scoprì l'isola, e credette di aver trovato il continente dell'Antartide, e la dichiarò proprietà dell'Inghilterra. I britannici costruirono una piccola base formata da una singola stanza, detta Base N, di fronte ad Arthur Harbor. Gli Stati Uniti si interessarono alla penisola Antartica nel 1928, quando la American Geographical Society sponsorizzò molti voli esplorativi da Deception Island. Tra il 1928 e il 1948 ci furono diverse spedizioni verso la Penisola Antartica. Gli Stati Uniti si interessarono quindi alla possibilità di costruire una base di ricerca permanente nel 1962 nella zona della penisola.

Nella primavera del 1963 l'isola di Anver venne selezionata come sito migliore per la costruzione della base di ricerca. Questo perché ci sono porzioni di territorio senza ghiaccio, molta acqua dolce, un ambiente biologico molto ricco, e un facile accesso per aerei e navi. Essa venne aperta nel 1965. In origine, la base fu costruita su quella che si credeva fosse l'isola di Anvers, ma si rivelò solo successivamente un'altra isola, connessa all'isola di Anvers tramite un ghiacciaio. Nel 1968 venne costruita una nuova base, posizionata nel Gamage Point, il luogo dove risiede tutt'oggi la base Palmer. La base ormai in disuso è posizionata nel cosiddetto Norsel Point.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

Si può raggiungere la base polare di Palmer attraverso due metodi principali:

  1. il primo metodo è tramite la National Science Foundation: si può partecipare a dei viaggi organizzati; ma attenzione: è consentita la visita per le persona che provengono da navi da crociera organizzate da terzi, fino a un massimo di 12 navi.
  2. il secondo metodo è, per i più facoltosi, visitare la zona circostante tramite un mezzo privato, come una barca o uno yacht.

Fino a 150 persone possono sbarcare sull'isola di Anver.

Una volta arrivati sull'isola di Anver fino a 40 persone alla possono visitare la base.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

La base
  • -64.774167-64.0530561 Base Palmer. La base Palmer contiene al suo interno un acquario che può essere osservato dai visitatori della base. Esso contiene diversi tipi di creature: molluschi, krill, anemoni, ricci di mare e pesci in generale. Sul serbatoio di carburante della stazione è presente un graffito di un orca che salta fuori dall'acqua. Inoltre, si può provare una pietanza tipica della base, i "Palmer Brownies". Intorno alla base palmer, è possibile trovare diverse specie animali, come pinguini, uccelli marini e foche. Sfortunatamente, ci sono sempre meno pinguini nella zona, in quanto lo scioglimento dei ghiacci ha spinto i pinguini a muoversi più a Sud.
  • -64.6-63.52 Isola di Anvers. L'isola di Anvers è un isola montuosa, ed è la più grande dell'arcipelago Palmer. L'isola è stata chiamata così nel 1898 da una spedizione belga guidata da Adrian Gerlache: il nome deriva dalla regione belga chiamata Anvers. Isola di Anvers su Wikipedia isola di Anvers (Q612965) su Wikidata
  • -64.766667-64.0666673 Arthur Harbor. Arthur Harbor è un porto posizionato tra l'isola e Bonaparte Point. Il porto è stato costruito da una spedizione francese tra il 1903 e il 1905. Questo luogo è stato nominato così in onore di Oswald Arthur, un governatore delle isole Falkland, da parte del Comitato dei nomi dei luoghi antartici del Regno Unito. Arthur Harbour (Q4798972) su Wikidata
  • -64.7667-64.06674 Gamage Point. La base Palmer si trova esattamente in questo luogo. È un punto roccioso. Questo segna l'entrata Nord di Hero Inlet. Il nome deriva da Harvey Gamage, il cantiere navale che ha costruito la nave di ricerca Hero da cui invece prende il nome. Gamage Point (Q883136) su Wikidata
  • -64.7667-64.15 Norsel Point. Anche Norsel Point è un punto roccioso. Si trova a Nord-Ovest di Arthur Harbor. Questo luogo è stato scoperto nel 1955 e il suo nome deriva dalla nave norvegese chiamata Norsel, che fu noleggiata per stabilire una base su questo punto, vicino alla vecchia stazione Palmer. Norsel Point (Q881322) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.