Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Barranquilla
Veduta dall'alto
Stemma e Bandiera
Barranquilla - Stemma
Barranquilla - Bandiera
Appellativi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Colombia
Reddot.svg
Barranquilla
Sito istituzionale

Barranquilla è una città della Colombia, situata nella regione caraibica.

Da sapere[modifica]

A livello turistico Barranquilla è famosa per il suo carnevale, incluso dal 2003 nella lista UNESCO dei patrimoni orali e immateriali dell'umanità. Per il resto è una città moderna, senza il fascino particolare di Cartagena e l'unica forma di turismo che la città conosce al di fuori del carnevale è quello d'affari.

Sebbene Barranquilla sia prossima alla costa del mar dei Caraibi, le sue spiagge non fanno testo anche perché Cartagena e Santa Marta sono a meno di un'ora in auto.

Statua di Shakira a Barranquilla

Barranquilla è il luogo di nascita della pop star internazionale Shakira, dell'attrice Sofía Vergara e della modella Paulina Vega, Miss Universo 2014.

Lo scrittore Gabriel García Márquez ha vissuto e studiato a Barranquilla negli anni della sua infanzia e giovinezza.

Barranquilla è il capoluogo del dipartimento Atlantico ed è la quarta città più popolosa della Colombia dopo Bogotá, Medellín e Cali.

Il toponimo Barranquilla fa riferimento alle ripide scarpate e crepacci (barrancos) presenti sulla riva occidentale del fiume Magdalena, dove la città iniziò a formarsi. Il diminutivo è un'alterazione dovuta probabilmente al dialetto aragonese medievale. All'arrivo degli spagnoli il luogo era conosciuto come Sitio de los Indios de Camacho dal nome della tribù indigena insediata sulle rive del Magdalena. Successivamente le fu dato il nome di San Nicolás de (la) Barranquilla, dal nome dell'azienda agricola di San Nicola, primo insediamento di coloni spagnoli nella zona.

La città ha una mezza dozzina di altisonanti appellativi:

  • Portico dorato della Repubblica (Pórtico Dorado de la República) — Il termine fu coniato nel 1921 da Marco Fidel Suárez, un altro presidente che andò a Barranquilla per inaugurare gli uffici della dogana.
  • Porta d'Oro della Colombia (Puerta de Oro de Colombia) — Frase pronunziata nel 1946 dal presidente Mariano Ospina Pérez, in occasione del suo discorso per l'inaugurazione della V edizione dei Giochi dell'America Centrale e dei Caraibi.
  • "Curramba, la bella" — È una sorta di anagramma uscito dalla testa di Juan Eugenio Cañavera, un giornalista famoso negli anni '50 del XX secolo.
  • *Città dalle braccia aperte (Ciudad de los Brazos Abiertos) — Attribuito al filosofo Agustín Nieto Caballero.
  • Faro d'America — Attribuito a Enrique Ancízar, presidente della Società colombiana dell'Agricoltura.


Quando andare[modifica]

Il periodo migliore per una visita è tra dicembre e marzo non solo per le condizioni climatiche favorevoli ma anche perché si svolge il famoso carnevale. Da maggio a novembre decorre la stagione delle piogge.

Periodo assolutamente sconsigliato è, come per tutta la regione dei Caraibi, il bimestre settembre-ottobre.

Le escursioni termiche annuali sono irrilevanti. La temperatura media annuale è attestata sui 27 °C ma durante la stagione delle piogge si avverte una sensazione di calore di alcuni gradi superiore alla temperatura effettivamente registrata.


Come orientarsi[modifica]

Il centro storico si trova tra le carreras 35 e 46 e le calles 30 e 46 e comprende parti dei quartieri di San Roque e Abajo.

La principale arteria è il Paseo de Bolívar, un viale che è stato risistemato e ampliato tra il 2003 e il 2008. Lungo questo si è sviluppato il quartiere degli affari a partire dagli anni '80 del XX secolo, quando il progressivo degrado del centro convinse i dirigenti di istituti finanziari e commerciali a trasferire le sedi nel settore a nord del centro. Corrisponde alla calle 34 nella toponimia urbana ufficiale.

Nonostante l'abbandono, il vecchio centro riveste un indubbio interesse per turisti di passaggio. Entro i suoi confini stanno diversi palazzi di epoca repubblicana e il mercato brulicante di vita. Nel 2008 è stato varato un progetto di recupero del centro storico.

Plaza de San Nicolás

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Chiesa di San Nicola da Tolentino (Iglesia de San Nicolás de Tolentino). Saint Nicholas of Tolentino Church (Q5486522) su Wikidata
  • 2 Chiesa di San Rocco (Iglesia de San Roque). (Q5911264) su Wikidata
  • 3 Parco culturale dei Caraibi (Parque Cultural del Caribe). Parque Cultural del Caribe (Q5401681) su Wikidata
  • 4 Museo del Atlántico. Museo del Atlántico (Q6034377) su Wikidata
  • Museo del Carnevale (Museo del Carnaval).
  • Complesso culturale dell'antica dogana (Complejo Cultural de la Antigua Aduana). (Q5779872) su Wikidata
  • Finestra sul mondo (Ventana al mundo). (Q56318586) su Wikidata
  • 5 Giardino zoologico (Zoológico de Barranquilla). parco zoologico di Barranquilla (Q6171777) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

Regina di carnevale
Il carnevale inizia con la lettura del bando in Plaza de la Paz. il sindaco consegna le chiavi della città alla Regina del Carnevale, atto simbolico con cui il primo cittadino di Barranquilla rinunzia ai suoi poteri per tutta la stagione del carnevale. Il bando è il "decreto" che consente libero sfogo alla baldoria collettiva ed è letto a turno dalla regina del Carnevale, da re Momo e dal re del carnevale dei bambini. Il bando è diviso in articoli che spiegano cosa è permesso e cosa non lo è. Durante la lettura sono messe in scena danze di gruppo.
Le feste vere e proprie hanno inizio quattro giorni prima dell'inizio della Quaresima. I partecipanti si travestono con costumi fantasmagorici, dando libero sfogo al loro estro senza inibizioni di sorta. Barranquilleros e stranieri si abbandonano al divertimento collettivo, al bere e al ballo.
Esiste anche un carnevale dei bambini (Carnaval de los Niños) e un carnevale gay cui partecipa la comunità LGBT di Barranquilla. Molti degli eventi riportati di seguito si svolgono contemporaneamente in diversi punti della città:
Guacherna — La guacherna è l'evento più seguito tra quelli che precedono i festeggiamenti veri e propri. Consiste in sfilate notturne che hanno luogo il penultimo venerdì prima del sabato di carnevale. Alle parate partecipano gruppi folcloristici, cumbiambas, tamboras e maschere. Le guachernas nacquero spontaneamente nel primo '900 nel quartiere di Abajo. Abitanti del barrio scendevano in strada invitando i loro vicini a partecipare alle danze a suon di guache, uno strumento a percussione. I gruppi musicali intonano varie canzoni a lume di candele e lanterne.
Incoronazione della regina (Coronación de la reina) — Si svolge il giovedì prima della battaglia dei fiori allo stadio Romelio Martínez. La regina dell'anno precedente incorona la nuova eletta che presiederà gli eventi dei successivi quattro giorni del carnevale. La tradizione vuole che la regina di carnevale sia una ragazza d'aspetto avvenente scelta tra una rosa di candidate appartenenti alle famiglie più in vista di Barranquilla (Gerlein, Donado, Vengoechea, Lafaurie e Abuchaibe). Ciò è dovuto al fatto che le spese relative ai costumi che la regina indosserà sono ingenti e non possono essere sostenute da ragazze di estrazione popolare. Il concorso prevede comunque che le candidate siano più che abili nella danza e infatti le ragazze, durante le gare che si svolgono allo stadio Romelio Martínez sono sottoposte a una estenuante maratona di balli, dalla cumbia alla salsa e dal merengue al champeta. Durante il concorso viene anche presentata la canzone ufficiale della regina del carnevale.
Battaglia dei Fiori (Batalla de Flores) — L'evento più atteso, che si svolge di sabato, il primo dei quattro giorni di festa. Consiste in una parata di carri allegorici, guidata dalla Regina del Carnevale, seguita da personaggi mascherati, cumbiambas e gruppi folk vincitori dei precedenti concorsi di carnevale. La battaglia dei fiori è l'evento di più antica data, essendo apparso per la prima volta nel 1903, come celebrazione della fine della guerra dei Mille Giorni. La sfilata principale si svolge sulla calle 40, quella di re Momo sulla calle 17 e altre ancora sulla Carrera 44.
Gran Parata (Gran Parada de Tradición y Folclor) — La domenica è dedicata alla Gran Parata che percorre la carrera 40. È composta unicamente da gruppi di musici e danzatori tradizionali senza carri allegorici per non distogliere l'attenzione del pubblico dalle esibizioni canore e danzanti. Le danze più famose sono eseguite dagli Arlecchini diavoli o Son de Negro.
Gran Parada de Comparsas — Si svolge il lunedì lungo la via 40 e vede l'esibizione di vari gruppi coreografici internazionali di samba, salsa, reggaeton, champeta, musica elettronica, più altri gruppi colombiani di cumbia, porro, mapalé, son de negro e merecumbé.Il lunedì è caratterizzato da due eventi: la Gran Parada de Comparsas e il Festival de Orquestas. Il primo
Festival delle Orchestre(Festival de Orquestas) — È il secondo evento che ha luogo il lunedì. Inizia alle prime ore del pomeriggio e si protrae fino alle prime ore di martedì allo stadio Romelio Martínez. Le orchestre che accompagnano le danze di carnevale partecipano a un concorso musicale che prevede l'assegnazione ai vincitori dell'ambito premio Congo d'Oro . La regola impone l'esecuzione di tre canzoni, una delle quali deve essere dedicata alla città di Barranquilla, scandita secondo i ritmi tradizionali dei Caraibi colombiani.
Morte di Joselito (Muerte de Joselito) — È la cerimonia di chiusura del carnevale che si svolge il martedì. In vari quartieri di Barranquilla si procede a divertenti sepolture di Joselito, il personaggio simbolo di tutti coloro che hanno partecipato ai festeggiamenti. La tradizione vuole che Joselito muoia di martedì in seguito ai postumi di una sbornia per resuscitare il carnevale dell'anno seguente. Folle di Barranquilleros lasciano le loro case per partecipare a cortei funebri piangendo il defunto e dando prova di notevoli capacità istrioniche. Il personaggio di Joselito Carnaval è in genere un fantoccio ma può essere anche interpretato da una persona reale, trasportata in una bara o su una barella ornata di fiori e nastri e circondata da vedove che versano fiumi di lacrime. Le vedove sono in genere uomini travestiti da donne. Altri personaggi sono travestiti da sacerdoti e da bimbi orfani. La sepoltura di Joselito è una tradizione locale che esula dalla cerimonia della sepoltura della sardina, generalmente adottata in Spagna e nei paesi dell'America meridionale. Dal 1999 è prevista l'assegnazione di un premio alla migliore rappresentazione coreografica delle esequie di Joselito.


Danze tradizionali del carnevale di Barranquilla
Garabato Carnaval de Barranquilla.jpg MarimondasCB.JPG Monocucos Carnaval de Barranquilla.jpg Negrita puloy.jpg
Danza del Garabato Danza della Marimonda Danza del Monocuco Danza de las Negritas Puloy
Cabezón.JPG Cartagena de Indias.Septiembre 2007 786.jpg La pollera 2005.jpg Caimán Cienaguero.jpg
Danza dei Cabezones Danza del mapalé Danza della cumbia Danza della Caimán Cienaguero



Cosa fare[modifica]

Il parapendio è praticato sul Cerro de Cupino, nel Puerto Colombia. A Usiacurí puoi visitare la casa del poeta Julio Flórez e acquistare oggetti di artigianato. A Luruaco e Repelón puoi anche praticare sport acquatici e attività ricreative correlate nelle paludi di Luruaco e del Guájaro, rispettivamente. Fiere del bestiame (Sabanalarga), festival culturali, gastronomici, folcloristici e musicali come Egg Arepa Festival a Luruaco, Plum Festival a Campeche, Guandul Festival a Sibarco, si svolgono in altre città del dipartimento dell'Atlantico. Festival pastello a Pital de Megua, carnevali, tra gli altri.

Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • 1 Teatro Amira de la Rosa. Teatro Amira de la Rosa (Q6139594) su Wikidata
  • 2 Stadio metropolitano Roberto Meléndez. Stadio metropolitano Roberto Meléndez su Wikipedia stadio metropolitano Roberto Meléndez (Q1369387) su Wikidata

Locali notturni[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]

Barranquilla è una città pericolosa anche se meno di Cali, Bucaramanga e Medellín. Dal 2007 è stata registrata una tendenza al miglioramento delle condizioni di sicurezza dei residenti, grazie anche all'installazione di telecamere nelle strade cittadine e al varo di programmi di addestramento delle forze dell'ordine modellati su quelli statunitensi. La delinquenza ha come suo obiettivo banche, supermercati e depositi merci e si avvale della rapina a mano armata. Anche gli omicidi mostrano una tendenza al calo ma sul medio termine.


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Barranquilla
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Barranquilla
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.