Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa centrale > Germania > Germania settentrionale > Amburgo > Altstadt, Neustadt e HafenCity

Altstadt, Neustadt e HafenCity

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Altstadt, Neustadt e HafenCity
(Amburgo)
Lago Binnenalster
Stato
Regione

Altstadt, Neustadt e HafenCity sono tre quartieri del centro di Amburgo.

Da sapere[modifica]


Come orientarsi[modifica]

Altstadt, Neustadt e HafenCity

  • Altstadt - La città vecchia di Amburgo, estesa intorno al Rathaus, il palazzo municipale in stile rinascimentale. Dalla piazza antistante si stacca la Mönckebergstraße che raggiunge la stazione centrale.
  • Neustadt - A ovest dell'Altstadt si estende la "città nuova" che ancora conserva edifici del periodo barocco come le chiese di Sankt Petri de Rieken, St. Nikolai desglieken, St. Catharinen de Sturen, St. Jakobi de Boer St. Michael's de poor. Era un quartiere povero che ospitava il ghetto di Amburgo. Oggi, invece è la zona dello shopping elegante, soprattutto nella zona nord del distretto, intorno la piazza Gänsemarkt.
  • HafenCity - Il quartiere del porto comprende la Speicherstadt, ovvero la zona dei magazzini costruiti a cavallo del XIX e XX secolo. Costituisce una delle zone più affascinanti di Amburgo, grazie ai suoi edifici in mattoni rossi che si affacciano su numerosi canali. Speicherstadt è anche una zona di musei.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Palazzo municipale di Amburgo
Salone d'ingresso
Fontana Igea
  • 1 Palazzo Municipale (Rathaus), +49 40 428131. Il palazzo comunale è il simbolo e il vanto di Amburgo. È situato nella città vecchia (Altstadt) ai margini con quella nuova (Neustadt) e a breve distanza dal lago Binnenalster e dalla stazione centrale. Si affaccia sulla vasta piazza detta Rathausmarkt, spesso teatro di eventi culturali.
La struttura attuale risale al 1897 e fu realizzata sul luogo di un precedente edificio andato distrutto durante il grande incendio del 1842. Il progetto fu affidato a una squadra di 7 architetti sotto la sovraintendenza di Martin Haller, un ingegnere e politico dell'epoca. I lavori durarono 11 anni. Nelle intenzioni delle autorità che lo commissionarono, l'edificio doveva riflettere il grado di potenza raggiunto dalla Germania del tempo dopo la sconfitta inflitta a Napoleone III nella battaglia di Sedan dal regno di Prussia poi autoproclamatosi impero tedesco nella sala degli specchi della reggia di Versailles.
Il palazzo è di grandi dimensioni e di notevole effetto anche per le decorazioni che ne ornano l'esterno così come l'interno. Ha una superficie totale di di 2.900 m², la sua torre è alta ben 112 m. e la scala al suo interno è composta da 436 gradini. Conta 647 sale tra le quali una segreta scoperta per caso nel 1970 dopo che a un impiegato era scivolato di mano un documento estratto dallo schedario e apparentemente svanito nel nulla. È comunque una credenza infondata che il palazzo vanti più stanze di Buckingham Palace. La reggia di Londra conta per l'esattezza 775 vani.
All'esterno il palazzo comunale presenta uno stile neo-rinascimentale mentre le sale interne hanno stili diversi, dal neogotico al neoclassico secondo l'eclettismo imperante di fine '800. Il balcone del piano nobile è sormontato da un mosaico raffigurante la dea protettrice di Amburgo, Hammonia, il bassorilievo dello stemma della città e l'iscrizione latina del motto cittadino "Libertatem quam peperere maiores digne studeat servare posteritas" (I posteri hanno il compito di preservare degnamente la libertà conquistata dai loro avi). Le sale del pianterreno sono aperte al pubblico e ospitano spesso concerti e mostre. Tra quelle del piano superiore colpisce la sala detta dell'imperatore in onore di Gugliemo II, riccamente decorata. Al centro della corte interna sta la fontana Igea sormontata da una statua della dea greca della salute e dell'igiene. La vasca è adorna di statue simboleggianti la purezza dell'acqua. Fu eretta per commemorare le vittime dell'epidemia di colera scoppiata ad Amburgo nel 1892. Pur non essendo un museo, l'ingresso è gratuito nella ricorrenza annuale della "lunga notte dei musei". Municipio di Amburgo su Wikipedia municipio di Amburgo (Q3987) su Wikidata
Casa del Cile
Cortile interno della Casa del Cile
  • 2 Casa del Cile (Chilehaus) (Stazione di Meßberg sulla linea U1). Un edificio per uffici di dieci piani, considerato uno dei migliori esempi di architettura espressionista, in voga negli anni 20 del XX secolo. Si tratta di una struttura mastodontica di circa 6.000 m², progettata dall'architetto tedesco Fritz Höger e completata nel 1924.
Il palazzo è famoso per la sua facciata ricurva dal lato di Pumpenstraße e per il suo angolo acuto somigliante alla prua di un transatlantico in corrispondenza dell'incrocio della suddetta via con la Niedernstraße. Questi due elementi valgono a conferire un tocco di leggerezza a una struttura altrimenti molto pesante. A causa della mole non indifferente dell'edificio che poggia su terreni fangosi poco stabili prospicienti il fiume Elba, fu necessario realizzare fondamenta in cemento armato profonde ben 16 m. Per il completamento dell'edificio furono utilizzati 4,8 milioni di mattoni di Oldenburg dal caratteristico colore scuro.
Il nome del palazzo fa riferimento alle vicende del commissionario, Henry B. Sloman, uomo d'affari che accumulò ingenti fortune in Cilegrazie all'estrazione e all'esportazione di di nitrati di sodio, molto richiesti all'epoca come fertilizzanti naturali di terreni agricoli. L'edificio è attualmente (2017) proprietà della società immobiliare tedesca Union Investment Real Estate AG. Tra i suoi locatari figura l'istituto Cervantes, ente pubblico spagnolo creato nel 1990 per la diffusione della cultura di Spagna e della lingua castigliana. Chilehaus su Wikipedia Chilehaus (Q542783) su Wikidata
Galleria d'arte
Museo delle Arti e Mestieri
  • 3 Galleria d'arte (Hamburger Kunsthalle), Glockengießerwall (Stazione di Hauptbahnhof Nord). Il museo è allestito in tre edifici interconnessi tra loro nei pressi della stazione centrale. L'intero spazio espositivo occupa una superficie di oltre 13.000 metri quadrati. Le collezioni coprono 7 secoli di arte europea dal medioevo ad oggi. Queste sono ripartite in tre sezioni, la galleria degli antichi maestri, la galleria dell'arte del XIX secolo e quella dell'arte moderna e contemporanea. Le collezioni artistiche del XIX secolo hanno tuttavia un ruolo preponderante. Vi sono esposte opere di Carl Blechen, Arnold Böcklin, Gustave Courbet, Edgar Degas, Anselm Feuerbach, Caspar David Friedrich, Jean-Léon Gerome, Wilhelm Leibl, Max Liebermann, Édouard Manet, Adolph Menzel, Claude Monet, Auguste Rodin e Philipp Otto Runge. Nella galleria degli antichi maestri sono esposte opere di Tiepolo, Rembrandt e Rubens. Al museo è annessa una biblioteca con più di 175.000 volumi, inclusi circa 3.000 libri illustrati e edizioni artistiche rare. Hamburger Kunsthalle su Wikipedia Hamburger Kunsthalle (Q169542) su Wikidata
  • 4 Museo delle Arti e Mestieri (Museum für Kunst und Gewerbe Hamburg), Steintorplatz (Stazione di Hauptbahnhof Süd sulle linee U1 e U3), +49 40 428134880. Il museo figura tra le maggiori attrazioni di Amburgo. Le collezioni spaziano dal l'arte antica mediterranea a quella del Vicino ed Estremo Oriente, dall'artigianato europeo dal Medioevo a quello di età contemporanea. Altre collezioni sono dedicate alla moda, alla fotografia, alla grafica. Museum für Kunst und Gewerbe su Wikipedia Museum für Kunst und Gewerbe (Q896052) su Wikidata
Deichtorhallen
Chiesa di S. Michele
  • 5 Deichtorhallen, Deichtorstraße 1/2 (Stazione di Steinstraße oppure bus 112), +49 40 2100 00. Uno dei maggiori centri europei dedicato all'arte contemporanea e alla fotografia. Il centro è allestito in due storici edifici del 1913 realizzati sul sito dell'ex stazione ferroviaria Amburgo-Berlino. Dal 1989 il complesso ha fatto da sfondo a più di 160 mostre monografiche dedicate ad artisti di fama mondiale come Andy Warho , Martin Kippenberger eLouise Bourgeois. Deichtorhallen (Q1183156) su Wikidata
  • 6 Chiesa di San Michele (Hauptkirche Sankt Michaelis). Chiamata affettuosamente "Michel", questa chiesa protestante di Neustadt dedicata all'arcangelo Michele è il simbolo di Amburgo. Fu ricostruita più volte nel corso dei secoli. La costruzione originaria del 1669 andò distrutta nel 1750. Nel 1786 fu ricostruita su progetto degli architetti Johann Leonhard Prey e Ernst Georg Sonnin. Nel 1906 prese fuoco e nel 1944 fu bombardata. I lavori di restauro furono lunghi e accurati. Ha una capacità di 2,500 persone e viene spesso usata per concerti. Un ascensore permette di salire sul campanile che, con i suoi 132 m di altezza, domina il paesaggio di Amburgo. Chiesa di San Michele (Amburgo) su Wikipedia chiesa di San Michele (Q674472) su Wikidata
Museo della storia di Amburgo
Internationales Maritimes Museum
  • 7 Museo della storia di Amburgo (Museum für Hamburgische Geschichte), Holstenwall 24 (A 500 m. dalla stazione di St. Pauli sulla linea U3), +49 40 4281322380. Fondato nel 1908, il museo presenta una panoramica capillare della storia di Amburgo dal IX secolo d.C. fino ai nostri giorni. Le collezioni includono frammenti architettonici di antichi edifici andati distrutti, mostre sull'artigianato, il commercio e la navigazione dei secoli trascorsi. Vi sono esposti oggetti quanto mai vari dagli strumenti musicali ai giocattoli. La mostra a tema riguardante Amburgo del 20 ° secolo è allestita nel seminterrato. Qui è stato ricostruito un rifugio antiaereo della 2a guerra mondiale. Il piano terra ospita collezioni inerenti i costumi popolari, la musica, e il teatro. Vi sono esposti costumi teatrali e di ballerini di flamenco. Il primo piano accoglie collezioni inerenti la storia di Amburgo, la crescita della città e del suo porto. Una mostra riguarda le incursioni dei pirati vichinghi del IX secolo, un'altra, dedicata ai secoli della riforma, comprende una collezione di arte sacra, Al secondo piano stanno le collezioni che illustrano la storia degli Ebrei di Amburgo. Al 2° piano sono stati ricostruiti arredi e salotti storici con soffitti decorati, pareti dipinte trompe l'oeil. Vi sono esposti anche modellini di vecchi treni in scala 1:32 che corrono su binari lunghi più di 1 km. Museo di storia d'Amburgo su Wikipedia Museo di storia d'Amburgo (Q665171) su Wikidata
  • 8 Internationales Maritimes Museum, Koreastraße 1, +49 40 30092300. Museo privato ove sono esposti più di 40.000 oggetti inerenti la navigazione, come modelli di navi e sommergibili su varia scala, uniformi, fotogafie. Fu inaugurato nel 2008 negli spazi di un ex magazzino portuale. Le collezioni sono distribuite su 10 piani. Al museo si tengono anche rappresentazioni teatrali a tema come ad esempio le incursioni vichinghe ad Amburgo del IX secolo. Visitano il museo circa 150.000 persone l'anno. International Maritime Museum Hamburg (Q937608) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Europa Passage
Alsterarkaden
Complesso commerciale Hanse Viertel
  • 1 Alsterarkaden. Galleria con negozi realizzata tra il 1842 e il 1843. In stile veneziano e caratterizzato dal colore bianco del porticato, il complesso costituisce un'attrazione turistica. I portici accolgono bar e ristoranti mentre i negozi sono situati all'interno. Alsterarkaden su Wikipedia Alsterarkaden (Q2651483) su Wikidata
  • 2 Europa Passage, Ballindamm 40. Un vasto centro commerciale sul lungolago Binnenalster a nord della città vecchia. È stato progettato da Hadi Teherani dello studio BRT Architect per conto della società immobiliare Alida al costo di 430 milioni di € ed inaugurato il 5 ottobre del 2006. È il più frequentato centro commerciale di Amburgo. I suoi 125 negozi del centro sono distribuiti su 5 piani su una superficie complessiva di 30.000 m². Europa Passage (Q1375224) su Wikidata
  • 3 Hanse Viertel, Poststraße e Große Bleichen. Un centro commerciale nella città vecchia in cui sono ospitati 60 negozi su 9000 m². Il complesso comprende anche un albergo (Renaissance Hamburg Hotel), 4 ristoranti, uffici, appartamenti e un garage con 440 posti auto con una superficie totale di 45.000 m². Nel novembre del 2017 ne fu annunciata la demolizione per far posto a un nuovo centro commerciale più spazioso in grado di reggere la concorrenza spietata nel settore delle vendite al dettaglio. (Q14906769) su Wikidata


Come divertirsi[modifica]

Elbphilharmonie
  • 1 Teatro dell'opera (Hamburgische Staatsoper). Distrutto durante i bombardamenti della II guerra mondiale, il teatro dell'Opera di stato riaprì nel 1955. I biglietti si acquistano in via Grosstheaterstrasse, nel settore nord di Neustadt, vicino alla piazza Gänsemarkt. Opera di Amburgo su Wikipedia Opera di Amburgo (Q705453) su Wikidata
  • 2 Laeiszhalle. Laeiszhalle (Q881121) su Wikidata
  • 3 Elbphilharmonie, Platz der Deutschen Einheit (HafenCity. A 400 m. dalla stazione metro di Baumwall sulla linea 3). Chiamata più brevemente "Elphi", è una sala dei concerti rinomata per i sistemi acustici ritenuti tra i migliori al mondo. L'edificio ove la sala è allestita è di grande effetto. La costruzione fu completata nel 2016 su progetto dello studio Herzog & de Meuron in cristalli di quarzo e acciaio conservando e riadattando la struttura di un vecchio magazzino portuale della Speicherstad, il quartiere più bello dell'ex porto di Amburgo. La realizzazione del progetto è costata 500 milioni di €. Con i suoi 108 m. di altezza è il più alto edificio dell'area. Elbphilharmonie su Wikipedia Elbphilharmonie (Q673223) su Wikidata


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Nei paraggi della stazione centrale troverete una serie di snack bar, anche di grandi catene di fast food e servizi di ristorazione in genere dove fare spuntini a prezzi contenuti. Le pietanze più diffuse in questi snack sono piatti o panini farciti con pesce fritto, per lo più gamberetti, di tipo locale e Sushi.
  • I grandi Magazzini Karstadt dispongono all'ultimo piano di servizio ristorante a prezzi tutto sommato modici.

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Galatea (da Bruno), Ballindamm, +49 40 337227. Simple icon time.svg Lun-Sab 12:00-23:30. Ristorante/pizzeria allestito su un barcone ancorato alla riva del lago Binnenalster. Offre anche piatti di cucina locale. Tra quelli italiani compaiono nel menu, oltre alle pizze, antipasti con mozzarella di bufala, cannelloni, ravioli, ecc. Il barcone risale al 1930 e fu rilevato dal ristoratore Teresio Bruni nel 1990.
  • 2 Kartoffelkeller, Deichstraße 21. Nonostante il nome, il ristorante offre una larga varietà di piatti della cucina locale e non solo a base di patate.
  • 3 Parlament, Rathausmarkt 1, +49 40 70383399, fax: +49 40 70383398, @ . Piatti di cucina locale vicino al palazzo comunale.
  • 4 Cafe Paris, Rathausstraße 4, +49 40 32527777, @ . Simple icon time.svg 09:00-21:30. Bistro di tipo francese in un edificio storico. È rinomato anche per i pasticcini. La sala da pranzo al pianterreno è sempre molto affollata ma quella al piano superiore è abbastanza tranquilla. È tipo bar e si mangia al bancone. Sono raccomandate le bistecche alla tartara.
  • Vapiano. Catena di fast food che serve pizza e pasta di tipo italiano. I due ristoranti in centro sono ai seguenti indirizzi:
  • 5 Kurze Mühren 20.
  • 6 Hohe Bleichen 10.

Prezzi elevati[modifica]

  • 7 Die Bank, Hohe Bleichen 17, +49 40 2380030, @ . Rinomato per gli arredi e la favolosa ambientazione ma è assai caro. Serve pietanze della cucina tradizionale tedesca. Richiede un code dressing di tipo classico. Gli uomini dovranno presentarsi in giacca e cravattae le donne con tutti i ghingheri possibili.


Dove alloggiare[modifica]

Hotel Fairmont
Renaissance Hotel

Prezzi modici[modifica]

Il centro non offre sistemazioni di tipo economico con unica eccezione quella riportata appresso. Alberghi a prezzi modici sono situati nei distretti periferici di Amburgo.

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Barceló Hamburg, Ferdinandstraße 15, +49 40 2263620. Albergo vicino alla riva del lago Binnenalster, visibile solo dalle stanze situate ai piani più alti. Ha un gran numero di facilitazioni ma la gym è allestita in una sala di ridotte dimensioni.
  • AMERON Hotel Speicherstadt, Am Sandtorkai 4, +49 40 6385890. Un albergo moderno dotato di tutti i comfort nel quartiere di Speicherstadt, il più bello nella zona del vecchio porto.
  • 3 25hours Hotel HafenCity, Überseeallee 5, +49 40 2577770. Moderna unità di un'affermata catena alberghiera. Anche il ristorante al suo interno è rinomato.
  • 4 Lindner Hotel Am Michel, Neanderstraße 20, +49 40 3070670. Altra unità di una catena alberghiera molto rinomata.
  • 5 Scandic Hamburg Emporio, Dammtorwall 19, +49 40 4321870. Albergo di una catena svedese inaugurato nel 2014. La struttura è di buon effetto. Gli arredi delle camere sono improntati all'arte minimalista con impiego abbondante di legno com'è consuetudine in Svezia.

Prezzi elevati[modifica]

  • 6 Fairmont Hotel Vier Jahreszeiten. Un albergo di lusso di antica data e ancora oggi tra i più prestigiosi di Amburgo. Risale infatti agli inizi del '900 ma è stato rinnovato a più riprese ed è di standard paragonabili agli altri alberghi moderni di categoria superiore. Manca però di piscina e centro fitness. Oggi è parte della catena canadese "Fairmont Hotels and Resorts", interamente rilevata dalla multinazionale francese AccorHotels nel 2016.
  • 7 Park Hyatt Hamburg, Bugenhagenstr. 8. In linea con la tradizione della catena Hyatt, l'albergo offre ogni sorta di comodità e facilitazioni ed è situato in un'oasi tranquilla del centro al riparo da frastuono.
  • 8 Marriott, ABC Straße 52, +49 40 3505-0. Check-in: 15:00, check-out: 12:00. Un mastodontico albergo a 4 stelle di 270 stanze e 8 suites. Comprende fra l'altro un ristorante e un piano bar con musica dal vivo.
  • 9 SIDE, Drehbahn 49. Raffinato albergo che offre garanzie di tranquillità nonostante sia situato in pieno centro. Lo SkyLounge è situato all'ottavo piano e offre incomparabili viste su Amburgo.
  • 10 Sofitel Hamburg Alter Wall, Alter Wall 40.
  • 11 Steigenberger Hotel Hamburg, Heiligengeistbrücke 4.
  • 12 Renaissance Hamburg Hotel, Grosse Bleichen, +49 40 349180. Un albergo storico rilevato dalla Marriot.


Come restare in contatto[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.