Scarica il file GPX di questo articolo

Terra del Fuoco

Da Wikivoyage.
America del Sud > Cono sud > Argentina > Terra del Fuoco
Terra del Fuoco
Edificio governativo della provincia ad Ushuaia.
Localizzazione
Terra del Fuoco - Localizzazione
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Terra del Fuoco è una regione dell'Argentina il cui territorio coincide con l'omonima provincia (Tierra del Fuego, Antártida e Islas del Atlántico Sud).

Da sapere[modifica]

La Terra del Fuoco è un arcipelago dell'America del sud, situato all'estremità meridionale del continente. Si estende a sud e a est dallo Stretto di Magellano. Il territorio insulare, di area pari a 73.753 km², è diviso tra l'Argentina e il Cile ed è composto, oltre che dall'isola principale (denominata anche Isola Grande), da numerose isole minori, quasi tutte in territorio cileno, come l'isola Dawson, le Isole Diego Ramírez e l'isola di Capo Horn. L'isola degli Stati, assieme alla parte orientale dell'Isola Grande, appartengono invece politicamente alla Repubblica Argentina. I primi europei a raggiungere il territorio furono i marinai della spedizione di Ferdinando Magellano nel 1520. Da allora, nessun europeo vi stabilì la sua residenza fino alla seconda metà del XIX secolo, quando alcuni pionieri furono attratti dalle possibilità dell'ovinicoltura e dalle prospettive della corsa all'oro. Oggi l'estrazione petrolifera domina l'attività economica nel nord della Terra del Fuoco, mentre il turismo, l'industria e la logistica relativa alle attività in Antartide sono rilevanti nel sud.

Quando andare[modifica]

Il clima della Terra del Fuoco è influenzato dalla latitudine, dalla vicina presenza della massa glaciale antartica, dalle correnti degli oceani e dalla natura stessa del territorio. Il vicino continente antartico espone l'arcipelago alla presenza di masse d'aria fredda, specialmente in inverno, mentre la presenza su tre lati delle acque oceaniche tende nel contempo a mantenere bassa l'escursione termica tra l'estate e l'inverno. I venti predominanti, che possono raggiungere i 135 km/h, soffiano da ovest ad est, parallelamente alla Cordillera Darwin, che costituisce invece una barriera alle masse d'aria glaciali provenienti da sud. La regione ha un clima di tipo oceanico, con brevi estati fresche e lunghi inverni umidi, moderatamente freddi: la temperatura media annuale, al livello del mare, oscilla tra i 5 °C e i 6 °C, mentre in inverno la presenza del mare influisce sulla costa, che raramente vede temperature sotto lo 0 °C. All'interno dell'Isola Grande l'ampiezza termica aumenta, causando in inverno frequenti gelate. Il valore delle precipitazioni medie annue è elevato soprattutto nella zona sud-ovest, specie in corrispondenza dei rilievi andini, e decresce nelle zone nord-orientali: si passa dai 5000 mm delle isole cilene più occidentali ad una quantità annua di 300 mm a Bahía San Sebastián, in territorio argentino. La neve può cadere anche in estate.

Cenni storici[modifica]

Il nome “Terra del Fuoco” (in spagnolo Tierra del Fuego) è stato coniato dall'esploratore portoghese Ferdinando Magellano; navigando per conto della Corona spagnola, nel 1520 fu il primo europeo a raggiungere questo territorio. Navigando vicino alla costa notò il fumo di diversi fuochi accesi dagli Yánama per scaldarsi, credendo che gli “indiani” si nascondessero nella foresta per preparare un'imboscata agli uomini della sua flotta. Originariamente chiamata “Terra dei Fumi”, la zona prese in seguito il nome di “Terra del Fuoco”. Nel 1525 Francisco de Hoces fu il primo ad ipotizzare che il territorio fosse in realtà un'isola o un arcipelago, invece che una propaggine di quella che in seguito sarebbe stata chiamata Terra Australis. Francis Drake nel 1578 e una spedizione della Compagnia olandese delle Indie orientali nel 1616 fecero nuove scoperte geografiche. All'ultima spedizione si deve il nome Capo Horn. Durante la seconda metà del XIX secolo l'arcipelago cominciò ad entrare sotto l'influenza dell'Argentina e del Cile. Entrambi i Paesi iniziarono a reclamare l'intero possesso delle isole. Durante gli anni quaranta del XX secolo Argentina e Cile formularono le loro rivendicazioni sul territorio antartico. I governi sfruttarono il ruolo chiave della vicinanza geografica della Terra del Fuoco, importante per l'approvvigionamento delle basi scientifiche in Antartide, a supporto delle loro rivendicazioni. Negli anni cinquanta l'esercito cileno fondò Puerto Williams per contrastare la posizione di Ushuaia come unico insediamento nel Canale di Beagle, zona i cui confini tracciati nel 1881 erano contestati dagli argentini.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Ushuaia — Capoluogo della provincia.
  • Río Grande — Centro economico della Terra del Fuoco, anche grazie ai suoi giacimenti petroliferi.

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Ci sono voli regolari Aerolineas Argentinas da Buenos Aires a Ushuaia e Rio Grande. Servizi aerei collegano anche importanti insediamenti a Punta Arenas in Cile.

In auto[modifica]

La strada nazionale argentina 3 collega Buenos Aires al confine con il Cile vicino alla Terra del Fuoco. Non esiste una strada dalle principali città del Cile verso Terra del Fuoco, quindi deve essere utilizzata la strada argentina. Per raggiungere la Terra del Fuoco con l'auto deve essere utilizzato il servizio di traghetto.

In nave[modifica]

Servizio di traghetto "Melinka" collega regolarmente Porvenir e Punta Arenas, e servizio navi da Ushuaia a Isla Navarino, Cile. C'è anche un traghetto nel punto più stretto dello Stretto di Magellano, che collega la Terra del Fuoco del Cile continentale a Primera Angostura (tra Punta Delgada e Cerro Sombrero), con molte partenze dalle 08:30 (continente) alle 11:00 (isola) ogni giorno. La traversata dura circa 20 minuti.


In autobus[modifica]

Gli autobus provenienti da tutta l'Argentina entrano nella Terra del Fuoco via Rio Gallegos.

Come spostarsi[modifica]

I voli possono essere prenotati presso l'ufficio "Aerolineas Argentinas" in Ushuaia. Gli autobus per Buenos Aires e altre destinazioni (oltre a Puerto Natales) fermano tutti a Rio Gallegos. Può essere più conveniente acquistare solo un biglietto per Rio Gallegos e acquistare un biglietto di andata da lì.

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]

  • Gite in catamarano - gita in catamarano vi porterà in giro per il Canale di Beagle e vi offrirà una bella vista sulle montagne, cormorani, leoni marini e pinguini.
  • Cerro Castor - questo centro per gli sport invernali offre sci e snowboard. Nelle vicinanze, si può anche andare in motoslitta o slitte con i cani (husky) durante l'inverno.
  • Treno Fin del Mundo - un treno a vapore che parte da Ushuaia per il parco nazionale.
  • Escursione il ghiacciaio Martial - a patto che indossare scarpe comode e avere la pazienza, una passeggiata fino al ghiacciaio Martial fornirà una bellissima vista Ushuaia e il Canale di Beagle.
  • Escursione intorno laghi Escondido e Fagnano - splendidi luoghi per passeggiare, rilassarsi, pesce, o andare a cavallo.
  • Kayak il Canale di Beagle - Kayak può essere preso vicino Aeroparque di Ushuaia, sul promontorio.
  • Vedere pinguini reali - a Parque Pingüino Rey, sulla sponda orientale della Bahía Inútil.
  • Fare una crociera - diverse crociere operano da Ushuaia, percorrendo il Canale di Beagle e alcune isole, come le Isole Los Lobos.
  • Fare un viaggio a Cabo San Pablo, Ojo del Albino o Laguna Esmeralda - questi siti offrono paesaggi selvaggi e mozzafiato.
  • Parco nazionale Terra del Fuoco


A tavola[modifica]

La specialità regionale è il granchio reale, chiamato centolla in spagnolo e frutti di mare sono di solito eccellenti. In caso contrario, la cucina locale segue le tradizioni cilene e argentine. Frutta e verdura devono essere trasportate da migliaia di miglia di distanza, pertanto sono raramente gustose e piuttosto costose.

Bevande[modifica]

Ushuaia ha diversi bar e un night club.

Sicurezza[modifica]

I tassi di criminalità nella Terra del Fuoco sono molto bassi.

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.