Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Tematiche turistiche > Sette meraviglie del mondo antico

Sette meraviglie del mondo antico

Jump to navigation Jump to search

La mappa con le Sette meraviglie.

Le sette meraviglie del mondo antico sono state elencate in alcune delle prime guide per i viaggiatori, nel primo o nel secondo secolo a.C. Queste guide furono scritte in greco e coprivano solo la regione intorno alla parte orientale del Mar Mediterraneo.

La versione più conosciuta era:

  • UNESCO Piramide di Cheope a Giza (Egitto): rappresenta la glorificazione delle imprese del faraone.
  • Giardini pensili di Babilonia (Mesopotamia): dove si racconta che la regina Semiramide raccogliesse rose fresche durante tutto l'anno.
  • Statua di Zeus a Olimpia (Grecia): grandiosa testimonianza di arte religiosa, opera dello scultore greco Fidia.
  • Tempio di Artemide a Efeso (Turchia).
  • Colosso di Rodi a Rodi (Grecia): enorme statua bronzea situata nell'omonima isola.
  • Mausoleo di Alicarnasso (Turchia): monumentale tomba dove riposa il satrapo Mausolo, situata ad Alicarnasso.
  • Faro di Alessandria ad Alessandria (Egitto): costruzione che rischiarava la via ai mercanti che si approssimavano al porto.

Nessuna di queste meraviglie è sopravvissuta fino ai nostri giorni, tranne le Piramidi, che ironicamente erano le più antiche al momento della stesura dell'elenco.

In epoche successive ci sono state varie proposte di elencare le "Sette meraviglie" in varie regioni o in tutto il mondo. Con nessun criterio universalmente definito per includere le sedi, la selezione di sette destinazioni importanti per queste liste tende ad essere arbitraria e ampiamente variabile. Come modo di dire, un'opera di straordinaria bellezza viene talvolta definita come un'"ottava meraviglia del mondo".

C'è una proposta di costruire un nuovo Colosso di Rodi.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe) che dà un'indicazione sommaria sulla tematica trattata. Il piè pagina è correttamente compilato.