Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Finlandia

Patrimoni mondiali dell'umanità in Finlandia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Finlandia al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

La Finlandia ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 4 marzo 1987.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Vecchia Rauma 1991 Culturale (iv)(v) Situato sul Golfo di Botnia, Rauma è uno dei più antichi porti in Finlandia. Costruita intorno a un convento francescano, dove si trova la Chiesa di Santa Croce della metà del XV secolo, è un esempio eccezionale di vecchia città nordica costruita in legno. Sebbene devastata da un incendio nel tardo XVII secolo, ha conservato il suo antico patrimonio architettonico tipico locale. Vanharauma3.jpg
2 Fortezza di Suomenlinna 1991 Culturale (iv) Costruita nella seconda metà del XVIII secolo dalla Svezia su un gruppo di isole situate all'ingresso del porto di Helsinki, questa fortezza è un esempio particolarmente interessante di architettura militare europea del tempo. Suomenlinna.jpg
3 Antica chiesa di Petäjävesi 1994 Culturale (iv) L'antica chiesa di Petäjävesi, nella Finlandia centrale, è stata costruita con dei tronchi tra il 1763 e il 1765. La chiesa luterana di campagna è un tipico esempio di una tradizione architettonica che è unica per la Scandinavia orientale. Unisce la concezione rinascimentale di una chiesa a pianta centrale con vecchie forme derivanti da volte a crociera gotiche. Petäjävesi Old Church from south.JPG
4 Mulino in legno di Verla 1996 Culturale (iv) Il mulino in legno di Verla e la sua area residenziale sono un eccezionale esempio, straordinariamente ben conservato, dei piccoli insediamenti industriali rurali associati con la produzione di carta, pasta di cellulosa e assi di legno che fiorirono in Nord Europa e in Nord America nel XIX e all'inizio del XX secolo. Solo una manciata di questi insediamenti sono sopravvissuti fino ai giorni nostri. Verla groundwood and board mill museum.jpg
5 Luogo di sepoltura dell'Età del bronzo di Sammallahdenmäki 1999 Culturale (iii)(iv) Questo luogo di sepoltura dell'età del bronzo è caratterizzato da oltre 30 tumuli funerari in granito; fornendo una visione unica delle pratiche funerarie e delle strutture sociali e religiose del nord Europa di più di tre millenni fa. Sammallahdenmäki 6.JPG
Arco geodetico di Struve a: 2005 Culturale (ii)(iii)(vi) L'arco geodetico di Struve è una catena di triangolazioni geodetiche che vanno da Hammerfest in Norvegia al Mar Nero, attraversando 10 nazioni e per una lunghezza complessiva di circa 2.820 chilometri. Questa catena venne ideata e utilizzata dallo scienziato baltico-tedesco Friedrich Georg Wilhelm von Struve negli anni compresi fra il 1816 e il 1855 per determinare le esatte forme e dimensioni della Terra, tramite un lungo segmento di un meridiano. Ciò ha contribuito a stabilire l'esatta dimensione e la forma del pianeta e ha segnato un passo importante nello sviluppo delle scienze della terra e la mappatura topografica. Si tratta di uno straordinario esempio di collaborazione scientifica tra gli scienziati provenienti da diversi paesi, e di collaborazione tra monarchi per una causa scientifica. Originariamente, l'arco era costituito da 258 triangoli e da 265 punti fissi principali. Il sito ne comprende 34 punti delle stazioni originali, che erano stati realizzati mediante segnali di diversi tipi: buchi scavati nelle rocce, croci di ferro, "ometti" di pietre, obelischi, etc. Alatornion kirkko.jpg
La Höga kusten e 12 l'arcipelago Kvarken 2000, 2006 Naturale (viii) L'arcipelago Kvarken (Finlandia) e l'Höga kusten (Svezia) sono situati nel Golfo di Botnia, una estensione settentrionale del Mar Baltico. Le 5.600 isole dell'arcipelago Kvarken presentano insoliti boccaporti increspati, De Geer moraines, morene formate dallo scioglimento della calotta di ghiaccio continentale, 10.000 a 24.000 anni fa. L'arcipelago è in continuo affioramento dal mare in un processo di rapido sollevamento glacio-isostatico, per cui la terra, in precedenza appesantita sotto il peso di un ghiacciaio, si erge a tassi che sono tra i più alti al mondo. Di conseguenza le isole appaiono e si uniscono, le penisole si espandono e i laghi si evolvono da baie e si sviluppano in paludi e/o paludi di torba. L'Höga kusten è inoltre stata ampiamente plasmata da processi combinati di glaciazione, ritiro dei ghiacciai e l'emergere di nuove terre dal mare. Dal momento che l'ultimo ritiro dei ghiacci dell'Höga kusten 9.600 anni fa, il sollevamento è stato dell'ordine di 285 m, che è il più alto rimbalzo ad oggi noto. Il sito offre eccellenti opportunità per la comprensione degli importanti processi che formano le aree di affiorate glaciali e terrestri della superficie terrestre. Kvarken Vaasa.JPG
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti