Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia centrale > Marche > Marca Fermana > Montefalcone Appennino

Montefalcone Appennino

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Montefalcone Appennino
MontefalconeAppennino(AP)Panorama.jpg
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Montefalcone Appennino
Montefalcone Appennino
Sito istituzionale

Montefalcone Appennino è una città della Regione Marche, in provincia di Fermo.

Da sapere[modifica]

Il paese è un insieme coordinato di edifici in cotto ed in pietra, che si affacciano su vie tortuose, anguste e silenti che regalano scorci sempre vari ed ampie visioni sui Sibillini, sulla valle dell'Aso, sulle colline plioceniche del Piceno. Si estende su un crinale roccioso su alte rupi calcaree, in una delle posizioni più ardite delle Marche.

Il toponimo deriva il suo nome dal nidificare dei falchi sulla sommità del monte, che guarda ad occidente la catena appenninica centrale umbro-marchigiana dei Monti Sibillini, data la collocazione del paese sulla rupe d'arenaria, ad un'altitudine di ben 780 metri sul livello del mare, come monte del falcone.

Cenni geografici[modifica]

Confina ad Ovest, con i territori di Amandola e Comunanza, ad Est con quello di Santa Vittoria in Matenano, a sud con Force e a nord con i comuni di Smerillo e di Monte San Martino. Ha un paesaggio prettamente alto-collinare,l'altitudine massima del paese, è raggiunta dalla rupe calcarea, sulla sommità del monte boscoso che a occidente forma un balcone a strapiombo sui sibillini con vista spettacolare.

Cenni storici[modifica]

I reperti più antichi relativi ad insediamenti umani nell’area si trovano in località Colle Luccio e risalgono al periodo romano. Le prime fonti scritte notizie risalgono in un periodo che va dagli anni 700 al 900. Sotto i farfensi di Santa Vittoria in Matenano il centro conobbe un notevole sviluppo e nel 1214 ottenne la Libertà Comunale.

Fu coinvolto nelle lotte tra Ascoli Piceno e Fermo. Nel 1257 passò prima sotto Fermo poi nel 1355 sotto lo Stato Pontificio infine nel 1860 entrò nella Provincia di Ascoli Piceno.

Solo nel giugno 2009, dopo le elezioni amministrative di primavera, fa parte della provincia di Fermo.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • Aeroporto di Falconara Marittima (108 km circa)
  • Aeroporto di Pescara(100 km circa)

In auto[modifica]

Da Nord e da Sud, prendere A14, uscita Pedaso, seguire la direzione Pescara, attraversare Pedaso, Rubbianello e proseguire per Comunanza, poi Montefalcone. Da Ascoli piceno, prendere la SP235, imboccare la SS4, continuare sulla SP237, direzione Comunanza poi Montefalcone.

In treno[modifica]

Le stazioni limitrofe sono: Pedaso e Porto San Giorgio. Poi autobus di linea.

In autobus[modifica]

Autobus compagnia Trasfer.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Torre medievale.
  • Chiesa di San Michele Arcangelo.
  • Chiesa di San Pietro in Penne.
  • Galleria delle Scalelle.
  • Museo dei Fossili e dei Minerali, +39 0734 79136, +39 0736 845270, +39 339 3466752.
  • Galleria (Traforo del Valico delle Scalelle). All'uscita dal centro abitato di Montefalcone Appennino nella direzione verso Comunanza si è obbligati a transitare in una galleria scavata nella roccia: si tratta del Traforo del Valico delle Scalelle. Un’opera realizzata interamente "a punta di scalpello" negli anni che vanno dal 1832 al 1837. Fiore all'occhiello del più ampio progetto realizzato dall'allora provincia fermana: la strada "Appennina", che dall'odierna Piane di Falerone arriva fino a Comunanza. Promotore dell’opera, quasi unica nel suo genere, se si esclude il Traforo del Furlo, è stato il Cavaliere Gregoriano Antonio Felici, Consigliere Provinciale e Gonfaloniere del Comune di Montefalcone. La realizzazione è opera della Ditta del sig. Vincenzo Mercuri. II Traforo ha la lunghezza di metri 47, ha un'altezza di metri 6 ed una larghezza di metri 6,50.


Eventi e feste[modifica]

  • Presepi natalizi.
  • Falcon Bike. Cicloturisca per mountain-bike, in giro per i boschi.
  • Sagra autunnale (Per le vie del paese). Con degustazione di prodotti tipici locali.
  • Circuito del tartufo nero pregiato dei Sibillini. Cene a tema.
  • Teatro d'inverno. Eventi culturali nel teatro comunale.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Negozi che fungono da forni, panetterie, ma che vendono anche prodotti tipici, sono sparsi per il territorio. Tra gli acquisti più frequenti e più locali troviamo:il Tartufo, i funghi, castagne e la mela rosa dei Sibillini, da pochi anni scoperta ed esplosa come vendite.

Come divertirsi[modifica]

Vi sono alcune associazioni a Montefalcone Appennino, che svolgono varie attività, e sono:

Spettacoli[modifica]

  • Associazione Proloco 2000.
  • Gruppo Giovanile.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]


Tenersi informati[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Informazioni utili[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.