Scarica il file GPX di questo articolo
(Reindirizzamento da Massa lombarda)
Europa > Italia > Italia nordorientale > Emilia-Romagna > Romagna > Pianura romagnola > Ravennate > Massa Lombarda

Massa Lombarda

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Massa Lombarda
Torre orologio Massa Lombarda
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Massa Lombarda
Massa Lombarda
Sito istituzionale

Massa Lombarda è una città dell'Emilia-Romagna, in provincia di Ravenna.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Massa Lombarda è situata 35 km ad ovest di Ravenna e 40 km ad est di Bologna.


Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Massa Lombarda è suddivisa in quattro quartieri:

  • San Giovanni
  • Bolognano
  • San Paolo
  • Melétolo


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

La città non dispone di un proprio aeroporto. Lo scalo più vicino è quello di Bologna (distante circa 40 km).

In auto[modifica]

Massa Lombarda non ha un proprio casello autostradale. A 15 km dall'abitato vi è il casello di Imola sull'Autostrada A14.

In treno[modifica]

La stazione ferroviaria di Massa Lombarda è posta lungo la linea Faenza-Lavezzola. Faenza è raggiungibile da tutte le principali città italiane.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Chiesa di San Paolo, Corso Vittorio Veneto. Chiesa arcipretale di Massa Lombarda. Fu costruita tra il 1528 e l'aprile del 1537. Esempio di architettura romanica in severo stile basilicale, è a tre navate. All'interno sono osservabili due pregiati dipinti: la Caduta di San Paolo di Sebastiano Filippi, detto il Bastianino (Ferrara 1532-1602) e la Risurrezione di Cristo di Benvenuto Tisi, detto il Garofalo (Ferrara, 1481-1559).


Eventi e feste[modifica]

Albo d'oro del Palio del Timone
1976: San Giovanni
1977: San Paolo
1978: Bolognano
1979: Bolognano
1980: Bolognano
1981: Bolognano
1982: Meletolo
1983: Meletolo
1984: Meletolo
1985: Bolognano
1986: San Paolo
1987: Bolognano
1988: San Giovanni
1989: Bolognano
1990: Bolognano
1991: Bolognano
1992: Bolognano
1993: Meletolo
1994: Bolognano
1995: Bolognano
1996: San Giovanni
1997: San Giovanni
1998: Bolognano
1999: Bolognano
2000: Bolognano
2001: San Giovanni
2002: Bolognano
2003: San Giovanni
2004: Bolognano
2005: Bolognano
2006: San Giovanni
2007: Bolognano
2008: San Giovanni
2009: San Giovanni
2010: Meletolo
2011: Bolognano
2012: San Giovanni
2013: Bolognano
2014: San Giovanni
2015: San Giovanni
2016: San Giovanni
2017: San Giovanni
  • 1 Palio del Timone, via Gian Battista Bassi, 20. Ecb copyright.svg gratuito. Nata nel 1976, la manifestazione si tiene all'inizio di settembre, quando le famiglie ritornano dalle vacanze e la vita quotidiana ritorna ad essere scandita dai tempi del lavoro e della scuola.
Dura un'intera settimana. L'ultimo giorno, domenica, si tiene il Palio del timone, una competizione a squadre. L'idea nacque in seno alla commissione ricreativa del consiglio pastorale cittadino. Si pensava ad una gara dove si potessero utilizzare attrezzi agricoli, caratteristici del mondo rurale massese. La scelta cade sui timoni dei rimorchi agricoli, robuste aste in legno lunghe circa quattro metri. Le aste vengono montate attorno a un timone, ad un'altezza di circa un metro da terra. Sono imperniate al centro, in modo da consentire alla giostra di girare sia in senso orario, sia antiorario. Lungo le due aste orizzontali si schiera una squadra, mentre l'altra si dispone lungo le due aste verticali. Ogni squadra è composta da sei uomini, tre per ogni asta. Il loro peso complessivo non deve superare i 540 chili.
La gara («tirata») è una prova di forza e di abilità. Partendo da fermi, ogni squadra deve spingere - o tirare - sulle proprie aste fino ad entrare in un settore circolare di 15° segnato sul terreno con del gesso.
La prima squadra che lo raggiunge e vi rimane per dieci secondi, resistendo alle spinte in senso contrario degli avversari, vince la «tirata» e consegue tre punti. Il tempo massimo della tirata è di 8 minuti, superati i quali la tirata viene vinta dalla squadra che, allo scadere del tempo, è più vicina alla zona palio. In questo caso la vincitrice si aggiudica due punti e la perdente un punto.
La partecipazione al Palio è riservata ai quattro quartieri di Massa Lombarda. I tiratori, invece, possono provenire anche dai paesi vicini.
La scelta di far disputare il Palio ai quattro quartieri cittadini è stata un'altra idea vincente degli inventori del Palio.
I massesi, infatti, avevano dimenticato che il loro paese era stato diviso, fin dal tempo degli Estensi (XV-XVIII secolo) in quattro parti uguali.
Oggi, a dimostrazione della popolarità della manifestazione, ogni massese sa a quale quartiere appartiene.
I quattro quartieri storici di Massa Lombarda sono: San Paolo, San Giovanni, Bolognano e Meletolo.
Dal momento che la Massa estense aveva una forma quadrata, c'è un punto preciso in cui i territori dei quattro quartieri convergono: il punto è collocato lungo la via San Vitale, nel tratto che attraversa il sagrato della Chiesa arcipretale.
La strada San Vitale attraversa completamente il paese in senso longitudinale. È stata presa come linea orizzontale di demarcazione. A Nord della San Vitale vi sono i quartieri San Giovanni e San Paolo; a Sud Bolognano e Meletolo.
Come linea di demarcazione verticale sono state scelte Via Roli e Via Da Mano, le strade che, ancora oggi, dividono il centro storico in due parti uguali. Ad Ovest della linea vi sono i quartieri San Giovanni e Bolognano; ad Est San Paolo e Meletolo.
Gli abbinamenti tra le squadre sono estratti a sorte. Ogni quartiere gareggia contro gli altri tre. Poi si stila una classifica a punti. I quartieri terzo e quarto classificato disputano la finale per il terzo posto; i primi due classificati si scontrano nella finalissima.
Il palio è un drappo con le insegne della comunità cattolica, al centro del quale si inserisce il simbolo del quartiere vincitore.
Il palio viene esposto nel presbiterio della chiesa arcipretale di Massa per tutta la settimana successiva alla domenica della vittoria.
Nel 2017 il quartiere San Giovanni ha completato un poker di vittorie, eguagliando il record che apparteneva al Bolognano. Massa_Lombarda#Festa_della_Ripresa_e_Palio_del_Timone su Wikipedia
Nome dei Quartieri Emblema Colore Note
San Paolo L'effigie del Santo Rosso Il colore rosso richiama il mantello dell'iconografia paolina
San Giovanni L'effigie del Santo Azzurro
Bolognano La Torre Arancione L'arancione richiama il colore dei mattoni
Meletolo L'albero di melo Verde Il verde richiama la chioma dell'albero


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.