Scarica il file GPX di questo articolo

America del Nord > America Centrale > Nicaragua > Costa pacifica settentrionale del Nicaragua > León (Nicaragua)

León (Nicaragua)

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
León
vista sulla città da "el Fortín Sandinista"
Stemma e Bandiera
León (Nicaragua) - Stemma
León (Nicaragua) - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Posizione
Mappa del Nicaragua
León (Nicaragua)
León

León è una città nella regione della Costa pacifica settentrionale del Nicaragua.

Da sapere[modifica]

Cenni storici[modifica]

La città di León fu fondata nel 1523 da Francisco Hernández de Córdoba 30 km più a sud dell'ubicazione attuale. Nel 1610 un'eruzione del vulcano Momotombo distrusse la città (León Viejo) costringendo gli abitanti a trasferirsi nel sito attuale ove stava in epoca precolombiana la città di Subtiaba.

Nel 1787 divenne sede della Intendencia di León de Nicaragua e quindi della Provincia de Nicaragua y Costa Rica, una divisione amministrativa creata nel 1812 e abolita nel 1821.

Fu a León che l'11 ottobre del 1821 venne sottoscritto l'atto di indipendenza del Nicaragua e della Costa Rica che pose fine al colonialismo spagnolo. In seguito la città fu prescelta come sede del governo nazionale del Nicaragua alternando il ruolo di capitale con Granada, sua rivale storica. Nel 1858 Managua veniva eletta capitale in maniera definitiva ponendo così fine a decenni di rivalità.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

León: Basilica-de-la-Asuncion
Particolare della facciata della chiesa "la Merced"

Il patrimonio artistico della città è abbastanza variegato. I monumenti principali sono i seguenti:

  • Cattedrale dell'Assunzione (Basilica Catedral de la Asunción de León). tipica costruzione barocca del periodo coloniale costruita tra il 1706 e il 1740. I due campanili furono aggiunti in seguito tra il 1746 e il 1779. È uno dei maggiori edifici dell'America Centrale. Accolse la prima sede episcopale del Nicaragua, (1531). All'interno si trova la tomba del del poeta Rubén Darío padre del modernismo. In altre cripte sono inumati personaggi illustri del Nicaragua. Nei sotterranei si trovano anche una serie di gallerie che mettono in comunicazione il tempio con altre chiese della città.
  • Chiesa di Sutiava. La maggiore per dimensioni dopo la cattedrale. La sua costruzione fu iniziata nel 1698 per volontà del "corregidor" Diego Rodríguez Menéndez e fu portata a termine il 24 agosto del 1710. La cupola della chiesa, gravemente danneggiata al tempo della guerra con El Salvador (1844), fu rifatta al principio del secolo XX.
  • Chiesa di San Francesco (Iglesia de San Francisco). fa parte dell'omonimo convento, uno dei più antichi del Nicaragua, fondato nel 1639 dal frate Pedro de Zuñiga. La sua facciata è stata rinnovata alla fine del XIX secolo. Al suo interno conserva esempi di altari platerescos.
  • (Iglesia La Recolección). La sua costruzione fu iniziata il 5 dicembre del 1786, per volere del vescovo Juan Félix de Villegas. Fu la sede della congregazione di San Francisco de Nery. La sua facciata è in stile barocco messicano. All'interno spiccano alcune pitture ad olio con cornice in legno di madera e l'altare riccamente decorato.
  • Iglesia La Merced. Del 1762
  • Iglesia El Calvario.
  • Rovine della chiesa di San Sebastián.
  • Iglesia Nuestra Señora de Guadalupe.
  • Iglesia de Zaragoza.
  • Iglesia San Felipe.
  • Iglesia Ermita de San Pedro.
  • Iglesia San Nicolás de Tolentino del Laborío.
  • Cappella dell'Assunzione (Capilla de la Asunción).
  • Hotel Esfinge.
  • Collegio di San Ramón.
  • Palazzo del Municipio.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • León Viejo - Le rovine della città di Léon sono situate alle falde del vulcano Momotombo, a circa 30 km dal centro. Fondata nel 1523 da Francisco Hernández de Córdoba, andò distrutta da un'eruzione nel 1610. Fu dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità nell'anno 2 000.
  • Vulcano Momotombo
  • Los balnearios de Poneloya - Un centro balneare sulla costa del Pacifico
  • Hervideros de San Jacinto
  • Cerro Negro - A circa 10 km dal villaggio di Malpaisillo, Cerro Negro è uno dei più "giovani" vulcani del mondo, essendosi formato nel 1850. Il nome è dovuto al color cenere scuro delle sue rocce basaltiche che contrasta enormemente con il verde lussureggiante dei paesaggi intorno. Le eruzioni sono molto frequenti. L'ultima risale al 1992.
  • Volcanoes
  • San Jacinto
  • El Sauce
  • Nagarote
  • La Paz Centro
  • Chinandega
  • Cosigüina
  • Reserva Natural Volcán



Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.