Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Isnello
isnello
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Isnello
Sito istituzionale

Isnello è una città della Sicilia.

Da sapere[modifica]

Isnello è una città che fa parte del Parco delle Madonie.

Cenni geografici[modifica]

Il corso d'acqua, denominato Isnello, che discende dalle Madonie, lambisce il paese a nord, per incunearsi in un suggestivo stretto canyon formato tra l'altura del castello e la ripida parete della Montagna Grotta Grande.

Come orientarsi[modifica]

L'impianto urbanistico è di chiara matrice araba. Vicoli stretti che presentano repentini cambi di pendenza. Sviluppatosi ai piedi del castello, si è via via espanso sino a costituire i quattro quartieri separati da due assi disposti grosso modo a croce: il corso e la via Carmelo Virga e le vie Roma e S. Maria. All'incrocio sorge la piazza principale, in cui sorge la chiesa madre con la sua svettante torre campanaria. Verso est sono sorti i quartieri in epoca ottocentesca.

Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Ingresso chiesa madre
  • 37.94457414.0064091 Chiesa madre di San Nicolò, Via Matrice, 2, +390921662008. La Chiesa madre dedicata al patrono san Nicola di Bari appare agli occhi del visitatore nell'assetto datole tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo. L'abside è decorato con stucchi datati 1607, opera di Giuseppe Li Volsi da Nicosia. Pregevole l'organo meccanico il cui mobile data 1625, per la committenza di Giuseppe Coccia, locale mecenate cui si deve anche la committenza della decorazione della cappella dell'Addolorata, cappella patronale della sua famiglia, della cappella del SS. Sacramento, la macchina lignea dell'Altare Maggiore della Chiesa di San Michele Arcangelo e diverse opere nel Santuario di Gibilmanna. Interessanti inoltre il cinquecentesco Tabernacolo marmoreo vicino a Domenico Gagini, il Coro ligneo del 1601 opera di Giuseppe Di Maggio e Giacomo Mangio, la statua lignea del Patrono San Nicolò, datata 1689 (riconducibile a Giovanni Pietro Ragona), il Crocifisso ligneo di Giuseppe Li Volsi del 1619.
Chiesa di Santa Maria Maggiore
Campanile della chiesa di San Michele
  • 37.94554114.0054912 Chiesa di Santa Maria Maggiore. La Chiesa di Santa Maria Maggiore che domina l'abitato, nel suo prospetto, risulta interessante per la guglia del campanile ricoperta da maioliche colorate. All'interno custodisce pregevoli tele secentesche, una quattrocentesca Croce pensile bifrontale, il Crocifisso ligneo del 1635, vicino allo stile artistico di fra' Innocenzo da Petralia.
  • 37.94498614.005643 Chiesa di San Michele Arcangelo, Via S. Michele, 25, +390921662008. Conserva una serie di affreschi collocabili tra il XIV e il primo XV secolo, l'organo, il pulpito e il tabernacolo lignei, opere dello scultore polizzano Pietro Bencivinni su committenza del Sac. Giuseppe Piraino, la cinquecentesca statua di San Michele, la tela dei SS. Diecimila Martiri del palermitano Martino Russitto, il pregevolissimo Crocifisso ligneo del 1627(?) e la decorazione a stucco degli isnellesi fratelli Abbate (XVII sec.).
  • 37.94629614.0075064 Chiesa della SS. Annunziata, Via Santissima Annunziata, 51-55. Con stucchi degli isnellesi fratelli Abbate, la tela della Natività di Giuseppe Salerno (1620), il tabernacolo marmoreo della S. Croce e l'Annunciazione marmorea di scuola gaginiana.
Castello di Isnello
  • 37.94308314.0052035 Chiesa di Maria SS. del Rosario, Piazza Caduti, 1. Costruita sul Piano della Porta, probabilmente trasformando l'antica Chiesa di Sant'Elia, la Chiesa del Rosario con la quattrocentesca Pala d'Altare attribuita al fiammingo Simone de Wobreck. Già chiesa del Convento dei Domenicani (fondato nel 1475), quando il convento fu adibito a palazzo dei Signori di Isnello nel tardo XVI secolo, la chiesa ne divenne la cappella palatina, e la cappella di S. Giuseppe, in cui era custodito un trittico, ora perduto, fu adibita a mausoleo.
Osservatorio astronomico
  • 37.9457514.0049456 Ruderi del Castello di Isnello. Di probabile epoca bizantina, il castello è posizionato sopra un costone che sovrasta l'abitato. Oggi di proprietà della famiglia Virga è sempre accessibile scalando la collina su cui è arroccato.
  • 37.93930914.0211377 Osservatorio Astronomico Gal Hassin, Via della Fontana Mitri, +390921662890, +39 329 8452944, . Simple icon time.svg Mar-Ven 9:00 – 12:00. Le particolari condizioni esistenti in alcune parti del territorio, quale assenza totale di fonti luminose notturne, consentono una vista limpida del cielo notturno in diversi giorni dell'anno. Negli anni novanta nasce l'idea di realizzare un Osservatorio Astronomico. L'idea è raccolta e portata avanti negli ultimi anni dall'amministrazione comunale di Isnello, che riesce ad ottenere un sostanzioso finanziamento per la realizzazione dell'Osservatorio. La struttura è visitabile previo appuntamento e aperta anche alle scuole. Osservatorio Astronomico Gal Hassin (Q99293345) su Wikidata
  • 37.94025514.0055248 Museo Trame del Filo. Il Museo, istituito nel 2009, raccoglie ed espone i prodotti di un artigianato particolare quale del filet e del ricamo.


Eventi e feste[modifica]

  • San Giuseppe. Simple icon time.svg 19 marzo.
  • Venerdì Santo.
  • Sagra della Frittedda. Simple icon time.svg 29 o 30 aprile. distribuzione del piatto tipico composto da primizie primaverili: fave, piselli, carciofi.
  • SS. Crocifisso. Simple icon time.svg 1 maggio.
  • Corpus Domini.
  • Sagra delle fave di S. Pietro. Simple icon time.svg 29 giugno. distribuzione di fave, patate e cipolle bollite.
  • Madonna del Carmine. Simple icon time.svg 16 luglio (o domenica più vicina).
  • San Giovanni Bosco. Simple icon time.svg 31 luglio.
  • San Nicolò di Bari. Simple icon time.svg 5,6,7 settembre. festa patronale
  • Esaltazione della S. Croce. Simple icon time.svg 14 settembre.
  • Sapori D'Autunno. Simple icon time.svg secondo fine settimana di novembre. degustazione di prodotti tipici delle Madonie.
  • Immacolata. Simple icon time.svg 8 dicembre.
  • Santa Lucia. Simple icon time.svg 13 dicembre.
  • La Luminaria. Simple icon time.svg 24 dicembre. Grande falò in Piazza Mazzini.
  • 'A Nunna vecchia. Simple icon time.svg 31 dicembre. Il 31 dicembre, sera del passaggio dal vecchio al nuovo anno, i bambini del paese girano di porta in porta al suono di grossi "campanacci", ricevendo caramelle, dolci tipici chiamati "Corna" e auguri per l'anno nuovo.


Cosa fare[modifica]

  • Da Isnello si dipartono due Sentieri delle Madonie con cui si può fare del trekking.
  • 37.94132914.0053341 Percorso astronomico, viale Impellitteri. Lungo il viale sono presenti diversi pannelli esplicativi che raccontano le caratteristiche fisiche dei pianeti.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]



Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.