Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Sardegna > Sardegna meridionale > Complesso archeologico di Pranu Muttedu

Complesso archeologico di Pranu Muttedu

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Complesso archeologico di Pranu Muttedu
Parco Archeologico Pranu Mutteddu
Sardinien Goni Pranu Muttedu 01.jpg
Stato
Regione
Provincia
Superficie
Sito istituzionale

Il Complesso archeologico di Pranu Muttedu è situato in Sardegna.

Da sapere[modifica]

I menhir

Il complesso archeologico di Pranu Muttedu (piana del mirto, in italiano) è una delle più importanti aree funerarie della Sardegna preistorica, ed è situato nei pressi di Goni, nel Sarrabus-Gerrei (provincia di Cagliari), lungo la strada che porta verso Orroli ed il Sarcidano. L'area, che si estende per circa 20 ha, è divisa in due parti, nelle quali si possono ammirare, rispettivamente, diverse sepolture a domus de janas (IV millennio a.C. circa), da un lato, sepolture a tumulo e menhir (fine IV- inizio III millennio a.C. circa), dall'altro. È significativo sottolineare che il complesso registra la più alta concentrazione di menhir e megaliti che si conosca in Sardegna (circa sessanta, variamente distribuiti in coppie, allineamenti o gruppi).


Cenni geografici[modifica]

Il parco si trova su una piana di arenaria, a circa 500 m slm, ricoperta da querce da sughero e macchia mediterranea.

Quando andare[modifica]

L'area archeologica di Pranu Mutteddu è aperta al pubblico tutti i giorni dell'anno, dalle 8.30 alle 18.00 in inverno, e dalle 8.30 alle 20.00 durante il periodo estivo. I periodi in cui si può godere a pieno della sua bellezza, però, sono l'autunno e la primavera; sia perché il clima è più mite, sia per i colori che accompagnano queste stagioni.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto più vicino è quello di Cagliari-Elmas; tuttavia, l'aeroporto o il porto di arrivo hanno poca importanza, dal momento che, una volta a destinazione, è comunque necessario noleggiare un'auto per raggiungere il Parco.

In auto[modifica]

  • Da Cagliari Percorrere la SS. 131 in direzione Sassari-Oristano fino a Monastir; imboccare, quindi, la SS. 128 all'uscita per Senorbì, e proseguire fino al paese. Una volta a Senorbì, percorrere la principale Via Carlo Sanna e svoltare a destra verso Via Giuseppe Atzeni, costeggiando la Piazza Italia. Arrivati all'incrocio che porta a San Basilio, svoltare a destra seguendo proprio la direzione San Basilio. Attraverserete Arixi (fraz. di Senorbì) e San Basilio, proseguendo sulla stessa strada oltre il paese. Una volta arrivati all'altezza del bivio per Silius, incontrerete le indicazioni per Goni e per il Parco Archeologico di Pranu Mutteddu, il cui ingresso si troverà più avanti, alla vostra sinistra.
  • Da Olbia Raggiungere la SS. 131 e percorrerla, in direzione Cagliari, fino allo svincolo per Barumini/Samassi/Villamar. Imboccare lo svincolo, e dopo alcuni chilometri svoltare verso Furtei. Attraversare il paese, e continuare sulla stessa strada passando anche per Segariu, Guasila, Ortacesus, fino ad arrivare a Senorbì. Una volta a Senorbì, proseguire lungo la Via Sicilia, sulla quale vi trovate, fino alla rotatoria che incrocia la Via Carlo Sanna, di fronte alla Chiesa di Santa Barbara. Svoltate a sinistra, e poi a destra in direzione San Basilio. Proseguire dritti, lungo la Via Roma, e lasciare il paese. Attraverserete Arixi e San Basilio, ed una volta arrivati al bivio per Silius incontrerete le indicazioni per Goni ed il Parco Archeologico, il cui ingresso si troverà più avanti, alla vostra sinistra.
  • Da Sassari Percorrere la SS. 131 in direzione Cagliari, fino allo svincolo per Barumini/Samassi/Villamar. Imboccare lo svincolo, e dopo alcuni chilometri svoltare verso Furtei. Attraversare il paese, e continuare sulla stessa strada passando anche per Segariu, Guasila, Ortacesus, fino ad arrivare a Senorbì. Una volta a Senorbì, proseguire lungo la Via Sicilia, sulla quale vi trovate, fino alla rotatoria che incrocia la Via Carlo Sanna, di fronte alla Chiesa di Santa Barbara. Svoltate a sinistra, e poi a destra in direzione San Basilio. Proseguire dritti, lungo la Via Roma, e lasciare il paese. Attraverserete Arixi e San Basilio, ed una volta arrivati al bivio per Silius incontrerete le indicazioni per Goni ed il Parco Archeologico, il cui ingresso si troverà più avanti, alla vostra sinistra.
  • Da Alghero Raggiungere la SS. 131 e percorrerla in direzione Cagliari, fino allo svincolo per Barumini/Samassi/Villamar. Imboccare lo svincolo, e dopo alcuni chilometri svoltare verso Furtei. Attraversare il paese, e continuare sulla stessa strada passando anche per Segariu, Guasila, Ortacesus, fino ad arrivare a Senorbì. Una volta a Senorbì, proseguire lungo la Via Sicilia, sulla quale vi trovate, fino alla rotatoria che incrocia la Via Carlo Sanna, di fronte alla Chiesa di Santa Barbara. Svoltate a sinistra, e poi a destra in direzione San Basilio. Proseguire dritti, lungo la Via Roma, e lasciare il paese. Attraverserete Arixi e San Basilio, ed una volta arrivati al bivio per Silius incontrerete le indicazioni per Goni ed il Parco Archeologico, il cui ingresso si troverà più avanti, alla vostra sinistra.
  • Da Sanluri (VS) Raggiungere Furtei. Attraversare il paese, e continuare sulla stessa strada passando anche per Segariu, Guasila, Ortacesus, fino ad arrivare a Senorbì. Una volta a Senorbì, proseguire lungo la Via Sicilia, sulla quale vi trovate, fino alla rotatoria che incrocia la Via Carlo Sanna, di fronte alla Chiesa di Santa Barbara. Svoltate a sinistra, e poi a destra in direzione San Basilio. Proseguire dritti, lungo la Via Roma, e lasciare il paese. Attraverserete Arixi e San Basilio, ed una volta arrivati al bivio per Silius incontrerete le indicazioni per Goni ed il Parco Archeologico, il cui ingresso si troverà più avanti, alla vostra sinistra.


Permessi/Tariffe[modifica]

Il costo del biglietto intero è di 5€, 4€ per i gruppi di più di 20 persone e 3€ per gli studenti.

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 18 con l'orario invernale, alle 20 con quello estivo.

Come spostarsi[modifica]

Non è, al momento, consigliato affidarsi al servizio di trasporto pubblico regionale per gli spostamenti; meglio utilizzare la propria auto o partecipare ad eventuali escursioni organizzate.

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]

All'interno del Parco troverete un'area pic-nic attrezzata ed un ristorante, che da settembre apre solo su prenotazione, per gruppi non inferiori a 10 persone.

Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Informazioni utili[modifica]

Altri contatti della Pranu Mutteddu Srl sono:


Nei dintorni[modifica]

Nei dintorni del Parco è possibile visitare:


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare, sulle principali attrazioni o attività da svolgere e sui biglietti e orari d'accesso.