Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Bosisio Parini
Bosisio Parini e la frazione di Garbagnate Rota visti da Eupilio
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Bosisio Parini
Sito istituzionale

Bosisio Parini è una città della Lombardia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Bosisio Parini fa inoltre parte del Parco della Valle del Lambro e è posto sulle rive del lago di Pusiano.


Cenni storici[modifica]

Il comune si chiamava Bosisio ed ha modificato il proprio nome in Bosisio Parini per onorare la memoria del suo celebre compaesano Giuseppe Parini.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Il paese è raggiungibile a dalla Strada statale 36 del Lago di Como e dello Spluga.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Casa natale di Giuseppe Parini, via Giuseppe Parini. La casa natale del poeta Giuseppe Parini. Bosisio Parini su Wikipedia Bosisio Parini (Q42823) su Wikidata
  • Monumento ai Caduti. Opera dello scultore meratese Giuseppe Mozzanica (1955).
  • Villa Bordone.
  • Villa Appiani.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Itinerari[modifica]

  • Il progetto turistico ha predisposto l'Itinerario pariniano, un percorso che segnala i luoghi legati alla figura del poeta Giuseppe Parini: la Chiesa antica, la fonte battesimale, le lapidi, la piazza e la casa natale.

Bosisio si trova sulle sponde del Lago di Pusiano. È presente una lunga passeggiata che permette di ammirare il lago e i suoi panorami. Al Molo è inoltre presente un battello che permette di visitare il lago e l'isola dei Cipressi.

  • Via Carolingia — Itinerario europeo che attraversa i luoghi percorsi dalla corte di Carlo Magno tra l'VIII e il IX secolo per recarsi da Aquisgrana a Roma, dove papa Leone III incoronò il sovrano carolingio imperatore del Sacro Romano Impero nella notte di Natale dell'800.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Bosisio Parini
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Bosisio Parini
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.