Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Bernalda
Panorama su Corso Umberto I
Stato
Regione
Territorio
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Bernalda
Sito istituzionale

Bernalda (Vernàlle o Bernàlle in dialetto locale) è una città della Basilicata.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La cittadina si trova a sud-est della regione Basilicata. Si trova su una collina che digrada verso il Mar Jonio tra i fiumi Bradano e Basento. Confina con la Puglia ed ha diverse frazioni: Metaponto, Serramarina, Spineto.


Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 40.40317216.6881331 Castello, Piazza San Bernardino. Si trova in posizione dominante sulla valle del Basento ed è orientato verso sud-est. Fu costruito nel IV secolo D.C. ad opera dei Romani (precisamente a cavallo tra Costantino e Valentiniano II) che sentirono l'esigenza di proteggere il Porto Imperiale di Metaponto come confermato da recenti scoperte e studi sulla struttura. Da queste infatti capiamo che sia la torre Normanna che quella Angioina sono state adattate alla struttura originaria: un quadrato di 20 x 20 con una sola torre a guardia della valle e del mare. Il castello attuale è quello fatto erigere da Bernardino de Bernaudo segretario di re Alfonso II di Napoli, dal cui nome prenderà il nome la città e anche il Santo Patrono divenuto San Bernardino invece che San Donato, e dai Perez Navarrete, che hanno dato al castello l'attuale sembianza ampliandolo di sette metri in avanti e altri sette verso Nord. Nel 1735 vi dimorò Carlo III di Borbone, il quale volle visitare i territori del suo regno, appena acquisito in seguito alla guerra di successione polacca. Castello di Bernalda su Wikipedia castello di Bernalda (Q3662486) su Wikidata
  • 40.40351216.6884092 Chiesa di San Bernadino da Siena, Piazza San Bernardino. La chiesa di San Bernardino da Siena fu fondata di fronte al castello tra il 1510 e il 1532, dedicata a San Bernardino da Siena, con la volontà del fondatore di Bernalda, Bernardino de Bernaudo.Contiene opere di diversa datazione dal XVIII al XIX sec.
  • 40.4074916.6872013 Palazzo Margherita (Resort Francis Ford Coppola), Corso Umberto, 64, +39 0835 549060.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa dedicata a San Bernardino da Siena (Giornata della tradizione), Piazza San Bernardino. I bernaldesi hanno un comitato organizzatore che salvaguardia la festa arricchendo la manifestazione ad essa legata coinvolgendo la cittadina per la raccolta dei fondi necessari. La Giornata della tradizione dedicata al Santo è il 23 Agosto. Nel chiostro del Convento di Sant'Antonio avviene lo scambio dei doni tra il comitato e le delegazioni dei Comuni gemellati di Siena, L'Aquila, Massa Marittima e Mirabella Eclano, in quanto ognuno di essi ha avuto legami con il Santo. Solitamente nel pomeriggio sfila il Corteo Storico per le vie del centro, composto dai seguenti figuranti:
    • Cavalieri di Bernalda con il Palio di San Bernardino da Siena;
    • Cavalieri del Basento;
    • Cavalieri di altre città limitrofe;
    • Tamburrini Brundusii de Muntanea et Balium;
    • Sbandieratori di Carovigno;
    • Trombonieri e Archebugieri Borgo Scacciaventi di Cava dei Tirreni;
    • Re Carlo III e i suoi scudieri;
    • Cavalieri Templari;
    • Carrozza con il Trigramma di San Bernardino;
    • I Gonfaloni di Bernalda, delle città gemellate, delle Provincie di Potenza e Matera, di vari Comuni lucani
    Successivamente inizia l'asta per il traino della carrozza di San Bernardino, magnificamente addobbata. Segue il palio di San Bernardino.
  • Riti del Venerdì Santo. Processione durante la quale vengono esposti i simulacri sacri raffiguranti i Santi Misteri. La processione avviene il Venerdì, durante la Settimana Santa.
  • Festa dei Santi Medici (Ss. Cosma e Damiano). La festa con relativa processione si svolge il 16 settembre.
  • Festa di San Leone Magno. Il popolo di Bernalda e Metaponto soleva portare in processione la statua di San Leone alle acque di una fonte, ora scomparsa, per invocare la sua intercessione onde ottenere la sospirata acqua (cioè la pioggia). Giunto al luogo convenuto, "u' Pilaccije", la statua del santo veniva appoggiata senza troppe cerimonie alla sponda dell'abbeveratoio, poi, senza troppe cerimonie, con un modo di fare popolaresco era spruzzata abbondantemente" (Lizza, 1984, pag. 116)Questo rituale trova la sua origine nel culto di Artemide praticato dagli antichi abitanti della Magna Grecia. La celebrazione che si svolge la prima domenica di Agosto, culmina con il traghettamento del santo su un piccola barca di pescatori fino alla foce dell'idrovora di Metaponto Lido. Raggiunta la Cappella dell'Assunta, dopo la celebrazione di una messa da parte del Vescovo per ritornare a tarda sera nella chiesa a lui dedicata del borgo.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.