Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Grecia > Isole greche > Dodecaneso > Simi

Simi

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Simi
Veduta del capoluogo dell'isola di Simi
Stato
Regione

Simi (Symi, Σύμη) è un'isola del Dodecaneso.

Da sapere[modifica]

Il porto di Simi

Symi è una graziosa isoletta famosa un tempo per le sue spugne di mare. Queste scomparvero già agli inizi del XX secolo e quelle che si vedono oggi nelle vetrine sono d'importazione. Il porto di Symi sta in una baia naturale molto ben riparata. È contornato da abitazioni di stile neoclassico risalenti al XIX secolo alcune delle quali sono state restaurate di recente. I turisti in genere arrivano verso le 10 del mattino e se ne vanno alle tre del pomeriggio, così se si decide di restare ci si sentirà immersi in un'aria genuinamente greca, tipicamente locale. I pochi abitanti di Symi sono di carattere aperto e socializzano facilmente.

Cenni geografici[modifica]

Situata 41 km a nord dalle coste dell'isola di Rodi.

Cenni storici[modifica]

L'isola, insieme con il resto del Dodecaneso, cambiò più volte dominazione nel corso del XX secolo: nel 1912 il Dodecaneso dichiarò la propria indipendenza dall'Impero Ottomano, ma quasi immediatamente venne occupato dall'Italia. L'isola venne formalmente ceduta all'Italia nel 1923 e nel 1943 fu occupata dai nazisti. Alla fine della Seconda guerra mondiale, la resa delle forze tedesche nella regione, comportò l'occupazione da parte degli inglesi. Simi venne infine ceduta alla Grecia nel 1948.

Territori e mete turistiche[modifica]


Come arrivare[modifica]

In nave[modifica]

Traghetti e aliscafi operano diversi servizi giornalieri tra Rodi e Symi. Questi servizi sono forniti da due compagnie: Dodekanisos Seaways e Blue Star. Questi servizi di traghetti viaggiano anche verso altre isole. Durante la stagione turistica è possibile raggiungere Symi da molte delle isole circostanti nel Dodecaneso, e anche dal Pireo (Atene).

A seconda del luogo di partenza è possibile anche atterrare a Kos o Rodi e poi prendere un traghetto per Symi.

In ogni caso, il viaggio in traghetto è comodo ed efficiente, ma dipende dalle condizioni meteorologiche. Durante l'inverno e la primavera i venti forti possono limitare il servizio.


Come spostarsi[modifica]

Chorio, o Ano Symi

Con mezzi pubblici[modifica]

C'è un servizio di autobus che va da Yialos (porto noto anche come Symi Village) attraverso Chorio (il villaggio in alto, conosciuto anche come Ano Symi) a Pedi. Il servizio è attivo tutto il giorno e la sera.

In taxi[modifica]

È disponibile anche il servizio taxi.

In auto[modifica]

Ci sono anche numerosi posti per noleggiare un'auto o un motorino, la strada principale dal porto di Symi al monastero di Panormitis in auto si percorre facilmente e offre una vista spettacolare.

Cosa vedere[modifica]

  • Monastero dell'Arcangelo Michele di Panormitis (All'estremità meridionale dell'isola). Vi si può accedere in barca, auto, moto e alcune persone camminano per 5 ore dal Villaggio Superiore o dal Porto come pellegrinaggio. Il monastero è situato in una baia circondata da uno sfondo montuoso. Si tratta di un grande edificio in stile veneziano del XVIII secolo con il campanile barocco più alto del mondo. L'Arcangelo Michele di Panormitis (in greco O Πανορμίτης) si riferisce ad un'icona miracolosa dell'Arcangelo Michele che è una delle quattro icone miracolose dell'Arcangelo nel Dodecaneso. Il monastero greco-ortodosso di Taxiarchis Mihail Panormitis è il monastero più importante dell'isola e il secondo più grande delle isole del Dodecaneso dopo il monastero di San Giovanni Teologo a Patmos.
  • Museo a Chorio.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

  • Periplo dell'isola in barca.
  • Escursioni. Symi offre agli escursionisti un paesaggio fantastico, in particolare in primavera o in tarda estate quando non fa troppo caldo. Il terreno in alcuni punti può essere duro ma superare le difficoltà è sicuramente gratificante. Prendete la scalinata di Yialos, chiamata Kalistrata, per uscire dal porto dove si concentra la maggior parte dei turisti e salite fino a Chorio. Avrete anche la possibilità di ammirare il panorama. Sono circa 300 gradini, ne vale la pena.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

I locali nella zona del porto sono tutti abbastanza tranquilli. In ogni caso se volete semplicemente bere qualcosa potete entrare in un ristorante e chiedere. Si trova un po' di tutto, ma non perdetevi i vini greci e il caratteristico ouzo.


Dove mangiare[modifica]

Symi offre una vasta selezione di frutti di mare e ristoranti greci. Tutti i ristoranti sono a conduzione familiare, nei ristoranti del porto (che però possono essere più costosi) o a Chorio o Pedi potrete gustare le delizie culinarie dell'isola.


Dove alloggiare[modifica]

Symi è estremamente affollata in stagione, con visitatori pendolari e non. Anche in bassa stagione può essere difficile trovare alloggio nei fine settimana e nei giorni festivi senza prenotazione anticipata. Se volete essere nel cuore del trambusto, allora Yialos è il posto giusto. Se si desidera tranquillità quando si dorme, allora Chorio è il posto più indicato dove alloggiare. Ci sono inoltre alloggi nei pressi delle spiagge di Pedi e Nimborio.

Symi è piena di caratteristiche villette e case in stile neoclassico. Si affittano appartamenti di tutti i tipi e categoria. Gli alberghi sono pochi e piccoli. Il caratteristico Hotel Aliki, si affaccia direttamente sul mare nella baia di Carani, dopo l'orologio.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.