Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Sentiero da Ferdinandea alla cascata del Marmarico
(Stilo, Bivongi)
Cascata del Marmarico
Tipo itinerario
Stato
Regione
Città
Lunghezza
Tempo

Il Sentiero da Ferdinandea alla cascata del Marmarico è un sentiero che parte dalla località Villa Ferdinandea, nel comune di Stilo, e si conclude nei pressi della Cascata del Marmarico, passando in mezzo ai boschi e alle condotte forzate che convergevano le acque dei torrenti verso la centrale idroelettrica Marmarico.

Introduzione[modifica]

Il sentiero si trova all'interno del Parco naturale regionale delle Serre è molto semplice e tutto in discesa. Parte con uno sterrato in cui passano anche i fuoristrada per restringersi ed essere percorribile solo a piedi e al massimo da biciclette (con diversi tratti in cui la si dovrà portare in spalla). Il tempo di percorrenza è mezz'ora.

Quando andare[modifica]

Primavera, autunno e estate.

A chi è rivolto[modifica]

Questo percorso si sviluppa per 5,5 km circa.

Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Da Monasterace[modifica]

Dalla Strada Statale 106, all'altezza di Monasterace Marina, provenendo da Catanzaro, girare a destra e prendere la strada provinciale 9 per Pazzano, Bivongi e Stilo. Proseguire fino al bivio per Bivongi e Stilo, scegliere Stilo. Superare Pazzano e seguire le indicazioni per Serra San Bruno. Superare il bivio per Monte Stella, la frazione Ziia e la località Mangiatorella, giunti al Bivio per Serra San Bruno e Ferdinandea scegliere per quest'ultimo. Da qui la strada è stata asfaltata di recente (2020). Proseguire per altri 2km fino a che non si arriva di fronte alla 38.5081716.379571 Villa di Ferdinandea. Lasciare l'auto.

Da Serra San Bruno[modifica]

Se si arriva da Serra San Bruno scegliere le indicazioni per Monasterace, superare il primo bivio per Nardodipace, il secondo bivio per Nardodipace/Campoli al terzo ed ultimo bivio per Ferdinandea-Monasterace girare a sinistra per Ferdinandea. Da qui la strada è stata asfaltata di recente (2020). Proseguire per altri 2km fino a che non si arriva di fronte alla Villa di Ferdinandea. Lasciare l'auto.


Tappe[modifica]

Seguendo la strada sterrata che si lascia sulla destra la vecchia 38.509116.37942 fonderia di Ferdinandea e scende tra gli alberi, dopo una curva ad U e dopo aver superato quello che ora è un edificio per il bestiame si attraversa un ponte sopra il piccolo torrente Stilaro. Al bivio svoltare a destra, più avanti se ne presenterà un altro. Entrambi si ricongiungeranno più avanti nel punto che viene chiamato "Vertice 11" e dove si trovano i resti del 38.5081216.396123 raccordo delle condotte forzate proveniente dalla diga Giulia e dalla diga sul torrente Ruggiero. A questo punto bisogna prendere il sentiero che porta a valle visibile perchè segue il percorso della condotta forzata. Scendendo dritti si arriverà vicino ad un bivio dove ci si presenterà una piccola galleria con all'interno una condotta forzata. Arrivando all'altra estremità si vedrà un 38.5042916.398834 panorama(attenzione per chi soffre di vertigini). Ritornando al bivio bisognerà prendere il sentiero che scende a valle verso destra. Da questo momento il sentiero si restringerà e scenderà fino a che non si arriverà al Vallone Folea. Una volta attraversato andrà risalito e costeggiato lasciandoselo quindi sulla destra. Dopo 10 minuti e superato un enorme masso monolitico sulla vostra sinistra arriverete alla base della 38.501916.39755 Cascata del Marmarico.

Sicurezza[modifica]

Nei dintorni[modifica]

Galleria[modifica]


ItinerarioBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.